Bagno a Ripoli: interventi scuola per quasi 2 mln

Bagno a Ripoli: interventi scuola per quasi 2 mln

Interventi su due scuole di Bagno A Ripoli tra ristrutturazioni, restyling e migliorie; prende finalmente il via “il grande piano di investimenti nell’edilizia scolastica avviato da inizio mandato che le nostre scuole aspettavano da decenni” commenta il sindaco Casini.

Gli interventi più importanti interessano la scuola media Redi di via di Belmonte, con l’adeguamento sismico dell’ala est dell’edificio che si protrarrà fino al mese di dicembre per un investimento che si aggira sul milione di euro, e alla scuola elementare Michelet all’Antella, dove sta per essere terminato il restyling estetico ed energetico della struttura, con un impegno economico di oltre 500 mila euro.

Qui, spiega una nota, in particolare, gli operai erano al lavoro anche nella giornata di Ferragosto ed il cantiere sarà aperto anche nel fine settimana, per restituire la scuola pronta a studenti e insegnanti per l’inizio dell’anno scolastico.

Interventi di piccole e medie dimensioni interessano praticamente tutte le scuole del territorio.

“Il nostro obiettivo è far rientrare i bambini a settembre in strutture più belle, accoglienti, confortevoli e sicure”, sottolinea il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini “I cantieri in alcuni casi proseguiranno anche dopo il suono della prima campanella per portare a termine i lavori ma faremo in modo che non ci siano mai conseguenze sulla didattica né sulla vita quotidiana di alunni, docenti e personale scolastico”.

Il sindaco ringrazia “chi era al lavoro anche nella giornata di Ferragosto e chi lo sarà anche nei fine settimana da qui a settembre per chiudere i cantieri nei tempi stabiliti. Un tassello alla volta, tra ristrutturazioni, restyling e migliorie, si compone il grande piano di investimenti nell’edilizia scolastica avviato da inizio mandato che le nostre scuole aspettavano da decenni”.

L'articolo Bagno a Ripoli: interventi scuola per quasi 2 mln proviene da www.controradio.it.

Vaccini: Firenze, Giachi a famiglie “nessun allarmismo. Avanti come sempre”

Vaccini: Firenze, Giachi a famiglie “nessun allarmismo. Avanti come sempre”

“Le famiglie fiorentine che non hanno ricevuto comunicazioni per presentare la documentazione relativa all’assolvimento dell’obbligo vaccinale dei propri figli possono stare tranquille perché non devono fare niente in vista dell”inizio del nuovo anno scolastico. Nessun allarmismo, non cambia niente e si va avanti come lo scorso anno”. Lo
afferma Cristina Giachi, vicesindaca di Firenze, a proposito delle nuove regole sulle vaccinazioni obbligatorie per la frequenza scolastica.

“A proposito della documentazione da presentare per frequentare asili nido e scuole dell’infanzia si sente dire di tutto in questi giorni – continua Giachi -. Vorrei
tranquillizzare le famiglie fiorentine e invitarle alla calma: si avanti come sempre e, a meno che non vi sia stato chiesto di presentare la documentazione, nulla dovete fare”.
“A Firenze la campagna per incentivare le vaccinazioni dei bambini è andata bene – commenta poi Giachi – e in città sono pochissimi i casi di bambini iscritti all’anno scolastico
2018/2019 che non sono in regola con le vaccinazioni obbligatorie: nei nidi comunali sono irregolari 27 bambini di cui 10 stranieri, mentre nelle scuole dell”infanzia sono 17 di
cui 7 stranieri. Individuiamo gli stranieri perché attraverso una mediazione linguistica verifichiamo che l’inadempienza non dipenda da incomprensione”.

L'articolo Vaccini: Firenze, Giachi a famiglie “nessun allarmismo. Avanti come sempre” proviene da www.controradio.it.

Roccastrada: in arrivo quasi 8 milioni di euro per la nuova scuola di Ribolla

Roccastrada: in arrivo quasi 8 milioni di euro per la nuova scuola di Ribolla

La nuova scuola primaria e secondaria di primo grado di Ribolla ha i numeri per diventare finalmente realtà. Il progetto del Comune di Roccastrada, infatti, è al 15esimo posto nell’elenco degli oltre 500 presentati da Comuni e Province toscani ammessi a finanziamento nel Piano regionale triennale 2018 – 2020 di edilizia scolastica della Regione Toscana e potrà contare su oltre 7 milioni e 780 mila euro a fondo perduto stanziati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con specifico bando.

Le risorse andranno ad aggiungersi ai 500 mila euro già ricevuti dalla Regione Toscana per il primo lotto della nuova scuola e potranno, finalmente, dare concretezza a un intervento atteso dalla comunità locale e che ha visto molto impegnata l’amministrazione comunale. L’intervento della nuova scuola di Ribolla, come previsto dall’iter ministeriale, sarà inserito entro il prossimo mese di ottobre nella programmazione unica nazionale ed entro fine anno 2018 è prevista l’autorizzazione che darà il via ufficiale alle procedure di gara da parte del Comune di Roccastrada e, successivamente, all’affidamento dei lavori.

 

Avanti verso il futuro. “Il sogno di dare a Ribolla una nuova scuola diventa finalmente realtà – commenta con soddisfazione Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada – L’ottima posizione conquistata nel Piano regionale triennale 2018 – 2020 di edilizia scolastica della Regione Toscana rende merito a un progetto di qualità che si tradurrà in un polo scolastico innovativo, attento alla sostenibilità ambientale, all’efficientamento energetico e capace di rispondere alle esigenze di una didattica moderna con aule molto grandi, spazi collettivi, palestra e giardino. L’intervento farà parte della riqualificazione urbanistica prevista nell’intera area dove sorgerà, individuata nei nuovi strumenti urbanistici recentemente adottati.

