IL “GREY CAT FESTIVAL” ACCENDE LA MAREMMA SULLE NOTE DEL JAZZ

Grey Cat Festival

Torna la 23esima edizione del prestigioso “Grey Cat Festival”: dal 1 al 20 Agosto da Grosseto a Follonica, da Scarlino a Castiglion della Pescaia eventi e concerti con alcuni tra i maggiori artisti sulla scena internazionale.

Con ventitre edizioni alle spalle Grey Cat si presenta come una delle manifestazioni più prestigiose e longeve nel quadro nazionale dei festival di musica jazz. Ne è uno dei punti di forza l’armonico inserimento nel territorio maremmano, con la capacità di coinvolgimento del territorio, avendo interessato nei suoi anni di attività, oltre ad i Comuni di Grosseto e Follonica – tradizionali sedi di una importante parte delle iniziative – anche i comuni di Roccastrada, Scarlino, Arcidosso, Monte Argentario, Capalbio, Castiglione della Pescaia, Massa Marittima, Pitigliano, caratterizzandosi di fatto come un sistema in rete, volto a realizzare un importante equilibrio tra proposta di qualità e razionalizzazione delle energie ed aspettative presenti sul territorio.

rea-2-e1496323101683

Le ultime edizioni hanno visto la partecipazione di importanti artisti di livello internazionale e nazionale ed un nutrito programma di produzioni originali tra cui l’omaggio a Michel Petrucciani che, su ideazione di Stefano “Cocco” Cantini, direttore artistico del Festival, da anni costituisce un forte momento di identità di Grey Cat. Dal 2007 il festival propone un’appendice invernale: arte, musica, mostre, sempre in location particolari e ricche di storia.

RB_Mandekan_Cubano1_Rebecca_Meek-Copia-e1495790387697

Il cartellone parte il 1 Agosto a Gavorrano nel Grossetano presso la Rocca di Frassinello dove alle 20 si esibirà Danilo Rea al piano. Le improvvisazioni di Rea spaziano su qualsiasi repertorio: dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera. Il tutto sarà condito da una degustazione  alla Cantina e aperitivo con i vini di Rocca di Frassinello, di salumi e formaggi locali. Mercoledì 2 Agosto si continua al Teatro all’aperto Le Ferriere di Follonica con Richard Bona e il Mandekan Cubano: un concentrato di energia, in cui si esplora l’alchimia di ritmi africani a Cuba. Sempre presso il teatro Le Ferriere Sabato 5 Agosto alle 21:30 è la volta di uno dei maggiori sassofonisti della scena jazz e non solo: Kevin Garrett. Domenica 6 Agosto è invece la volta di Gegè Telesforo, cultore della musica nera, polistrumentista, compositore, ma anche produttore discografico, conduttore radiotelevisivo ed entertainer, che si esibirà alle 21:30 a Piazza Silvieri di Follonica.

Grey Cat

Martedì 8 Agosto Enrico Rava si esibirà con la sua band presso il teatro all’aperto La Ferriere di Follonica. Posto Unico 18/16€ + d.p. L’inedito quartetto “Linee di Demarcazione” si esibirà presso il Castello di Scarlino a Scarlino Mercoledì 9 Agosto. Posto Unico € 15/13. Venerdì 11 Agosto, invece, è la volta di Barbara Casini e iil Duo Taufic a Piazza del Museo Archeologico di Vetulonia alle 21:30. Ingresso libero. Ospite d’eccezione Sabato 12 Agosto presso il Castello di Scarlino alle 21:3: Antonella Ruggiero e il suo trio porteranno in scena un repertorio che spazierà dagli Anni ’30 agli Anni ’50, attraversando il musical di Broadway, ma anche il fado portoghese, il repertorio cubano, la canzone francese, il tango argentino e il repertorio italiano. Posto unico 18/16 € + d.p. Si continua Domenica 13 alle 21:30 presso il Teatro delle Rocce a Gavorrano con la The Art Ensemble di Chicago. Posto unico € 20/18 + d.p. I “Musica Nuda” invece, presenteranno il loro nuovo album “Leggera” Lunedì 14 presso Villa Ginori Conti a Castelnuovo Val di Cecina alle 21:30.

