TRAMVIA, NARDELLA: “VIA AI LAVORI LINEA 4 NELLA PRIMA META’ 20119

lavori tramvia

“Abbiamo risorse per far partire lavori linea 4 in prima metà 2019″ ha detto il sindaco Nardella. Sindaco di Campi: “Sono contento, lavoro di squadra funziona.” E su Città metropolitane vertice venerdì a Milano, Nardella: “sia incontro decisivo e una svolta, mancano strumenti minimi.”

“Abbiamo tutte le risorse per far partire i lavori del primo lotto della linea 4 della tramvia (stazione Leopolda-Piagge-Campi Bisenzio) entro la metà del 2019″. Lo ha detto oggi nel corso dell’avvio di un intervento di demolizione nell’area adiacente alla ex stazione a Firenze il sindaco Dario Nardella. “Ovviamente dobbiamo terminare la progettazione e credo che entro la fine del mandato, se siamo fortunati, ovvero entro la metà del 2019, potremo iniziare le prime azioni, i primi interventi per realizzare la linea 4″, ha spiegato, ricordando che il tracciato “parte proprio dalla stazione Leopolda e va verso le Piagge e Campi Bisenzio”.

La Linea 4 prevede, come ricorda in una nota il Comune di Campi Bisenzio, due stralci: il primo per la linea che va dalla Leopolda alle Piagge. Il secondo prevede, a sua volta, due lotti: il primo dalle Piagge a San Donnino e il secondo da San Donnino a Campi Bisenzio, con un investimento di oltre 200 milioni di euro. La linea è inserita dal Governo tra le opere da finanziare prioritariamente ed è un’opera fondamentale per i tre enti interessati: Comune di Firenze, Città Metropolitana e Comune di Campi Bisenzio. “Sono molto felice – dice il sindaco Fossi – il lavoro congiunto con governo, Regione, metrocittà e comune di Firenze funziona ed è questo gioco di squadra che deve caratterizzarci come Città Metropolitana”.

Proprio sulla Città Metropolitana venerdì prossimo, a Milano, “si terrà il vertice dei sindaci delle Città metropolitane, una riunione a questo punto decisiva. Abbiamo bisogno di uno scossa e di una svolta su questo fronte: la riforma Delrio è rimasta a metà, ha bisogno di essere completata altrimenti sarà un boomerang clamoroso. Noi sindaci siamo pronti a farci carico di questa riforma, lo stiamo facendo, ma è chiaro che abbiamo bisogno di strumenti minimali che oggi non ci sono, a cominciare dall’autonomia fiscale e dalla possibilità di aumentare l’autonomia organizzativa ed economica”. Lo ha sottolineato il sindaco Nardella, coordinatore Anci delle città metropolitane, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano delle difficoltà di questi enti, alcuni dei quali hanno tuttora i bilanci in rosso.

“Voglio ricordare che è l’unica riforma istituzionale che siamo riusciti a portare a termine in questa legislatura, non dimentichiamolo, e almeno questa cerchiamo di completarla – ha aggiunto Nardella -. E’ una richiesta accorata che io faccio a nome di tutti i 14 sindaci delle Città metropolitane italiane al governo, al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Devo anche dire che ho già avuto dal presidente Gentiloni dimostrazione di attenzione verso questo tema e siamo già all’opera per fissare un incontro con lui a Roma”.

The post TRAMVIA, NARDELLA: “VIA AI LAVORI LINEA 4 NELLA PRIMA META’ 20119 appeared first on Controradio.

TRAMVIA, NARDELLA: “VIA AI LAVORI LINEA 4 NELLA PRIMA META’ 20119

lavori tramvia

“Abbiamo risorse per far partire lavori linea 4 in prima metà 2019″ ha detto il sindaco Nardella. Sindaco di Campi: “Sono contento, lavoro di squadra funziona.” E su Città metropolitane vertice venerdì a Milano, Nardella: “sia incontro decisivo e una svolta, mancano strumenti minimi.”

