Ville medicee patrimonio Unesco

Ville medicee patrimonio Unesco. A meno di un anno dalla proclamazione, da parte dell’Unesco, delle Ville medicee toscane Patrimonio dell’Umanità, tra il 9 e l’11 maggio si terranno numerose celebrazioni dell’avvenimento.
Queste riguarderanno anche i cinque giardini e ville medicei di competenza del Polo Museale Fiorentino: la Villa medicea della Petraia, il giardino della Villa medicea di Castello, la Villa medicea di Cerreto Guidi, la Villa medicea di Poggio a Caiano e il Giardino di Boboli.


Il primo appuntamento è previsto per il 9 maggio all’auditorium di Sant’Apollonia, dove si svolgerà il Convegno internazionale di studi dal titolo “Le Ville e i Giardini medicei in Toscana nella Lista  del Patrimonio Mondiale. I temi e le metodologie di gestione nelle esperienze internazionali e nazionali emergenti”.
Sabato 10 iniziaranno le celebrazioni vere e proprie con la scopertura della prima delle cinque targhe (uno per villa e giardino del Polo Museale Fiorentino entrati a far parte del Patrimonio dell’Umanità) nella Villa medicea di Poggio a Caiano; così come prenderanno il via le iniziative nella Villa medicea di Castello e della Petraia.
Inifine domenica 11, tra le ore 11 e le 11.30, saranno scoperte le targhe in ricordo dell’avvenimento negli altro quattro siti del Polo Museale Fiorentino, così come proseguiranno le celebrazioini nelle ville medicee di castello, della Petraia, di Cerreto Guidi e nel Giardino di Boboli.
A tutto ciò si aggiungerà, mercoledì 14 maggio alle 11.30 a Villa della Petraia, la visita riservata ai media della mostra permanente delle 14 cosiddette lunette raffiguranti altrettante ville medicee toscane, dipinte dall’artista fiammingo Iustus (Giusto) van Utens (Bruxelles ?-Carrara 1609), di proprietà della Stato, ma per oltre un cinquantennio in esposizione nel Museo topografico di Firenze, chiuso anni fa.
Di questo appuntamento si allega invito particolare.
A seguire il programma dettagliato delle iniziative.
VENERDI 9 MAGGIO
Auditorium di Sant’Apollonia, Via San Gallo 25/a, Firenze
Convegno internazionale di studi
Le Ville e i Giardini medicei in Toscana nella Lista  del Patrimonio Mondiale. I temi e le metodologie di gestione nelle esperienze internazionali e nazionali emergenti

ore 15.00 Seconda Sessione
Le Ville e i Giardini medicei. Il sistema di gestione

SABATO 10 MAGGIO
Villa medicea di Poggio a Caiano

La Villa Medicea di Poggio a Caiano ospiterà la cerimonia ufficiale dei festeggiamenti per l’entrata dei 14 siti Ville e Giardini medicei in Toscana nella lista del Patrimonio mondiale Unesco.
ore 12.30
Inaugurazione targa Unesco
Alla presenza delle autorità e della Filarmonica G. Verdi di Poggio a Caiano. Cancello centrale di accesso alla Villa, lato esterno
Apertura al pubblico degli appartamenti storici, del salone di Leone X e del Museo della Natura Morta dalle ore 14.00 alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.00). Inoltre, grazie al contributo del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, il patrimonio storico-artistico della Villa medicea viene riletto anche in chiave contemporanea con l’esposizione di alcune opere selezionate dalla collezione permanente del Centro. Ingresso libero.
Visite guidate gratuite su prenotazione (tel. 055.877012)

Apertura Museo Soffici e del Novecento italiano dalle ore 10.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso 22.30). Mostra in corso per i cinquant’anni dalla scomparsa dell’artista: “Ardengo Soffici, Giornate di Paesaggio”.
Ingresso libero. Visite guidate gratuite su prenotazione (tel. 055 8798779)

ore 15.00 Taglio della torta offerta dal Consorzio Pasticceri Pratesi
in collaborazione con la CCIAA di Prato. Giardino della Villa.

ore 16.00 Corteggio storico ed apertura straordinaria della fontana del “Mascherone” da cui, come da tradizione, sgorgherà del buon vino.
A cura del Gruppo storico poggese e del Comitato Assedio alla Villa.

ore 18.00 Gran Gala lirico. Spazio antistante la scalinata della Villa.
“Arie del repertorio romantico e belcantistico”, Orchestra Nazionale Artes. Violino solista, Alberto Bologni; Tenore, Carlos Natale; Baritono, Carlo Morini; Mezzosoprano, Diana Bertini. Con la partecipazione straordinaria del baritono Giorgio Gatti. Direttore, Andrea Vitello.
Presenta Annachiara Vitaliani
Ingresso gratuito (in caso di condizioni meteo avverse il concerto si svolgerà presso le Scuderie)
Mercatino dell’artigianato, dalle ore 9 alle ore 23
Centro Storico, organizzato dalla locale Pro Loco

Villa medicea di Castello
ore 16 (su invito)
Saluti delle autorità
Visita alla Villa
Intermezzi a cura del Conservatorio di musica “L. Cherubini” di Firenze
Immagine interattiva della Primavera e della Nascita di Venere di Botticelli
Stravizzo della Cruisca.

