Festival dei Bambini Nuovi Mondi

Festival dei Bambini Nuovi Mondi, 200 eventi a ingresso gratuito da oggi fino a sabato domenica. Inaugurato stamani il Festival. Sono 200 gli eventi a ingresso gratuito, da oggi fino a sabato, del Festival dei Bambini-Nuovi Mondi, organizzato dal Comune di Firenze insieme a Codice.

 

Idee per la cultura, società di progettazione di eventi culturali e di divulgazione scientifica e con la collaborazione di Mus.e per gli allestimenti e la logistica. Insieme alle principali Istituzioni cittadine e ad un centinaio di associazioni fiorentine, collaboreranno all’evento importanti aziende nazionali.
Protagonisti dei tre giorni tutti i bambini da 0 a 13 anni (stamani erano 1400 tra cerimonia inaugurale ed eventi in programma) che ridisegneranno il volto della Città dal centro storico fino al parco delle Cascine e alla Bibliotecanova del Quartiere 4. Più di cinquanta sedi tra le quali Palazzo Vecchio, Archivio Storico Comunale, Palazzo Davanzati, Palazzo Pitti, Istituto degli Innocenti, la Specola, Museo di Orsanmichele, Biblioteca delle Oblate, le Murate, piazza Strozzi, piazza dei Ciompi, piazza SS Annunziata, piazza Ognissanti, Largo Annigoni.
Sei le aree tematiche all’interno delle quali trovare gli stimoli più adatti ai propri gusti e al proprio talento, tra proposte ad alto tasso tecnologico, esperienze creative tra le testimonianze d’arte della città, percorsi alla scoperta delle tracce della storia e della scienza tra le strade e i palazzi di Firenze: GIOCO (sport, danza, giochi di squadra, workshop di circo), GUARDO (mostre, cinema, teatro), ASCOLTO (concerti, letture, incontri, dibattiti per adulti), CRESCO (laboratori sui mestieri, artigianato, nuove tecnologie, funzionamento istituzioni), SCOPRO (storia, arte, scienza, ecologia e alimentazione) e ABBRACCIO (rispetto, condivisione, solidarietà, integrazione).
Palazzo Vecchio ha ospitato, questa mattina, l’iniziativa ‘Sei un campione della Sicurezza?’ di Autostrade per l’Italia. Nella Sala Incontri una serie di divertenti e istruttivi quiz hanno fatto scoprire ai più piccoli i comportamenti corretti da tenere quando si viaggia in autostrada. Nel Salone dei Duecento, invece, gli esperti della Guardia di Finanza di Firenze hanno incontrato oltre 100 alunni per parlare di legalità economica. Protagonista Giuseppe Di Bernardo, uno dei disegnatori del fumetto Diabolik. Nell’occasione è stata realizzata una tavola unica dove sono rappresentati Diabolik, l’ispettore Ginko (che nell’occasione è coadiuvato nelle “indagini” dalla mascotte della Guardia di Finanza, il grifone ‘Finzy’. A conclusione dell’evento, in piazza della Signoria, c’è stata una dimostrazione antidroga delle unità cinofile del corpo.
Sempre a Palazzo Vecchio, questa volta nella Sala d’Arme, è stato viene allestito (a cura di Firenze Festival) un vero e proprio set cinematografico: telecamere, illuminatori, carrello, dolly, chroma ecc. I bambini e i ragazzi usano le attrezzature e/o recitano sullo sfondo del chroma-key. In diretta sui monitor si vedono i risultati delle riprese e, attraverso un mix, gli attori vengono catapultati in mondi fantastici. Si scopre la magia del cinema e gli accorgimenti necessari per realizzarla.
Nel complesso delle Oblate eniscuola ha proposto ‘Dov’è l’energia’ e ‘Terra: istruzioni per l’uso’: Il primo è un gioco multimediale e punta ad aiutare i piccoli a comprendere la complessità del mondo dell’energia e ciò che fa muovere il mondo. Il secondo uno spettacolo teatrale, con la collaborazione della Fondazione Enrico Mattei, che narra le vicende di Gaio, il nostro Pianeta, infuriato per come l’uomo lo tratta.
Grazie al ‘Laboratorio sul gelato’, nella Sala Vetrate de Le Murate, Sammontana fa scoprire i segreti del dolce più buono del mondo. A partire dalla sua storia nei secoli passati e fino ad arrivare ai giorni nostri, che cos’è, come si fa e come si conserva un gelato da leccarsi i baffi. Al termine un piccolo assaggio per tutti i partecipanti.
Poste Italiane realizzerà, questo pomeriggio, l’ ‘annullo speciale’ e un laboratorio filatelico.
Il programma del Festival dei Bambini – Nuovi Mondi prevede anche una serie di Poli Tematici localizzati in diversi punti della città e sedi di alcuni laboratori.
Anzitutto il Polo scientifico alla Specola (OpenLab dell’Università di Firenze, Archimede, Museo Galileo,) con ‘Kiro, un pipistrello per amico’ e ‘Chi scava scova’ (Museo di storia naturale), ‘Nel mondo delle bolle di sapone’, ‘La magia della chimica’, ‘Girandoliamo con la scienza’, ‘Creiamo la chimica’ (OpenLab); ‘Incontriamo Galileo Galilei’ e ‘C’era una volta la scienza’ (Museo Galileo); ‘Archimede gioca con te’ (Museo della Matematica).
A Le Murate, sede del Polo tecnologico, in programma ‘Fikidsimo la tv dei bambini’ (la web tv del festival) e ‘Robot@school – Progettiamo e costruiamo un robot’. Sempre a Le Murate sono previsti laboratori artistici come il ‘Ritratto a tinte tenui’.
Mus.E ha previsto una serie di eventi per far conoscere la storia di Firenze: la città romana e quella medievale ma anche quella medicea e quella ottocentesca.
Tra gli altri eventi ‘Dragobruco’ e ‘Bolle d’aria’, ‘Cinemato…magia’, ‘Il mio nuovo mondo’, un grande disegno condiviso. Grazie a ‘La magia dei bambini’ piazza della Signoria si riempirà di sagome addobbate dai bambini e si potrà seguire la prova generale aperta al pubblico del concerto ‘Concerto n. 2 in la maggiore R. 456 per pianoforte e orchestra’ di Franz Liszt dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretto da Zubin Mehta.
Tutte le informazioni al sito del Festival: http://www.festivalbambini.it/