“Abbiamo tutte le risorse per far partire i lavori del primo lotto della linea 4 della tramvia (stazione Leopolda-Piagge-Campi Bisenzio) entro la metà del 2019″. Lo ha detto oggi nel corso dell’avvio di un intervento di demolizione nell’area adiacente alla ex stazione a Firenze il sindaco Dario Nardella. “Ovviamente dobbiamo terminare la progettazione e credo che entro la fine del mandato, se siamo fortunati, ovvero entro la metà del 2019, potremo iniziare le prime azioni, i primi interventi per realizzare la linea 4″, ha spiegato, ricordando che il tracciato “parte proprio dalla stazione Leopolda e va verso le Piagge e Campi Bisenzio”.

La Linea 4 prevede, come ricorda in una nota il Comune di Campi Bisenzio, due stralci: il primo per la linea che va dalla Leopolda alle Piagge. Il secondo prevede, a sua volta, due lotti: il primo dalle Piagge a San Donnino e il secondo da San Donnino a Campi Bisenzio, con un investimento di oltre 200 milioni di euro. La linea è inserita dal Governo tra le opere da finanziare prioritariamente ed è un’opera fondamentale per i tre enti interessati: Comune di Firenze, Città Metropolitana e Comune di Campi Bisenzio. “Sono molto felice – dice il sindaco Fossi – il lavoro congiunto con governo, Regione, metrocittà e comune di Firenze funziona ed è questo gioco di squadra che deve caratterizzarci come Città Metropolitana”.

Proprio sulla Città Metropolitana venerdì prossimo, a Milano, “si terrà il vertice dei sindaci delle Città metropolitane, una riunione a questo punto decisiva. Abbiamo bisogno di uno scossa e di una svolta su questo fronte: la riforma Delrio è rimasta a metà, ha bisogno di essere completata altrimenti sarà un boomerang clamoroso. Noi sindaci siamo pronti a farci carico di questa riforma, lo stiamo facendo, ma è chiaro che abbiamo bisogno di strumenti minimali che oggi non ci sono, a cominciare dall’autonomia fiscale e dalla possibilità di aumentare l’autonomia organizzativa ed economica”. Lo ha sottolineato il sindaco Nardella, coordinatore Anci delle città metropolitane, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano delle difficoltà di questi enti, alcuni dei quali hanno tuttora i bilanci in rosso.

“Voglio ricordare che è l’unica riforma istituzionale che siamo riusciti a portare a termine in questa legislatura, non dimentichiamolo, e almeno questa cerchiamo di completarla – ha aggiunto Nardella -. E’ una richiesta accorata che io faccio a nome di tutti i 14 sindaci delle Città metropolitane italiane al governo, al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Devo anche dire che ho già avuto dal presidente Gentiloni dimostrazione di attenzione verso questo tema e siamo già all’opera per fissare un incontro con lui a Roma”.

The post TRAMVIA, NARDELLA: “VIA AI LAVORI LINEA 4 NELLA PRIMA META’ 20119 appeared first on Controradio.

LIVORNO, MEZZO MILIONE DI EURO PER LAVORI SCUOLE MICHELI

Livorno Scuole Micheli

La Giunta ha approvato il progetto definitivo per i lavori di restauro della facciata. Sorgente: “Restituiamo alla scuola e alla città una struttura storica dal grande valore architettonico”

Via al restauro delle Micheli, una delle scuole più antiche di Livorno. La Giunta comunale nella seduta del 9 giugno scorso (delibera G.C. 353) ha infatti approvato il progetto definitivo per il consolidamento strutturale della storico edificio di piazza XI maggio, per una spesa di 500 mila euro, cifra che rappresenta il primo lotto degli 800 mila previsti, con un secondo intervento da 300 mila da impegnare nel bilancio 2018.

