Coronavirus Toscana: tre ambulanze delle Misericordie trasformate in ‘Centri mobili di rianimazione’

Coronavirus Toscana:  tre ambulanze delle Misericordie  trasformate in ‘Centri mobili di rianimazione’

Tre ambulanze della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana sono state trasformate in ‘Centri mobili di rianimazione’ per malati di coronavirus grazie ad una serie di apparecchiature che sono state acquistate col contributo di Fondazione CR Firenze.

In ciascun mezzo è stato infatti allestito un letto mobile di rianimazione dotato di ventilatori polmonari, pompe ad infusione e defibrillatore, predisposto per il bio-contenimento ad alta intensità, come lo sono i letti di rianimazione presenti negli ospedali. Ciò consentirà di trasportare nella massima sicurezza i malati di coronavirus tra e verso i reparti di terapia intensiva della Toscana o da un pronto soccorso ad altri reparti. La prima ambulanza è già stata attrezzata e le altre due lo saranno entro pochi giorni e sono i primi mezzi di questo tipo presenti in Toscana.

“La generosità delle Misericordie – ha dichiarato il Presidente della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana Alberto Corsinovi – , congiunta all’altrettanto ammirevole generosità di Fondazione CR Firenze, ha permesso in tempi rapidissimi di aggiungere questo tassello mancante e importantissimo alla catena dell’assistenza ai malati di Covid in Toscana”.

 ”Abbiamo accolto immediatamente – ha detto il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – la richiesta che è pervenuta dalle Misericordie toscane, consapevoli dell’importanza assoluta di queste apparecchiature. E’ anche un primo risultato tangibile dell’efficacia della campagna di ascolto che abbiamo avviato con le realtà del Terzo Settore che operano sul territorio e che ci consente di rispondere in maniera puntuale alle varie urgenze che ci vengono presentate”.

L'articolo Coronavirus Toscana: tre ambulanze delle Misericordie trasformate in ‘Centri mobili di rianimazione’ proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: 3 milioni da Fondazione Cr Firenze per emergenza sanitaria

Coronavirus: 3 milioni da Fondazione Cr Firenze per emergenza sanitaria

Tre milioni e 200.000 euro per l’emergenza sanitaria del nostro territorio provocata dal Coronavirus. Lo ha deciso stamani il cda della Fondazione Cr Firenze riunito, in teleconferenza, dal presidente Luigi Salvadori.

In particolare è stato costituito un fondo di un milione e mezzo di euro da destinare prevalentemente al Terzo Settore, è stato deliberato lo stanziamento fino a un milione e 200 mila euro per l’acquisto fino a 40 respiratori per i reparti di terapia intensiva di strutture pubbliche del territorio e di altro materiale sanitario, ed è stato avviato e facilitato l’acquisto di mascherine di vario tipo per un importo di 500.000 euro.
Il cda di Cr Firenze ha anche ribadito l’ assoluta necessità che la Fondazione non sospenda l’attività erogativa e ha deciso di anticipare il 50% dei contributi ai progetti già approvati così da aiutare subito le urgenze più gravi.

“Vogliamo dare un segno concreto di attenzione e di vicinanza al territorio – ha spiegato Salvadori di Cr Firenze – in questo momento così drammatico per tutti. Vorremmo destinare lo stanziamento di due milioni di euro prevalentemente al Terzo Settore, mentre le destinazioni dei respiratori e delle mascherine saranno decise dalle autorità sanitarie in base alle situazioni di maggiore urgenza della Città metropolitana e delle province di Arezzo e Grosseto. Abbiamo anche deciso di anticipare subito il 50% dei contributi ai progetti che sono stati approvati per cercare di tamponare le urgenze più gravi. E’ evidente che vogliamo valutare con attenzione l’assegnazione delle risorse”, per “questo intendiamo avviare una campagna di ascolto e di confronto con quanti operano negli ambiti del disagio i cui consigli e suggerimenti saranno preziosi per poter prendere poi le nostre decisioni”.

