Al Cinema La Compagnia di Firenze va in scena “CineMaria”, omaggio alla settima arte

Al Cinema La Compagnia di Firenze va in scena “CineMaria”, omaggio alla settima arte

Una collaborazione fra Teatro del Sale e Fondazione Sistema Toscana porterà in scena lo spettacolo diretto ed interpretato da Maria Cassi, il 18,19 e 20 Aprile.

Da sempre il cinema è profondamente debitore nelle storie e nelle forme della narrazione al teatro. Nella teatralità prorompente di Maria Cassi i capolavori della cinematografia diventano luogo di fantasia sfrenata in cui sogno e realtà, desiderio e curiosità si confondono per ridere insieme poeticamente e a crepapelle. Così, i grandi protagonisti del cinema che ricordiamo di aver spesso contemplato in solitudine in una sala buia, prendono vita nel mondo comico e lirico di Maria Cassi.

“Sarà uno spettacolo che coniuga comicità e liricità – assicura Cassi -. Il cinema pilastro nella formazione culturale delle peronse e rappresentazione da sempre debitrice nelle storie e nelle forme della narrazione al teatro, sarà raccontato in modo irriverente e fantasioso, attraverso un viaggio in alcuni dei suoi personaggi più noti, da Mary Poppins a Fred Astaire, da Top Gun ai replicanti di BLade Runner. Un carosello che farebbe sussultare i fratelli Lumière, grazie all’astrazione realizzata da un collage che racconta in modo autentyico le emozioni che il cenama sa suscitare nello spettatore”.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le voci della regista Maria Cassi e di Jacopo Di Passio, presidente della Fondazione Sistema Toscana:

L'articolo Al Cinema La Compagnia di Firenze va in scena “CineMaria”, omaggio alla settima arte proviene da www.controradio.it.

“Festival Multiscena”: ospiti Maria Cassi, Paolo Rossi e Ginevra di Marco

“Festival Multiscena”: ospiti Maria Cassi, Paolo Rossi e Ginevra di Marco

Il Festival Multiscena si svolgerà tra Spicchio, Vitolini e Vinci. Dal 29 al 31 luglio, con ingresso gratuito, a partire dalle ore 22.

Giunto alla sua XXII edizione, il Festival Multiscena 2017 è un evento promosso e sostenuto da Comune di Vinci e Regione Toscana e curato dalla compagnia teatrale Giallo Mare Minimal Teatro, nell’ambito del progetto di Residenza interprovinciale. In programma tre serate disseminate nelle frazioni di Vinci.

Si comincia sabato 29 luglio con l’attrice fiorentina Maria Cassi in Mamma mia, in piazza della Chiesa a Vitolini.

Segue domenica 30 nel parco dei Mille di Spicchio l’attore comico Paolo Rossi con L’improvvisatore, una performance tra un’autobiografia teatrale non autorizzata e un quasi manuale sulla professione del comico.

Lunedì 31 luglio finale canoro con Ginevra di Marco che, in piazza del Castello a Vinci, sarà interprete di un emozionante concerto La rubia canta la negra – Ginevra canta Mercedes Sosa, un sentito omaggio alla cantante argentina.

Per informazioni contattare Giallo Mare Minimal Teatro allo 057181629/83758, www.giallomare.it, e mail info@giallomare.it; Comune di Vinci Ufficio Cultura/Museo Leonardiano 0571/933244 e Ufficio Turistico 0571/568012.

 

 

 

L'articolo “Festival Multiscena”: ospiti Maria Cassi, Paolo Rossi e Ginevra di Marco proviene da www.controradio.it.

Concerto di Carnevale ORT

Concerto di Carnevale ORT. Ecco il nuovo concerto-spettacolo che l’attrice Maria Cassi ha pensato per l’Orchestra della Toscana e che sotto le festività di Carnevale toccherà diverse località toscane. Mertadì 4 marzo ore 21 sarà di scena al Teatro Verdi. Si tratta di un one-woman show che prosegue nella tradizione di collaborazioni tra ORT e attori toscani, dopo Paolo Poli, Bustric, Alessandro Benvenuti. Le musiche e l’ispirazione di questa gioiosa performance spaziano tra autori e generi molto diversi uniti dall’inconfondibile stile dell’autrice e interprete.

il Carnevale dell'ORTCONCERTO di CARNEVALE
Maria Cassi attrice
Sergio Alapont direttore
regia Leonardo Cantelli
musiche di MENDELSSOHN, MOZART, ROSSINI, BIZET, BEETHOVEN, BERNSTEIN, J.STRAUSS
Con My life with men and other animals Maria Cassi ha fatto divertire e commuovere Europa e America. Le espressioni grottesche che può assumere la sua faccia di pongo e l’emozione struggente che suscitano certi suoi racconti non si scordano facilmente. Come i grandi comici (Chaplin, Jacques Tati, Benigni), anche lei nei suoi spettacoli sa tramutare l’ilarità in una stretta al cuore. Che poi è la vita, dove si ride e si piange. Cassi è la signora del «Teatro del Sale», singolare ristorante-teatro da lei fondato nel quartiere fiorentino di Sant’Ambrogio insieme al suo compagno, lo chef Fabio Picchi: luogo d’elezione per le sue performance, nelle quali prende in giro se stessa, i suoi concittadini, l’amata Parigi, e si tramuta in bambino o clochard, in vecchietto o vamp. E spesso canta, Battisti e Kurt Weill, i Beatles e Paolo Conte, contornata da un manipolo di musicisti fidati. Data la sua familiarità con la musica e il mascheramento, le verrò facile imbastire il concerto di carnevale con l’ORT.