Siena, sindaco: ‘Azione contro ex vertici Mps, nessuna contro i nuovi’

Siena, sindaco: ‘Azione contro ex vertici Mps, nessuna contro i nuovi’

Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi: “Distinguere responsabilità, apertura di credito a nuovo cda”.

Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, è favorevole all’azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici, Fabrizio Viola e Alessandro Profumo, mentre è contrario ad un’analoga iniziativa nei confronti dell’attuale vertice. “Sono a favore di un’azione di responsabilità nei confronti della vecchia governance perché non è difficile gestire una banca facendo aumenti di capitale a ripetizione che non si capisce bene a cosa siano serviti”. Ma la “nuova governance” dell’attuale cda “va guardata per quello che sta facendo” ed è necessario che “ognuno si assuma le responsabilità che gli competono”.

“Questi signori , ha detto intervenendo per la prima volta all’assemblea di Mps – li valuteremo alla fine del loro mandato, valutando i bilanci, ma non con uno sguardo rivolto al passato. Non possiamo legare due gestioni diverse, ogni governance risponde del proprio operato”. “Bisogna iniziare a distinguere le responsabilità dei cda precedenti da quelli attuali e questo non significa né indulgenza né connivenza con l’attuale cda”. “Non dico che si veda la luce in fondo al tunnel ma una piccola fiammella c’è. Ecco, allora un’apertura di credito la dobbiamo fare, moderata, da senesi, sempre molti critici e sempre molto attenti”.

“Il 2018 ha dato un bilancio in un certo modo, valuterete voi se buono o cattivo, io ho visto un segno più” ha detto De Mossi, riconoscendo che “il 2019 non sarà così”. A questo cda “se davvero vuole segnare un segno di discontinuità” il sindaco “chiede la permanenza della direzione generale a Siena, il mantenimento degli attuali livelli occupazionali, perché un conto è ristrutturare la banca per il futuro sapendo già quanti posti perderemo, un conto è tutelare quelli che già ci lavorano, che è un altro profilo necessario”. “Ancora” occorre preservare “il legame con il territorio che è fondamentale con la banca”. “Il legame con il territorio non potrà essere più solo un legame di sportello ma sulla sostenibilità, la solidarietà, l’arte e la cultura. In questo chiedo al cda di aprirsi con la città, di essere presente, di vivere la città anche in un altro modo”.

“Bisogna riconvertire questa città ma la banca deve fare il suo ruolo, utilizzare la sostenibilità, le proprie risorse per accompagnare questa città in altre professionalità senza rinunciare a quelle necessarie per il settore bancario”.

Intanto Mps corre a Piazza Affari. Il titolo è ‘congelato’ per eccesso di rialzo in asta di volatilità con un rialzo teorico del 5%.

L'articolo Siena, sindaco: ‘Azione contro ex vertici Mps, nessuna contro i nuovi’ proviene da www.controradio.it.

Siena: lavori utili fuori dal carcere per i detenuti

Siena: lavori utili fuori dal carcere per i detenuti

Pronto l’accordo tra il Comune di Siena e il ministero di Giustizia per permettere a detenuti con specifiche caratteristiche di svolgere lavori di pubblica utilità

I detenuti della casa circondariale di Siena potranno svolgere attività lavorative fuori dal carcere per la protezione ambientale e il recupero del decoro di aree verdi e spazi pubblici, ma anche per alcune attività relative alla raccolta dei rifiuti e per la protezione civile compreso il piano neve.

Lo prevede la bozza di convenzione tra il Comune di Siena e il ministero di Giustizia approvata dalla giunta comunale su proposta del sindaco Luigi De Mossi. Il programma, in fase sperimentale, prevede che i soggetti in stato di detenzione con specifiche caratteristiche possano scegliere anche lavori di pubblica utilità.

Alla base dell’accordo, il fatto che “il Comune di Siena intende svolgere un ruolo attivo e di supporto per l’attuazione delle politiche volte al reinserimento dei detenuti”, per offrire “opportunità lavorative, gratuite, per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità per i quali sussistano le condizioni per l’ammissione al lavoro all’esterno, alla semilibertà, ai permessi o licenze”, spiega la delibera.

L’accordo che verrà formalizzato dal Comune di Siena, dal ministero con il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (Dap) e con il Tribunale di Sorveglianza competente per territorio, avrà una durata triennale.

L'articolo Siena: lavori utili fuori dal carcere per i detenuti proviene da www.controradio.it.

Siena: domenica 9 manifestazione animalisti contro Palio

Siena: domenica 9 manifestazione animalisti contro Palio

Si terrà a Siena il 9 dicembre, con ritrovo in Piazza Amendola alle ore 12, la prima manifestazione nazionale degli animalisti con il Palio di Siena. Lo annuncia il Coordinamento Italia dei gruppi animalisti. Preoccupazione e distanza da parte della giunta comunale.

“Più che il Palio di Siena, si potrebbe definire il ‘macello di Siena’ – sottolineano gli animalisti in  -, visto che dal 1970 ad oggi oltre 50 cavalli sono morti tra atroci sofferenze. Le tradizioni, fondamentali e importanti ponti con il passato, non sempre sono positive, ed è giusto abbandonare quelle fondate su presupposti sbagliati; in Italia i palii e le sagre sono sinonimo di sofferenza per le più disparate specie animali. Uno degli esempi più tristemente noti è appunto il Palio di Siena”.

“Noi non protestiamo contro la città di Siena, né contro i senesi – aggiungono -. Noi non chiediamo l’eliminazione del Palio di Siena, ma, per esempio, la sostituzione della competizione con i cavalli con gare sportive con partecipanti umani”.