“Nel frattempo – ha proseguito il presidente – sono in preparazione alcuni bandi, tra cui Faber, il Giardino delle imprese, Firenze restaura, Laboratori culturali, mentre è già stata aperta la seconda call di #Tuttomeritomio. La prossima settimana apriremo anche il bando da 750.000 euro per contributi all’ acquisto di ambulanze e mezzi per i trasporti sociali. Sono delle azioni concrete per guardare già al domani e costituiscono preziose risorse per i giovani e per la cittadinanza”.

“Siamo anche pronti – ha dichiarato ancora Salvadori – ad un successivo stanziamento facendo squadra con la nostra banca di riferimento, Intesa Sanpaolo, e con altre importanti Fondazioni di origine bancaria nazionali. Vogliamo dare un messaggio di speranza e di fiducia come sempre abbiamo fatto nel corso della nostra storia. Fondazione CR Firenze è da sempre in prima linea e vicina a chi ha necessità; è un punto fermo che accompagna, con la sua autorevolezza e con la solidità del suo patrimonio, le vicende spesso positive ed entusiasmanti e talvolta drammatiche, come sta avvenendo ora, della comunità della quale siamo fieri di essere ‘compagni di viaggio’. Per questo abbiamo voluto lasciare aperto il portone della nostra sede: un segnale chiaro per dimostrare che ‘la Fondazione non si ferma’ ma sta lavorando, pur nel rispetto delle indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per poter rispondere nella maniera più adeguata ed efficace, alle prossime emergenze che si presenteranno davanti a noi”

L'articolo Coronavirus: 3 milioni da Fondazione Cr Firenze per emergenza sanitaria proviene da www.controradio.it.

Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira

Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira

Domani alle ore 17 al Palazzo Incontri di Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel per la Pace Ellen Johnson Sirleaf chiamata “Le nuove frontiere dell’Africa nel nome di La Pira”. Introducono il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e il Presidente dell’EUI Renaud Dehousse.

Sicurezza, sviluppo sostenibile, educazione e le nuove frontiere dell’Africa nel nome di Giorgio la Pira è il tema della Lectio Magistralis che il Premio Nobel per la Pace 2011 ed ex Presidente della Liberia Ellen Johnson Sirleaf terrà venerdì 25 ottobre alle ore 17 a Palazzo Incontri a Firenze. L’iniziativa è promossa  dalla School of Transnational Governance (SGT) dell’Istituto Universitario Europeo (IUE) e dalla Fondazione CR Firenze.

Porteranno il loro saluto i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e dell’IUE Renaud Dehousse. La conferenza, coordinata dal Vice Direttore dell’Ansa Stefano Polli, è in lingua inglese ed è prevista la traduzione simultanea in italiano. Sul tema ‘L’eredità di La Pira nell’Europa di oggi’ nei giorni scorsi, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si è svolta una seduta straordinaria del Consiglio comunale di Firenze nel corso della quale il sindaco Dario Nardella ha consegnato le Chiavi della città al Presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

L’incontro si inserisce nelle periodiche occasioni di approfondimento di alto profilo che le due Istituzioni promuovono con lo scopo di favorire momenti di conoscenza e di approfondimento, sul tema dell’Europa, che hanno continui riflessi sulla nostra vita quotidiana.

“Riprendiamo con grande piacere questi incontri – dichiara il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – avviati da tempo con autorevoli relatori quali Salvatore Rossi, allora Direttore generale della Banca d’Italia, Josè Manuel Barroso, ex Presidente della Commissione europea, Ulrike Guerot, Responsabile del Dipartimento European Policy and the Study of Democracy alla Danube University Krems e Direttore di European Democracy, perché lo riteniamo un dovere civile. Crediamo infatti che una funzione civica di informazione e di confronto non deve mancare da parte di una Istituzione che non è solo al servizio del territorio, ma vuole anche stimolare una lettura critica della realtà in cui viviamo ogni giorno. Dedicare questa Lectio ad una grande personalità come La Pira significa ribadire come il dialogo tra i popoli è una delle condizioni indispensabili per coloro che dovranno disegnare le politiche pubbliche del nostro presente e del nostro futuro”.

