Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’

Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’

Il Movimento 5 Stelle esprime solidarietà nei confronti di Marras, “vittima di una stupida fake news”. Ed è gia stata fatta segnalazione ai vertici nazionali per l’uso imporprio del simbolo.

“Quanto ci vuole per finire nella macchina del fango dei moralisti da tastiera? Giusto il tempo di fare una grafica con informazioni false – scrive il capogruppo del Pd Leonardo Marras-. Una delle tante pagine fake nate solo per aizzare il ‘popolo del web’ mi ha scambiato per l’operaio protagonista del servizio de Le Iene che dice di aver lavorato in nero per il padre del ministro Di Maio: hanno costruito un post prendendo un’immagine di febbraio 2018 e scrivendo falsità”.

Additato su facebook, forse per una fake news o forse per uno scherzo contro il ‘popolo del web’, di essere l’operaio protagonista del servizio de Le Iene che ha detto di aver lavorato in nero per il padre del ministro Di Maio, e ricoperto in breve tempo di offese.

Questo è quanto denuncia sul social network, il capogruppo Pd in Consiglio regionale della Toscana Leonardo Marras, pubblicando una serie di immagini del post artefatto che lo vede involontario protagonista e dei molti commenti offensivi ricevuti.

La pagina facebook ‘incriminata’, che riporta il logo ‘Noi con Boldrini’ e un’immagine di Marras e altri esponenti Pd con sopra il logo del Movimento 5 stelle e la scritta ‘Questo le Iene non lo hanno detto, l’operaio che ha accusato il padre di Di Maio era candidato nel Pd nel 2014’, è stata pubblicata due volte ieri sera intorno alle 19 e ha avuto quasi 10mila condivisioni.

Stamani il messaggio è stato modificato, lasciando l’immagine e con un nuovo testo che ora riporta: “Ho condiviso questo post, basato sul nulla, perché sono un coglione grillino”, messaggio che ora appare sopra il post nelle bacheche di chi lo ha condiviso.


L'articolo Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’ proviene da www.controradio.it.

Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’

Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’

Il Movimento 5 Stelle esprime solidarietà nei confronti di Marras, “vittima di una stupida fake news”. Ed è gia stata fatta segnalazione ai vertici nazionali per l’uso imporprio del simbolo.

“Quanto ci vuole per finire nella macchina del fango dei moralisti da tastiera? Giusto il tempo di fare una grafica con informazioni false – scrive il capogruppo del Pd Leonardo Marras-. Una delle tante pagine fake nate solo per aizzare il ‘popolo del web’ mi ha scambiato per l’operaio protagonista del servizio de Le Iene che dice di aver lavorato in nero per il padre del ministro Di Maio: hanno costruito un post prendendo un’immagine di febbraio 2018 e scrivendo falsità”.

Additato su facebook, forse per una fake news o forse per uno scherzo contro il ‘popolo del web’, di essere l’operaio protagonista del servizio de Le Iene che ha detto di aver lavorato in nero per il padre del ministro Di Maio, e ricoperto in breve tempo di offese.

Questo è quanto denuncia sul social network, il capogruppo Pd in Consiglio regionale della Toscana Leonardo Marras, pubblicando una serie di immagini del post artefatto che lo vede involontario protagonista e dei molti commenti offensivi ricevuti.

La pagina facebook ‘incriminata’, che riporta il logo ‘Noi con Boldrini’ e un’immagine di Marras e altri esponenti Pd con sopra il logo del Movimento 5 stelle e la scritta ‘Questo le Iene non lo hanno detto, l’operaio che ha accusato il padre di Di Maio era candidato nel Pd nel 2014’, è stata pubblicata due volte ieri sera intorno alle 19 e ha avuto quasi 10mila condivisioni.

Stamani il messaggio è stato modificato, lasciando l’immagine e con un nuovo testo che ora riporta: “Ho condiviso questo post, basato sul nulla, perché sono un coglione grillino”, messaggio che ora appare sopra il post nelle bacheche di chi lo ha condiviso.


L'articolo Capogruppo Pd Toscana ‘diventa’ su web l’operaio del servizio de ‘Le Iene’ proviene da www.controradio.it.

Mps, Morte Rossi; anche gip Malvasi querela Iene

Mps, Morte Rossi; anche gip Malvasi querela Iene

Roberta Malvasi ha denunciato la trasmissione “Le Iene” per i servizi sulla morte di David Rossi. Dopo la messa in onda del servizio, sia la procura di Genova, sia i pm di Siena avevano aperto dei fascicoli su Pierluigi Piccini, a causa delle sue dichiarazioni alla trasmissione.

Anche il gip di Siena Roberta Malvasi ha denunciato la trasmissione Le Iene per i servizi andati in onda sulla vicenda della morte dell’ex capo della comunicazione di Mps David Rossi, avvenuta a marzo 2013 dopo essere precipitato da una finestra di Rocca Salimbeni. La querela e’ stata trasmessa a Genova per competenza territoriale e se ne occupano il procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e il sostituto Cristina Camaiori.

La procura di Genova aveva aperto un fascicolo per abuso d’ufficio a carico di ignoti dopo l’intervista rilasciata a Le Iene dall’ex sindaco senese Pierluigi Piccini che aveva detto di aver saputo di ‘festini’ ai quali avrebbero partecipato importanti personaggi della magistratura e della politica e che forse l’inchiesta sulla morte di Rossi era stata ‘affossata’ per questo.

Dopo la trasmissione di Mediaset, i pm senesi avevano presentato querela per diffamazione dopo le dichiarazioni di Piccini: per questo fascicolo a breve dovrebbe arrivare una svolta con l’iscrizione nel registro dei primi indagati. Sempre nel capoluogo ligure e’ aperta l’inchiesta sulla lettera di minacce, accompagnata da un proiettile, indirizzata al pm senese Aldo Natalini che si era occupato anche della vicenda Mps. L’ipotesi di reato è tentata minaccia grave.

L’articolo Mps, Morte Rossi; anche gip Malvasi querela Iene proviene da www.controradio.it.