Livorno: Aamps, sciopero contro privatizzazione servizi 

Livorno: Aamps, sciopero contro privatizzazione servizi 

Sciopero e manifestazione domani a Livorno, in piazza del municipio dalle 8:30 alle 13, dei lavoratori Aamps, municipalizzata livornese dei rifiuti, contro “l’inesorabile privatizzazione dei servizi dell’azienda, sempre meno pubblici e sempre più privati”. Lo annuncia la Fp Cgil provincia di Livorno e della rsu Fp Cgil di Aamps.

“Dopo la privatizzazione della raccolta ingombranti stradale e su chiamata, della raccolta di sfalci e potature, call center, ufficio Tia-Tari, consegna mastelli, per fare alcuni esempi – sottolinea il sindacato in una nota -, siamo alla privatizzazione del servizio ‘core’, la raccolta porta a porta affidata ad Avr per il pentagono del Buontalenti, che continua ad essere affidata ad un’azienda privata”.

Per Cgil e Rsu, “oltre alla privatizzazione dei servizi, assistiamo allo schiaffo inferto ai lavoratori precari a cui è stata negata l’applicazione del decreto dignità del ministro Di Maio, che sarebbe entrato in vigore il primo novembre di quest’anno, per tutti i lavoratori tranne quelli della partecipata del Comune di Livorno, a cui sono stati rinnovati i contratti il 31 ottobre 2018 per evitare l’applicazione della nuova norma”.
Critiche anche contro “il comportamento dell’Azienda che non garantisce la necessaria sicurezza ai lavoratori e ai cittadini, che da troppo tempo lamentano il mancato rispetto del codice della strada”.

L'articolo Livorno: Aamps, sciopero contro privatizzazione servizi  proviene da www.controradio.it.

Lavoro, Engineering: nuovo sciopero, domani, per il contratto integrativo

Lavoro, Engineering: nuovo sciopero, domani, per il contratto integrativo

Lavoratori Engineering di nuovo sciopero per riportare l’azienda al tavolo negoziale per il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Domani, 15 gennaio, 2 ore di sciopero con presidio sotto le sedi del gruppo, a Firenze in Via Torre degli Agli angolo Via Carlo Magno, ore 10.30 – 12.30.

“Il fatturato è in crescita – affermano Fim e Fiom Firenze -, ma l’azienda (Engineering) non intende riconoscere alcun beneficio ai lavoratori che domani 15 gennaio saranno in sciopero per 2 ore con presidio sotto le sedi del gruppo (a Firenze in Via Torre degli Agli angolo Via Carlo Magno ore 10.30 – 12.30).”
“Riportare l’azienda al tavolo negoziale per il rinnovo del contratto integrativo aziendale, con la disponibilità a riconoscere anche ai lavoratori benefici di cui ad oggi godono solo gli azionisti e non coloro che permettono a questa società di primeggiare sul mercato nazionale e su quello internazionale, per questo tornano a scioperare i lavoratori dell’azienda del settore Information Technology (10 mila occupati in Italia, 600 dei quali a Firenze nelle due sedi di via Torre degli Agli e via delle Porte Nuove)”, aggiungono le sigle sindacali. 
“Da mesi sono in stato di agitazione e con quelle di domani saliranno a 12 le ore di sciopero effettuate da settembre 2018. Altre 2 sono state proclamate dal Coordinamento nazionale delle RSU per il 29 gennaio mentre nel mese di febbraio, se l’azienda non si renderà disponibile a discutere delle esigenze dei dipendenti, è previsto lo sciopero della reperibilità.
Fim Cisl Fiom Cgil Firenze”, concludono Fim e Fiom. 

L'articolo Lavoro, Engineering: nuovo sciopero, domani, per il contratto integrativo proviene da www.controradio.it.

Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti

Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti

Si formeranno a Firenze i futuri “manager del paesaggio agrario” grazie al primo master al mondo sugli Agricultural Heritage Systems del programma Giahs, dedicato ai siti patrimonio agricolo dell’umanità della Fao. Il master, che si aprirà domani, 15 gennaio per la durata di sei mesi e per il quale sono stati selezionati 25 studenti da 18 paesi del mondo, è supportato da Fao, Regione Toscana, Convention on Biological Diversity, World Bank, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e Università di Firenze.