 

 

Programma Festival dei bambini

Programma Festival dei Bambini-Nuovi Mondi, a Firenze dal 4 al 6 aprile tre giorni di eventi che trasformeranno piazze e palazzi del centro storico in luoghi di incontro, gioco, divertimento, espressione creativa e apprendimento.


Sarà un festival di monumenti, musei, dimore storiche, tesori d’arte, scienza e natura, itinerari urbani e chiese che si aprono e diventano luoghi di dibattito, d’esposizione e di spettacolo. Con oltre 200 eventi a ingresso gratuito, dal 4 al 6 aprile Firenze si trasformerà nel Paese delle Meraviglie, tra laboratori, cinema, fumetti, cruciverba, videogiochi, arte e musica.
Più di cinquanta sedi tra le quali Palazzo Vecchio, Archivio Storico Comunale, Palazzo Davanzati, Palazzo Pitti, Istituto degli Innocenti, la Specola, Museo di Orsanmichele, Biblioteca delle Oblate, le Murate, piazza Strozzi, piazza dei Ciompi, piazza SS Annunziata, piazza Ognissanti, Largo Annigoni.
Inoltre il Polo scientifico alla Specola (OpenLab dell’Università di Firenze, Archimede, Museo Galileo,) con ‘Kiro, un pipistrello per amico’ e ‘Chi scava scova’ (Museo di storia naturale), ‘Nel mondo delle bolle di sapone’, ‘La magia della chimica’, ‘Girandoliamo con la scienza’, ‘Creiamo la chimica’ (OpenLab); ‘Incontriamo Galileo Galilei’ e ‘C’era una volta la scienza’ (Museo Galileo); ‘Archimede gioca con te’ (Museo della Matematica).
Al Polo naturalistico (Parco delle Cascine) ci sarà la seconda edizione di ‘Bioblitz’ e ‘La carovana dell’acqua’.
A Le Murate, sede del Polo tecnologico, in programma ‘Fikidsimo la tv dei bambini’ (la web tv del festival) e ‘Robot@school – Progettiamo e costruiamo un robot’. Sempre a Le Murate sono previsti laboratori artistici come il ‘Ritratto a tinte tenui’.
eniscuola proporrà, nel complesso delle Oblate, ‘Dov’è l’energia’ e ‘Terra: istruzioni per l’uso’: Il primo è un gioco multimediale e punta ad aiutare i piccoli a comprendere la complessità del mondo dell’energia e ciò che fa muovere il mondo. Il secondo uno spettacolo teatrale, con la collaborazione della Fondazione Enrico Mattei, che narra le vicende di Gaio, il nostro Pianeta, infuriato per come l’uomo lo tratta.
Ci saranno poi le visite nei grandi palazzi storici: Palazzo Pitti, Palazzo Davanzati, Galleria dell’Accademia (in questo caso è prevista anche una tappa al conservatorio Cherubini) e Palazzo Vecchio.
Mus.E ha previsto una serie di eventi per far conoscere la storia di Firenze: la città romana e quella medievale ma anche quella medicea e quella ottocentesca.
Tra gli altri eventi ‘Dragobruco’ e ‘Bolle d’aria’, ‘Cinemato…magia’, ‘Il mio nuovo mondo’, un grande disegno condiviso. Grazie a ‘La magia dei bambini’ piazza della Signoria si riempirà di sagome addobbate dai bambini e si potrà seguire la prova generale aperta al pubblico del concerto ‘Concerto n. 2 in la maggiore R. 456 per pianoforte e orchestra’ di Franz Liszt dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretto da Zubin Mehta.
Per i bambini di ieri e di oggi, sabato pomeriggio Mukki offrirà a tutti, al Chiostro del Magistero Via del Parione, 7, una merenda soffice e gustosa.