“Siamo lieti – sottolinea Renaud Dehousse, Presidente dell’Istituto Universitario Europeo – di continuare la nostra proficua collaborazione con la Fondazione CR Firenze allargando l’orizzonte per guardare all’Africa, un continente che rappresenta una priorità strategica per l’EUI e l’Europa tutta. Siamo ancora più lieti di farlo nel ricordo di Giorgio La Pira, che con la sua lungimiranza è stato un pioniere del dialogo fra le sponde del Mediterraneo, promuovendo attivamente il ruolo dei paesi dell’Africa subsahariana”.

L'articolo Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira proviene da www.controradio.it.

Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni

Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni

Le dimissioni di Luigi Salvadori da presidente di Confindustria Firenze saranno esecutive dal 7 ottobre. A marzo 2020 ci saranno le nuove elezioni. Frabrizio Monsani sarà il reggente. Alla guida dei Giovani imprenditori dell’associazione invece ci sarà Andrea Mortini, Cfo di Consilium Italy.

Lo annuncia lo stesso Salvadori in una conferenza stampa. Le procedure per il rinnovo della presidenza verranno avviate a seguito dell’esito del referendum fra gli associati sul nuovo statuto, e del rinnovo della guida delle 19 categorie merceologiche dell’associazione. Nel frattempo Fabrizio Monsani, il vicepresidente anziano, sarà reggente. Confermata l’attuale squadra di presidenza.
“Spero che Confindustria Firenze possa esprimere un candidato unitario, e con il tipo di coesione e di concetto di squadra emerso al suo interno penso proprio che possa esprimerlo”, ha dichiarato Salvadori.
Salvadori dallo scorso luglio è presidente della Fondazione Cr Firenze. “Non esiste alcuna incompatibilità formale con la Fondazione, lo abbiamo verificata con Confindustria nazionale”, ha affermato lui stesso. E’ stato però riscontrato in sede di elezione un problema ti incompatibilità che “non è sostanziale ma politica”.

Cambia la dirigenza anche per Giovani imprenditori dell’associazione a seguito delle dimissioni di Caterina Sismondi “per motivi personali e professionali”. La guida sarà nelle mani di Andrea Mortini.

L'articolo Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni proviene da www.controradio.it.

A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan

A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan

Villa Bardini ricorda l’anniversario della morte della danzatrice Isadora Duncan e la chiusura della mostra a lei dedicata con due giornate ad ingresso gratuito. Porte aperte sabato 14 e sabato 21 settembre per consentire ai visitatori di ammirare la mostra allestita al terzo e al quarto piano della villa, e poi il giardino Bardini (la gratuità non comprende la visita al Giardino di Boboli).

L’esposizione “A passi di danza. Isadora Duncan e le arti figurative tra Ottocento e avanguardia”, precisa una nota, è la prima mostra in Italia dedicata a questa importante artista; è a cura di Maria Flora Giubilei e di Carlo Sisi in collaborazione con Rossella Campana, Eleonora Barbara Nomellini e Patrizia Veroli, ed è promossa da Fondazione Cr Firenze e da Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron con il patrocinio del Comune di Firenze.

Sono esposti 170 pezzi fra dipinti, sculture e documenti, fra i quali fotografie inedite, che ripercorrono il legame con l’Italia di colei che rivoluzionò le teorie accademiche della danza, per avviare una moderna e innovativa visione del corpo femminile, e del suo movimento, nello spazio, prendendo le mosse dall’influenza che ebbe nel contesto internazionale.

La mostra chiuderà domenica 22 settembre e, per l’occasione, sabato 21, alle ore 17, sarà replicata la performance ‘Vita’, una delle iniziative collaterali ispirate alla figura della danzatrice, all’interno del progetto ‘Atleta donna’, a cura del Centro Nazionale di produzione Virgilio Sieni/Accademica del gesto.

“Siamo lieti di poter offrire due nuove occasioni – affermano Luigi Salvadori e Jacopo Speranza, rispettivamente presidenti di Fondazione Cr Firenze e di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron – per celebrare la figura di Isadora Duncan. L’esposizione è stata un’occasione importante di dialogo con la città, e non solo, su temi sempre attuali che questa figura ha saputo evocare”.

L'articolo A Villa Bardini ingresso gratuito per ricordo Isadora Duncan proviene da www.controradio.it.