Arezzo Calcio: procuratore federale deferisce società 

Arezzo Calcio: procuratore federale deferisce società 

La società toscana, considerando che potrebbe essere applicata la recidiva, rischia un altro -6 in classifica; già erano stati tolti 6 punti per i ritardi nel pagamento degli stipendi di dicembre.

Nuova penalizzazione in arrivo per l’Arezzo, la società amaranto impegnata nel girone A della serie C attualmente in esercizio provvisorio dopo il fallimento dichiarato dal tribunale di Arezzo il 15 marzo scorso. Secondo quanto riportato da un comunicato stampa pubblicato sul sito della Federazione italiana gioco calcio, il Procuratore generale ha deferito l’Arezzo a titolo di responsabilità propria e a titolo di responsabilità diretta per il comportamento posto in essere dall’allora presidente del consiglio di amministrazione e legale rappresentante pro-tempore della società Marco Matteoni.

Il deferimento, che non è una sorpresa, riguarda il mancato pagamento di stipendi e contributi entro il termine del 16 febbraio. L’Arezzo, considerando che potrebbe essere applicata la recidiva, rischia quindi un altro -6 in classifica. Il verdetto è atteso per la fine di aprile. Per quanto riguarda invece la penalizzazione di 6 punti inflitta dal tribunale federale nazionale in relazione al ritardo nei pagamenti di dicembre, la società ha presentato ricorso. La sentenza della corte d’appello dovrebbe arrivare nel giro di dieci giorni.

L'articolo Arezzo Calcio: procuratore federale deferisce società  proviene da www.controradio.it.