Il progetto, in questa prima fase, prevede gli interventi per il risanamento delle coperture e delle facciate in modo da conferire all’edificio sia la sicurezza di tenuta agli agenti atmosferici, sia la originaria configurazione stilistica architettonica. Quello della scuola Micheli, inaugurato nel 1889, è infatti il primo edificio realizzato dal Comune di Livorno adibito esclusivamente all’uso scolastico per dare ai bambini livornesi un luogo idoneo in cui imparare a leggere e a scrivere, e raccogliere gli alunni sparsi nei vari edifici privati.

Grande soddisfazione per l’approvazione del progetto definitivo è stata espressa dalla vicesindaco Stella Sorgente: “Vogliamo restituire alla scuola e alla città tutta una struttura storica dal grande valore architettonico, assicurandone anche la massima sicurezza. Il  recupero dell’edificio rappresenta infatti un importante investimento nella cultura – dichiara la vicesindaco – non solo perchè punta ad assicurare uno spazio adeguato e sicuro  di lavoro a bambini e insegnanti, ma anche per il suo grande valore artistico e architettonico.”

“La volontà dell’Amministrazione comunale” ha proseguito Sorgente, “è chiara nel portare avanti con determinazione un importante piano di interventi di sicurezza e di manutenzione ordinaria e straordinaria nelle scuole. Con le risorse a disposizione stiamo dando risposte alle molte richieste che arrivano ogni giorno dai dirigenti scolastici.” “Giovedì scorso abbiamo illustrato a famiglie, dirigente e  insegnati  le varie fasi del progetto e le sue tempistiche – sottolinea infine la vicesindaco – L’intervento interesserà  l’avvio del prossimo anno scolastico, dunque ci vorrà ancora un po’ di pazienza. Sono previsti a breve nuovi incontri tecnici proprio allo scopo di organizzarsi per affrontare questa fase”. L’edificio delle Micheli risente oggi del passare del tempo e tradisce uno stato di degrado notevole.

Già nel febbraio scorso l’Amministrazione aveva disposto dei lavori di risanamento  all’interno di alcuni ambienti della scuola interessati da crepe che erano stati immediatamente chiusi a scopo precauzionale e riaperti a tempo di record grazie all’immediato intervento dei tecnici comunali, consentendo il regolare svolgimento delle attività didattiche. Il primo lotto di interventi riguarderà ora parte della facciata principale, sul lato prospiciente la via Palestro, parte della facciata sud e le falde di tetto corrispondenti. Gli interventi punteranno a conservare le caratteristiche architettoniche dell’edificio, riportando in luce ciò che il tempo e gli agenti esterni hanno poco per volta modificato.

Nel dettaglio, per le facciate i lavori consisteranno in: rimozione dell’ intonaco esterno distaccato ed ormai in fase di cedimento, la realizzazione di nuovi intonaci a base di calce idraulica naturale e la
ricostruzione di cornici e decorazioni. Oltre a questo sono previsti altri interventi come  il rifacimento completo della grondaia e la tinteggiatura delle facciate interessate con mano finale eseguita a tampone per dare l’effetto velatura e ridare il cromatismo originale. Per la copertura sarà interessata  invece da un lavoro di smontaggio del manto e dello scempiato esistente e suo rifacimento fornitura e posa  di tegole e sostituzione di gronde, pluviali, mantelline e scossaline in rame.

Si attende ora il parere definitivo della Sovrintendenza per poter approvare il progetto esecutivo, quindi  procedere con la gara d’appalto e l’avvio dei lavori. Nel frattempo, grazie alla collaborazione con l’Università di Pisa, sono in corso indagini strutturali  per la valutazione degli interventi di miglioramento, anche ai fini dell’antisismica.

The post LIVORNO, MEZZO MILIONE DI EURO PER LAVORI SCUOLE MICHELI appeared first on Controradio.

