Arriva a Livorno l’ Utopic Art Festival

Arriva a Livorno l’ Utopic Art Festival

L’Utopic Art Festival: a Livorno, nella “Villa del Presidente”, dal 18 al 21 Aprile 2019. Di cosa si tratta?

 

Utopic Art Festival è un festival di “arte totale”, che nasce per promuovere e dare visibilità a nuove realtà artistiche dell’area toscana e in particolar modo di quella livornese.

Il festival sarà, promettono gli organizzatori – che sono per la maggior parte ragazzi giovani – un weekend di full immersion nelle arti visive, nella fotografia, musica, danza, moda, live perfomance. Perchè utopico? Perchè l’ispirazione è quella di “un mondo utopico dell’opera d’arte totale, una sinestesia come esperienza di incontro delle molteplici forme in cui un pensiero creativo prende fisicamente forma”.

L’ambizione è dunque quella di dar vita a Livorno alla prima edizione di un festival “incentrato sulla valorizzare dell’arte in tutte le sue forme e mille sfaccettature.”

Gli organizzatori sostengono che l’idea, anzi, proprio il bisogno, di dare vita a un evento del genere derivi dalla constatazione che ” la visione dell’arte a Livorno è una realtà purtroppo ancora utopica. Spesso viene osannato il patrimonio culturale ed artistico presente nella città, ma pochi eventi in merito ad esso vengono creati.”

“Dato poi che la città di Livorno è stata candidata come capitale della cultura italiana, sentiamo il dovere, come nuovi pionieri della realtà culturale ed artistica livornese, di creare un evento che renda grazia a noi giovani ed emergenti creativi, affiancati da professionisti del campo artistico, e che dia una nuova motivazione in più alla nostra città per la propria candidatura”.

Il bello è che sono riusciti a dare vita al festival senza sovvenzioni statali,  basandosi soltanto su donazioni raccolte grazie a un portale online. Dunque l’Utopic Art Festival  darà voce a una folla coloratissima e giovanissima di “creativi” vari. Circa 130. Il che non è poco.

Ci saranno fotografi, come Ascanio Da Rin e Selene Rela, in arte RawFilm_, che con il progetto Urbex raccontano di luoghi lasciati in totale stato di abbandono sul territorio toscano.

Ci sarà tutto un ricchissimo settore “Street, Arti figurative ed incisioni”. Con lavori di molti writers, street artists, incisori, disegnatori, tra i quali Alessia Pinzauti e Mozzart, oltre a moltissimi altri.

Ci sarà anche un settore Moda, con creazioni di giovani emergenti come DAWID (Davide Razzauti)

e con l’haute couture di Noèll Maggini;

E ci saranno infine molte performances, istallazioni, e tanta musica: dallo hip hop livornese delle Vandel Supersonica e Gi Punto a quello fiorentino di Atox, dall’hard rock metal degli Hot Cherry Band al trio di dj producers ThreeMinds.

Utopia? Vedremo. Intanto, questa è davvero una proposta vitale ed interessante, e anche una maniera diversa di passare le vacanze di Pasqua. Succede a Livorno, grazie all’Utopic Art Festival. In bocca al lupo ragazzi!

Tutte le info pratiche e il programma degli eventi qui.

In ordine di apparizioni le immagini sono di: Mozzart, Antica Bottega De’ Balzaro,Ninjart, Indiara & Shawn, RawFilm_, Pinzauti, Dawid, Noell Maggini, Vandel & Gi Punto.

________________________________________________________________________

 

 

L'articolo Arriva a Livorno l’ Utopic Art Festival proviene da www.controradio.it.

Livorno, ‘Oltre l’Inceneritore’, Sorgente: “Mia posizione chiara: sì a economia circolare”

Livorno, ‘Oltre l’Inceneritore’, Sorgente: “Mia posizione chiara: sì a economia circolare”

“Il comitato “Oltre l’inceneritore” ha proposto al Comune un Referendum propositivo per la costruzione di nuovi impianti di gestione e trattamento dei rifiuti come possibile alternativa all’incenerimento. La trovo un’ottima notizia della quale sono contenta per almeno due motivi” così Stella Sorgente, vicesindaca di Livorno e candidata a sindaco per le prossime amministrative, in un post facebook.

