Treni, bonus pendolari per i disservizi di maggio, c’è tempo fino al 10 luglio

FIRENZE - Gli abbonati della linea Firenze-Prato-Bologna hanno diritto al bonus previsto dal contratto di servizio tra Regione e Trenitalia per i disservizi registrati sulla rete regionale durante il mese di maggio.

I titolari di abbonamenti mensili e annuali, sia a tariffa regionale Toscana che Integrata Pegaso, in possesso dei requisiti previsti, possono chiedere il bonus entro il 10 luglio 2014, attraverso questo modulo. Questa linea, tra le 13 gestite da Trenitalia in Toscana, ha superato l'indice di minimo di riferimento del 4% e quindi i viaggiatori hanno diritto al bonus di rimborso.
 
L'indice di riferimento è calcolato considerando l'andamento del servizio linea per linea, in particolare i treni soppressi (minuti di servizio non resi) ed i ritardi in minuti accumulati in arrivo, in entrambi i casi per cause imputabili al gestore del servizio o al gestore della rete.
 
Migliora la puntualità media

Nel mese di maggio si conferma il netto miglioramento delle prestazioni di servizio già registrato nei mesi precedenti: l'indice di puntualità medio di maggio risulta del 91,4%, leggermente inferiore ad aprile (92%) ma superiore di un punto a quello registrato nello stesso mese di maggio 2013.
 
In particolare tutte le linee confermano le buone prestazioni di aprile, ad eccezione delle linee del nord-ovest, Tirrenica Nord (84%) e Pontremolese (86,7%) che presentano indici di riferimento elevati sia pure al di sotto del valore limite di 4%.

Anche a maggio la puntualità delle linee non elettrificate (91,6%) è risultato superiore a quella delle linee elettrificate (91,2%).

La linea Porrettana, risulta non operativa in quanto ancora interrotta a causa della frana dello corso mese di gennaio.
 
 
Chi ha diritto al bonus?
 
Hanno diritto al bonus i titolari di abbonamenti mensili e annuali a tariffa regionale e integrati Pegaso nel caso in cui l'indice superi il valore 4.0.
 
L'indice di riferimento viene calcolato con una specifica formula che tiene conto, mese per mese, dei tempi di ritardo e delle soppressioni effettuate rispetto al servizio programmato, e rappresenta quindi una misura del disservizio sulla singola linea.
 
Quanto vale il bonus?
 
Per gli abbonamenti mensili Trenitalia il 20% del valore del titolo di viaggio.
Per gli abbonamenti annuali Trenitalia il 10% del valore di 1/12 del titolo di viaggio.
Per gli abbonamenti mensili Pegaso: Il 15% del valore della sola tariffa extraurbana.
Per gli abbonamenti annuali Pegaso: il 7,5% del valore di 1/12, della sola tariffa extraurbana.
 
Dove trovare l'indice del mese?
 
A partire dalla fine del mese successivo a quello di validità dell'abbonamento nelle biglietterie e sui monitor informativi in stazione; chiamando il numero verde regionale 800.570.530; scrivendo a bonus.drt@trenitalia.it; visitando la pagina Indennizzi del sito di Trenitalia.
 
 

Bretella di Firenzuola, avanti con le progettazioni. Il 7 luglio nuovo incontro

FIRENZE -  Il punto su quanto prodotto dal Tavolo tecnico costituito per individuare una soluzione che soddisfi le esigenze di riduzione dei tempi di percorrenza e di miglioramento della sicurezza del collegamento tra lo svincolo di Poggiolino,sull'A1, e l'abitato di Firenzuola. Questo l'oggetto dell'incontro che si è svolto oggi tra l'assessore a infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli,  e i vertici di Autostrade per l'Italia, rappresentati dall'ingegner Alberto Selleri della Direzione investimenti infrastrutture, in relazione alla "bretella" di Firenzuola, in particolare il lotto 14 della Variante di Valico, ancora da completare.

Regione ed Autostrade per l'Italia, con la condivisione di Comune di Firenzuola e Provincia di Firenze, oltre a confermare la volontà di proseguire rapidamente con la progettazione delle opere già condivise dal Tavolo, in particolare sulla strada regionale 65 "Della Futa", hanno già concordato una nuova riunione per il prossimo 7 luglio. In quella data verranno approfonditi gli altri interventi necessari a garantire gli obiettivi di miglioramento della sicurezza e della percorribilità del collegamento.

L'obiettivo concordato tra tutte le parti, infatti, è quello che il Tavolo tecnico produca le soluzioni progettuali entro la fine dell'anno in corso.

Regione e Autostrade per  l'Italia hanno affrontato anche il tema della viabilità di cantiere esistente e che interessa in particolar modo, nell'ambito dei lavori della Variante di Valico, i Comuni di Firenzuola e Barberino di Mugello. E' stato inoltre concordato di avviare una approfondimento tecnico, da effettuarsi nella stessa data del 7 luglio prossimo, in cui definre il futuro degli itinerari e delle piste attualmente in uso ai cantieri della Variante di valico.

L'incontro con Autostrade per  l'Italia è stato anche l'occasione per l'assessore Ceccarelli di fare il punto sullo stato di avanzamento delle azioni previste nel Protocollo di Intesa dell'agosto 2011 sulle terze corsie autostradali (A1 e A11) presenti in Toscana. In particolare, per quanto
riguarda le opere connesse e collaterali alla realizzazione della terza corsia nel tratto Firenze Nord-Firenze Sud (già aperto al traffico),
Autostrade ha comunicato che a breve si darà avvio agli interventi propedeutici per la realizzazione del parcheggio scambiatore di
Scandicci.

