Tirrenica esclusa da DL Semplificazioni

Tirrenica esclusa da DL Semplificazioni

E’ polemica in Toscana per l’esclusione dell’autostrada Tirrenica dall’elenco del Mit delle opere da sbloccare attraverso le figure commissariali previste dal Dl Semplificazioni.

“La tirrenica va finanziata e completata – sottolinea il deputato Pd Luca Sani -. Occorre prima di tutto intervenire a livello normativo per rimuovere gli ostacoli burocratici”, “al
tempo stesso vanno individuate le risorse, dopo anni di annunci oggi i fondi europei rappresentano una occasione irripetibile”.

Per Raffaella Paita (Iv), presidente della commissione trasporti della Camera, è “un fatto molto grave perché è un’opera vitale per migliorare la viabilità di Toscana e Lazio, che per questo aspettano da anni l’avvio dei cantieri”. Le fanno eco i consiglieri regionali Iv Stefano Scaramelli (vicepresidente del Consiglio della Toscana) e Maurizio Sguanci, che annunciano una mozione: “la Tirrenica deve essere tra le opere commissariate – sottolineano.

La Regione Toscana intervenga sul Governo”. Critici anche la parlamentare Fi Elisabetta Ripani e il coordinatore provinciale azzurro di Grosseto Sandro Marrini: “E’ stata la ‘priorità nazionale’ più gettonata e menzionata della campagna elettorale in Toscana per stendere il tappeto rosso ai candidati del centrosinistra e gonfiare il consenso – sottolineano -, per poi scomparire dai radar una volta vinte le elezioni regionali.

Il governatore Giani si è perso per strada una battaglia di vitale importanza per la Maremma”. L’europarlamentare della Lega Susanna Ceccardi parla di “ennesima beffa del Pd e del Governo Conte. Ancora una volta la Toscana e la costa mancano l’appuntamento con una importante opera per lo sviluppo del territorio e del tessuto produttivo e turistico di tutta la regione”.

Il portavoce dell’opposizione nell’Assemblea toscana Marco Landi (Lega), annuncia una mozione e sottolinea che “il timore, manifestato sin da subito dal segretario della Lega Matteo Salvini, che il decreto Semplificazioni fosse un libro con un bel titolo ma senza pagine si è dimostrato fondato”.

L'articolo Tirrenica esclusa da DL Semplificazioni proviene da www.controradio.it.

Moda: Cna Federmoda, fatturato fino a -60% causa Covid

Moda: Cna Federmoda, fatturato fino a -60% causa Covid

Negative stime per stagione Primavera-estate 2021, anche -70%

Un calo di fatturato del 2020 dal 35% al 60% e dal 50% al 70% sulla stagione primavera-estate 2021. Sono le stime nazionali di Cna Federmoda per il settore della moda, a causa delle ripercussioni economiche della pandemia. Il presidente nazionale Cna Federmoda, il fiorentino Marco Landi, insieme al responsabile nazionale Antonio Franceschini, spiega una nota, hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e a gran parte dei ministri, nella quale illustrano la situazione del settore, proponendo una serie di misure e chiedendo un momento di confronto dedicato al settore.


“Stiamo parlando di quattro stagioni, che significano due anni di investimenti senza ritorno – sottolinea Landi -. Le varie misure fin qui introdotte per supportare i diversi settori produttivi non hanno dedicato la dovuta attenzione a questo comparto”. Per Landi, “è necessario adottare fin da subito una strategia della resistenza per preservare il settore, garantendo una moratoria finanziaria e contributiva per 18 mesi a partire da gennaio 2021, e l’adozione degli ammortizzatori sociali per tutto il prossimo anno”. Inoltre, è “importantissima l’introduzione di un’agevolazione fiscale sull’acquisto di prodotti Made in Italy”.


Cna Federmoda chiede anche un intervento a livello locale per quanto riguarda il territorio di Firenze e della Toscana, per i quali la moda rappresenta un comparto economico strategico. Sono 6.195 le imprese attive del tessile, abbigliamento e calzature nella città metropolitana di Firenze, 17.620 in Toscana, per il 61% artigiane: l’1,5% in meno di un anno fa. A settembre, spiega ancora l’associazione di categoria, è stato registrato un crollo di nuove imprese del settore in Toscana: il 36% in meno rispetto al 2019. A Firenze, invece, se l’abbigliamento resiste, crollano le nuove imprese di tessile (-40% rispetto ad un anno fa) e pelletteria (-26%).

L'articolo Moda: Cna Federmoda, fatturato fino a -60% causa Covid proviene da www.controradio.it.