Torna il sereno tra PD-IV. Voto unanime della maggioranza

Torna il sereno tra PD-IV. Voto unanime della maggioranza

Sembra tornata sintonia tra il PD e IV in Toscana. Infatti, la commissione affari istituzionali del Consiglio regionale, dopo tre riunioni, ha approvato la terza variazione di bilancio della Regione, con i voti unanimi delle forze di maggioranza.

Nelle prime due sedute era venuto meno il numero legale dei consiglieri: alla prima era assente il capogruppo di Italia Viva Stefano Scaramelli che non aveva delegato il voto a un altro consigliere, mentre alla seconda non si è presentato Gianni Anselmi del Partito Democratico. In entrambe le sedute, le opposizioni sono uscite dall’aula. Oggi invece l’atto è stato votato in modo unanime da PD e IV, assenti invece le opposizioni.

Anselmi, nonostante il voto favorevole, ha volut spiegare, intervenendo oggi in commissione, che la sua assenza nella riunione precedente “non è stata causata da ragioni diverse da una scelta consapevole, che si ripeterà qualora lo riterrò opportuno. E sono ragioni che chi conosce il mio modo di frequentare queste stanze, non sono estranee ai principi che mi hanno sempre guidato nel mio mandato: la tutela dell’istituzione, della sua dignità e della sua autonomia e il rispetto della funzione dei consiglieri regionali. Non manco di confermare il mio sostegno alla maggioranza che si esprime in questo voto, nonostante delle perplessità che sono state palesate con il mio comportamento di ieri, perché conosco il significato della parola lealtà e correttezza. Ringrazio anche il collega Scaramelli, per le attenzioni che mi ha rivolto ieri, attenzioni che non saranno pubblicamente ricambiate”.

“Oggi in commissione – ha spiegato il presidente Giacomo Bugliani, esponente del PD – abbiamo votato la variazione con la presenza soltanto della maggioranza che ha dato parere favorevole, l’atto arriva quindi oggi in aula. La commissione è stata indubbiamente faticosa perché ha comportato la convocazione di più sedute, credo però che sia la volontà di tutte le forze politiche della maggioranza di avviare un confronto politico che, io personalmente, auspico che possa avvenire quanto prima, perché dietro a questa chiarezza reciproca potranno esserci anche le condizioni per una ripartenza della maggioranza. Ritengo che sia opportuno quanto prima un chiarimento – ha aggiunto Bugliani dopo la riunione della commissione – non soltanto di tutte le forze di maggioranza, ma anche interno al gruppo consiliare del PD perché credo che questa sia l’unica strada percorribile per garantire quel buon governo della Regione che nei prossimi tre anni dobbiamo dare alla Toscana”.

A margine dei lavori del Consiglio regionale odierno, Scaramelli ha spiegato che “oggi in prima commissione la variazione di bilancio è passata, un atto importante. Ancora una volta il nostro voto e la nostra presenza hanno dimostrato che siamo leali e determinanti. Auspico che quanto prima, non è più rinviabile, venga fatta la verifica della maggioranza. Il fine è provare a proseguire insieme e prendere nuovi impegni. Serve sviluppare una nuova collaborazione all’insegna del rispetto reciproco”.

L'articolo Torna il sereno tra PD-IV. Voto unanime della maggioranza da www.controradio.it.

Fondazione Open: Renzi, non scappo da processo, rispondo colpo su colpo

Fondazione Open: Renzi, non scappo da processo, rispondo colpo su colpo

Firenze, nella mattina di venerdì 25 novembre si terrà in tribunale l’udienza in merito al processo della Fondazione Open, che vede tra gli indagati il senatore Matteo Renzi.

Il leader di Italia Viva Renzi, in merito a quanto concerne il processo Open, ha scritto alcune dichiarazioni sulla sua e-news. “Io credo che i magistrati fiorentini non siano credibili. Lo scrivo, senza paura di niente e di nessuno. Ritengo eversivo il comportamento di Luca Turco che non rispetta nemmeno le sentenze della Cassazione. Ritengo scandaloso l’operato di Nastasi, il pubblico ministero che prima di occuparsi di me ha seguito la tragica vicenda David Rossi a Siena: e chi conosce quella storia sa che è difficile trovare indagini fatte così male come quella”.