Hanno aderito tutti i rappresentanti delle maggiori Istituzioni culturali della Città come Palazzo Strozzi, la Sezione Didattica della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze, l’Associazione Robert F. Kennedy Foundation of Europe ONLUS, la Comunità Ebraica di Firenze e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, il Planetario Firenze, il Conservatorio di musica Luigi Cherubini Firenze, il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria, la Fondazione Ferragamo in collaborazione con il Museo Ferragamo, il Museo Gucci, l’Associazione culturale Pinocchio, Sigma Cooperativa Servizi Culturali in collaborazione con L’Accademia della Crusca, l’Hard Rock Cafè, la Fondazione Firenze per l’Artigianato Artistico.
Non mancheranno, infine, le visite alle botteghe storiche famose nel mondo.
Importante il contributo dei partner e degli sponsor che si ‘sono messi in gioco’ contribuendo al Festival attraverso l’apporto di contenuti preziosi che hanno dato vita a exhibit, giochi, laboratori, palestre informatiche, attività manuali e spettacoli.
Con ‘Sei un campione della Sicurezza?’ di Autostrade per l’Italia una serie di divertenti e istruttivi quiz faranno scoprire ai più piccoli i comportamenti corretti da tenere quando si viaggia in autostrada.
‘Bimbi a lezione di risparmio’ con le attività del Museo del Risparmio realizzate grazie al sostegno di Banca CR Firenze e di Intesa Sanpaolo: un laboratorio per avvicinare in modo giocoso e interattivo i bambini ai concetti basilari del risparmio e dell’investimento, facendoli riflettere sull’importanza del lavoro per guadagnare il denaro necessario a raggiungere i propri obiettivi.
Grazie al ‘Laboratorio sul gelato’, Sammontana invita a scoprire i segreti del dolce più buono del mondo. A partire dalla sua storia nei secoli passati e fino ad arrivare ai giorni nostri, che cos’è, come si fa e come si conserva un gelato da leccarsi i baffi. Al termine un piccolo assaggio per tutti i partecipanti.
‘Impariamo a programmare!’, iniziativa sostenuta da Vodafone Italia è invece un laboratorio di programmazione per imparare ad utilizzare un programma di editing visuale (Scratch) che permette di realizzare animazioni, giochi e piccole applicazioni. A cura di CoderDojo Firenze, sviluppato dall’Mit di Boston.
Poste Italiane realizzerà l’ ‘annullo speciale’ in occasione dell’inaugurazione del Festival dei Bambini e realizzerà un laboratorio filatelico.
‘Il Mangiaparole’ è il cruciverba da record, di Focus Junior in collaborazione con EXPO Milano 2015, lungo 10 metri per imparare divertendosi tante curiosità sul cibo e sulla corretta alimentazione.
‘Menarini per i Bambini’ proporrà, nel corso del Festival, tre esperienze, ‘Wheelchair Sport Firenze’, ‘Associazione Astrolabio’ e ‘Fondazione Tommasino Bacciotti’ che rappresentano un esempio di collaborazione attiva nella gestione di progetti relativi all’infanzia.
‘Orsù! Orti in Terrazza’ di Unicoop sarà uno ‘spicchio di campagna in città’, perché l’esperienza del gioco e del lavoro in contatto con la natura possa rimanere come un elemento di base della coscienza dei piccoli e dei grandi abitanti della città.
Per informazioni sull’intero programma consultate il sito festivalbambini.it