“Siena è il fulgido esempio di una comunità che esalta le proprie differenze ma si riunisce intorno ai valori della solidarietà e del rispetto, della concordia. Tutti quelli che vogliono giudicarci senza conoscerci si rassegnino: sono solo parole che si perdono nel vento”. Luigi De Mossi, sindaco di Siena, interviene così sulla manifestazione animalista in programma nella città del Palio per domenica 9 dicembre.

“Non deve sfuggire il significato di ciò che sta succedendo in questi giorni attorno alla nostra città e ai nostri valori che poi sono quelli identitari. E’ l’eterna dialettica tra il distruggere e il costruire, accettando le differenze e i difetti degli altri. Conoscendoci e riconoscendoci”, ha detto il primo cittadino che oggi ha incassato anche la solidarietà del ministro dell’interno Matteo Salvini che fu ospiti nella ‘carriera’ dello scorso 2 luglio.

Rivolto agli animalisti De Mossi ha concluso: “c’è invece in questo secolo più che breve, chi accusa, sancisce e giudica senza sapere, peggio, senza voler sapere, rincorrendo solo la divinità della comunicazione per apparire il solito quarto d’ora e poi sparire per sempre”.

Per l’assessore alla sicurezza del Comune di Siena, Francesco Michelotti “c’erano i presupposti per vietare la manifestazione; visti i toni bellicosi che sta prendendo sui social. Piazza Amendola è prossima a negozi e abitazioni e i toni assunti dai manifestanti sono tutt’altro che concilianti: mi preoccupo inoltre per l’incolumità degli appartenenti alle forze dell’ordine.”

Infine, l’assessore, lancia un appello, “a tutti i senesi e contradaioli a non cadere in alcuna provocazione e a far regnare l’indifferenza come miglior antidoto alle ridicole contestazioni di domenica prossima”.

“Il Palio è un pezzo dell’identità, della storia e della cultura di Siena. Una manifestazione conosciuta in tutto il mondo e che non deve essere messa in discussione. Giusto adoperarsi sempre più per la sicurezza della corsa, ma chiederne la soppressione è un atteggiamento miope”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

 

L'articolo Siena: domenica 9 manifestazione animalisti contro Palio proviene da www.controradio.it.

Distacco parti intonaco dal ponte di Ravacciano

Distacco parti intonaco dal ponte di Ravacciano

Siena, parti di intonaco e cemento si sono distaccate oggi dal ponte di Ravacciano a Siena, sul posto, insieme ai vigili del Fuoco e alla polizia municipale per svolgere le verifiche del caso, è intervenuto anche il sindaco di Siena Luigi De Mossi.

A seguito della caduta di alcune parti di intonaco e di cemento del ponte di Ravacciano, per far defluire il traffico sul ponte è stato istituito un senso unico alternato di marcia con l’uso di due semafori.

Il Comune, spiega una nota, consiglia ai cittadini di utilizzare via Maitani come uscita dal quartiere.

Sul posto sono in corso le verifiche da parte dell’ufficio tecnico comunale, e da domani mattina, per la durata necessaria, verrà chiusa via Simone Martini in entrambi i sensi di marcia per consentire le verifiche strutturali del ponte.

Il sindaco, spiega una nota, ha subito avvertito l’ufficio tecnico del Comune per effettuare tempestivamente le verifiche sulla stabilità della struttura. Verifiche in corso anche sulla percorribilità del ponte e della sottostante via Simone Martini.

L'articolo Distacco parti intonaco dal ponte di Ravacciano proviene da www.controradio.it.

Palio Siena: ok contrade per carriera dedicata a Grande Guerra

Palio Siena: ok contrade per carriera dedicata a Grande Guerra

Dieci favorevoli e sette contrarie: manca ancora l’ufficialità del Magistrato delle contrade ma le assemblee di contrada del Palio di Siena hanno espresso così il loro indirizzo alla giunta comunale in merito alla disputa della carriera straordinaria dedicata al centenario della fine della prima Guerra mondiale proposto nelle scorse settimane da Assoarma.

”Stiamo attendendo l’ufficialità – ha detto il sindaco Luigi De Mossi – ma nel frattempo, abbiamo convocato una Giunta urgente alla quale parteciperà anche il presidente del Consiglio comunale Marco Falorni per gli adempimenti necessari previsti dal regolamento del Palio‘.

Tra le contrade che avrebbero espresso parere favorevole quelle di Istrice, Pantera, Nicchio, Leocorno, Aquila, Selva, Bruco, Tartuca, Civetta, Giraffa; contrarie Onda, Oca, Torre, Lupa, Drago, Montone e Chiocciola. Non appena arriverà l’ufficialità sarà convocato il Consiglio comunale che, comunque, avrà l’ultima parola sull’effettuazione del Palio e che comunicherà l’esito alle Contrade tramite il Magistrato.

Nel frattempo l’Amministrazione comunale si è comunque attivata per effettuare tutte le verifiche necessarie. “Verranno effettuati gli opportuni controlli di bilancio – ha spiegato il sindaco – oltre al riscontro tecnico relativo alla tempistica ed all’adattamento del tufo alle diverse condizioni climatiche che si avranno ad ottobre rispetto ai mesi di luglio e agosto”.

In base a tutte queste verifiche e valutazioni verranno poi indicate le eventuali date per la disputa del Palio straordinario. L’estrazione delle Contrade dovrà tenersi almeno 10 giorni prima della Carriera.

L'articolo Palio Siena: ok contrade per carriera dedicata a Grande Guerra proviene da www.controradio.it.