VII posto per Enrico Rossi in Governance Poll 2019

VII posto per Enrico Rossi in Governance Poll 2019

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, è al settimo posto del Governance Poll 2019, la classifica sul gradimento degli amministratori stilata dall’Istituto demoscopico Noto Sondaggi per Il Sole 24 Ore e pubblicata oggi dal quotidiano economico.

Il primo in classifica è invece Luca Zaia, presidente del Veneto. Zaia realizza infatti il 62%, con un incremento dell’11,9% rispetto al giorno delle elezioni e raggiunge livelli inaccessibili per gli altri presidenti di regione.

Al secondo e terzo posto altri due governatori della Lega: il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga medaglia d’argento con il 51,1%, e medaglia di bronzo al lombardo Attilio Fontana (49,2%).

Per Zaia non è la prima volta che è incoronato dal Governance Poll come il Presidente con il maggiore consenso.

Fuori dal podio ancora altri due esponenti del centrodestra neo eletti nel corso dell’ultimo mese. Si tratta di Marsilio (48%) presidente della regione Abruzzo e Solinas, (47,8%) della Sardegna.

Il primo presidente di centrosinistra è Stefano Bonaccini, della Emilia-Romagna, con il 44,2%, anche se cala del 4,8% rispetto alla sua elezione; segue Enrico Rossi della Toscana che si stabilizza al 42,6% (-5,4%).

Il presidente della Liguria Toti si piazza ottavo, subito dopo con il 39,2% (+4,8%), seguito immediatamente dal governatore del Lazio Zingaretti che conquista il 38,8% ma con un incremento del 5,9%. Sono solo tre i Presidenti che aumentano consenso: Zaia, Toti e Zingaretti.

Il sondaggio è stato effettuato su 16 Regioni durante il mese di marzo 2019, quindi ad esclusione del Trentino e Valle d’Aosta in quanto non c’è l’elezione diretta, della Basilicata che ha votato solo 15 giorni addietro e del Piemonte che è chiamato alle urne il prossimo 26 Maggio.

“Il Governance Poll del 2019 – commenta il direttore Antonio Noto, autore della ricerca – rispecchia anche quelle che sono le tendenze a livello nazionale in vista delle elezioni europee. Infatti il dato politico è che per la prima volta i 5 presidenti in cima alla classifica sono tutti appartenenti ad una unica coalizione il centrodestra. E’ da notare – conclude Noto – che al momento nessuno dei presidenti in carica appartiene al M5S”.

L'articolo VII posto per Enrico Rossi in Governance Poll 2019 proviene da www.controradio.it.

Atto vandalico contro gazebo Lega Firenze

Atto vandalico contro gazebo Lega Firenze

Atto vandalico contro un gazebo della Lega oggi a Firenze, in via Masaccio, dove alcuni militanti stavano distribuendo volantini. E’ quanto denuncia il Carroccio fiorentino in una nota.

“Tre estremisti- si legge nella nota, hanno aggredito i militanti della Lega di Firenze, mettendo sottosopra un gazebo e gettando in strada il materiale che stavano democraticamente distribuendo alle persone. Il peggio si è evitato solo grazie al rapido intervento degli agenti della Digos che hanno fermato l’atto vandalico, identificando gli
aggressori”.Di “fatto gravissimo” parla il segretario provinciale del partito Alessandro Scipione che sottolinea “la profonda insicurezza che c’è nella città di Firenze, e il fatto
come sia l’estrema sinistra quella realmente intollerante ed antidemocratica. E’ la seconda aggressione che avviene in meno di un anno nei confronti di un nostro gazebo a Firenze. Un episodio triste per la democrazia fiorentina, soprattutto perché mai le istituzioni cittadine hanno espresso la loro solidarietà ai nostri militanti vittime di violenza”. Critici sull’accaduto anche il segretario del Carroccio toscano, e senatore, Manuel
Vescovi, il sottosegretario agli Affari esteri Guglielmo Picchi, e il consigliere regionale Jacopo Alberti.

“Esprimo la più ferma condanna ai vili aggressori di Firenze e la mia solidarietà ai militanti
della Lega. Quando gesti come questi, degni della prepotenza squadristica di vecchia memoria, prevalgono sul diritto alla libera espressione del pensiero e alla manifestazione pubblica delle convinzioni politiche, significa che la democrazia è in
pericolo”. Sono le parole del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.

“Piena e incondizionata solidarietà alla Lega”. E’ quanto esprime il coordinatore di Forza Italia Firenze, e vice presidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella.
“Purtroppo in questa città albergano ancora sentimenti antidemocratici – sottolinea Stella in una nota – e in alcuni settori della società e della politica fiorentine resta ancora l’idea per cui aggredire l”avversario politico è in qualche modo giustificabile”. Per l’esponente azzurro, “ogni discorso è inutile finché permarrà questa mentalità antidemocratica e profondamente incivile. Agli amici della Lega la vicinanza mia personale e di tutto il coordinamento fiorentino di Forza Italia”.

“Gesti come questi sono da condannare. Sempre e contro chiunque siano portati avanti. Gli autori del gesto non devono avere nessuna legittimità e sono estranei alla cultura democratica”.

E’ con queste parole che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha voluto esprimere la sua solidarietà alle vittime dell’aggressione avvenuta questa mattina a Firenze ad un gazebo allestito dalla Lega e ai militanti che distribuivano materiale informativo.

“In politica, come nella vita, l’importante è il rispetto degli altri. Piena solidarietà alle
vittime dell’aggressione. Siamo contro ogni violenza, sempre”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella interviene su quanto accaduto oggi al gazebo allestito a Firenze, condannando “l’aggressione al gazebo della Lega”.

L'articolo Atto vandalico contro gazebo Lega Firenze proviene da www.controradio.it.