Area di crisi Massa-Carrara: il 31 gennaio incontro in Camera di commercio sugli incentivi

FIRENZE – La Camera di commercio di Massa-Carrara ospiterà giovedì 31 gennaio un incontro sugli incentivi nazionali e regionali disponibili per il rilancio produttivo dell'area di crisi apuana. E' stato infatti pubblicato nelle settimane scorso l'avviso sul sito del Mise per l'accesso ai finanziamenti per i progetti di reindustrializzazione e dalle ore 12.00 del 15 febbraio sarà possibile presentare le domande.

I lavori si terranno nella sede di piazza 2 giugno, 16, a Carrara, ed avranno inizio alle ore 14.30 con la registrazione dei partecipanti.

Dopi i saluti del presidente camerale, Dino Sodini, e del consigliere del presidente della Regione per il lavoro, Gianfranco Simoncini, via alle relazioni: sulle modalità di accesso ai benefici della legge 181, a cura di Invitalia, e sugli incentivi regionali, con tecnici dei settori politiche del lavoro, del sostegno alle imprese e della formazione.

Sempre presso la Camera di commercio, è già in calendario per il 5 febbraio un ulteriore appuntamento di carattere operativo dove le imprese avranno l'opportunità di incontrare "one to one"i consulenti di Invitalia per l'analisi diretta di possibili progetti di investimento.

L’assessore Grieco sui contributi alle scuole paritarie: “Regione da sempre attenta”

FIRENZE – Al via l'assegnazione dei contributi regionali per le scuole paritarie private e comunali in relazione all'anno scolastico 2017-18 e dei contributi per le sole scuole paritarie private per l'anno scolastico 2018-19. La delibera è stata approvata dalla Giunta regionale della Toscana.
Nel complesso, con questa operazione, la Regione Toscana mette a bilancio 5 milioni 600 mila euro per le scuole paritarie che operano sul territorio regionale. Tale cifra contiene sia i 4 milioni 200 mila euro previsti globalmente per le scuole paritarie private negli anni scolastici 2017-18 e 2018-19, sia la cifra di 1 milione 400 mila euro concernente il contributo per le paritarie comunali nell'anno scolastico 2017-18.

Scopo della misura è garantire il buon funzionamento di questi istituti scolastici, ritenuti fondamentali nell'ambito del sistema scolastico regionale. I contributi riguardano 741 sezioni scolastiche con oltre 15 mila 600 alunni per quanto riguarda le scuole private paritarie e 274 sezioni per oltre 6 mila 300 bambini per ciò che concerne le paritarie comunali. Tutte le province toscane sono interessate.

"La Regione è da sempre attenta alle scuole paritarie. Quest'anno riproponiamo la misura nella consapevolezza che la pluralità d'insegnamento e la libertà del sistema scolastico attengono a norme costituzionalmente garantite", ha spiegato l'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco.

 

Ricerca sulle professioni: il 31 gennaio termine ultimo per rispondere al questionario online

FIRENZE – Il 31 gennaio 2019 è il termine ultimo per rispondere al questionario online dell'Irpet, che ha ricevuto dalla Regione l'incarico di aggiornare la "fotografia" del mondo delle professioni in Toscana.

I dati raccolti serviranno non solo per mettere a fuoco numeri ed esigenze delle professioni, ordinistiche e no, ma soprattutto per consentire al governo regionale di definire nella maniera più puntuale le proprie politiche e azioni.

In Toscana quasi il 10 per cento degli occupati appartiene al settore delle professioni, una percentuale superiore alla media nazionale, e dal 2008, primo caso in Italia, esiste una legge regionale specificamente dedicata a questo mondo.
La Toscana è stata anche la prima Regione a dare corso alle indicazioni tese ad equiparare professionisti ed imprese per quanto riguarda l'utilizzo dei fondi europei e a dare direttive per garantire un equo compenso per le prestazioni professionali.

Grieco: “Il Governo attui il riparto dei fondi per l’autonomia degli studenti con disabilità”

FIRENZE – "In Conferenza dei presidenti ho nuovamente sollecitato Bonaccini a riportare l'attenzione del Governo sul mancato riparto dei fondi statali per l'autonomia degli studenti con disabilità, fondi destinati a favorirne il trasporto e l'assistenza educativa. Già a settembre, in Conferenza unificata, si era raggiunta l'intesa per il riparto, ma ad oggi manca ancora la firma al decreto del presidente del Consiglio dei ministri che è necessario per garantire alle Province l'impegno di spesa. La richiesta è stata accolta all'unanimità. Il presidente Bonaccini ha reiterato la richiesta con la massima urgenza alla Conferenza unificata ricevendo delle rassicurazioni sulle tempistiche".
Così l'assessore ad Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco, ha spiegato l'iniziativa di chiedere al presidente della Conferenza dei presidenti delle Regioni italiane, Stefano Bonacini, di sollecitare il Governo alla firma del decreto, da parte del premier Giuseppe Conte, in modo da permettere alle Province di utilizzare i fondi destinati al trasporto e all'assistenza degli studenti con disabilità.

L'assessore regionale Grieco è anche la coordinatrice della commissione Istruzione e lavoro della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.