Festival dei Cammini, domani Ciuoffo e Ceccarelli a Chiusi della Verna (AR)

FIRENZE – Due giorni di camminate, riflessioni, preghiera e cultura nel punto di snodo di importanti Cammini culturali, laici e religiosi. E' il Festival dei Cammini, in programma oggi e domani, sabato 24 e domenica 25 settembre, tra il Santuario di La Verna e Chiusi della Verna (AR).

L'evento è organizzato, in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia e dell'anno nazionale dei Cammini, dal Comune di Chiusi della Verna in collaborazione con Regione, Associazione Via Romea Germanica, GESAAF dell'Università di Firenze, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna e Associazione i Cammini di Francesco in Toscana.

Alla conferenza organizzata per domani, domenica 25 settembre ,alle ore 10 presso l'Auditorium di Chiusi della Verna parteciperanno anche gli assessori al turismo Stefano Ciuoffo e alle infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli.

Festival dei Cammini, domenica Ciuoffo e Ceccarelli a Chiusi della Verna (AR)

FIRENZE – Due giorni di camminate, riflessioni, preghiera e cultura nel punto di snodo di importanti Cammini culturali, laici e religiosi. E' il Festival dei Cammini, in programma sabato 24 e domenica 25 settembre tra il Santuario di La Verna e Chiusi della Verna (AR).

L'evento è organizzato, in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia e dell'anno nazionale dei Cammini, dal Comune di Chiusi della Verna in collaborazione con Regione, Associazione Via Romea Germanica, GESAAF dell'Università di Firenze, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna e Associazione i Cammini di Francesco in Toscana.

Alla conferenza organizzata per domenica 25 settembre alle ore 10 presso l'Auditorium di Chiusi della Verna parteciperanno anche gli assessori al turismo Stefano Ciuoffo e alle infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli.

Viabilità, al via i lavori di completamento del VI lotto della Sr429

FIRENZE – Inizieranno il prossimo 28 settembre i lavori di completamento del VI Lotto della Variante alla SR429 della Valdelsa, da Brusciana allo svincolo della SGC FI-PI-LI Empoli Centro. Si è infatti conclusa la procedura di gara per l'assegnazione dei lavori.

La procedura di gara era stata caratterizzata, durante l'estate, da un ricorso al Tar Toscana con istanza di sospensiva di una ditta partecipante alla gara. La sentenza della I Sezione del Tribunale amministrativo è arrivata velocemente pochi giorni fa, il 19 settembre, sentenza che con estrema chiarezza ha dato ragione alla Città Metropolitana di Firenze che aveva condotto la procedura di gara.

I lavori sono stati dunque affidati con atto definitivo alla ditta Esseti srl con sede a Terni,  per un importo dei lavori a base di gara, comprensivo degli oneri della sicurezza, che ammonta a 2.748.646,83 euro oltre iva 22% come per legge. L'affidamento comprende tutti i lavori necessari per completare l'opera e renderla immediatamente funzionale (bitumature, guard rail, impianti di illuminazione delle gallerie, segnaletica).

Il Commissario regionale, l'Ing. Annunziati, d'intesa con la Città Metropolitana ha fissato per il 28 settembre l'inizio dei lavori i quali avranno una durata di 245 giorni e si concluderanno a maggio 2017. Il Commissario sta tuttavia definendo, d'intesa con la ditta, un nuovo cronoprogramma per accelerare ulteriormente i tempi e ridurre al minimo le criticità per la viabilità locale.

Contemporaneamente la prossima settimana saranno assegnati anche i primi lavori di completamento delle opere del V lotto. In particolare saranno aggiudicati in via provvisoria i lavori propedeutici al completamento delle rampe dei tre cavalcavia sul V lotto lungo la via Sanminiatese, opere necessarie per consentire l'accesso alle abitazioni ed evitare l'attraversamento del cantiere.