Attualmente sono 57 i siti Giahs in 26 paesi del mondo: l’Italia ne conta due, la fascia degli oliveti da Assisi a Spoleto e i vigneti tradizionali del Soave, iscritti nel 2018.
Il master, secondo i suoi promotori, formerà figure in grado di ideare modelli gestionali del territorio agricolo e di progettare strategie che implementano pratiche sostenibili, che preservano i prodotti agricoli di qualità, i valori bioculturali legati al paesaggio, le conoscenze delle popolazioni locali per l’adattamento ai cambiamenti climatici e minimizzare il rischio idrogeologico. Inoltre, avranno le competenze per migliorare le condizioni economiche delle comunità rurali.

L'articolo Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti proviene da www.controradio.it.

Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti

Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti

Si formeranno a Firenze i futuri “manager del paesaggio agrario” grazie al primo master al mondo sugli Agricultural Heritage Systems del programma Giahs, dedicato ai siti patrimonio agricolo dell’umanità della Fao. Il master, che si aprirà domani, 15 gennaio per la durata di sei mesi e per il quale sono stati selezionati 25 studenti da 18 paesi del mondo, è supportato da Fao, Regione Toscana, Convention on Biological Diversity, World Bank, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e Università di Firenze.

Attualmente sono 57 i siti Giahs in 26 paesi del mondo: l’Italia ne conta due, la fascia degli oliveti da Assisi a Spoleto e i vigneti tradizionali del Soave, iscritti nel 2018.
Il master, secondo i suoi promotori, formerà figure in grado di ideare modelli gestionali del territorio agricolo e di progettare strategie che implementano pratiche sostenibili, che preservano i prodotti agricoli di qualità, i valori bioculturali legati al paesaggio, le conoscenze delle popolazioni locali per l’adattamento ai cambiamenti climatici e minimizzare il rischio idrogeologico. Inoltre, avranno le competenze per migliorare le condizioni economiche delle comunità rurali.

L'articolo Firenze: parte domani il master Fao per 25 studenti proviene da www.controradio.it.

Un nuovo corso per truccatori dalla Bottega Filistrucchi

Un nuovo corso per truccatori dalla Bottega Filistrucchi

L’antica bottega Filistrucchi di Firenze, famosa per la produzione di parrucche, ha deciso di realizzare un corso per truccatori diretto a chi vuole accostarsi al mondo dello spettacolo e costruirsi una professione che pochi oggi sanno padroneggiare per il mondo del teatro, del cinema e della televisione.

L’antica Bottega Filistrucchi offre oggi l’opportunità di partecipare a un corso per laboratorio di trucco per un totale di 20 ore nella Bottega Scuola di via Verdi, riconosciuta dalla Regione Toscana.
“Quello che ci prefiggiamo – spiega Gherardo Filistrucchi – è trasmettere le conoscenze di base per consentire di cominciare un’attività, almeno come supporto, di truccatori nel mondo dello spettacolo. Forti dell’esperienza accumulata nella nostra attività e dopo anni di docenza in varie realtà, nel corso facciamo grande attenzione alla conoscenza del volto, all’individuazione dei possibili difetti e del modo in cui porvi rimedio, esaltando o riducendo l’impatto estetico dei vari elementi. Crediamo che trasmettere la nostra cultura artigianale di truccatori parruccai alle nuove generazioni possa essere importante e qualificante per il mondo del lavoro”.
L’obiettivo è fornire le prime competenze di base teoriche e pratiche di trucco per rendere i partecipanti già capaci di creare autonomamente un trucco base.
Si parlerà tra l’altro delle ragioni sceniche del trucco, degli effetti della luce e del colore, della morfologia della testa e del trucco correttivo, dei principali prodotti per il trucco, degli strumenti per applicarli e le differenze di impiego.
Le iscrizioni saranno aperte fino al 23 gennaio; il corso si svolgerà il 25-26-27 gennaio.

L'articolo Un nuovo corso per truccatori dalla Bottega Filistrucchi proviene da www.controradio.it.