Scuola, Bussetti: “Linea dura contro bulli, bene presa distanza altri studenti a Pisa”

Scuola, Bussetti: “Linea dura contro bulli, bene presa distanza altri studenti a Pisa”

Quanto avvenuto nell’istituto alberghiero di Pisa durante l’occupazione degli studenti, con devastazioni e atti vandalici, “è gravissimo. Parliamo di veri e propri reati che come tali devono essere giudicati”. Lo dice il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti in un’intervista a Il Tirreno dove commenta quanto successo nella notte tra domenica e lunedì.

Nei confronti dei responsabili “va adottata una linea dura. Sono certo che ci saranno provvedimenti severi”, aggiunge il ministro che poi invita “a interrogarsi profondamente sulle implicazioni educative di questa vicenda”.

Bussetti è convinto che il dirigente scolastico, subito “supportato” perchè “nessuno, dirigente, studenti e docenti deve sentirsi in balia dei vandali”, saprà “agire nel migliore dei modi”. Il ministro, ricordando la proposta di legge sull’educazione civica, invita tutti a operare anche sul piano educativo dove, forse, qualcosa “non ha funzionato”, e l’intera comunità (famiglie comprese) a interrogarsi sul perchè un gruppo di violenti abbia scelto di danneggiare una scuola per avere visibilità”.

In tutta questa brutta storia c’è, secondo il ministro, un segnale “molto positivo” che arriva dalla “netta presa di distanza degli altri studenti”, conclude Bussetti ricordando che anche in passato ci sono stati gesti vandalici nelle scuole: “di nuovo c’è la visibilità che i vandali cercano, e ottengono, grazie all’amplificazione dei social media”.

L'articolo Scuola, Bussetti: “Linea dura contro bulli, bene presa distanza altri studenti a Pisa” proviene da www.controradio.it.

Firenze, arte: Carlo Sisi nominato presidente ‘Accademia Belle Arti’

Firenze, arte: Carlo Sisi nominato presidente ‘Accademia Belle Arti’

Carlo Sisi succede al professor Luciano Modica, il cui incarico, dopo un rinnovo e un’ulteriore proroga, era terminato definitivamente a settembre.

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti ha nominato il professor Carlo Sisi presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze. La nomina di Carlo Sisi a presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze è stata formalizzata nei giorni scorsi a Roma.

Sisi sarà presidente del Consiglio di amministrazione dell’Accademia di Belle Arti nonché suo rappresentante legale per tre anni. Come previsto dallo Statuto dell’Accademia il mandato di presidente viene attribuito su nomina diretta del ministro dell’Istruzione sulla base di una rosa di tre nomi fornita dal Consiglio Accademico e può essere rinnovato una sola volta.
Stimato storico dell’Arte, Carlo Sisi
è stato direttore della Galleria d’Arte Moderna e della Galleria del Costume di Palazzo Pitti di Firenze ove parallelamente alle attività di conservatore si è impegnato a promuovere, con mostre e altre iniziative, la conoscenza dell’arte dell’Ottocento e Novecento.

Delle stesse gallerie ha curato l’intero riallestimento con l’edizione del catalogo generale. È stato, sino al 2016, presidente del Museo Marino Marini e dal 2006 al 2016 consigliere d’amministrazione dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ora Fondazione CR Firenze. Ha curato l’allestimento della Galleria d’arte moderna di Palermo e il nuovo percorso della Collezione Chigi Saracini di Siena. È attualmente membro del Consiglio scientifico del Mart di Rovereto (Trento).

L'articolo Firenze, arte: Carlo Sisi nominato presidente ‘Accademia Belle Arti’ proviene da www.controradio.it.

Bussetti a Didacta: “Le risorse per il mondo della scuola ci saranno”

Bussetti a Didacta: “Le risorse per il mondo della scuola ci saranno”

“Vorrei rimettere ordine nel sistema di reclutamento: abbiamo bisogno di insegnanti giovani, insegnanti motivati, preparati e pronti ad affrontare nuove sfide educative”. Lo ha affermato Marco Bussetti, ministro dell’Istruzione, parlando con i giornalisti appena arrivato a Fiera Didacta, in corso a Firenze.