"L'avvio del completamento del VI lotto – commenta l'assessore alle infrastrutture ed ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - testimonia come la Regione, dal momento del commissarimento, stia lavorando concretamente per mantenere gli impegni assunti. Come da programma, infatti, mentre si completano i lavori del VI Lotto già si avviano gli stralci funzionali del V Lotto. Nel corso dell'anno sarà completato anche il progetto stesso del V lotto in modo da poter avviare i lavori immediatamente a conclusione di quelli del VI,  dando continuità e certezza al completamento dell'opera".

"Una luce che si accende – dice il sindaco di Empoli e presidente dell'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa Brenda Barnini - nel lungo tunnel di sacrifici e sopportazione che i residenti delle nostre frazioni valdelsane conoscono ormai da decenni. La ripartenza del cantiere è il segno tangibile di questi due anni di lavoro. Adesso con la stessa tenacia e determinazione dobbiamo lavorare per progettare e far partire il restante tratto fino a Castelfiorentino".

"I lavori sulla 429 sono sbloccati e vanno avanti - dichiara Massimiliano Pescini, consigliere delegato della Città Metropolitana alla Viabilità -. L'esito del lavoro congiunto esprime la serietà con cui si intende dare risposta a una priorità qual è la 429. Naturalmente siamo lieti che il Tar abbia riconosciuto la regolarità degli atti predisposti dai nostri tecnici".

"Un momento atteso con ansia dai cittadini locali – aggiunge il sindaco di Castelfiorentino Alessio Falorni -. L'appalto riguarda finalmente il completamento di un lotto, e non può quindi che essere preso con positività, come un punto di svolta rispetto al cronoprogramma dell'opera. Però non dobbiamo fermarci: anzi, è un momento decisivo soprattutto per concludere la progettazione degli altri due lotti, visto che purtroppo i tempi di assegnazione delle gare sono sempre lunghi. È il momento in cui va chiesto il massimo sforzo a tutti, per mettere il Commissario nelle condizioni di concludere la progettazione il prima possibile, e andare a gara altrettanto rapidamente. Formuleremo queste richieste a Città Metropolitana e Regione, che comunque ringraziamo per l'attenzione che stanno dedicando a quest'opera assolutamente fondamentale per la Toscana, e per la Valdelsa in particolare".

La giunta investe su viabilità e corsi d’acqua: pacchetto di interventi da quasi 13 milioni

FIRENZE - Strade, interventi su canali e fiumi, ponti e maggiori risorse destinate a progettazioni. Sono il cuore dell'emendamento alla variazione di bilancio già in consiglio che la giunta si accinge a presentare in aula: 12 milioni e 788 mila euro in tutto, un po' più della metà da spendere nel 2017 (6 milioni e 838 mila euro) e il resto (5 milioni e 950 mila) per il 2018. Le risorse sono state trovate grazie anche alla collaborazione con l'assessorato all'ambiente, che ha rimodulato nei due anni la propria spesa, e si aggiungono ai 15 milioni e 160 mila, per lo stesso biennio, contenuti nella proposta licenziata nel corso dell'estate dalla giunta.

"Abbiamo scelto di destinare maggiori risorse alla messa in sicurezza e allo sviluppo delle infrastrutture - ha spiegato l'assessore Vincenzo Ceccarelli - Nonostante le difficoltà economiche del momento e le regole di bilancio che rendono difficile anche spendere ciò di cui disponiamo, siamo riusciti ad aumentare gli investimenti e questo significa strade più sicure, interventi su canali, fiumi e ponti. Vuol dire anche portare avanti i progetti in corso, mantenere gli impegni presi e dare soluzione ai problemi".

