Firenze: torna Christmas Bazaar, sabato 1 e domenica 2 dicembre

Firenze: torna Christmas Bazaar, sabato 1 e domenica 2 dicembre

Christmas Bazaar, la Fiera di Beneficenza organizzata da Ailo – American International League of Florence Onlus, con il patrocinio del Comune di Firenze, giunge quest’anno alla sua 43° edizione e si svolge sabato 1 dicembre (15.30-19.00) e domenica 2 dicembre (10.30-19.00), con ingresso gratuito al Tepidarium- Giardino dell’Orticoltura in Via Vittorio Emanuele II, 4.

“È una grande gioia per Firenze ospitare il Christmas Bazaar di Ailo – ha detto l’assessore al welfare Sara Funaro – ed un appuntamento che si ripete da 43 anni e che attendiamo con grande entusiasmo ogni anno, come se fosse il primo. Il mercatino natalizio è un’iniziativa molto bella che si contraddistingue per il suo grande cuore solidale: il ricavato degli oggetti venduti sarà infatti destinato a varie associazioni fiorentine impegnate in progetti sociali. Spero pertanto che siano tanti i fiorentini e i visitatori che faranno acquisti perché più siamo e più saranno le risorse che saranno devolute in beneficenza. Grazie all’American International League of Florence onlus per il Christmas Bazaar – ha continuato Funaro – e per il prezioso lavoro che svolge a Firenze e nel mondo attraverso i suoi tanti membri che si dedicano con enorme passione ad aiutare chi ha più bisogno”.

“Un appuntamento che si rinnova all’insegna della solidarietà e dell’amicizia. Il Christmas Bazaar di Ailo – sottolinea la presidente della Commissione cultura e sport Maria Federica Giuliani – non è un solo e semplice mercatino dove andare per curiosare in vista delle prossime festività ma un momento che, edizione dopo edizione, è diventato sempre più solidale e contribuisce ogni anno ad aiutare tante altre associazioni che operano in città. Come amministrazione comunale siamo grati per il lavoro che svolgono le socie dell’Ailo. E’ un bazaar meraviglioso, con tanti manufatti d’artigianato di qualità, e quest’anno si terrà, per la prima volta, presso il Tepidarium del Roster al Giardino dell’Orticoltura e dove è possibile trovare di tutto, messo in piedi da donne speciali che organizzano questo che è uno dei primi appuntamenti natalizi per il benessere della comunità”.

Fondata a Firenze nel 1975, Ailo è un’organizzazione no profit. In questi anni ha finanziato oltre 350 progetti con varie iniziative benefiche fra cui il Christmas Bazaar, il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza alle associazioni di carattere assistenziale della città di Firenze e provincia, che fino ad oggi include, fra gli altri, Noi per Voi per il Meyer, Artemisia, Banco Alimentare della Toscana, Angeli della Città, Mensa della Caritas, Pane Quotidiano, Ronda della Carità, Ragazzi del Sipario.

La novità di questa edizione è che a ospitare uno degli eventi benefici più antichi della città sarà una location d’eccezione: il Tepidarium nel Giardino dell’Orticoltura di Firenze (Via Vittorio Emanuele II, 4), la serra più grande d’Italia costruita dall’ingegnere architetto Giacomo Roster nella seconda metà dell’800. Definito “il palazzo di cristallo”, il Tepidarium, con i suoi 650 metri quadrati coperti di ghisa e vetro, si trasformerà in uno spazio magico e incantato, fra luci, addobbi e musiche, per creare una suggestiva e spettacolare atmosfera natalizia.

Girellando fra i vari stand sarà possibile trovare oggetti unici e originali: abiti, scarpe, bigiotteria e accessori vintage, libri italiani e in lingua inglese, giocattoli d’epoca, prodotti e creazioni artigianali, decorazioni di Natale, tessuti e oggetti per la casa, cappelli e sciarpe fatte a mano, dischi in vinile e altri piccoli tesori del passato.

Una particolarità del Bazaar è la lotteria a premi e il “Silent Auction”, un’asta silenziosa dove si lascia un’offerta scritta per ogni articolo esposto nello stand, che sarà aggiudicato al maggior offerente. Iniziativa a cui hanno aderito aziende e negozi fiorentini offrendo oggetti esclusivi per sostenere questa importante occasione di raccolta fondi e vincere regali davvero speciali: preziosi oggetti di boutique, confezioni di vini di importanti aziende toscane, soggiorni in agriturismo, cene in trattoria e tanti altri doni da mettere sotto l’albero.

Durante i due giorni del Christmas Bazaar sarà possibile degustare alcune specialità della tradizione natalizia americana, come i famosi brownies, ma anche dolci e marmellate fatte in casa. Ci sarà l’angolo nordico con biscotti speziati, piatti tipici e vinbrulè.

Come ogni anno ci saranno spazi dedicati ai bambini e anche Babbo Natale con piccoli doni per tutti.

