Tpl, Ceccarelli alla Uil: “La gara non è un capriccio, ma garanzia di occupazione e efficienza”

FIRENZE - "Mi sembra che la Uil trasporti sia distratta", ha detto l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli commentando le dichiarazioni critiche rilasciate alla stampa da esponenti del sindacato riguardo alla gara per l'assegnazione del servizio di trasporto pubblico in Toscana. "Ad oggi - ha spiegato Ceccarelli - ogni grado di giudizio ha confermato la correttezza degli atti compiuti dalla Regione. Anche l'ultima sentenza del Tar dice che il percorso di gara è stato ben gestito, compresa la recente richiesta ai contendenti di ripresentare i piani economici e finanziari (Pef). Il Consiglio di Stato non ha espresso un parere negativo, ma ha sentenziato di non poter decidere sull'argomento rimandando la questione alla Corte Europea. Inoltre, nella smania del 'te l'avevo detto', la Uil dimentica che la gara unica regionale per il trasporto pubblico su gomma è stata fatta dalla Regione non per un capriccio, bensì in ossequio alle normative europee, su mandato di Comuni e Province, che sono i detentori delle competenze in materia. E con lo scopo di mantenere e mighliorare un servizio pubblico essenziale, che a seguito della diminuzione delle risorse statali disponibili non sarebbe più stato possibile mantenere efficiente. La gara unica ha indotto la Regione a mettere risorse dal proprio bilancio, quasi 700 milioni per futuro contratto di servizio, che altrimenti non sarebbero oggi disponibili".

L'assessore prosegue poi ricordando che "la gara è stata ed è l'unico modo per garantire la piena occupazione ai lavoratori di un sistema in evidente affanno. Infatti il bando contiene oltre 80 milioni di risorse per garantire tutele e riqualificazione ai dipendenti delle atuali aziende di servizio, una scelta condivisa da tutti i sindacati a parte la Uil".

Sul contenzioso legale Ceccarelli prosegue: "Purtroppo la conflittualità non dipende da noi. Di certo la gara è stata condivisa con le Autorithy nazionali dei trasporti e della concorrenza. E' stata ritenuta valida da loro e dal Tar in tutte le sue sentenze. Ora attendiamo il pronunciamento della Corte di giustizia europea. Dato che il mantenimento e l'efficienza del servizio per i cittadini è comunque la nostra priorità, non siamo stati fermi ad aspettare. Stiamo ricercando una soluzione tecnica, che possa essere condivisa da tutti i soggetti interessati e che ci permetta una riqualificazione del servizio anche in questa fase transitoria. E' una situazione che non abbiamo scelto, ma che siamo costretti ad attraversare".

"In tutta questa fase - ha sottolineato - è doveroso ricordare che la Regione ha sempre garantito le risorse necessarie per lo svolgimento del servizio e non si è tirata indietro nepure per quanto riguarda gli investimenti. Sono stati messi in campo, con due diversi bandi, quasi 50 milioni per il cofinanziamento alle aziende per l'acquisto di nuovi autobus.
Ci dica la Uil: in quali altre Regioni, mentre la Toscana lavorava alla gara regionale, sono state attivate procedure per raggiungere simili obiettivi in termini di difesa dell'occupazione, garanzie delle risorse, risorse  per gli investimenti dell'oggi (i quasi 50 milioni di cofinanziamento) e per quelli di domani (gli oltre 2000 nuovi bus attesi da chi vincerà la gara)?"

"Infine - ha concluso l'assessore - posso rassicurare chi si chiede quali siano i costi per la Toscana in termini di spese legali: nessuno. La Regione è dotata di un'avvocatura interna e il perdurare del contenzioso legale non le fa salire le 'spese per gli avvocati'".

Tpl, stanziati 3,6 milioni per mantenere attivo il servizio per il 2017

FIRENZE - Con un contributo straordinario di quasi 3,65 milioni di euro, la Regione integra le risorse già assegnate alle Province e ai Comuni per il trasporto pubblico locale al fine di dare risposte concrete ad alcune esigenze verificate per il  mantenimento del servizio fino a fine anno, in attesa dell'esito definitivo della gara a lotto unico regionale, 'congelata' dai ricorsi presentati dai contendenti e dalla recente sentenza del Consiglio di Stato che ha rimandato la questione alla Corte di Giustizia europea.

A deciderlo è stata la Giunta regionale, che ha approvato una delibera - proposta dall'assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - con cui integra gli oltre 210 milioni di risorse già stanziate e in parte trasferite alle Province e ai Comuni per il 2017.

"La situazione di incertezza generata dai ricorsi sugli esiti della gara regionale per l'individuazione del futuro gestione del servizio di trasporto pubblico su gomma - spiega Ceccarelli - non consente agli utenti del trasporto pubblico di godere da subito della qualificazione del servizio che sarebbe conseguente alla firma del nuovo contratto di servizio. Con questo provvedimento, conseguente ad una attenta ricognizione compiuta dai competenti uffici regionali, cerchiamo però di dare risposta alle esigenze degli utenti, mettendo gli enti locali nella condizione di mantenere il servizio offerto e di far fronte alle urgenze che si sono manifestate".