Un successo di squadra. “Adesso – aggiunge Limatola – attendiamo che il Ministero autorizzi l’utilizzo delle risorse e il successivo avvio delle procedure di gara, con l’auspicio che i tempi siano rapidi. Il risultato raggiunto è frutto di un lavoro di squadra e ringrazio tutti coloro che lo hanno reso possibile, dal gruppo di lavoro interno al Comune che ha realizzato lo studio di fattibilità tecnico-economica alla Regione Toscana, che ci ha sempre supportato sia per dare concretezza alla nuova scuola che per rispondere all’emergenza dei mesi scorsi”.

Alla soddisfazione del primo cittadino di Roccastrada si unisce quella di Leonardo Marras, consigliere regionale e già sindaco roccastradino. “La notizia di questo finanziamento ministeriale era attesa e il risultato raggiunto da Roccastrada è pieno e meritato. Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale ha saputo gestire da subito l’emergenza legata al sequestro della scuola attuale pensando alla soluzione finale ed è stato sempre accompagnato dalla Regione Toscana e dall’assessorato di riferimento, come si deve fare quando un caso come quello di Ribolla diventa estremo. Oggi è il momento della soddisfazione. La comunità aspetta da tanto tempo una scuola tutta nuova e l’investimento era impossibile con le sole casse comunali. Grazie alla scelta dei governi precedenti, ci sono risorse adeguate per l’edilizia scolastica e speriamo che in futuro non si torni indietro”.

 

L'articolo Roccastrada: in arrivo quasi 8 milioni di euro per la nuova scuola di Ribolla proviene da www.controradio.it.

Università di Firenze: ‘record’ di imprese al Career day

Università di Firenze: ‘record’ di imprese al Career day

Studenti e lavoro, “record” di aziende partecipanti al Career day 2018, la manifestazione organizzata dall’Università di Firenze alla Fortezza da Basso per il 3 e 4 ottobre prossimi, alla sua ottava edizione: sono 162 imprese.

Lo spiega lo stesso Ateneo rilevando che l’anno scorso erano state 143, 117 invece nel 2016, le aziende presenti all’iniziativa che offre a laureandi, neolaureati, dottorandi e dottori di ricerca dell’Università fiorentina l’opportunità di sostenere colloqui finalizzati a un tirocinio o a un inserimento professionale.

Il programma della manifestazione prevede il 3 ottobre incontri con i neo dottori dell’area delle scienze sociali (Scuole di economia, scienze politiche e giurisprudenza), dell’area umanistica e della formazione (Scuole di studi umanistici e della formazione e psicologia), il 4 sarà il turno dei laureati dell’area scientifica, biomedica e tecnologica provenienti dalle Scuole di agraria, architettura, ingegneria, scienze matematiche, fisiche e naturali, scienze della salute umana.

L'articolo Università di Firenze: ‘record’ di imprese al Career day proviene da www.controradio.it.

Università di Firenze: nuova laurea per professionisti del legno arredo

Università di Firenze: nuova laurea per professionisti del legno arredo

Formare i professionisti dell’industria di trasformazione del legno. E’ quanto propone il corso di laurea “TEcnologie e trasforMAzioni avanzate per il settore LEGNO, arredo, edilizia” – (TEMA LEGNO), attivata dall’Università di Firenze nell’anno accademico 2018-2019. La scadenza per fare domanda per la prova di ammissione è fissata per il 10 agosto.

Si tratta di una nuovo tipo di corso, cosiddetto professionalizzante, in quanto è proiettato a un più immediato inserimento nel mondo del lavoro (in questo caso nell’industria del legno) anche grazie a un’importante attività di tirocinio pratico applicativo, a cui è riservato il terzo anno del corso di studio. Il corso è unico in Italia ed è rivolto a 50 studenti (iscrizioni alla prova di ammissione su https://ammissioni.unifi.it fino al10 agosto).

”Proponiamo una formazione tecnica sulle materie prime, sul legno e i prodotti derivati, sulle macchine e i processi produttivi di trasformazione – spiega il coordinatore Marco Fioravanti – Va ricordato che l’Italia è leader mondiale nel campo delle aziende produttrici di macchine per la lavorazione del legno e queste attrezzature, oggi molto avanzate, richiedono quadri competenti”.

”Il nostro Paese è leader europeo per numero d’imprese nel comparto legno-arredo con un fatturato complessivo che si attesta a poco più di 41 miliardi e che dà lavoro a oltre 321.000 persone – prosegue Fioravanti – Accanto alla filiera dell’arredo e del Made in Italy si sta affermando sul mercato nazionale una nuova filiera nell’ambito dell’edilizia, quella delle costruzioni in legno. A Firenze c’è una tradizione importante di studi e ricerche che hanno al centro il legno e che ci ha messo in grado di realizzare questo nuovo percorso formativo”.

Nel comitato di indirizzo del corso TEMA LEGNO sono presenti FEDERLEGNO ARREDO, ACIMALL, Distretto Toscano degli interni e del Design, Consorzio LEGNO LEGNO che rappresentano le aziende del sistema di riferimento.  Per altre informazioni su www.temalegno.unifi.it

L'articolo Università di Firenze: nuova laurea per professionisti del legno arredo proviene da www.controradio.it.