Le risorse ci saranno, ma “la manovra dobbiamo ancora farla, – ha aggiunto il ministro Busetti -adesso è stato fatto un decreto fiscale”. Bussetti si è  detto soddisfatto, “e tanto anche, perché l’attenzione, la considerazione verso il nostro mondo c’è ed è concreta”

Parlando del modo in cui il Miur intende ripartire, dopo la riforma della Buona scuola voluta dai governi di centrosinistra, Bussetti ha sottolineato che “quando si fa una legge che è impiantata su una riforma che non è ancora stata attuata completamente, diventa difficile poi sostenerla. La Buona scuola per noi rappresenta comunque una legge, e l’abbiamo già affrontata da questo punto di vista, che al proprio interno ha tutta una serie di elementi che stiamo modificando proprio in funzione del miglioramento delle nostre istituzioni”.

 

L'articolo Bussetti a Didacta: “Le risorse per il mondo della scuola ci saranno” proviene da www.controradio.it.

Isola d’Elba: apertura anno scolastico con Mattarella e Bussetti

Isola d’Elba: apertura anno scolastico con Mattarella e Bussetti

Una grande festa per dare ufficialmente il via al nuovo anno scolastico. Si terrà lunedì 17 settembre, nel cortile dell’Istituto Tecnico Commerciale per Geometri ‘G. Cerboni’ di Portoferraio, sull’Isola d’Elba, la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico “Tutti a Scuola”.

All’evento all’isola d’Elba , spiega in una nota il Miur, parteciperanno il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti. In platea quasi 1.000 studenti provenienti da tutta Italia, insieme a personalità del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo. La cerimonia sarà trasmessa in diretta su Rai Uno dalle ore 16.30 alle ore 18.40, circa. E sarà rilanciata attraverso i canali social del Ministero con l’hashtag #Tuttiascuola.

L'articolo Isola d’Elba: apertura anno scolastico con Mattarella e Bussetti proviene da www.controradio.it.

Toccafondi su vaccini e scuola: “La legge vale più di ogni circolare ministeriale”

Toccafondi su vaccini e scuola: “La legge vale più di ogni circolare ministeriale”

E’ duro il richiamo che Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino e già sottosegretario all’istruzione nei governi di centrosinistra, fa nei confronti del ministro Bussetti. “La salute dei bambini viene prima di tutto e quindi è ovvio che mi schiero dalla parte dei presidi che applicano una legge che difende il diritto fondamentale dei nostri figli a non rischiare la propria incolumità fisica per le stramberie antiscientifiche di qualche politicante. E mi aspetto che il ministro alla pubblica istruzione faccia altrettanto difendendo la legge e i Presidi”.

“E’ ovvio che i presidi che applicano la legge e non accolgono gli alunni privi di certificato di vaccinazione stanno solo compiendo il proprio dovere – spiega Toccafondi -. Chi invece sta disattendendo il compito affidatogli dalla Costituzione sono proprio il ministro alla salute e il suo collega all’istruzione perché con la loro circolare e con le autocertificazioni, si libera di fatto dall’obbligo di vaccinazione lasciando i presidi e direttori didattici di fronte ad una legge che dice una cosa e la loro circolare che ne dice un’altra”.

“E’ possibile – si domanda il deputato fiorentino – che chi svolge il proprio dovere a tutela della salute dei bambini debba essere messo in questa condizione proprio da coloro che invece dovrebbero per primi garantire e far garantire il rispetto del diritto e della legge?”.

“Per questo motivo – conclude Toccafondi – chiedo al ministro all’istruzione di fare chiarezza definitivamente e di pronunciare parole chiare e puntuali a difesa di dipendenti del Miur che rispettano la legge”.

L'articolo Toccafondi su vaccini e scuola: “La legge vale più di ogni circolare ministeriale” proviene da www.controradio.it.