LIVORNO, MEZZO MILIONE DI EURO PER LAVORI SCUOLE MICHELI

Livorno Scuole Micheli

La Giunta ha approvato il progetto definitivo per i lavori di restauro della facciata. Sorgente: “Restituiamo alla scuola e alla città una struttura storica dal grande valore architettonico”

Via al restauro delle Micheli, una delle scuole più antiche di Livorno. La Giunta comunale nella seduta del 9 giugno scorso (delibera G.C. 353) ha infatti approvato il progetto definitivo per il consolidamento strutturale della storico edificio di piazza XI maggio, per una spesa di 500 mila euro, cifra che rappresenta il primo lotto degli 800 mila previsti, con un secondo intervento da 300 mila da impegnare nel bilancio 2018.

Il progetto, in questa prima fase, prevede gli interventi per il risanamento delle coperture e delle facciate in modo da conferire all’edificio sia la sicurezza di tenuta agli agenti atmosferici, sia la originaria configurazione stilistica architettonica. Quello della scuola Micheli, inaugurato nel 1889, è infatti il primo edificio realizzato dal Comune di Livorno adibito esclusivamente all’uso scolastico per dare ai bambini livornesi un luogo idoneo in cui imparare a leggere e a scrivere, e raccogliere gli alunni sparsi nei vari edifici privati.

Grande soddisfazione per l’approvazione del progetto definitivo è stata espressa dalla vicesindaco Stella Sorgente: “Vogliamo restituire alla scuola e alla città tutta una struttura storica dal grande valore architettonico, assicurandone anche la massima sicurezza. Il  recupero dell’edificio rappresenta infatti un importante investimento nella cultura – dichiara la vicesindaco – non solo perchè punta ad assicurare uno spazio adeguato e sicuro  di lavoro a bambini e insegnanti, ma anche per il suo grande valore artistico e architettonico.”

“La volontà dell’Amministrazione comunale” ha proseguito Sorgente, “è chiara nel portare avanti con determinazione un importante piano di interventi di sicurezza e di manutenzione ordinaria e straordinaria nelle scuole. Con le risorse a disposizione stiamo dando risposte alle molte richieste che arrivano ogni giorno dai dirigenti scolastici.” “Giovedì scorso abbiamo illustrato a famiglie, dirigente e  insegnati  le varie fasi del progetto e le sue tempistiche – sottolinea infine la vicesindaco – L’intervento interesserà  l’avvio del prossimo anno scolastico, dunque ci vorrà ancora un po’ di pazienza. Sono previsti a breve nuovi incontri tecnici proprio allo scopo di organizzarsi per affrontare questa fase”. L’edificio delle Micheli risente oggi del passare del tempo e tradisce uno stato di degrado notevole.

Già nel febbraio scorso l’Amministrazione aveva disposto dei lavori di risanamento  all’interno di alcuni ambienti della scuola interessati da crepe che erano stati immediatamente chiusi a scopo precauzionale e riaperti a tempo di record grazie all’immediato intervento dei tecnici comunali, consentendo il regolare svolgimento delle attività didattiche. Il primo lotto di interventi riguarderà ora parte della facciata principale, sul lato prospiciente la via Palestro, parte della facciata sud e le falde di tetto corrispondenti. Gli interventi punteranno a conservare le caratteristiche architettoniche dell’edificio, riportando in luce ciò che il tempo e gli agenti esterni hanno poco per volta modificato.

Nel dettaglio, per le facciate i lavori consisteranno in: rimozione dell’ intonaco esterno distaccato ed ormai in fase di cedimento, la realizzazione di nuovi intonaci a base di calce idraulica naturale e la
ricostruzione di cornici e decorazioni. Oltre a questo sono previsti altri interventi come  il rifacimento completo della grondaia e la tinteggiatura delle facciate interessate con mano finale eseguita a tampone per dare l’effetto velatura e ridare il cromatismo originale. Per la copertura sarà interessata  invece da un lavoro di smontaggio del manto e dello scempiato esistente e suo rifacimento fornitura e posa  di tegole e sostituzione di gronde, pluviali, mantelline e scossaline in rame.