Villa medicea della Petraia
ore 18 (su invito)
Presentazione dell’allestimento permanente delle Lunette attribuite a Giusto Utens. Saranno presenti:
Cristina Acidini, Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino;
Alessandra Griffo, Direttrice della Villa medicea dela Petraia.
Intermezzo a cura del Conservatorio di musica “L. Cherubini” di Firenze.
Visita alla Villa.
Cocktail.

DOMENICA 11 MAGGIO
ore 11.00 – 11.30
Inaugurazione targhe Unesco
Alla presenza delle autorità
Villa di Castello
Villa della Petraia
Giardino di Boboli
Villa di Cerreto Guidi

Calendario dei festeggiamenti
Villa di Castello
Giardino visitabile gratuitamente dalle ore 8.30 alle ore 18.30 (ultimo ingresso alle 17.30)
Ore 11 Concerto a cura del Conservatorio di musica “L. Cherubini” di Firenze ;
ore 15-16.30-18: visite guidate gratuite alla Villa e al Giardino (fino a esaurimento posti)
Prenotazioni: segreteria@crusca.fi.it – www.accademiadellacrusca.it
Villa della Petraia
Ore 11 Concerto a cura del Conservatorio di musica “L. Cherubini” di Firenze ;
ore 15 e 16.30: visite guidate gratuite al Giardino e alla Villa;
Giardino visitabile gratuitamente dalle ore 8.15 alle ore 18.30 (ultimo ingresso alle 17.30)
Apertura al pubblico delle sale con le “Lunette delle Ville medicee” di Giusto Utens.
Giardino di Boboli
ore 17.30 Concerto di musica classica dei Quartetti Uniti della Scuola di Musica di Fiesole, sotto la Direzione del Maestro Edoardo Rosadini; in programma musiche di W.A. Mozart: Divertimento K. 136 e Adagio e Fuga K. 546
Villa di Cerreto Guidi
ore 10.30 Arrivo delle autorità accolte, sulle scalee del Buontalenti, da una delegazione in costume delle Contrade del Palio del Cerro.
ore 11.30 Spettacolo teatrale “Cosimo I in Villa con la brigata” a cura dell’ Associazione culturale La Maschera seguito da una esibizione dei gruppi di musici e sbandieratori delle Contrade del Palio del Cerro;
ore 13.30 Piazza Umberto I, festeggiamenti con musica e degustazione di prodotti tipici locali;
ore 16 Spettacolo teatrale “Cosimo I in Villa con la brigata” a cura dell’ Associazione culturale La Maschera seguito da una esibizione dei gruppi di musici e sbandieratori delle Contrade del Palio del Cerro;
ore 17 Concerto dell’Insieme d’archi dell’Accademia Musicale di San Minciato Basso (violini: Andrea Di Bari, Veronica Bianchi, Guido Menichetti, Monica Bellucci, Aurora amorini, Debora Popolo, Francesca Bellucci; pianoforte: Irene Mazzantini; direttore e violino: Marzia Vignozzi) con musiche di Kern, Herback, Lehar, Bard, Kreisler e tradizionali americani e scozzesi.

Villa Medicea la Petraia

Villa La Petraia 2.JPG

Nel giugno 2013 l’Unesco ha inserito nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità 14 ville medicee,termine che indica tutta una serie di possdeimenti per lo più rurali che la famiglia dei Medici fece edificare o acquisì tra il Quattrocento e il Seicento.

Nella frazione Castello del comune di Firenze si trova Villa la Petraia,che nel 1568 fu donata dal granduca Cosimo I al figlio Ferdinando, che proseguendo quanto già avviato dal padre, affidò nel 1588 i lavori di restauro della residenza padronale e dei terreni all’architetto Lorenzo Pagni.

La Petraia è una delle più affascinanti ville medicee, per la sua collocazione nel paesaggio, le vedute su Firenze, il giardino a terrazze e gli arredi interni. Poco distante dalla città, fu ristrutturata verso la fine del Cinquecento a partire da un antico edificio fortificato di cui resta ancora la grande torre. Bellissimo è il cortile centrale, coperto nell’Ottocento in ferro e vetroi, con affreschi del Volterrano che celebrano i fasti dei Medici. Nella villa sono esposti anche i bronzi della Fiorenza del Giambologna e dell’Ercole e Anteo dell’Ammannati.

Gli ambienti della Villa sono accessibili con visite accompagnate ogni ora a partire dalle 8.30,mentre il giardino si può visitare dalle 8,15 fino al tramonto.