Nel testo della e-news il senatore Matteo Renzi prosegue: “Io ho detto in faccia a quei PM che non mi fido di loro. Ma siccome sono un cittadino modello, venerdì vado in Aula ad ascoltare le loro farneticanti e strampalate tesi su Open. E rispondo colpo su colpo. Non scappo dal processo. Vado e li guardo negli occhi dicendo: io non ho violato la legge. Spero che non lo abbiate fatto voi come invece ad oggi appare sempre più probabile”.

L'articolo Fondazione Open: Renzi, non scappo da processo, rispondo colpo su colpo da www.controradio.it.

Giani, Pd-Iv? Riunione dem per decidere

Giani, Pd-Iv? Riunione dem per decidere

Firenze, il presidente della Toscana, Eugenio Giani, ha risposto ad alcuni giornalisti in merito al futuro del suo partito, il Partito Democratico.

“Sono molto d’accordo” con l’idea di anticipare il congresso del PD afferma Giani. “Ritengo che in questo momento la posizione corretta di Enrico Letta di dichiarare che continua lui per il periodo transitorio, ma che non si ripresenterà al congresso nazionale e sarà quello”, il luogo, “a dare una leadership al PD, debba essere un periodo il più possibile ridotto. Nel mondo di oggi, dominato dalla comunicazione, la leadership è un fattore importante e il fatto che il PD si trovi con una leadership transitoria contribuisce a indebolirlo”.

In merito al confronto aperto con Italia Viva sulla tenuta della maggioranza, il presidente Giani ha proseguito affermando che “Oggi avremo la riunione del gruppo, dei dirigenti del PD, quindi mettiamo a punto la nostra posizione.  Io penso si possa trovare un accordo. É nell’interesse reciproco e onestamente penso ci siano le condizioni per continuare. In Giunta il lavoro va avanti bene insieme“.

Italia Viva la settimana scorsa ha chiesto una verifica di maggioranza in Regione Toscana. “Non vedo motivazione di ordine politico e programmatico perché vi siano della divaricazioni – ha aggiunto -. Penso sia stato il sussulto successivo ai risultati elettorali, ma penso che sia fisiologico ma troveremo la strada per collaborare in Regione e negli altri Comuni”.

L'articolo Giani, Pd-Iv? Riunione dem per decidere da www.controradio.it.

Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, lascia il PD ed entra in IV. Renzi: “Una gioia accoglierlo in IV”

Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, lascia il PD ed entra in IV. Renzi: “Una gioia accoglierlo in IV”

Firenze, il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, lascia il Partito Democratico per passare a Italia Viva.

Ad annunciarlo lui stesso in un post su Facebook, con una lettera rivolta anche ai cittadini: “Non è una decisione che prendo a cuor leggero. Si tratta del partito che io stesso ho contribuito a fondare. Compio questo passo dopo una lunga riflessione in un momento storico e politico particolare, lontano da appuntamenti elettorali”. Casini sottolinea di andarsene dal PD senza “rancore o rivalsa verso nessuno” e che “la politica è sentire di avere il ‘fuoco dentro’ quando si operano scelte, quando si prendono decisioni, quando si esprimono le proprie idee e quelle della comunità politica a cui si appartiene. Un ‘fuoco’ che purtroppo questo PD non riesce più ad accendere in me. Lo dico con grandissimo dispiacere”.

“Oggi avverto forte la necessità di avere compagni di viaggio che condividano con me una visione politica più aperta, più moderna e più concreta – aggiunge -. Sento che Italia Viva e il progetto del Terzo polo rappresentano l’approdo ideale per chi intende la politica come la intendo io. Mi sento smarrito in un partito che non solo non esprime una visione univoca e definita su temi cruciali per il futuro del nostro Paese ma lancia anzi temi spesso contraddittori”. Casini sottolinea di sapere “bene che per molti non sarà facile comprendere questa scelta. Ma di una cosa sono convinto. A Bagno a Ripoli abbiamo lavorato molto in questi anni facendo crescere territorio e comunità. Il mio impegno nei restanti diciotto mesi di mandato non verrà meno”.