Si attende ora il parere definitivo della Sovrintendenza per poter approvare il progetto esecutivo, quindi  procedere con la gara d’appalto e l’avvio dei lavori. Nel frattempo, grazie alla collaborazione con l’Università di Pisa, sono in corso indagini strutturali  per la valutazione degli interventi di miglioramento, anche ai fini dell’antisismica.

The post LIVORNO, MEZZO MILIONE DI EURO PER LAVORI SCUOLE MICHELI appeared first on Controradio.

Lavori stradali

Il Comune di Firenze ha comunicato l’inizio di una serie d lavori stradali tra asfaltature,potature e intervenbti sulle infrastrutture. Nuovo asfalto in via Arnolfo e via Capodimondo, lavori alla rete del gas in via De Sanctis e via Mariti. Ma anche le potature in viale Michelangelo e viale Machiavelli e la posa di infrastrutture della rete di telefonia in viale Europa, via Pistoiese e via Sardegna. Sono solo alcuni degli interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine e che comporteranno l’istituzione di provvedimenti di circolazione.Firenze: settimana di passione per lavori stradaliPer quanto riguarda gli interventi di risanamento delle strade, si inizia lunedì 24 febbraio con l’asfaltatura in via Arnolfo e via Capodimondo (tratto via Menotti-via Landucci). Previsti restringimenti (orario 9-18) e chiusura quando necessaria in prossimità degli incroci (orario 10-16). L’intervento si concluderà venerdì 28 febbraio. Inizierà invece martedì 25 febbraio il ripristino dell’asfaltatura a seguito di lavori sui sottoservizi in via del Palazzo Bruciato, via Cironi e via Galluzzi. Fino al 5 marzo saranno in vigore restringimenti di carreggiata. Ancora lavori di ripristino a seguito di interventi sui sottoservizi in via Circondaria (tratto via Cironi-piazza Tanucci), via Cironi e via Sighele con l’istituzione da mercoledì 26 febbraio di restringimenti di carreggiata. Termine previsto 6 marzo.
Ecco gli altri lavori.
Via Verdi: per alcuni lavori edili domani domenica 23 febbraio il tratto da via Ghibellina a via dell’Agnolo sarà chiuso in orario 5-15. Via Pandolfini da via Verdi a via delle Badesse diventerà strada senza sfondo.
Via De Nicola: per lavori con piattaforma aerea domani dalle 8 alle 19 scatterà un restringimento di carreggiata nella direttrice di marcia uscita città dalla parte dell’Arno prima dell’ingresso nel ponte di Varlungo dopo lo svincolo di ingresso nel viadotto Marco Polo.
Via del Corso: per effettuare il sollevamento di materiali lunedì 24 febbraio, da mezzanotte alle 6, sarà istituito un divieto di transito nel tratto via del Presto-via Santa Margherita. Inoltre in via dello Studio scatterà l’inversione del senso di marcia da via delle Oche verso via del Corso.
Via De Sanctis: per lavori di sostituzione delle tubature della rete di distribuzione del gas nel tratto lungarno Colombo-via Sella lunedì 24 febbraio scatteranno la chiusura della pista ciclabile e un restringimento di carreggiata.
Via Bassi-piazza Antonelli-via Centostelle: ancora lavori di sostituzione delle tubature della rete di distribuzione del gas. Da lunedì 24 febbraio scatteranno restringimenti di carreggiata nei tratti di volta in volta interessati. L’intervento si concluderà il 15 marzo.
Via Strozzi: inizieranno lunedì 24 febbraio le operazioni di smontaggio di un ponteggio. Fino a venerdì 28 febbraio il tratto piazza della Repubblica-via Sassetti sarà chiuso (orario 9-19.30).