Treni, un nuovo collegamento festivo tra Pisa e Grosseto

FIRENZE - Un nuovo treno regionale collegherà Pisa e Grosseto.  Il servizio sarà effettuato nei giorni festivi, da domenica 18 giugno a martedì 15 agosto.
"In accordo con Trenitalia – spiega l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - abbiamo  deciso di incrementare i servizi sulla costa dedicati alle località balneari, raccogliendo un input ricevuto nel tavolo istituzionale convocato lo scorso febbraio per aprire la riflessione sulla programmazione dei servizi regionali e non solo. In questo modo, diventano quattro i collegamenti festivi da Pisa verso la costa sud tra le 9 e le 11 del mattino".

Il treno in partenza da Pisa Centrale alle 10.12 effettuerà le fermate di Livorno Centrale, Quercianella, Castiglioncello, Rosignano, Cecina, San Vincenzo, Campiglia Marittima, Follonica, con arrivo a Grosseto alle 11.57.

L'orario di partenza è stato programmato per consentire anche la corrispondenza a Pisa C.le con il treno regionale proveniente da Firenze in arrivo alle ore 10.07. Il nuovo collegamento sarà consultabile sul sito trenitalia.com a partire da inizio luglio.

"Dopo esserci aperti ai contributi e alle istanze del territorio – conclude Ceccarelli – il lavoro dei tecnici prosegue per ricercare soluzioni che consentano di ottimizzare i servizi sulla linea Tirrenica, con la disponibilità di Trenitalia ad integrare nel migliore dei modi i servizi regionali con quelli a lunga percorrenza". 

Inaugurato a Scandicci primo parcheggio scambiatore accessibile da A1. Ceccarelli: “Passo avanti verso multimodalità”

FIRENZE - Inaugurato a Scandicci il parcheggio multimodale di Villa Costanza, la prima struttura in Italia che permette la sosta direttamente dall'autostrada A1, per utilizzare la tramvia e raggiungere il centro di Firenze in meno di mezz'ora.

"Dopo l'apertura del by-pass del Galluzzo - ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, presente alla cerimonia insieme al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, al viceministro Riccardo Nenicini, al sindaco di Firenze Dario Nardella, al sindaco di Scandicci Sandro Fallani, e a Roberto Tomasi, condirettore generale nuove opere di Autostrade per l'Italia - l'inaugurazione del parcheggio multimodale di Villa Costanza rappresenta un altro passo avanti verso la modernizzazione dei collegamenti e delle connessioni infrastrutturali in Toscana e in particolare nell'area fiorentina".

"Anche questo importante intervento era atteso da lungo tempo - ha aggiunto Ceccarelli - e siamo molto soddisfatti della sua realizzazione perchè la multimodalità nella mobilità, cioè la possibilità di passare facilmente da un mezzo di trasporto all'altro, in questo caso dall'auto al tram, è una priorità assoluta per la Regione. Per realizzarla servono infrastrutture e un trasporto pubblico sempre più qualificato. La tramvia è un mezzo pubblico rapido, efficiente e ad impatto zero che permette di raggiungere il centro di Firenze in breve tempo. Sono certo che gli automobilisti apprezzeranno questa novità".

Il parcheggio multimodale di villa Costanza rappresenta un'opera strategica per la viabilità fiorentina e rientra nei lavori di potenziamento a tre corsie del tratto dell'A1 tra Firenze Nord e Firenze Sud. L'opera è stata realizzata da Autostrade per l'Italia con un investimento di oltre 16 milioni di euro.

Inaugurazione parcheggio Villa Costanza, Ceccarelli: “Passo avanti verso multimodalità”

FIRENZE - Inaugurato a Scandicci il parcheggio multimodale di Villa Costanza, la prima struttura in Italia che permette la sosta direttamente dall'autostrada A1, per utilizzare la tramvia e raggiungere il centro di Firenze in meno di mezz'ora.

"Dopo l'apertura del by-pass del Galluzzo - ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, presente alla cerimonia insieme al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, al viceministro Riccardo Nenicini, al sindaco di Firenze Dario Nardella, al sindaco di Scandicci Sandro Fallani, e a Roberto Tomasi, condirettore generale nuove opere di Autostrade per l'Italia - l'inaugurazione del parcheggio multimodale di Villa Costanza rappresenta un altro passo avanti verso la modernizzazione dei collegamenti e delle connessioni infrastrutturali in Toscana e in particolare nell'area fiorentina. Anche in questo caso la corretta e costruttiva collaborazione di tutti i soggetti istituzionali è stata fondamentale per arrivare alla realizzazione dell'opera".

"Anche questo importante intervento era atteso da lungo tempo - ha aggiunto Ceccarelli - e siamo molto soddisfatti della sua realizzazione perchè la multimodalità nella mobilità, cioè la possibilità di passare facilmente da un mezzo di trasporto all'altro, in questo caso dall'auto al tram, è una priorità assoluta per la Regione. Per realizzarla servono infrastrutture e un trasporto pubblico sempre più qualificato. La tramvia è un mezzo pubblico rapido, efficiente e ad impatto zero che permette di raggiungere il centro di Firenze in breve tempo. Sono certo che gli automobilisti apprezzeranno questa novità".

Il parcheggio multimodale di villa Costanza rappresenta un'opera strategica per la viabilità fiorentina e rientra nei lavori di potenziamento a tre corsie del tratto dell'A1 tra Firenze Nord e Firenze Sud. L'opera è stata realizzata da Autostrade per l'Italia con un investimento di oltre 16 milioni di euro.