Mobilità sostenibile, a San Rossore due giorni dedicati a bici e vie ciclabili

FIRENZE - Venerdì 29 e sabato 30 settembre al Parco di San Rossore (Pisa) biciclette e vie ciclabili saranno protagoniste di una due-giorni dedicata allo sviluppo della mobilità sostenibile lungo la costa, tra disciussione, confronto e pedalate nel Parco. La presentazione degli obiettivi e delle iniziative collegate al progetto europeo Intense (Itinerari turistici sostenibili dell'area transfrontaliera, che coinvologe, oltre alla Toscana, Liguria, Sardegna, Corsica e Regione della Paca) sarà anche un'occasione per piacevoli pedalate e momenti di confronto.

"Questo appuntamento rappresenta un'occasione importante - commenta l'assessore Ceccarelli - per sviluppare la riflessione sul progetto della Ciclovia Tirrenica, per il quale stiamo lavorando in sinergia con le Regioni Liguria e Lazio. In questi mesi abbiamo fatto progressi importanti per dare concretezza a questa idea che abbiamo già condiviso con il territorio,  Dal confronto che si svilupperà in questi due giorni attendiamo utili indicazioni per lo sviluppo e per la realizzazione della ciclovia Tirrenica, destinata a diventare una delle grandi direttrici del sistema regionale che comprenderà anche Ciclopista dell'Arno e Ciclovia del Sole".

Venerdì 29 settembre il convegno 'Mobilità e turismo sostenibile: un'opportunità per la cooperazione transfrontaliera' si aprirà alle ore 14,30 e sarà dedicato principalmente al tema dei finanziamenti (comunitari e miniteriali) per le ciclovie, oltre che alle possibili azioni di sostegno per la mobilità sostenibile. Parteciperanno, tra gli altri, il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, Claudia Salvi coordinatrice del centro Europe Direct Roma e Maurizio Battini capo segreteria tecnica del MIT.
I lavori si concluderanno alle 18,30 con una pedalata guidata all'interno del Parco.

Sabato 30 settembre i lavori riprenderanno alle 10 con una tavola rotonda dedicata a 'Governance e gestione degli itinerari turistici sostenibili' alla quale parteciperà anche l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli insieme a Matteo Biffoni presidente ANCI Toscana, Francesco Palumbo direttore generale per le politiche del
turismo del MIBACT, Giovanni Maffei Cardellini presidente del Parco regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Barbara Argiolas assessore al turismo della Regione Sardegna, Giovanni Berrino assessore al turismo della Regione Liguria e Pierre Pugliesi vice sindaco di Ajaccio.

Sabato sarà anche il giorno della Bicinstaffetta 2017. Il cicloraduno nazionale organizzato dalla FIAB e partito da Ventimiglia nei giorni scorsi, si concluderà a San Rossore alle 12,30 circa, con il ciclista Paolo Bettini e la presidente Fiab Giulietta Pagliaccio ad accogliere i ciclisti in arrivo.
Per maggiori informazioni su Bicinstaffetta 2017 consultare questo link.

La due-giorni si concluderà il pomeriggio con un seminario dedicato alle nuove normative ed agli standard per la realizzzaione di ciclovie. L'assessore Ceccarelli interverrà per concludere i lavori alle 16 circa.

Chi desiderasse iscriversi all'evento potrà farlo compilando questo form presente sul sito internet www.regione.toscana.it

FI-PI-LI, due ipotesi per la messa in sicurezza dello svincolo di Montopoli al vaglio del Comune

FIRENZE – Sono due le ipotesi progettuali elaborate dagli uffici regionali per la messa in sicurezza dello svincolo di Montopoli sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno.

Il lavoro era stato avviato dopo che negli incontri delle settimane scorse tra Regione e Comune - presenti l'assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, il consigliere regionale Andrea Pieroni e il sindaco Giovanni Capecchi - erano stati messi a fuoco i problemi di accesso alla grande infrastruttura. Il traffico, infatti, si immette nel centro abitato di Capanne creando un forte impatto, sia per l'inquinamento ambientale che per quello acustico.

Già durante le riunioni erano state individuate due possibili soluzioni e su queste hanno poi lavorato i tecnici della Regione, in base alle nuove competenze acquisite con il riordino delle funzioni provinciali. Le ipotesi elaborate sono state ora inviate al vaglio dell'amministrazione comunale di Montopoli per la necessaria condivisione.

Si tratta di progetti che consentono, entrambi, di migliorare la funzionalità dello svincolo eliminando le attuali criticità per i residenti e creando condizioni più favorevoli alle imprese dell'area.

L'uscita di Montopoli è infatti ormai insufficiente ed inadeguata rispetto ai volumi di traffico, soprattutto pesante, che la interessano per accedere alla zona industriale del distretto conciario e a nuovi centri logistici. Un intervento che ha assunto quindi carattere urgente e prioritario tanto da essere inserito, con un emendamento proposto proprio dal consigliere Pieroni, anche nel Piano strategico per il rilancio della Costa toscana approvato dalla Commissione speciale regionale.

 

Alluvione Livorno, lunedì il collaudo del ponte di via Remota

FIRENZE - Confermate per domani, lunedì 25 settembre, le prove di carico sul ponte sull'Ardenza  di via Remota, che in località Vallicelle  era stato spazzato via a Livorno dal nubifragio e dall'alluvione del 10 settembre.  E' stato invece già collaudato il ponte sul Rio Maggiore a Limoncino e tutti e due, se anche la prova di carico di domani sarà positiva,  saranno consegnati martedì all'amministrazione comunale di Livorno e riaperti al transito, in occasione di un nuovo sopralluogo in città del commissario e presidente della Toscana Enrico Rossi.