“Il primo è di metodo – sottolinea Sorgente -. Grazie ai nuovi poteri di democrazia diretta introdotti nello Statuto del Comune di Livorno durante il nostro mandato, i cittadini hanno potuto presentare un referendum propositivo e il risultato di questo referendum vincolerà l’amministrazione a riguardo. Ricordiamo tutti cosa fu il referendum sull’Ospedale del 2013 e oggi una beffa di quel tipo, grazie alla nostra amministrazione, non potrebbe ripetersi”.
“Il secondo motivo per cui sono contenta di questo referendum è nel merito del quesito. Con molta chiarezza il Comitato Promotore indica proprio nella conversione all’economia circolare la strada per superare gli inceneritori. Questa è esattamente la mia posizione a riguardo: il nostro è un sì all’economia circolare, sì agli impianti di trattamento dei rifiuti, sì ai posti di lavoro in più e ad un miglioramento fondamentale dell’ambiente nei quartieri nord cittadini” puntualizza la candidata sindaca di Livorno.
“Per fare tutto questo dobbiamo trovare risorse – il solo impianto di trattamento meccanico biologico costa 15 milioni di euro – ma insieme ad alcuni esperti del settore che sono già nella nostra squadra sappiamo bene dove e come reperirle – sottolinea Stella Sorgente – e una parte importante viene proprio dalla valorizzazione dei rifiuti: con la creazione di nuove attività di trattamento dei rifiuti li trasformiamo in risorse, cosa che l’incenerimento non permette”.
“Questo referendum apre una fase di dibattito importante, sul quale sarà interessante misurare la posizione degli altri candidati – conclude la candidata sindaca di Livorno -. Per parte mia io ho già le idee molto chiare: sì all’economia circolare, no ad un modello di gestione dei rifiuti livornesi che include l’inceneritore”.

L'articolo Livorno, ‘Oltre l’Inceneritore’, Sorgente: “Mia posizione chiara: sì a economia circolare” proviene da www.controradio.it.

Morosini: Cassazione annulla sentenza Apello, nuovo processo

Morosini: Cassazione annulla sentenza Apello, nuovo processo

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza della Corte d’Appello dell’Aquila del febbraio 2018 nella quale erano state confermate le condanne ai medici Manlio Porcellini (Livorno), Ernesto Sabatini (Pescara) e Vito Molfese (118) per la morte del calciatore del Livorno Piermario Morosini deceduto durante Pescara-Livorno nel 2012.

I tre medici erano stati condannati a otto mesi i primi due e un anno il terzo, sulla morte del calciatore del Livorno Piermario Morosini. La Corte ha disposto un nuovo processo preso la Corte d’Appello di Perugia. Gli avvocati Girardi e Rondanina da Livorno hanno fatto sapere che al momento non sono disponibili le motivazioni della sentenza, ma che l’opposizione dei legali dei tre medici, tra i quali anche l’avvocato Alberto Lorenzi di Pescara che segue il dottor Molfese, era stata ampia e verteva sull’intero complesso della sentenza aquilana.
Tra queste soprattutto la responsabilità dei medici sull’uso del defibrillatore, il cui uso secondo una perizia avrebbe forse potuto dare qualche chance in più di vita al giocatore del Livorno.

L'articolo Morosini: Cassazione annulla sentenza Apello, nuovo processo proviene da www.controradio.it.

Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane

Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane

Livorno, i Vigili del Fuoco del Comando cittadino, distaccamento di Cecina, sono intervenuti presso il casello autostradale di Rosignano Marittimo, a seguito di un grave incidente stradale in cui hanno perso la vita un uomo ed il suo cane.

Per ragioni ancora tutte da chiarire, un uomo si è schiantato violentemente, con la sua autovettura, contro lo spartitraffico, posto tra due postazioni di riscossione pedaggio, del casello autostradale della A12 di Rosignano, nell’urto sono morti sul colpo sia il conducente, sia un cane di piccola taglia che era a bordo del veicolo.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 con il medico a bordo, che però non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. Sul posto anche la polizia stradale.

L'articolo Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane proviene da www.controradio.it.

Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane

Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane

Livorno, i Vigili del Fuoco del Comando cittadino, distaccamento di Cecina, sono intervenuti presso il casello autostradale di Rosignano Marittimo, a seguito di un grave incidente stradale in cui hanno perso la vita un uomo ed il suo cane.

Per ragioni ancora tutte da chiarire, un uomo si è schiantato violentemente, con la sua autovettura, contro lo spartitraffico, posto tra due postazioni di riscossione pedaggio, del casello autostradale della A12 di Rosignano, nell’urto sono morti sul colpo sia il conducente, sia un cane di piccola taglia che era a bordo del veicolo.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 con il medico a bordo, che però non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. Sul posto anche la polizia stradale.

L'articolo Schianto contro spartitraffico casello, morti un uomo ed il suo cane proviene da www.controradio.it.