Ailo – American International League of Florence Onlus è un’organizzazione no-profit fondata a Firenze nel 1975, che riunisce volontari provenienti da ogni parte del mondo. Da oltre 40 anni è impegnata in numerose attività di interesse sociale e culturale per la città di Firenze e i suoi abitanti. Durante il corso dell’anno realizza programmi di assistenza sociale e iniziative benefiche, che hanno permesso di supportare fino ad oggi oltre 350 organizzazioni locali. Ailo favorisce da sempre le piccole onlus che affrontano le realtà quotidiane del territorio di Firenze e provincia, basate sul lavoro dei volontari. Il ricavato di ogni iniziativa è devoluto totalmente in beneficenza per realizzare progetti legati al sociale. Il Comune di Firenze ha conferito a Ailo il Premio Marzocco come testimonianza dell’impegno importante nel settore del sociale.

Orario:

Sabato 1 dicembre (15.30-19.30)

Domenica 2 dicembre (10.30-19.00)

Ingresso gratuito:

Tepidarium- Giardino dell’Orticoltura

Via Vittorio Emanuele II, 4 – Firenze

ATAF n.25 da S.Marco fermata via Bolognese

www.ailonews.org

www.facebook.com/ailofirenze

L'articolo Firenze: torna Christmas Bazaar, sabato 1 e domenica 2 dicembre proviene da www.controradio.it.

Firenze, Palazzo Vecchio: Narciso Parigi dirige progetto discografico “Italia, America e ritorno”

Firenze, Palazzo Vecchio: Narciso Parigi dirige progetto discografico “Italia, America e ritorno”

La Sala d’Arme di Palazzo Vecchio ospita, mercoledì 28 novembre alle 17, la presentazione del progetto discografico “Italia, America e ritorno” con la voce di Lorenzo Andreaggi e la direzione artistica di Narciso Parigi.

Un progetto bellissimo dove Narciso Parigi, ambasciatore della fiorentinità, passa il testimone ad un giovane. Un passaggio – sottolinea la presidente della Commissione cultura Maria Federica Giuliani – che ha un significato particolare perché sottolinea la continuità della tradizione fiorentina nella canzone e nella musica e per quello che ha rappresentato e rappresenta ancora Narciso Parigi.

L’evento è stato presentato dalla presidente della Commissione cultura Maria Federica giuliani con Lorenzo Andreaggi e Sergio Salaorni che produrrà il cd avendone sposato il progetto.

Un cantante che abbiamo festeggiato di recente, col sindaco Nardella, per i suoi 90 anni e che è ancora conosciutissimo all’estero ed è amatissimo a Firenze. Bisogna fare uno sforzo importante affinché questa nostra tradizione venga valorizzata ed oggi lo è grazie a Lorenzo Andreaggi che raccoglie questo importante testimone da Narciso Parigi”.

Nel corso della serata saranno presentate ufficialmente le canzoni inedite nel CD in lavorazione ed al quale parteciperanno, artisticamente, anche Stefano Bollani ed Irene Grandi.

Saranno presenti alla serata Narciso Parigi, Lorenzo Andreaggi, Sergio Salaorni, Bruno Scantamburlo, il trio Le Signorine, Giancarlo Antognoni e Gino Salica.

L'articolo Firenze, Palazzo Vecchio: Narciso Parigi dirige progetto discografico “Italia, America e ritorno” proviene da www.controradio.it.

Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde

Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde

Firenze aderisce alla XI Giornata nazionale sulla Sla promossa dall’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (AISLA) e per l’occasione, domani sera, la Loggia dei Lanzi sarà illuminata di verde. La particolare illuminazione sarà a cura di Silfi spa ed è prevista a partire dalle 19.50.

”Il Comune di Firenze aderisce con convinzione alla Giornata nazionale sulla Sla – ha detto l’assessore a Welfare Sara Funaro -. Illuminando di verde la Loggia dei Lanzi vogliamo tenere alta l’attenzione sulla malattia, sulle condizioni di vita di coloro ne sono colpiti e dei loro familiari, oltre che testimoniare la sensibilità della città per la Sla. Vogliamo invitare la comunità fiorentina ad accendere i riflettori su questa malattia degenerativa che colpisce le cellule cerebrali preposte al controllo dei muscoli, compromettendo progressivamente i movimenti della muscolatura volontaria”.

”Così come avviene ogni anno attraverso la manifestazione sportiva ‘Una vasca per AISLA’ giunta alla quarta edizione a sostegno dei malati di Sla del territorio fiorentino – ha detto la presidente della Commissione cultura e sport Maria Federica Giuliani – con questa iniziativa vogliamo mantenere viva sul territorio l’attenzione su una malattia ancora poco conosciuta e per la quale non ci sono ancora cure per combatterla”.

