40 anni da Legge Basaglia, inaugurata mostra presso Camera del lavoro Firenze

40 anni da Legge Basaglia, inaugurata mostra presso Camera del lavoro Firenze

Una mostra a 40 anni dalla Legge Basaglia che chiuse i manicomi, coi quadri dei pazienti del Centro “La Tinaia”: è l’iniziativa della Fp Cgil Firenze, inaugurata presso la Camera del lavoro a Firenze in Borgo Greci 3 (con Paola Galgani, Alessandro Giorgetti, Paolo Rossi Prodi, Michele Vannini). Allestimento visibile fino al 12 marzo.

Era il 13 maggio 1978, il giorno in cui, dopo anni di lotte, entrò in vigore la Legge Basaglia che portò alla chiusura dei manicomi in Italia, cancellando per questa via l’impostazione repressiva della psichiatria. Sembrano tempi così lontani. Si percepisce quasi una distanza etica, civile, oltre che temporale.

Eppure, prima dell’approvazione della Basaglia, i cosiddetti “matti”, in Italia, venivano rinchiusi dentro i manicomi e subivano trattamenti restrittivi, inumani, che li privavano di ogni identità e la cui dignità di essere umano veniva messa in discussione. Fantasmi, tutti uguali, all’interno di strutture isolate dal resto del mondo, come a rimarcare l’assenza di qualsiasi identità, di qualsiasi cittadinanza. Il voler ridare dignità a queste persone che seppur malate e bisognose di aiuto avevano e hanno diritto ad avere una vita degna di essere chiamata così ha spinto il Parlamento ad approvare il 13 maggio del 1978 la legge 180, che ha portato alla chiusura dei manicomi.

40 anni dopo, la Fp Cgil Firenze, in occasione del suo XI Congresso, in collaborazione con “La Tinaia” Centro di attività espressive, ha intrapreso un percorso di ricordo e riflessioni attraverso le opere pittoriche (quadri e tele) che i pazienti seguiti da “La Tinaia” hanno realizzato in questi anni.

“La Tinaia”, attraverso il suo lavoro di accompagnamento, scommette sulla possibilità dell’arte, del fare arte, come mezzo per accedere ai mondi chiusi della follia, come occasione di comunicazione e ricostruzione di relazioni interrotte o negate dalla forza distruttiva del disagio psichico.

In quest’ottica la Fp Cgil Firenze ha deciso di organizzare una mostra presso la Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze in Borgo Greci 3 da martedì 5 febbraio al 12 marzo, nella corte al piano terra e negli spazi del secondo piano dove ha sede la categoria (mostra che era stata proposta anche durante il Congresso della categoria stessa).La mostra sarà inaugurata proprio martedì 5 febbraio alle ore 9:30 presso la corte della Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze in Borgo Greci 3 alla presenza di: Alessandro Giorgetti, Segretario Generale FP CGIL Firenze; Dott. Paolo Rossi Prodi, La Tinaia, Responsabile Centro Salute Mentale Adulti SOS 2, Azienda USL Toscana Centro; Paola Galgani, Segretaria Generale CGIL Firenze; Michele Vannini, Responsabile Sanità FP CGIL Nazionale.

Tra le opere esposte, un “tondo” dipinto su un disco di legno compensato del diametro di 150 centimetri, diviso in quattro settori, pensato per essere appeso con funzione di segnale e caratterizzato da quattro linguaggi pittorici diversi, due donne e due uomini, individuali nella loro espressione ma accomunati dallo stesso progetto.

L'articolo 40 anni da Legge Basaglia, inaugurata mostra presso Camera del lavoro Firenze proviene da www.controradio.it.

La Tinaia alla Galleria ZetaEffe: 18 artisti per i 40 anni dalla Legge Basaglia

La Tinaia alla Galleria ZetaEffe: 18 artisti per i 40 anni dalla Legge Basaglia

Diciotto artisti nati nel contesto dello storico Centro di Attività Espressive La Tinaia di Firenze, inaugurano domani giovedì 30 agosto 2018, alle ore 17.30, negli spazi della Galleria ZetaEffe (Via Maggio 47/R), la mostra Anche la follia merita i suoi applausi (cit. Alda Merini) che sarà visitabile fino a martedì 11 settembre. La struttura fa parte del Servizio di Salute Mentale del Quartiere 2 di Firenze. All’Opening di giovedì 30 anche Cecilia del Re e Nicola Armentano.

La Tinaia, struttura che accoglie attualmente un’utenza proveniente da tutta l’area cittadina, è oggi parte della rete del Servizio di Salute Mentale del Quartiere 2 di Firenze e dal 2002, in accordo con l’allora Asl 10 di Firenze, è anche Associazione Onlus, dedita alla valorizzazione e conservazione delle opere nate all’interno del Centro di Attività Espressive, tra i cui soci, spiccano gli stessi utenti de La Tinaia.

All’inaugurazione, che si colloca tra le iniziative per la celebrazione dei 40 anni dalla Legge Basaglia, giovedì 30 prenderanno parte per il Comune di Firenze, Cecilia Del Re,Assessore allo Sviluppo Economico e Turismo, Fiere e Congressi, Marketing territoriale e Nicola Armentano, Presidente Commissione Politiche Sociali e della Salute, Sanità e Servizi Sociali: per l’Azienda Usl Toscana Centro, Paolo Rossi Prodi, Responsabile Centro Salute Mentale Adulti Q2; per la Galleria ZetaEffe, Francesco Giannattasio, fondatore Galleria ZetaEffe e la collaboratrice, Tiziana Iovene; per l’Associazione La Nuova Tinaia Onlus, Davide Russo, presidente Associazione La Nuova Tinaia Onlus e Francesco Nocentini dell’Associazione La Nuova Tinaia Onlus.

Gli artisti, alcuni dei quali, nel corso degli anni, hanno visto svilupparsi e crescere una nutrita attività espositiva sia in Italia che all’estero, provengono sia dal gruppo storico della Tinaia degli anni ’70 e ’80, sia dal gruppo degli attuali frequentatori. Sono stati scelti sulla base della loro particolare qualità espressiva, cioè della capacità straordinaria di tradurre in immagini emozioni, intuizioni e visioni mentali. A ogni artista corrisponde, infatti, una personale cifra stilistica e un’estrema libertà di rappresentazione. Si tratta di:Umberto Ammannati – Francesco Banchi – Marco Biffoli – Guido Boni – Marcello Chiorra – Pierluigi Cortesia – Nara Degl’Innocenti – Andrea Federici – Angela Fidilio – Giovanni Galli – Giordano Gelli – Nicola Giannini – Massimo Modisti – Giorgio Pagnini – Michele Poli – Marco Raugei – Gabriele Trinchera – Alessandro Vietri.

Fedeli alla missione originaria, ovvero travalicare i confini del chiuso mondo manicomiale che non furono e non sono solo fisici, le opere de La Tinaia si avventurano nella Galleria ZetaEffe, dialogando naturalmente con i suoi spazi, a rappresentare l’incontro tra due mondi solo apparentemente distanti: quello dell’Art Brut e quello dell’arte contemporanea.

L’esposizione è realizzata dall’Associazione La Nuova Tinaia Onlus e dalla Galleria ZetaEffe, con il patrocinio del Comune di Firenze, in collaborazione con Azienda USL Toscana Centro-Salute Mentale Adulti Q2, Cooperativa Di Vittorio e Compagnia Teatro Attori & Convenuti.

L'articolo La Tinaia alla Galleria ZetaEffe: 18 artisti per i 40 anni dalla Legge Basaglia proviene da www.controradio.it.