Incidente sul lavoro a Pisa, il cordoglio della Regione

FIRENZE - Il presidente della giunta e tutta la Regione Toscana si stringono intorno alla famiglia di Alessandro Colombini, l'operaio di 39 anni morto la notte scorsa in un cantiere navale ai Navicelli (Pisa) a seguito dalla caduta da un ponteggio.

Nell'esprimere le condoglianze alla famiglia il presidente della Regione sottolinea come purtroppo la lista degli infortuni mortali si allunghi ancora una volta e ribadisce che è inaccettabile morire di lavoro, sul lavoro. L'impegno per la sicurezza e la diffusione di una cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, ha aggiunto, deve essere intensificato. E questo è un compito che spetta sia alle istituzioni sia a tutti gli altri soggetti del mondo produttivo.

Il presidente ha ricordato che la Regione ha messo in campo risorse ingenti e anche uomini e mezzi per arrestare la piaga delle morti sul lavoro. Ma questo non basta. La mortalità ha raggiunto una nuova soglia di cronicità. Occorre un nuovo patto tra capitale e lavoro per mettere al centro la vita e la sicurezza delle persone. La crisi ha intensificato lo sfruttamento del lavoro e ha spinto alla deregolazione delle tutele. Conquiste che sembravano acquisite per sempre non lo sono più. La distanza tra i principi della Costituzione e le condizioni materiali del lavoro è sempre più grande. Questo ci riempie di dolore e sofferenza. Serve però trasformare questa emergenza, come in altre circostanze è avvenuto, in un nuovo punto di partenza per una nuova stagione dei diritti dei lavoratori.

Ulivieri di Massa, Regione al lavoro per incontrare la proprietà

FIRENZE - Al centro dell'incontro convocato oggi dal consigliere per il lavoro del presidente della Regione presso il Comune di Massa, il caso della Ulivieri, azienda specializzata nei ricambi per carrelli chiusa dopo la cessione alla nuova proprietà che ha sedi in altre zone d'Italia e non è interessata a mantenere il sito toscano.

All'incontro hanno preso parte le organizzazioni sindacali Filcams Cgil e Fisascat Cisl, oltre al sindaco di Massa e alla Cgil provinciale.

La Regione, su richiesta delle organizzazioni sindacali, ha preso l'impegno a lavorare per un incontro a breve con la proprietà, con l'obiettivo di verificare se vi sono spazi per eventuali nuove attività o per valorizzare comunque l'area e gli immobili esistenti, in modo da assorbire i lavoratori del sito di Massa.

Vertenza Ercos Ponsi, incontro in Regione con la proprietà

FIRENZE – La Regione continua a seguire la vertenza Ercos Ponsi. Dopo la riunione della scorsa settimana con i sindacati, il consigliere del presidente della Toscana per il lavoro ha incontrato oggi una rappresentanza della società. Erano presenti anche il vicesindaco del Comune di Massarosa e il presidente della quarta commissione del Consiglio regionale.

Ai dirigenti dell'azienda, che ha presentato un piano che prevede la mobilità per 17 dei 36 lavoratori dello stabilimento, il consigliere del presidente ha chiesto di riconsiderare le scelte adottate anche alla luce di quanto riconfermato dalla stessa Ercos Ponsi a proposito della volontà di rimanere in Toscana e di confermare attenzione per il sito produttivo versiliese. Una prospettiva, ha sottolineato il consigliere del presidente, che potrebbe rafforzarsi, ad esempio, spostando attività del Gruppo Ercos in Versilia.

A questa richiesta la Regione ha accompagnato anche quella di attivare ogni strumento che possa limitare al massimo i costi sociali delle ipotesi di ristrutturazione produttiva.

Il consigliere del presidente ha infine affermato la disponibilità della Regione a convocare una nuova riunione del tavolo, allargato a tutti i soggetti interessati, dopo che si sarà svolto l'incontro sindacale in programma per il prossimo 20 febbraio.

Boscaglia srl, la Regione incontra la nuova proprietà

FIRENZE – Una storia che riparte. E' quella della Boscaglia srl, la nuova società che rappresenta l'esito positivo della crisi della vecchia Cooperativa Boscaglia, acquisita da tre realtà del mondo cooperativo toscano: Airone Green Center, Agriambiente Mugello, GEECO Srl (Gruppo CFT).

Il consigliere per il lavoro del presidente della Regione Toscana ha incontrato oggi il vicepresidente di Legacoop Toscana, la presidente dei Legacoop agroalimentare Toscana, l'amministratore delegato della nuova Srl e i rappresentanti delle tre società protagoniste dell'operazione.

La Regione ha seguito con attenzione la lunga vicenda e il consigliere ha espresso a nome del presidente della Toscana la soddisfazione per il risultato raggiunto, che ha consentito di salvaguardare 50 posti di lavoro e di mantenere viva una realtà produttiva tanto importante per il territorio amiatino.

Il consigliere del presidente ha voluto sottolineare l'impegno delle tre cooperative per garantire nuovo futuro alla Boscaglia e ringraziato i lavoratori per il senso di responsabilità manifestato nel corso di questi anni, decisivo per mantenere viva l'azienda e consentirle di ripartire.

La Regione, ha concluso il consigliere, continuerà a seguire gli sviluppi della nuova Srl, mettendo a disposizione strumenti e opportunità che possano contribuire a rafforzare il ruolo della Boscaglia.