Orientamento universitario alle Oblate

Orientamento universitario alle Oblate con le Scuole di Economia, Giurisprudenza e Scienze Politiche.Lunedì 3 febbraio alle ore 15.00 la Biblioteca delle Oblate, in via dell’Oriuolo 26, ospiterà l’ultima iniziativa del ciclo di incontri di orientamento rivolto gli studenti del IV e del V anno delle scuole secondarie.

L’appuntamento è con le Scuole di Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche dell’Università di Firenze. I corsi di studio saranno illustrati a partire dalle testimonianze di giovani neolaureati che presenteranno le loro esperienze, discutendone con i delegati all’orientamento in entrata, Giorgia Bulli e Sheyla Moroni (per Scienze Politiche), Alessandra De Luca (per Giurisprudenza) e Cristina Martelli (per Economia). All’incontro parteciperà anche Paola Lo Prete, delegato all’orientamento del Liceo classico Michelangelo di Firenze. L’iniziativa, promossa in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e la Biblioteca delle Oblate, è curata da Sandra Furlanetto, delegata del rettore per l’orientamento in entrata, con la collaborazione di Annamaria Di Fabio, consulente scientifico della Commissione Orientamento di Ateneo.Informazioni e prenotazioni: orientamento@adm.unifi.it

Parco degli animali

Parco degli animali di Ugnano

PARCO_ANIMALI_CANILE_UGNANO.JPGIl Parco degli Animali, situato in via del Pantanino ad Ugnano (Firenze). è gestito dal Comune di Firenze nato come canile rifugio, è anche sede dell’Ufficio per i Diritti degli Animali da anni impegnato nella tutela dei diritti degli amici a quattro zampe.

Il canile ospita animali accuditi da uno staff altamente preparato – coadiuvato da volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) nonché dalle cooperative Samarcanda e Archimede e cerca di sviluppare la socializzazione e l’educazione dei cani, oltre ad assicurare ovviamente il loro benessere fisico.

L’obiettivo primario è infatti quello di dare in adozione a delle famiglie i cani attualmente ricoverati presso il canile, ma affinché ciò sia possibile è necessario che il Parco degli Animali sia conosciuto e visitato dalla popolazione anche, e soprattutto, giovane come è fondamentale che siano pubblicizzate tutte le altre iniziative promosse dal Comune di Firenze in favore degli animali. A tal proposito, è già stato organizzato in passato il “Progetto Scuola” mirato a coinvolgere i bambini delle scuole primarie e a far loro conoscere il canile e le colonie feline e si preannuncia ora la creazione di un Orto Biologico Didattico sempre all’interno del Parco che sarà curato dagli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario di Firenze.

E’ possibile visitare il Parco degli Animali nel seguente orario: lunedì e venerdì dalle 9.30 alle 11.30; martedì e giovedì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 17.00; sabato (su appuntamento) dalle 9.30 alle 11.30.

Per ulteriori informazioni telefonare al numero 055/7352018 o 055/753224, inviare un’e-mail agli indirizzi adozioni.animali@comune.fi.it o diritti.animali@comune.fi.it

La fattoria dei ragazzi nel quartiere 4

La fattoria dei ragazzi è una grande casa colonica con annessi agricoli e un appezzamento di terreno circostante, collocata nel cuore dell’urbanizzazione periferica del Quartiere 4. Il suo recupero, iniziato verso la fine del 1986, è stato concepito come ricostruzione di un ambiente agricolo tipico dell’agricoltura toscana a conduzione familiare.

Questa fattoria di città rappresenta un luogo ricco di stimoli per svolgere osservazioni su piante, colture, animali e quant’altro la ricchezza della campagna può presentare, con un’ampia fruibilità e possibilità di accesso. La presenza dell’Associazione di volontariato Nonni della Fattoria  che collabora alle attività didattiche, garantisce lo scambio intergenerazionale con i gruppi di bambini e ragazzi che frequentano la fattoria.