Ed eccoli gli investimenti previsti nel nuovo emendamento, presentati dall'assessore alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

L'intervento più grande riguarda la sicurezza stradale: 3,5 milioni, 1 milione e 200 mila nel 2017 e 2 milioni e 300 mila nel 2018. Di questi, due milioni serviranno a finanziare un bando rivolto ai comuni per mettere in sicurezza le proprie strade mentre il milione e mezzo che rimane è destinato alla regionale 68, la strada che collega l'Aurelia alla Cassia, da Cecina a Colle Val d'Elsa, per la messa in sicurezza della cosiddetta 'curva della morte' nel comune di Volterra. Ci sono ponti da adeguare: quello Catolfi a Laterina in provincia di Arezzo (400 mila euro nel 2017 e 1 milione e 350 mila nel 2018), il ponte sull'Arno a Ponte a Buriano (700 mila euro, 300 mila il primo anno e il resto il secondo), il ponte sul torrente Verde lungo la strada comunale Cadugo-Cervara a Pontremoli (400 mila euro nel 2017 per ripristinare la viabilità) e il ponte sul Serchio (250 mila euro nel 2016 per collegare la statale dell'Abetone e la provinciale Francigena).

Per quanto riguarda le strade c'è l'adeguamento del collegamento tra il polo tecnologico di Empoli e lo svincolo "Empoli Est" sulla Fi-Pi-Li (1 milione e 448 mila euro nel 2017). Si investe anche sulla viabilità locale per meglio integrarla con le strade regionali: 900 mila euro sono destinati al comune di Signa per il primo lotto di un intervento già pronto a partire, mentre Lastra a Signa e Campi Bisenzio potranno contare su 120 mila euro ciascuno per progettare le opere.

Sulla viabilità a nord di Pisa, nel territorio comunale della città e di San Giuliano, la giunta mette a disposizione 800 mila euro (600 mila nel 2017 e 200 mila nel 2018). Sempre a Pisa sono destinati 300 mila euro per indagini sulla profondità ed escavi nel canale dei Navicelli (un terzo il primo anno, il resto nel 2018) ed altrettanti per il canale Burlamacca a Viareggio. Con l'aggiunta alla variazione di bilancio che sarà presentata in aula vengono riservati anche 2 milioni, a valere sul 2017, per il fondo "Riserve e imprevisti", un fondo a disposizione del settore infrastrutture per far far fronte a interventi necessari ma non programmati.

Assi di Lucca
La Regione interviene anche sugli assi di Lucca: 15 milioni (2 nel 2017 e 13 nel 2018) che si aggiungono ai 2 già stanziati per la progettazione. Il contributo per realizzare i trenta chilometri di tangenziale a doppia corsia per collegare la viabilità del fondo valle del Serchio all'autostrada e Altopascio, Capannori e Porcari, da nord a sud e da est a ovest dunque, non rientra nell'emendamento che sarà presentato in aula martedì ma era già state approvata dalla giunta con una variazione alla legge di stabilità, parallela alla variazione al 'collegato'. Il costo complessivo degli interventi è di 275 milioni: il Cipe ha dato il via libera lo scorso 10 agosto e ora si può procedere con la progettazione definitiva e esecutiva.

 

Per approfondire:

Le slides sugli interventi finanziati

 

Infografica:

Più risorse per sviluppo e infrastrutture: conferenza stampa oggi alle 13

FIRENZE - Maggiori risorse. Arrivano dall'ultima variazione di bilancio e serviranno a sostenere, tra l'altro, la ripresa, lo sviluppo economico e nuove e migliori infrastrutture. Il Consiglio regionale toscano si accinge a discutere la proposta licenziata nell'estate dalla giunta, che presenterà comunque in aula un ulteriore emendamento. Complessivamente le maggiori risorse in bilancio arriveranno così a 48 milioni in tre anni, dal 2016 al 2018.

Il presidente della Toscana Enrico Rossi illustrerà i provvedimenti nel corso di una conferenza stampa convocata per oggi, venerdì 23 settembre, alle ore 13 a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, in piazza del Duomo n. 10.

Parteciperanno anche gli assessori alla presidenza e al bilancio Vittorio Bugli, ai trasporti e alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli e all'ambiente Federica Fratoni.