“Psycodonna” Rachele Bastreghi presenta il nuovo disco!

“Psycodonna” Rachele Bastreghi presenta il nuovo disco!

“Psychodonna” è il nuovo disco di Rachele Bastreghi. Cantante, compositrice, musicista ed anima femminile dei Baustelle. Ascolta l’intervista a cura di Giustina Terenzi

“PSYCHODONNA” di Rachele Bastreghi è il racconto di un viaggio interiore, “un rifugio buio che cerca il sole”. Il titolo esprime la personalità sfaccettata della cantautrice, che con queste canzoni compie una vera e propria presa di coscienza attraverso quello che lei stessa definisce “un volo intimo e faticosamente libero” nella dimensione femminile.

Un diario personale, privato, portato alla luce del sole dopo un lavoro casalingo di due anni originato da lunghe notti di veglia, introspezione e scrittura. Nove tracce, di cui otto interamente scritte dall’autrice, che fuggono dalla comfort zone e della necessità di smettere di proteggersi per mettersi in gioco e trovare la propria voce piena e farla dunque uscire in prima persona.

Il disco contiene 9 canzoni ed è impreziosito da 3 voci di importanti amiche e collaboratrici. La performer – attrice Silvia Calderoni su “Penelope”, e Meg (ex 99 Posse) e Chiara Mastroianni nel brano “Due ragazze a Roma”. Unica cover “Fatelo con me”

Una versione à la Suicide di un brano di Anna Oxa tratto dal suo primo disco, Oxanna, del 1978, e scritto da Ivano Fossati. 

Al disco hanno partecipato numerosi musicisti  della scena italiana:  come Lorenzo Urciullo in arte  “Colapesce”, Fabio Rondanini (Calibro 35), Marco Carusino e Roberto Dellera.

GUARDA IL PRIMO VIDEO ESTRATTO: Penelope [feat. Silvia Calderoni]

“Penelope”: Il pezzo vede la presenza vocale straordinaria di Silvia Calderoni, attrice di cinema e teatro, performer e danzatrice che ha lavorato sul corpo aprendo l’immaginario delle riflessioni pubbliche sull’arte e sull’identità.

L'articolo “Psycodonna” Rachele Bastreghi presenta il nuovo disco! proviene da www.controradio.it.

Sonic Sunday’s Sessions ospita Paolo Benvegnù

Sonic Sunday’s Sessions ospita Paolo Benvegnù

Domenica 2 maggio dalle 15:30, la miniserie Sonic Sunday’s  Sessions. Ospite Paolo Benvegnù con i brani dell’ultimo disco assieme alla nuova formazione. Conduce Giustina Terenzi.

Sonic Sunday’s Sessions è una miniserie a puntate in diffusione digitale nella quale i musicisti usciti dal primo lockdown si raccontano in un modo originale.

Ogni episodio è un incontro a cuore aperto dentro il percorso musicale e artistico dei protagonisti che proporranno un live esclusivo girato al General Recording Studio di Firenze. I conduttori di Controradio creeranno con l’artista un dialogo emotivo offrendo l’opportunità di parlarne con un timbro intimo e personale.

Il programma sarà disponibile sul canale YouTube di Blackcandy, in radio su Controradio (93.6 e 98.9) e sulle pagine Facebook di Blackcandy Produzioni, Controradio e Rockcontest.

Dopo il Maestro Pellegrini (Zen Circus) e Lucio Leoni è il turno del cantautore Paolo Benevegnù. Ad interagire con gli ospiti come sempre i conduttori di Controradio: Giustina Terenzi e Giovanni Barbasso.

Domenica 2 maggio dalle 15:30 Paolo Benvegnù eseguirà un live esclusivo con la nuova formazione proponendo brani dall’ultimo lavoro “Dell’odio dell’innocenza”

 

L'articolo Sonic Sunday’s Sessions ospita Paolo Benvegnù proviene da www.controradio.it.

Don Antonio presenta il suo nuovo lavoro: “La bella stagione!

Don Antonio presenta il suo nuovo lavoro: “La bella stagione!

“La bella stagione” il nuovo disco e libro del musicista Antonio Gramentieri in arte Don Antonio. Una buona occasione per parlare anche di musica dal vivo in tempi di pandemia e della sua partecipazione alla serie L’Alligatore tratta dai romanzi di Carlotto. L’intervista a cura di Giustina Terenzi