Spinetti_Magoni_PH_Massimo_Zannoni01

Le note di Jimi Hendrix infiammeranno il Ferragosto  con la “Purple Whales” presso il Museo S. Pietro all’Orto a Massa Marittima. Posto unico € 5. Mercoledì 16 Agosto è la volta del “Raffaele Pallozzi Trio” presso il parco Fonte di Vandro a Sassofortino alle 21:30. Ingresso Libero. Alla Rocca degli Alberti di Monterotondo Marittimo Stefano Scalzi si esibirà Giovedì 17 Agosto alle 21:30. Mercoledì 19 Agosto, invece, alle 21:30 il Cassero Senese di Grosseto si animerà sulle note di Francesco Bearzatti e della Tinissima Quartet. Posto Unico € 15/13. Infine, si chiude questa edizione con l’esibizione del “Roberto Gatto Quartet” Domenica 20 Agosto presso il Cassero Senese di Grosseto alle 21:30. Posto Unico € 15/13.

 

 

The post IL “GREY CAT FESTIVAL” ACCENDE LA MAREMMA SULLE NOTE DEL JAZZ appeared first on Controradio.

VALDARNO JAZZ SUMMER AL VIA LA XXX° EDIZIONE

Jazz

Dal  29 giugno nel comune del Valdarno, fra Firenze ed Arezzo, si terrà il 30esimo Valderno Jazz Summer Festival.

Apre il Valdarno Jazz Summer Festival un appuntamento  progettato insieme all’Elite Club Vacanze (ECV) , la Direzione di Villa la Palagina e con il patrocinio del Comune di Figline Valdarno. Giovedì 29 giugno presso Villa La Palagina ( comune di Figline Valdarno)  anteprima Valdarno Jazz Festival con il ” Vj Collective” con Daniele Malvisi al sax ,Paolo Corsi alla batteria, Gianmarco Scaglia col suo contrabbasso e Simone Gubbiotti alla chitarra.

Alle 20.00 una cena il cui menù, ideato dallo Chef Massimiliano Catizzone,è ispirato all’estate e all’idea di freschezza legata a questa stagione, alla Toscana e alle infinite ricchezza culturali della nostra terra. Alle 21:45 seguirà il concerto “Vj Collective” ad ingresso gratuito.

Il Jazz Summer Festival-inserito nella Guida al Jazz in Italia- proseguirà per altre sette date, fino al 2 agosto e vedrà il susseguirsi di musicisti quali Sarah Jane Morris 5tet, Leszek Kulakowsky, Frank Santarnecchi, Enrico Rava & Tomasz Stanko Quintet , Linda May Han Oh 4Tet, Giulio Stracciati- Mytrio a concludere il festival ancora una volta i Vj Collective.

Per tutte le info: https://valdarnojazzfestival.wordpress.com/about/

The post VALDARNO JAZZ SUMMER AL VIA LA XXX° EDIZIONE appeared first on Controradio.

Appuntamenti musicali a Palazzo Davanzati

Appuntamenti musicali a Palazzo Davanzati.Oggi alle 18 il Cortile del Museo di Palazzo Davanzati ospiterà la conferenza – concerto de L’ensemble Musica Ricercata dal titolo “La storia del jazz: dallo swing al jazz modale”, con Sarina Rausa (voce), Michael Stüve (violino) e Giampaolo Nuti (pianoforte). L’appuntamento è realizzato con il contributo dell’Associazione Amici dei musei di palazzo Davanzati e Casa Martelli. L’ingresso è gratuito, fino ad esaurimento posti disponibili.

Sabato 27 settembre, alle ore 11,30, sempre il Cortile del Museo di Palazzo Davanzati ospiterà il Concerto del Coro femminile dell’Università europea di Firenze “Cantique”, composizioni poetiche e musicali.
La parola “cantico” può designare indifferentemente composizioni poetiche o musicali; nel programma vengono proposte composizioni del primo Novecento (autori Gabriel Fauré, Maurice Ravel, Gustav Holst, Amy Beach) basate su testi di Shakespeare, Tennyson, Racine e sul poeta indiano Kalidasa; a queste sono intrecciate letture dei poeti Nazim Ikmet, René Char, Pablo Neruda, Amelia Rosselli. Eseguono: “EUI Female Choir”, direttore Valerio Del Piccolo, pianoforte Davide Romano, Mariana Pinto, violino e Rasmus Hoffmann, pianoforte, membri della EUI Music Society. Letture poetiche a cura di Chantal Maoudj e Chiara Calastrini. Anche questo appuntamento è realizzato con il contributo dell’Associazione Amici dei musei di palazzo Davanzati e Casa Martelli. L’ingresso è gratuito, con biglietto d’ingresso del museo, fino ad esaurimento posti disponibili.