Trasporto su ferro, Ceccarelli: “Il senatore Mazzoni troppo ‘romano’, sa poco di Prato”

FIRENZE - "Non si capisce bene quale sarebbe la richiesta di miglioramento del servizio ferroviario cui la Regione avrebbe opposto un rifiuto". Cosi l'assessore a trasporti e infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli, a proposito di alcune dichiarazioni del senatore Mazzoni.

"Il senatore - prosegue - parla del progetto di far percorre al cosiddetto tram-treno la vecchia direttissima: a questo proposito lo informo che il no, nel caso, non verrebbe dall'amministrazione regionale, ma dall'Agenzia nazionale per la sicurezza, sulla base delle norme vigenti. Probabilmente il senatore passa molto del suo tempo a Roma e mi viene da pensare che non sia più aggiornatissimo sulla realtà della sua
città".

"Ma la cosa che forse più sorprenderà Mazzoni – continua Ceccarelli – è scoprire che ogni giorno Prato è collegata a Firenze da ben 138 treni, 68 in una direzione e 70 nell'altra, con una frequenza media di 15 minuti, che quasi si dimezza nelle fasce pendolari. Di fatto – conclude – siamo di fronte ad un vero e proprio collegamento metropolitano veloce, che la
Regione ha provveduto a rafforzare ulteriormente pochi mesi addietro
facendo entrare in servizio altre 4 coppie di treni. Chissà se a Roma il
senatore un servizio così lo trova."

Osservatorio Regionale Sicurezza Stradale, al via il programma di attività 2014

FIRENZE – Prosegue e si rafforza l'impegno regionale sul fronte della sicurezza stradale. Nell'ultima riunione dell'Osservatorio Regionale sulla Sicurezza Stradale, presieduto dall'assessore a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli, è stato dato il via libera al programma di attività 2014.

Vari i progetti sul tema della sicurezza sulle strade che prenderanno il via nei prossimi mesi, oltre a quelli in fase di studio e definizione. A settembre è confermata l'organizzazione di un evento regionale sulla sicurezza stradale articolato su più giornate . Molte le tematiche al centro della discussione: da quelle legate all'evoluzione tecnologica dei mezzi e dei metodi preventivi ed educativi, a quelle che riguardano più da vicino il fattore umano, sanitario e la progettazione stradale.

Previste inoltre la divulgazione dei risultati di un'indagine campionaria sulla percezione della sicurezza stradale da parte dei cittadini, alcune giornate formative realizzate in collaborazione con l'ACI (una in particolare da fare nelle scuole, sul trasporto dei bambini in auto), formazione e sensibilizzazione sui pericoli della guida in stato di ebbrezza (in collaborazione con il Centro Alcologico Regionale Toscano) ed altri eventi di educazione stradale che coinvolgeranno direttamente le scuole. Tutte le azioni che partiranno saranno sottoposte a monitoraggio costante.

"Tra le priorità per l'Osservatorio - spiega l'assessore Ceccarelli - la volontà di promuovere e stimolare una più ampia partecipazione dei soggetti che sul territorio operano a vario titolo nel settore, anche con lo scopo di costituire gruppi di lavoro che possano definire attività integrate e di approfondimento. Nel corso della riunione è stato inoltre presentato all'Osservatorio il Progetto SIRSS, che ha lo scopo di censire gli incidenti stradali in Toscana. Presto sul web il sito dell'Osservatorio, articolato in varie sezioni tematiche e con la sintesi della attività svolte".

Osservatorio Regionale Sicurezza Stradale, al via il programma di attività 2014

FIRENZE – Prosegue e si rafforza l'impegno regionale sul fronte della sicurezza stradale. Nell'ultima riunione dell'Osservatorio Regionale sulla Sicurezza Stradale, presieduto dall'assessore a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli, è stato dato il via libera al programma di attività 2014.

Vari i progetti sul tema della sicurezza sulle strade che prenderanno il via nei prossimi mesi, oltre a quelli in fase di studio e definizione. A settembre è confermata l'organizzazione di un evento regionale sulla sicurezza stradale articolato su più giornate . Molte le tematiche al centro della discussione: da quelle legate all'evoluzione tecnologica dei mezzi e dei metodi preventivi ed educativi, a quelle che riguardano più da vicino il fattore umano, sanitario e la progettazione stradale.

Previste inoltre la divulgazione dei risultati di un'indagine campionaria sulla percezione della sicurezza stradale da parte dei cittadini, alcune giornate formative realizzate in collaborazione con l'ACI (una in particolare da fare nelle scuole, sul trasporto dei bambini in auto), formazione e sensibilizzazione sui pericoli della guida in stato di ebbrezza (in collaborazione con il Centro Alcologico Regionale Toscano) ed altri eventi di educazione stradale che coinvolgeranno direttamente le scuole. Tutte le azioni che partiranno saranno sottoposte a monitoraggio costante.

"Tra le priorità per l'Osservatorio - spiega l'assessore Ceccarelli - la volontà di promuovere e stimolare una più ampia partecipazione dei soggetti che sul territorio operano a vario titolo nel settore, anche con lo scopo di costituire gruppi di lavoro che possano definire attività integrate e di approfondimento. Nel corso della riunione è stato inoltre presentato all'Osservatorio il Progetto SIRSS, che ha lo scopo di censire gli incidenti stradali in Toscana. Presto sul web il sito dell'Osservatorio, articolato in varie sezioni tematiche e con la sintesi della attività svolte".