Come è fatta

La casa colonica originaria è stata sottoposta ad un restauro conservativo della struttura e di tutti gli elementi architettonici tipici della casa rurale toscana.
L’interno è costituito da undici stanze su tre piani. Al piano terreno si accede ad un ampio salone (ex stalla) da cui poi si passa alle altre stanze adibite a cucina caratteristica  con focolare antico e cantina dove si svolgono le attività di vinificazione. Una scala di pietra conduce ai due piani superiori dove è allestita una piccola raccolta di vecchi attrezzi e utensili agricoli rinvenuti nel podere. Le altre stanze sono attrezzate per laboratori. Attualmente la Fattoria è in fase di restauro e non tutti gli ambienti sono accessibili.
All’esterno la casa è circondata su tre lati da un grande porticato dove sono situati un grande forno a legna, il vecchio lavatoio e il pozzo. Il fienile attiguo è adibito a  rimessaggio degli attrezzi  agricoli e a luogo d’incontro e di attività per i nonni volontari della fattoria. In una zona riparata  sono ospitate un gruppo di tartarughe.

La fattoria ha un piccolo appezzamento di terreno, circa 12.000 mq, dove sono praticate diverse colture, come avveniva qualche anno fa nei poderi delle famiglie contadine. Si coltivano viti, olivi e numerosi alberi da frutta.
Stagionalmente sono effettuate, anche se in quantità ridotta, tutte le semine tipiche della campagna toscana. Il metodo di coltivazione è rigorosamente biologico.
Un ampio pollaio, facilmente accessibile per la cura e l’osservazione, ospita galline, conigli, oche, capre, anatre e piccioni.

Le attività alla fattoria

Le attività didattiche della fattoria sono indirizzate a stimolare nei giovani una riflessione sulla stretta connessione e relazione dell’uomo con l’ambiente che assume un aspetto sempre più importante ai giorni nostri.
Le classi che partecipano alle attività sono impegnate in percorsi strutturati sui principali lavori agricoli stagionali quali la vendemmia e la vinificazione, la raccolta delle olive e la produzione dell’olio, il ciclo del grano dalla semina alla battitura ecc. Il percorso prevede alcuni incontri in fattoria per il lavoro agricolo vero e proprio e incontri in aula per la rielaborazione dell’esperienza e per l’approfondimento tecnico-scientifico. Le attività che si svolgono da marzo a maggio vengono rivolte a tutte le scuole del Comune di Firenze.

Insieme in fattoria. Gruppi di bambini e ragazzi (5-11 anni) che frequentano la struttura in orario extrascolastico, hanno l’opportunità di progettare e realizzare un orto, osservare e prendersi cura degli animali, seguire il ciclo completo di una coltura, praticare sistematicamente la raccolta differenziata dei rifiuti e il compostaggio.
Vengono svolte anche altre attività, come la costruzione di giocattoli con  materiali riciclati, la costruzione di uno spaventapasseri…
Per poter partecipare occorre iscriversi, presentandosi direttamente in Fattoria oppure telefonando allo 055 7331367, dal lunedì al venerdì, ore 9.00 – 13.00.

In Fattoria, oltre alle attività rivolte ai bambini, è possibile usufruire dei locali per piccoli convegni, presentazioni di libri o pubblicazioni inerenti il tema agricolo-ambientale e mostre di vario genere. Inoltre questa struttura vuol essere un luogo d’incontro per promuovere e valorizzare le tematiche relative all’educazione alimentare in connessione con l’attività agricola, attraverso collaborazioni con le principali istituzioni e associazioni presenti sul territorio.

Comunque la proposta della Fattoria  vuol essere un momento d’incontro anche per gli adulti e per tutte quelle persone che amano le piante, gli animali  e sono interessati alle tematiche ambientali. E’ raro, se non unico, trovare al centro di un grande quartiere, di una grande città, un microcosmo dove si può avere un contatto vero e prezioso con la natura e anche con il nostro passato relativamente recente che costituisce un bagaglio da non perdere.

La Fattoria vuole quindi essere anche un punto di partenza per una molteplicità di incontri di vario genere, in modo da divenire un luogo di riferimento importante per le attività del quartiere e dell’intera città.