_______

Michel Petrucciani Body and Soul

Oggi 27 marzo – 21,30 allo spazio cinema Alfieri la rassegna MusicAlfieri,che porta al cinema grandi protagonisti della scena musicale internazionale,presenta Michel Petrucciani – Body and Soul,versione originale sottotitolata in italiano,di Michael Radford .

La vita e la carriera del grande compositore e pianista jazz Michel Petrucciani, scomparso nel 1999 appena trentaseienne. Una ricca collezione d’interviste e materiali di archivio ci racconta la storia di un uomo dall’incredibile talento, che ha dovuto sconfiggere un pesante handicap fisico per diventare un gigante della musica.   Michael Radford britannico nato in India è attivo,oltre che nella regia,come sceneggiatore e produttore cinematografico.  Radford raggiunse la notorietà nel 1984 per aver sceneggiato e diretto l’adattamento cinematografico del romanzo 1984 di George Orwell. Nel 2004 ha diretto  e sceneggiato Il Mercante di Venezia da Shakespeare con Al Pacino e Jeremy Irons. Il suo maggiore successo è probabilmente però Il Postino,l’indimenticabile ultimo lavoro di Massimo Troisi, con il quale ricevette una nomination all’Oscar sia come regista che come cosceneggiatore

 

Estate Fiesolana numero 67

Estate Fiesolana numero 67. La 67esima edizione  dell’Estate Fiesolana – il cui cartellone si sviluppa dal 16 giugno al 24 luglio, per protrarsi fino al 2 agosto con un’ultima ospitalità – è un’edizione di gradite conferme e grandi novità. La rassegna che ha come suo fulcro il Teatro Romano di Fiesole continua a caratterizzarsi per il dialogo, aperto oramai da anni, tra classico e contemporaneo, con particolare predilezione per la contaminazione tra i generi all’insegna della qualità. Nella musica, il programma di questa edizione si arricchisce del ritorno della produzione operistica. Si parlerà di opera a tutto tondo, con una proposta che spazia dal repertorio classico, passando per una produzione contemporanea rivolta ai più giovani, fino ad una vera e propria opera rock.

