La giunta approva riqualificazione della Leopolda

La giunta approva riqualificazione della Leopolda

Le ex Officine grandi riparazioni (Ogr) di Ferrovie dello Stato verranno dimesse, sorgerà al loro posto un quartiere con funzioni di residenza, commercio e servizi.

La giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini, ha ratificato oggi l’accordo di pianificazione tra Comune di Firenze e Regione Toscana, dando il via al piano di riqualificazione della Leopolda.

L’area attualmente ospita le ex Officine grandi riparazioni. L’accordo libera una superficie utile di 42mila metri quadri dei capannoni dell’Ogr per la quale è prevista la trasformazione in quartiere con funzioni di residenza, commercio e servizi, nel rispetto dei volumi già esistenti.

Il progetto prevedeanche la demolizione di 12mila metri quadri delle superfici nell’area del complesso ferroviario di Campo di Marte, il cui futuro è ancora da delineare.

L'articolo La giunta approva riqualificazione della Leopolda proviene da www.controradio.it.

Leopolda 8: testimonianza ex rifugiato,”Ius soli è massima urgenza”

Leopolda 8: testimonianza ex rifugiato,”Ius soli è massima urgenza”

“Lo dico, anzi voglio gridarlo al governo, perché questa è la massima urgenza: bisogna approvare subito la legge sullo ius soli. Al governo ci siamo noi adesso, potrebbe essere l’ultima spiaggia. E se vogliamo poterci definire di sinistra dobbiamo farlo, senza accampare scuse né problemi di consenso”. A parlare, alla Leopolda, alzandosi dal tavolo tematico ”Aiutiamoli a casa loro?? strategie di cooperazione allo sviluppo”, è Michel Tchetchoua, ex rifugiato politico camerunense, adesso cittadino italiano.

Spiega di essere del Pd, di sostenere Matteo Renzi, e questa è la sua prima Leopolda, vissuta da protagonista. “Ora sono cittadino, lavoro in ferrovia, posso mantenere la mia famiglia, i miei figli – racconta – ma ci ho messo 10 anni: due mi sono serviti solo per comprendere meglio l’italiano, la cultura di questo, paese. Poi c’e’ stato il calvario di mille lavori saltuari per riuscire a sopravvivere, e mille procedure per cercare di arrivare alla cittadinanza. Conosco tante persone, arrivate da fuori come me, che ci hanno messo ancora di più, che hanno dovuto fare ancora più sacrifici. Sono qui per chiedere al Pd, a Matteo, al governo, di far cambiare radicalmente tutto questo”.

Secondo Michel, il sistema di accoglienza in Italia “c’è, tra tanti problemi, ma funziona per
le braccia, non per le menti. La Bossi Fini non era adatta a questo scopo, che invece dovrebbe essere quello principale”. Per questo, insiste Michel, “la legge sullo ius soli è la prima, vera priorità: siamo di sinistra, e nella Costituzione è pieno di articoli che parlano delle persone, e dei diritti umani che sono di tutti. Applichiamola e facciamo questa legge, non lasciamo morire, non abbandoniamo migliaia e migliaia di persone”.

L'articolo Leopolda 8: testimonianza ex rifugiato,”Ius soli è massima urgenza” proviene da www.controradio.it.

Leopolda: Renzi, lanceremo 100 proposte

Leopolda: Renzi, lanceremo 100 proposte

“Bene ricordare che la Leopolda è una cosa, il Pd è un’altra”.

Alla Leopolda “daremo delle idee per il Governo, 100 proposte che daremo al Pd, perchè è bene ricordare che la Leopolda è una cosa, il Pd è un’altra”. Lo ha detto Matteo Renzi ai giornalisti sul treno che lo conduce in varie città della Toscana e che si concluderà proprio a Firenze alla stazione Leopolda.

La kermesse, ha spiegato Renzi, “sarà nel Leopolda style, chiederemo per cosa lottare”. Si iniziera’ oggi parlando delle fake news, commentando diverse di queste, ‘alcune divertenti ed altre inquietanti’.