Piazza San Marco: inizieranno lunedì 24 febbraio i lavori di scavo per l’installazione di una telecamera. Sarà quindi chiusa la corsia riservata ai taxi. I posti delle auto pubbliche saranno recuperati in piazza Santissima Annunziata. L’intervento si concluderà venerdì 28 febbraio.
Via Pisana: per la posa di un cavo su una facciata da lunedì 24 febbraio sarà istituito un restringimento di carreggiata nel tratto via Gozzoli-via Zanella. Il provvedimento, che sarà in vigore nella fascia oraria 8-17, andrà avanti fino a venerdì 28 febbraio.
Via Valdera: inizieranno lunedì 24 febbraio i lavori di sostituzione di una tubazione. Fino al 3 marzo sarà istituito un restringimento di carreggiata.
Via Kyoto: per lavori alla rete di distribuzione dell’energia elettrica da lunedì 24 febbraio sono previsti restringimenti di carreggiata dal numero civico 3 a via delle Nazioni Unite. Termine previsto 6 marzo.
Via Barni: a partire da lunedì 24 febbraio sono in programma alcuni lavori di modifica della facciata di un edificio all’altezza del numero civico 54. La strada sarà chiusa dalle 8 alle 17 fino al 7 merzo.
Via Giraldi: inizieranno lunedì 24 febbraio i lavori di allaccio alla rete di distribuzione del gas. Il tratto via Pandolfini-Borgo Albizi sarà chiuso fino al 10 marzo.
Via Gaulberto: anche in questo caso si tratta di lavori di sostituzione delle tubature della rete di distribuzione del gas. Da lunedì 24 febbraio saranno istituiti restringimenti di carreggiata. Termine previsto 12 aprile.
Via del Ponticino: per lavori relativi a un nuovo allaccio alla rete idrica da lunedì 24 febbraio dalle 9 scatterà un divieto di transito veicolare nel tratto via di Mantignano-via dell’Argingrosso. Termine previsto venerdì 28 febbraio.
Via San Giuseppe: per lavori edili con piattaforma aerea lunedì 24 febbraio scatterà un divieto di transito da Borgo Allegri a via dei Macci. Nel tratto via San Cristofano-Borgo Allegri è prevista l’inversione del senso di marcia (orario 8-17).
Via Faenza: ancora lavori edili con piattaforma aerea in programma lunedì 24 febbraio. Dalle 8 alle 18 sarà chiuso il tratto via Cennini-via Nazionale.
Piazza Poggi: per il censimento della rete idrica da martedì 25 febbraio saranno istituiti restringimenti di carreggiata (orario 16-21). Termine previsto venerdì 28 febbraio.
Via San Niccolò-via dell’Erta Canina-via dei Bastioni-lungarno Serristori-lungarno Cellini-via della Fornace-lungarno Ferrucci-viale Michelangelo-via Salutati: ancora il censimento della rete idrica. Da martedì 25 a venerdì 28 febbraio previsti restringimenti di carreggiata in orario notturno 22-5.
Viale Europa (corsia uscita città)-via Erbosa: a partire da martedì 25 febbraio sono in programma le operazioni per la posa di infrastrutture telefoniche. Saranno istituiti restringimenti di carreggiata che rimarranno in vigore fino a venerdì 28 febbraio
Via del Corso: ancora la posa di infrastrutture telefonica. Martedì 25 e mercoledì 26 febbraio scatterà la chiusura da via del Presto a via dei Cerchi. Per raggiungere via Santa Elisabetta si potrà utilizzare la viabilità alternativa: via del Proconsolo-piazza San Firenze-via della Condotta-via dei Cerchi.
Via San Marcellino: per lavori relativi a un nuovo allaccio alla rete idrica da martedì 25 a venerdì 28 febbraio saranno istituiti restringimenti di carreggiata.
Via dello Studio: la strada sarà chiusa da martedì 25 febbraio per la posa di infrastrutture della rete di telefonia. Il tratto interessato è quello compreso fra via delle Oche a via del Corso. Termine previsto 1 marzo.
Via Mariti: per lavori relativi a un nuovo allaccio alla rete di distribuzione del gas da martedì 25 febbraio scatteranno restringimenti di carreggiata. L’intervento si concluderà il 21 marzo.