Antonio Gramentieri, in arte Don Antonio. Musicista, produttore, giornalista, autore di musiche per il cinema, la tv e la pubblicità, ha suonato nei principali festival e club fra Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Europa.
Il musicista rimette in pista il suo alter-ego Don Antonio con un nuovo progetto fra musica e parole. Sei anni dopo avere messo nel cassetto il progetto Sacri Cuori, quattro dopo il disco di debutto come Don Antonio, e tre dopo l’avventura americana di The Crossing insieme ad Alejandro Escovedo esce La Bella Stagione. Primo disco in cui Don Antonio va oltre la formula della musica cinematica-strumentale e si cimenta con canzoni in italiano.
Le dieci tracce del disco sono storie che esplorano memoria, esperienze, paesaggi e visioni. Un disco asciutto un flusso di coscienza autobiografico che nel suono “tocca” molti dei mondi e delle epoche vissute da Don Antonio. I folklori e i synth dei primi ’80, le melodie ariose e le partiture contemporanee.
DON ANTONIO – BIO
In oltre vent’anni di attività, Antonio Gramentieri ha portato la sua musica, i suoi dischi e i suoi progetti costantemente a spasso per il mondo.
Con lo pseudonimo Don Antonio, e con Sacri Cuori prima, ha suonato nei principali festival e club fra Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Europa, Scandinavia e Balcani. Don Antonio ha suonato suoi brani al Tiny Desk di NPR, alla BBC a Londra, al programma del mattino della CBS a New York, alla televisione svedese, australiana, olandese.
Ha prodotto dischi e suonato in tour mondiali con Alejandro Escovedo, Dan Stuart, Hugo Race, Richard Buckner, Terry Lee Hale.
Ha diviso palcoscenici e registrazioni con personaggi con personaggi leggendari come Marc Ribot, David Hidalgo, Jim Keltner, James Chance, John Parish, JD Foster, Wayne Kramer, James Williamson, Howe Gelb, John Convertino. Ha realizzato colonne sonore per il cinema e per la televisione. Nel 2017 un suo brano e’ stato scelto da Volkswagen per la pubblicita’ della Passat in Svezia e Finlandia.

L'articolo Don Antonio presenta il suo nuovo lavoro: “La bella stagione! proviene da www.controradio.it.

🎧 “I Love Palermo”: un grido d’amore che parte dalle periferie

🎧 “I Love Palermo”: un grido d’amore che parte dalle periferie

Ripartire dalle periferie e dai talenti delle nuove generazioni. E’ uscito “I love Palermo”. Scritto da 7 giovani all’interno del laboratorio di musica rap e reggae tenuto da Jaka. Ascolta l’intervista a cura di Davide Agazzi

Il brano è un messaggio d’amore urlato dalla Zisa a tutta la città, perché solo uscendo dalla retorica della periferia come bacino di povertà e criminalità si può veramente rinascere. Con il brano I love Palermo si vuole andare oltre la “Palermo da cartolina” e mostrare un’altra città. Multietnica, ricca di cultura, di contrasti ma sincera, la città dei quartieri e delle periferie.

Un amore difficile e contrastato come scrive uno di loro: “‘Sta città è piccola e ogni cosa che fai poi ti ritorna/ A volte mi piace, a volte ho il mal di mare come in una giostra”. Un amore fatto di accoglienza come recita il ritornello “Il love Palermo/ sento come se fossi nato qua”, una città in cui “La diversità è di casa cà, sai/ Tessuto di culture dunano prestigio/Tra arte e tradizioni cà tuttu è nu prodigio”.

Scritto da 7 giovani del Centro Tau uniti nella Get Up Crew formatasi all’interno del laboratorio di musica rap e reggae “Get up dalla strada al mondo” tenuto dal musicista Jaka. Il brano cantato dalla Get up Crew featuring Jaka è disponibile su tutte le piattaforme musicali (Spotify, Amazon Music, ITunes…).

L'articolo 🎧 “I Love Palermo”: un grido d’amore che parte dalle periferie proviene da www.controradio.it.

🎧 Enrico Gabrielli (Calibro 35) presenta: Ghosts Goblins Ghouls

🎧 Enrico Gabrielli (Calibro 35) presenta: Ghosts Goblins Ghouls

Ghosts Goblins Ghouls a tribute to the iconic Arcade Music. La quattordicesima uscita di 19’40”, collana di album musicali spediti a domicilio a cura di Enrico Gabrielli e Sebastiano De Gennaro. L’intervista a cura di Davide Agazzi

Il duo, composto da Enrico Gabrielli (Calibro 35) e Sebastiano De Gennaro per l’occasione ha scelto di rimettere mano alle colonne sonore di due storici videogiochi. Due vere e proprie icone del gaming anni ’80: Ghosts n Goblins (1985 di Ayako Mori) ed il seguito Ghouls n Ghosts (1988 di Tim Follin).

Nel futuro della collana ci sono altre uscite legate al mondo degli arcade, inclusa la creazione di un videogioco completamente originale realizzato dallo stesso Sebastiano De Gennaro.

Sebastiano De Gennaro, clavinet, vibraphone, xylophone, timpani, percussions, electronics

Enrico Gabrielli, harpsichord, B clarinet, Eb clarinet, bass clarinet, sax alto and tenor, flute, recorder

Ogni quattro mesi 19’40” pubblica una nuova opera legata alle precedenti da un sottile filo conduttore: un approccio colto e anti accademico al repertorio della musica scritta, che noi definiamo musica anticlassica. Piuttosto che un’etichetta musicale, 19’40” rappresenta un territorio di sperimentazione di repertori trasversali e prassi esecutive (seriamente) ludiche.

 

Ghosts ‘n Goblins is a run and gun platform game created by Tokuro Fujiwara and developed by Capcom. The first entry in the series was Ghosts ‘n Goblins, released in arcades on September 19, 1985.
Ghouls ‘n Ghosts is a side-scrolling platform game developed by Capcom and released as an arcade game in 1988, and subsequently ported to a number of other platforms. It is the sequel to Ghosts ‘n Goblins and the second game in the Ghosts ‘n Goblins series.

L'articolo 🎧 Enrico Gabrielli (Calibro 35) presenta: Ghosts Goblins Ghouls proviene da www.controradio.it.