Happening! Alla Manifattura Tabacchi arriva il primo festival di arti performative

Dal 25 settembre al 4 ottobre installazioni, danza, performance, concerti e video coinvolgeranno attivamente il pubblico in un dialogo continuo con gli spazi dell’ex fabbrica

The post Happening! Alla Manifattura Tabacchi arriva il primo festival di arti performative appeared first on intoscana.

Happening! Alla Manifattura Tabacchi arriva il primo festival di arti performative

Dal 25 settembre al 4 ottobre installazioni, danza, performance, concerti e video coinvolgeranno attivamente il pubblico in un dialogo continuo con gli spazi dell’ex fabbrica

The post Happening! Alla Manifattura Tabacchi arriva il primo festival di arti performative appeared first on intoscana.

Happening! il primo festival di arti performative fino al 4 ottobre alla Manifattura Tabacchi

Happening! il primo festival di arti performative fino al 4 ottobre alla Manifattura Tabacchi

Da oggi, 25 settembre al 4 ottobre 2020 va in scena Happening! il festival ideato e a cura dell’artista multidisciplinare e regista Letizia Renzini, prodotto e realizzato da NAM – Not A Museum, la piattaforma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi.

 

NAM – Not A Museum fa della sperimentazione e dell’interdisciplinarità i suoi principi guida, con l’intenzione di costruire una comunità di artisti, maestranze, innovatori contemporanei, esperti di diversi settori capaci di raggiungere ogni tipologia di pubblico.

Se un museo è uno spazio per l’arte, NAM – Not A Museum è uno spazio per gli artisti, un luogo flessibile che li mette in condizione di esplorare diverse tipologie di collaborazioni e inventare nuove forme d’arte. In questo contesto Happening! rappresenta il primo evento-manifesto di NAM. La commistione tra diverse discipline artistiche, la forte specificità delle performance e delle installazioni rispetto agli spazi di Manifattura Tabacchi, la creazione di una comunità temporanea attraverso l’arte, l’interazione con l’ambiente naturale, si concentrano infatti all’interno di un unico accadimento, che rende lo spettatore parte del processo creativo nel suo svolgersi.

“Ho pensato a Happening! – dice Letizia Renzini – come a un festival che testimoniasse e indagasse quello che vedo come un dato di fatto nel campo della produzione artistica contemporanea: la multidisciplinarietà, gli smarginamenti tra i linguaggi artistici e tra le arti del tempo e dello spazio, e un rapporto innovativo con il passato, spesso usato come repertorio, o come vocabolario storico al quale riferirsi per creare qualcosa di nuovo: un’opera totale, inclusiva e aperta. Ho trovato in Manifattura Tabacchi e nel nuovo progetto dedicato all’arte NAM – Not A Museum la rappresentazione concettuale, architettonica e plastica di tutto questo, il contesto naturale per un evento osmotico che non divida il contenuto dal contenitore, ma che permetta accadimenti (Happening!) i cui protagonisti, sia indipendenti che istituzionali, sia interni che esterni a Manifattura, dialogano insieme come in una grande jam-session, con l’intenzione comune di promuovere un nuovo concetto di fare, produrre e fruire l’arte e le performing arts.”

Caratteristica principale di Happening! è la proposta sperimentale che vuole accogliere ogni tipologia di fruitore. Il programma di Happening! riunisce artisti e performer di rilievo internazionale, che interagiranno tra loro, e con alcune eccellenze fiorentine che hanno una dimensione internazionale: New Generation Festival, Tempo Reale, Scuola di Musica Di Fiesole, Fondazione Studio Marangoni per la fotografia, l’etichetta OOH-sounds di Michele Pardo Pauli, e i designer/artisti che compongono la comunità stabile creativa di Manifattura: Mòno, Canificio, Duccio Maria Gambi e Veronica Cornacchini, co-fondatrice di SuperDuper Hats.

Il programma e tutti gli appuntamenti di Happening! sono disponibili su: www.manifatturatabacchi.com/eventi/happening/

L'articolo Happening! il primo festival di arti performative fino al 4 ottobre alla Manifattura Tabacchi proviene da www.controradio.it.

Il cinema toscano in Manifattura Tabacchi

Il cinema toscano in Manifattura Tabacchi

Da Virzì ai Taviani fino a Pieraccioni e Benigni, talk e proiezioni per parlare del grande schermo nostrano. “Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano”, Manifattura Tabacchi, Fondazione Stensen e Accademia della Crusca

Incontri a ingresso gratuito e ogni sera un film diverso per (ri)vedere nuovi classici su grande schermo, insieme ai linguisti collaboratori dell’Accademia. Un’occasione per parlare di cinema ma anche per approfondire il toscano parlato.