La partecipazione della Scuola di Musica di Fiesole al cartellone dell’Estate Fiesolana 2014 ben rappresenta le sue multiformi attività: da un lato l’eccellenza dei risultati formativi raggiunti dall’Orchestra Giovanile Italiana, dall’altro la diffusione della musica presso i piccoli, con progetti mirati a coniugare il divertimento con la conoscenza del meraviglioso patrimonio artistico che la musica rappresenta. Ecco dunque da una parte la prima nazionale de La clemenza di Tito (11 e 12 luglio), ultima opera del catalogo mozartiano. Frutto della collaborazione con l’Universität Mozarteum Salzburg, questo progetto vede gli austriaci responsabili del cast vocale, delle scene e della regia (firmata da Eike Gramss), mentre la parte orchestrale è affidata all’Orchestra Giovanile Italiana, sotto la direzione di Josef Wallnig. Spassosa e nello stesso tempo formativa è poi la proposta di Opera Bestiale, scherzo musicale per cinque cantanti e pianoforte (17 giugno). Testo, musica e regia sono di Aldo Tarabella, che mette la sua fantasia e competenza al servizio della divulgazione musicale per i bambini. Famose arie, tratte dal repertorio lirico italiano e non solo, fanno da cornice ad una godibile storia i cui personaggi – gli animali/cantanti interpretati dagli allievi delle classi di canto della Scuola – riproducono i caratteri dei tipi consacrati dall’opera buffa. I costumi sono disegnati da Francesco Tullio Altan.
Per quel che concerne il jazz, il cartellone 2014 di Music Pool – Vivere Jazz propone una serie di appuntamenti di grande rilievo: l’apertura è affidata al nuovo progetto musicale di Pat Metheny, l’Unity Group con musicisti del calibro di Chris Potter o Antonio Sanchez (16 giugno). A seguire il più straordinario gruppo africano, i maliani Amadou & Mariam (26 giugno), acclamati ambasciatori nel mondo della musica del loro Paese. E non da meno Paolo Fresu con il suo quintetto in una serata contrassegnata da numerosi ospiti (18 luglio).
Il ritorno del festival all’opera era occasione troppo ghiotta per non collegarla al percorso che da anni la NEM – Nuovi Eventi Musicali porta avanti con l’Estate Fiesolana. Produzioni, giovani, qualità nel segno della creazione del repertorio del futuro, che dovrà per forza comprendere la cosiddetta musica rock, o prog, o pop che sia. Ecco che la scelta è ricaduta su una delle opere rock che hanno fatto storia: Tommy – The Who (24 luglio). Cristina Donà ne sarà ospite speciale. Per seguire invece l’altro filone programmatico di questi anni (la grande classica con forti contenuti di innovazione e legami con la musica e la cultura dei nostri tempi) NEM propone il progetto Do ut Des (30 giugno), dove il Quartetto Klimt, una delle migliori formazioni da camera del nostro Paese, si cimenterà con Schumann. Ma non finisce qui: oltre al concerto vero e proprio, una messa in scena presso la biglietteria suggerirà al pubblico una riflessione su cosa vuol dire ai nostri tempi “dare” qualcosa alla cultura, “ricevere” qualcosa dalla cultura.
Un nuovo viaggio nel teatro d’autore è quello in cui ci accompagna il Teatro Solare, con le sue Alchimie. Confermata la presenza di Marta Cuscunà, con un nuovo capitolo della sua ricerca sulle “resistenze femminili” – La semplicità ingannata (16 luglio) – a fianco di due novità: Leopardi Shock della realtà torinese indipendente Teatro della Caduta (15 luglio), con la vulcanica interpretazione dell’attrice Lorena Senestro, e Una tazza di mare in tempesta (17 e 18 luglio), allestimento delicato e sorprendente del Moby Dick di Melville che vede Roberto Abbiati accogliere 20 spettatori all’interno della stiva di una nave in miniatura.
Il Premio Fiesole Maestri del cinema porterà al Teatro Romano un altro grande protagonista, che il pubblico potrà incontrare. E come di consueto alla serata di premiazione seguirà una preziosa retrospettiva di pellicole: il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani sta lavorando dentro e fuori i confini nazionali alla ricerca del nuovo nome.
Arricchiscono il cartellone della 67esima Estate Fiesolana due concerti di forte richiamo: gli Eels di Mr. E, direttamente dagli anni Novanta (17 luglio), e Pippo Pollina, tra vecchi e nuovi successi (2 agosto). Restando in tema musicale, le corde del X Festival Internazionale Chitarrae incrociano la propria strada con Fiesole, regalando il concerto Orient Express del Take Four Guitar Quartet (29 luglio), mentre il Coro Desiderio da Settignano ha scelto il Teatro Romano per festeggiare i suoi 25 anni di attività con una prestigiosa esecuzione che vede sul podio la carismatica fondatrice Johanna Knauf (28 giugno). Sul territorio ha lavorato con dedizione Claudio Ascoli con i suoi Chille de la balanza: sua la regia dello spettacolo di storytelling La terra, il colore – Storie fiesolane incentrato su due fiesolani molto particolari, che con le loro piccole storie hanno contribuito alla Storia (23 giugno). Lo spettacolo sarà preceduto da un happening in piazza Mino sabato 21 alle 10 di mattina.
E l’Estate Fiesolana dedica uno sguardo anche all’arte ed alla storia. Tra gli eventi di quest’anno figura infatti la mostra Fiesole e i Longobardi organizzata in occasione del centenario del Museo Civico Archeologico di Fiesole dai Musei di Fiesole in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana. Orecchini, collane, antiche spade, lance, frecce, scudi ed altre armi – provenienti da trenta tombe longobarde del settimo secolo dopo Cristo scoperte nell’ultima vasta campagna di scavi nell’Area Garibaldi – saranno esposte per le prima volta proprio in occasione dell’esposizione in programma da aprile a ottobre.