Per il coordinatore regionale di Italia Viva Toscana ed eurodepuato di Renew Europe Nicola Danti, “É un piacere dare il benvenuto in Italia Viva a Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli. Amministratore di esperienza e visione, riformista vero. Un amico con cui ho condiviso tante battaglie, e che da oggi darà un contributo importante al progetto di Renew Europe”.

Anche il leader di IV Matteo Renzi accogli il sindaco del comune fiorentino. “Francesco è un amico, certo, ma è anche uno degli amministratori toscani più capaci. Ho apprezzato la straordinaria capacità con cui ha aperto le porte del suo comune al Viola Park, grande investimento privato con positive ricadute sul pubblico ma senza gravare di un centesimo sul contribuente e sul debito pubblico”. Aggiunge poi: “Ho negli occhi le sue tante iniziative per creare posti di lavoro, non ultimi i recenti investimenti di primarie case di moda nel suo territorio. Casini ha un grande consenso nella sua città ma ha soprattutto un grande futuro anche fuori da Bagno a Ripoli. Per me è una gioia accoglierlo in Italia Viva e nel Terzo Polo e sapere che torniamo a giocare con la stessa maglia. Benvenuto Francesco, questa è casa tua”.

Il benvenuto arriva anche dalla Presidente del gruppo Azione-Italia Viva in Senato Raffaella Paita, che in una nota scrive: “Benvenuto a Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, che lascia il PD per aderire alla famiglia di Italia Viva. La scelta di questo giovane ed eccellente amministratore locale ci rende orgogliosi e conferma l’attrattività del progetto del Terzo Polo, che si conferma essere l’unica e autentica casa dei riformisti”.

L'articolo Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, lascia il PD ed entra in IV. Renzi: “Una gioia accoglierlo in IV” da www.controradio.it.

Incontro PD e IV in Toscana. Ceccarelli, nessuna divergenza sul programma

Incontro PD e IV in Toscana. Ceccarelli, nessuna divergenza sul programma

Toscana, si è svolto nella giornata di ieri un incontro tra alcuni esponenti di Italia Viva e del Partito Democratico. Tra questi presenti anche il leader di Iv Matteo Renzi e il presidente della Toscana, Eugenio Giani.

“Se vogliamo portare avanti il percorso che ci ha visto alleati fino a oggi, bisogna ritrovare la serenità necessaria e per far questo ci aspettiamo che da parte di Iv cessi questa narrazione incessante di un mondo nel quale loro sono i paladini del bene comune e il PD il lupo cattivo che vuol fagocitare tutte le poltrone. Ormai credo che nessuno creda più a questa filastrocca, che alla lunga finisce per fare solo il gioco di quelli che sono i nostri veri oppositori”. Così il capogruppo PD in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli commenta l’incontro di ieri.

Per Ceccarelli è stata “un’occasione per parlarsi con franchezza e ribadire la reciproca volontà di portare avanti un percorso che è iniziato con le elezioni del 2020 e si è protratto fino ad oggi, pur con gli inevitabili punti di vista non sempre coincidenti. Dopo il 25 settembre abbiamo notato un cambiamento e credo che l’incontro di ieri sera sia stato utile per tornare a parlare del percorso che vogliamo continuare a condividere”.

Nell’incontro, continua il capogruppo PD, “i nostri alleati hanno posto il tema delle nomine che fanno parte delle competenze del Consiglio regionale e del presidente, rivendicando accordi fatti direttamente con Giani in quanto capo della coalizione, che saranno ovviamente presi in seria considerazione, nell’ambito della più complessiva riflessione programmatica. Su questo resta aperto il confronto. Non è emersa, invece, alcuna differenza di visione circa l’attuazione del programma di governo. E sfido chiunque dei partecipanti a dire il contrario”. “Per quanto mi riguarda – conclude – è stato un utile momento di confronto, sui cui esiti avremo modo di riflettere anche all’interno del nostro gruppo consiliare e credo che permangono le condizioni per andare avanti insieme dando le risposte necessarie alla comunità toscana”.

L'articolo Incontro PD e IV in Toscana. Ceccarelli, nessuna divergenza sul programma da www.controradio.it.