Via dei Boni: da martedì 25 febbraio la strada sarà chiusa per lavori. Il provvedimento si concluderà a fine luglio.
Via Palazzuolo: da martedì 25 a giovedì 27 febbraio sarà in vigore un divieto di transito notturno (dalle 22 alle 5) per effettuare la posa di un cavo in fibra ottica. Il tratto interessato è quello compreso fra via dei Fossi e via del Porcellana (accesso solo frontisti per piazza San Paolino lato via del Porcellana).
Via Zannetti: mercoledì 26 febbraio per lavori edili con piattaforma aerea sarà chiuso il tratto da numero civico 1 a via Cerretani. Inoltre in via dei Conti, da via Zannetti a via dei Cerretani, scatterà inversione del senso di marcia (orario 9-17).
Via San Biagio a Petriolo-via Pistoiese-via Sardegna: inizieranno mercoledì 26 febbraio i lavori per la posa di una infrastruttura della rete di telefonia. Prevista l’istituzione di un senso unico alternato con movieri in via Pistoiese all’incrocio con via San Biagio a Petriolo; in via Sardegna sarà istituito un senso unico alternato con movieri (per il tempo necessario); invece via San Biagio a Petriolo sarà chiusa nel tratto via Vespucci-via Pistoiese. L’intervento si concluderà il 7 marzo.
Via Guelfa: per lavori edili all’altezza del numero civico 91 giovedì 26 febbraio, in orario 7-18, scatteranno restringimenti di carreggiata,
Via Sant’Antonino: inizieranno giovedì 27 febbraio i lavori per un nuovo allaccio alla rete idrica. Prevista l’istituzione di un divieto di transito nel tratto piazza dell’Unità Italiana-via dell’Amorino. Termine previsto 13 marzo.
Via San Matteo in Arcetri: per alcuni lavori edili all’altezza del numero civico 31 giovedì 27 febbraio da giovedì 217 febbraio scatteranno un restringimento di carreggiata e un senso unico alternato a vista. L’intervento ci concluderà il 27 aprile.
Via San Pier Maggiore: venerdì 28 febbraio, dalle 9 alle 17, sarà effettuata la riparazione di alcune gronde. Il tratto da via delle Badesse a piazza San Pier Maggiore sarà quindi chiuso al transito.
Viale Michelangelo-viale Machiavelli: venerdì 28 febbraio inizieranno gli interventi di potatura. Prevista l’istituzione di restringimenti di carreggiata che saranno in vigore fino all’8 marzo.
Via Santa Marta: sabato 1 marzo è in programma il montaggio di un ponteggio (orario 8-20). La strada sarà quindi chiusa con accesso consentito frontisti e mezzi di soccorso da via Rossi a via Della Pietra.
Per quanto riguarda infine i provvedimenti di circolazione per manifestazioni ed eventi vari si inizia domani domenica 23 febbraio due gare podistiche: la prima si svolge in zona Ferrale-Ugnano, la seconda invece in zona stadio-San Domenico con divieti di transito al passaggio dei partecipanti (dalle 9). Sempre domani sono in programma una sfilata di carnevale in zona via Pisana-Legnaia (divieti dalle 15.30) e la Festa d’Inverno in viale Lami-via Lanzi-largo Cantù (divieti di transito e sosta dalle 7 alle 21). Numerosi gli appuntamenti per il Carnevale in programma sabato 1 marzo: zona Cure (divieti di transito e sosta dalle 13 alle 22 in via Boccaccio, via Sacchetti, piazza delle Cure, via Firenzuola, via Passavanti, via Madonna della Querce), in zona Villamagna (divieti in via di Villamagna da via Nanchino a via delle Sentinelle e in via Nanchino dalle 13.30 alle 18), zona Galluzzo (via Volterrana, via Giandonati, via Senese, piazza Acciaiuoli, via Senese dalle 14.30 divieti di transito al passaggio).