Cortona on the Move, ultima puntata del reportage

Cortona on the Move, ultima puntata del reportage

Ci sono immagini ovunque a Cortona. Il festival di fotografia Cortona on the Move ha inondato il paese di fotografie.

Con tante mostre che riempiono il paese di idee, storie e racconti.

Ci sono foto ovunque, come abbiamo visto e raccontato già ampiamente. Da quest’anno poi ci sono anche video, in una nuova sezione del festival che si chiama Arena – Video and beyond e presenta video sperimentali, istallazioni e opere transmediali, realizzate come recita il programma “da fotografi che lavorano tra fotografia, film e tecnologia”.

Voglio concludere questo lungo reportage su Cortona on the Move edizione 2018 raccontandovi ancora tre mostre, tutte incentrate sui volti. E sulla speranza.

Ernst Coppejans è un uomo (ce ne sono, pochini, in questo festival dedicato alle donne fotografe), è olandese, e ha realizzato una serie di “ritratti” delle vittime di tratta degli esseri umani, vittime che sono come si sa in massima parte donne.

Nel suo caso, sono donne che sono riuscite a fuggire e sono ospitate in un rifugio ad Amsterdam. C’è voluto molto perché Coppejans riuscisse a conquistare la fiducia di queste persone. Alla fine ha realizzato una serie di ritratti belli e tremendi, perché non si vede un volto. Ma anche qui i corpi urlano!

 

Loulou D’Aki invece è una svedese, già cantante, che con Make a Wish ha realizzato un lavoro sulle speranze, i sogni e i desideri di giovani sparsi in varie località del mondo, soprattutto in luoghi che sono o sono state zone di conflitti.

Basta guardare gli occhi di questi ragazzi per capire dove stia il futuro.

Come basta guardare gli occhi dei bei ritratti di Juri De Luca, aretino: il suo Annuario Fotografico di leggende sportive locali ha inondato la stazione ferroviaria di Cortona come a salutare chi lascia il festival in treno. Si tratta di immagini incollate alle pareti della stazione e del sottopassaggio che porta ai binari dove partono i treni che vanno al nord, e ritraggono donne, ragazzi e ragazze, bambini e anche persone più in età, tutti del posto, che si dedicano allo sport con passione.

Basta guardarli negli occhi per vedere il futuro.

Margherita Abbozzo (4, fine.)

Cortona on the Move è su tutti i social media. Trovate info pratiche per la visita al festival, che consiglio caldamente, qui. Tutte le fotografie delle istallazioni di Cortona on the Move edizione 2018 sono mie. Credits: l’immagine di copertina come la sesta del pezzo sono di Loulou D’Aki, dal lavoro Make a Wish. L’ultima immagine invece è di Juri De Luca, tratta dal suo Annuario Fotografico.

L'articolo Cortona on the Move, ultima puntata del reportage proviene da www.controradio.it.