Domani, ha proseguito, “ci sarà il primo match tra un giornalista e chi sostiene le tesi del governo”, vale a dire tra Fubini e Gutgeld. Dopo di che ci saranno i Tavoli da cui
dovranno uscire le 100 idee. Domenica la chiusura da parte di Renzi.

L'articolo Leopolda: Renzi, lanceremo 100 proposte proviene da www.controradio.it.

Rossi su Leopolda 8: no rancore ma rapporti sereni, in Toscana accordo tiene

Rossi su Leopolda 8: no rancore ma rapporti sereni, in Toscana accordo tiene

“Quando serenamente prendiamo atto di differenze, queste ci spingono verso approdi diversi. Non c’e’ nessun rancore, c’e’ semmai rispetto, ci puo’ e ci deve essere confronto”. Lo afferma il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, rispondendo ai giornalisti che gli chiedono se si sente di fare un ‘in bocca al lupo’ a chi partecipera’, oggi, alla kermesse renziana alla stazione Leopolda.

“La situazione in Regione e’ diversa- prosegue-, perche’ andiamo avanti sulla base
di un accordo programmatico che si tiene, e che e’ stato di recente anche riconfermato”.
A chi ricorda che l’anno scorso i partecipanti all’iniziativa gridarono ‘fuori, fuori’ all’indirizzo degli allora dissidenti del Partito democratico, Rossi ribatte: “Infatti, ci siamo
andati. A questo punto cosa si deve fare? Non ce lo possono piu’ dire- constata- se ci si separa, esperienza abbastanza comune, all’inizio possono esserci un po’ di problemi. Pero’, ci si guarda anche con una certa distanza, e perche’ no anche con un
po’ di simpatia. Non ci sono problemi, io sono perche’ i rapporti diventino sereni”. Il Pd, prosegue, “e’ il Pd, ha il suo programma, fa le sue iniziative. Noi siamo la sinistra- chiosaci
stiamo ricostruendo, poiche’ siamo convinti che il Paese abbia bisogno di una sinistra. Questo e’ il punto. I nostri programmi, in questa fase, sono diversi”.

“Io stamane sono andato davanti alle fabbriche ed insieme ad altri di Articolo Uno-Mdp a consegnare un volantino, che so essere stato apprezzato dai lavoratori, nel quale c’e’ scritto che noi abbiamo fatto un tentativo per ripristinare l’articolo 18. Toglierlo e’ stato un errore e io non c’ero in Parlamento”. Aggiunge Enrico Rossi, a margine di una conferenza stampa.
“Ripristinare l’articolo 18 e’ un modo per cominciare a ricostruire un sistema di diritti nel mondo del lavoro che adesso ha avuto davvero troppi colpi e ha fatto troppi passi indietro”.
Su questo c’e’ una diversita’ col Pd, ma “non per questo bisogna per forza considerarsi dei nemici, assolutamente”.

L'articolo Rossi su Leopolda 8: no rancore ma rapporti sereni, in Toscana accordo tiene proviene da www.controradio.it.

Leopolda, Renzi: “largo ai giovani nati nei ’90”

Leopolda, Renzi: “largo ai giovani nati nei ’90”

“Chiederò ai giovani che partecipano alla vita del Pd di condurre i lavori  della L8” comunica il segretario del Partito Democratico con una foto su Instagram

“Ai tanti ragazzi nati negli anni Novanta che partecipano alla vita del Pd chiederò di condurre i lavori della L8, la Leopolda della prossima settimana. Intanto qui discutiamo di autismo, diritti, iniziative sul territorio, big data”. Lo ha scritto il segretario del Pd, Matteo Renzi, pubblicando su Instagram una foto con i giovani militanti che ha incontrato sul treno di ‘Destinazione Italia’ partito stamani da Brescia e in arrivo a Milano, dopo una tappa a Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo.

“Discutiamo di politica, insomma – ha concluso Renzi -. Contro gli estremisti e i populisti, avanti. Ai nostri ragazzi chiedo idee concrete e valori, perché l’Italia ha bisogno di questo, non solo di Pil”.

L'articolo Leopolda, Renzi: “largo ai giovani nati nei ’90” proviene da www.controradio.it.