I due attraversamenti,  venticinque metri il primo e quindici il secondo, sono stati realizzati con tecniche solitamente utilizzate per passaggi di convogli ferroviari. La scorsa settimana sono arrivate le lunghe  travi fornite da Rfi, la società della Rete ferroviaria italiana, che ha collaborato con la Regione Toscana alla realizzazione dell'opera.  La riapertura dei due ponti, appena a due settimane di distanza dal crollo,  permetterà di interrompere l'isolamento delle famiglie che abitano nella zona.

I lavori, iniziati fin dal primo giorno dopo il nubifragio, sono proseguiti comunque ieri e oggi  su tutti i numerosi cantieri avviati, anche in considerazione dell'avviso di vigilanza emesso ieri dalla Centro funzionale della regionale per i temporali annunciati per oggi su gran parte della Toscana.

Più di cinquanta sono gli interventi sull'intero reticolo idrografico, per un impegno complessivo di 5 milioni. I lavori di ripulitura degli alvei e delle sezioni idrauliche invase dopo l'alluvione da detriti di ogni genere, che possono provocare pericolose ostruzioni, e la messa in sicurezza degli argini danneggiati (primo fra tutti quello dell'Ugione, causa degli allagamenti a Stagno e nelle zona industriale dell'Eni a Collesalvetti) sono condotti da squadre di tecnici del Genio civile assieme ai colleghi del Consorzio di bonifica 5 Toscana Costa e Consorzio 4 basso Valdarno. Riguardano il  Tora nel comune di Collesalvetti e tutti i corsi del comune di Livorno fino al Chioma, al confine con il comune di Rosignano. 

Ceccarelli sulla Pistoia-Montecatini: “In linea con i tempi e per un servizio migliore”

SERRAVALLE MASOTTI (PT) - "Ho potuto constatare di persona che i lavori per il raddoppio della ferrovia Pistoia-Lucca procedono nei tempi stabiliti. Entro la fine del 2019 avremo stazioni più moderne, l'innalzamento dei marciapiedi e un servizio migliore per i passeggeri, caratterizzato da una maggiore capacità, una migliore fluidità e regolarità dell'offerta. Penso ad esempio al treno veloce in più che attiveremo tra Lucca e Firenze e che in un'ora collegherà i due capoluogo. I miglioramenti attesi tra Pistoia e Lucca coincideranno con l'entrata in vigore del nuovo servizio metropolitano tra Pistoia e Firenze, che avrà treni ad orari cadenzati e più frequenti, con evidenti vantaggi per la mobilità nell'intera area metropolitana ma anche tra Pistoia e Lucca".

L'assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli, è soddisfatto di ciò che ha potuto vedere nel corso del sopralluogo che ha effettuato questa mattina, accompagnato dal direttore degli investimenti di Rete Ferroviaria Italiana, Aldo Isi, ai cantieri del primo lotto dei lavori di raddoppio della Pistoia - Lucca.

"La realizzazione del raddoppio da Pistoia alle porte di Montecatini - ha sottolineato Aldo Isi - è un potenziamento infrastrutturale il cui completamento consentirà di migliorare la qualità del servizio pendolare su questa tratta. A beneficiare maggiormente di questo intervento sarà infatti la regolarità del servizio, grazie anche alla eliminazione delle interferenze con il traffico stradale oggi rappresentate dai passaggi a livello. Un intervento tecnicamente complesso - ha aggiunto Isi - che procede nel rispetto dei tempi previsti, grazie anche al confronto fattivo e alla condivisione degli obiettivi fra Rete Ferroviaria Italiana e la Regione Toscana".

Il tratto in questione si sviluppa per circa 13 chilometri e il raddoppio sarà per la quasi totalità in affiancamento alla linea esistente. Gli interventi prevedono una nuova galleria nel comune di Serravalle Pistoiese, ponti sui torrenti Ombrone, Stella e Nievole e la galleria artificiale "La Terza". Inoltre, la realizzazione di sottovia e cavalcavia permetterà l'eliminazione di nove passaggi a livello: cinque nel comune di Pistoia, due a Serravalle Pistoiese e due a Pieve a Nievole.

Al momento sono operativi i cantieri situati agli imbocchi della galleria di Serravalle, nella stazione di Serravalle, in via Marlianese, sul torrente Ombrone e nel comune di Pieve a Nievole.

Gli operai impegnati sono circa 100, mentre lo scorso agosto, durante l'interruzione della circolazione ferroviaria, hanno lavorato circa 200 tecnici ed oltre 100 mezzi d'opera, nell'ambito degli oltre 40 cantieri attivi.

Gli interventi, a fine lavori, permetteranno un incremento della capacità di traffico della linea, maggiori standard di regolarità e puntualità, nonché una riduzione dei tempi di viaggio fra Firenze e Lucca. Stazioni e fermate della linea ferroviaria Pistoia - Lucca avranno sottopassaggi pedonali per i viaggiatori, marciapiedi a standard metropolitano (lunghi 250 metri e alti 55 centimetri dal piano binari) per una migliore accessibilità ai treni.

 

Raddoppio ferroviario Pt-Lu: sopralluogo di Ceccarelli sui cantieri

FIRENZE – Proseguono i lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Pistoia - Lucca, partiti nel maggio dello scorso anno. Oggi, venerdì 22 settembre, l'assessore a trasporti e infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli, effettuerà un sopralluogo sui cantieri per verificare lo stato di avanzamento delle opere. Sarà presente il direttore investimenti di RFI, Aldo Isi.

L'appuntamento con i giornalisti è previsto per le ore 11.00, presso il campo base lungo la sr 435 'Lucchese' , in località 'Stazione Masotti', a Serravalle Pistoiese (nei pressi dello stabilimento Colabeton).