Martedì 25 agosto

ore 19:30 – Talk! Il cinema di Leonardo Pieraccioni
• con Marco Biffi – docente di Linguistica italiana all’Università di Firenze, si è occupato di lessicografia e di lingua dei mezzi di comunicazione, collaboratore dell’Accademia della Crusca.
ore 21:15:
Il Ciclone di Leonardo Pieraccioni (Ita 1996, 95′)
Ci sono pochi film mitici come Il Ciclone. E insieme ad una serie di scene assolutamente Cult tutti si ricordano (o hanno sentito ripetere) i modi di dire e le battute dei protagonisti. La storia di Levante, Libero e Selvaggia che vivono in campagna insieme al padre Osvaldo, travolti da un ciclone di ballerine di flamenco…

Martedì 8 settembre
ore 19:30 – Talk! Tutto quello che avreste voluto sapere sulla lingua italiana e non avete mai osato chiedere
• con Maria Cristina Torchia – sociolinguista, redattrice del Vocabolario del fiorentino contemporaneo e del servizio di Consulenza linguistica dell’Accademia della Crusca.
ore 21:15
La pazza gioia di Paolo Virzì (Ita 2016, 118′)
Beatrice e Donatella sono due donne profondamente sofferenti. In cerca di sollievo dalla loro condizione e, perché no, di un qualche brandello di felicità, fuggono insieme dalla comunità terapeutica di cui sono ospiti, per provare a vivere da sole in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo dei sani. In balìa delle loro rispettive ossessioni, sperimentano il potere curativo di una relazione in cui riconoscere le fragilità dell’altra e prendersene cura consente di far pace con le proprie.

INFO Tutte le proiezioni avvengono nella Piazza dell’Orologio di Manifattura Tabacchi – Ingresso da Via delle Cascine 33 – Firenze

Talk! a ingresso libero Biglietto: 5,00 € (ridotto 4,00 € Circuito Firenze al Cinema)

L'articolo Il cinema toscano in Manifattura Tabacchi proviene da www.controradio.it.

Palazzo Strozzi, oltre 1.000 visitatori per Ferragosto

Palazzo Strozzi, oltre 1.000 visitatori per Ferragosto

?Firenze, oltre 1.000 visitatori durante il weekend di Ferragosto per Tomás Saraceno. Aria, grande mostra di Palazzo Strozzi, dedicata a uno dei più originali e visionari artisti contemporanei al mondo, la cui ricerca poliedrica e creativa unisce arte, scienze naturali e sociali.

L’esposizione di Palazzo Strozzi, aperta fino al 1° novembre, sarà regolarmente aperta per tutto il mese di agosto tutti i giorni dalle 14.00 alle 20.00, giovedì dalle 14.00 alle 23.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00.

È consigliata la prenotazione online del biglietto sul sito palazzostrozzi.org (su cui sono eliminati i costi di prevendita fino al 31 agosto) e si ricorda la possibilità di utilizzare direttamente e in forma gratuita sul proprio cellulare l’audioguida della mostra, arricchita da nuovi contenuti e dalla voce dello stesso Tomás Saraceno.

La mostra propone speciali visite per singoli visitatori tutte le domeniche alle ore 16.30 e visite per famiglie con bambini di età compresa tra 7 e 12 anni nei giorni di mercoledì 26 agosto, 2 settembre alle ore 16.30 (attività gratuite con biglietto di ingresso della mostra, prenotazione obbligatoria).

Prosegue inoltre la collaborazione tra Fondazione Palazzo Strozzi e Manifattura Tabacchi che, con la Aerocene Foundation, organizzano dall’11 al 13 settembre ARIA DAYS  tre giornate aperte al pubblico dedicate agli spettacolari voli delle cosiddette “sculture aerolari” di Tomás Saraceno e ad altre iniziative legate al mondo di Aerocene presso gli spazi della Manifattura Tabacchi di Firenze.

Le dimostrazioni di volo, che si sviluppano secondo una pratica sperimentale e collaborativa, insieme alla selezione di pubblicazioni, la proiezione di video documentari e l’esposizione dello starter kit di volo presso gli spazi di Manifattura Tabacchi dedicati alla mostra di Palazzo Strozzi, permetteranno al pubblico non solo di conoscere, ma anche di fare esperienza del mondo dell’Aerocene, comunità artistica interdisciplinare fondata dall’artista argentino, che sviluppa progetti di sensibilità ecologica per una nuova collaborazione etica con l’atmosfera e l’ambiente.

L’appuntamento si inserisce nell’ambito della mostra di Palazzo Strozzi Tomás Saraceno. Aria e del programma interdisciplinare di Manifattura Tabacchi NAM – Not A Museum, che declina la produzione artistica nella ricerca e studio di nuove modalità di interazione tra l’uomo e la natura attraverso la costruzione di una comunità temporanea e in continua evoluzione.

La mostra Tomás Saraceno. Aria è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e dallo Studio Tomás Saraceno. Con il sostegno di Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze e Fondazione CR Firenze. Con il supporto di Terna. In collaborazione con Manifattura Tabacchi e con la partecipazione di Istituto Europeo di Design (IED).

Gimmy Tranquillo ha intervistato il  Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, Arturo Galansino:

L'articolo Palazzo Strozzi, oltre 1.000 visitatori per Ferragosto proviene da www.controradio.it.