”La Giornata nazionale Sla – ha detto il presidente della Commissione Politiche sociali e della salute, Sanità e Servizi sociali Nicola Armentano – ricorda la difficoltà di diagnosi, di cura e di terapia per questa malattia. Ma questa giornata serve anche per stabilire un ponte tra malati, famiglie, medici e ricercatori. Occorrono sempre di più risorse e servizi di supporto, anche istituzionali, che possono orientare nel mondo complesso dei gangli burocratici, i malati di Sla e le loro famiglie.”.

La Giornata nazionale sulla SLA, che ha ricevuto l’alto patronato della presidenza della Repubblica e il patrocinio dell’Anci, si terrà domenica in 150 piazze italiane dove 300 volontari saranno impegnati a raccogliere fondi a favore dell’assistenza delle oltre 6.000 persone con Sla in Italia.

Conosciuta anche con il nome di Morbo di Lou Gehrig (dal nome di un giocatore di baseball la cui malattia, nel 1939, sollevò l’attenzione pubblica), la Sla è una malattia rara che nel nostro Paese presenta un’incidenza di circa 2/3 casi su 100 mila persone ogni anno.

L’iniziativa nelle piazze si chiama ‘Un contributo versato con gusto’: con un’offerta di 10 euro sarà infatti possibile ricevere una delle 15.000 bottiglie di vino Barbera d’Asti DOCG che i volontari porteranno nelle strade grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dell’Unione industriale della Provincia di Asti e di DMO Piemonte Marketing.

Nella giornata di domenica la sezione fiorentina di AISLA onlus (www.aislafirenze.it) sarà presente dalla mattina alla sera con il suo gazebo nel centro storico di Firenze, in via Orsanmichele, per incontrare la cittadinanza, parlando della Sla e delle attività di AISLA a sostegno e tutela di 60 persone affette dalla malattia residenti nel territorio fiorentino metropolitano e i loro familiari.

”Grazie all’iniziativa nelle piazze potremo dare un aiuto e una risposta concreti ai bisogni di tante persone con SLA – ha detto il presidente nazionale di AISLA Massimo Mauro – e far emergere le necessità dei malati che spesso non sono adeguatamente seguiti dal sistema sanitario e socio-assistenziale. In molti territori italiani continuiamo a registrare ritardi nell’erogazione del Fondo nazionale per la non autosufficienza e l’assenza di risposte tempestive e coerenti rispetto al quotidiano bisogno di cura. Iniziative come queste diventano fondamentali per far riflettere sul cambio di prospettiva con il quale l’intero sistema dovrebbe prendere in carico queste famiglie che necessitano senz’altro di interventi competenti e specialistici di tipo sanitario ma devono anche poter contare su strumenti mirati al recupero dello svantaggio sociale che l’intero nucleo famigliare è costretto a subire”.

Anche quest’anno la Giornata nazionale sulla Sla farà parte degli eventi del #Donoday promosso dall’Istituto italiano della donazione cui AISLA aderisce. L’evento è patrocinato anche dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A.

”A chiusura della settimana che seguirà la Giornata nazionale ricca di eventi, sabato 22 ci sarà l’inaugurazione di un Punto d’ascolto e accoglienza AISLA Firenze a Borgo S. Lorenzo – ha detto la presidente di AISLA Firenze Barbara Gonella – grazie alla collaborazione con lo Studio associato di infermieri Auxilium”.

L'articolo Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde proviene da www.controradio.it.

Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde

Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde

Firenze aderisce alla XI Giornata nazionale sulla Sla promossa dall’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (AISLA) e per l’occasione, domani sera, la Loggia dei Lanzi sarà illuminata di verde. La particolare illuminazione sarà a cura di Silfi spa ed è prevista a partire dalle 19.50.

”Il Comune di Firenze aderisce con convinzione alla Giornata nazionale sulla Sla – ha detto l’assessore a Welfare Sara Funaro -. Illuminando di verde la Loggia dei Lanzi vogliamo tenere alta l’attenzione sulla malattia, sulle condizioni di vita di coloro ne sono colpiti e dei loro familiari, oltre che testimoniare la sensibilità della città per la Sla. Vogliamo invitare la comunità fiorentina ad accendere i riflettori su questa malattia degenerativa che colpisce le cellule cerebrali preposte al controllo dei muscoli, compromettendo progressivamente i movimenti della muscolatura volontaria”.

”Così come avviene ogni anno attraverso la manifestazione sportiva ‘Una vasca per AISLA’ giunta alla quarta edizione a sostegno dei malati di Sla del territorio fiorentino – ha detto la presidente della Commissione cultura e sport Maria Federica Giuliani – con questa iniziativa vogliamo mantenere viva sul territorio l’attenzione su una malattia ancora poco conosciuta e per la quale non ci sono ancora cure per combatterla”.

”La Giornata nazionale Sla – ha detto il presidente della Commissione Politiche sociali e della salute, Sanità e Servizi sociali Nicola Armentano – ricorda la difficoltà di diagnosi, di cura e di terapia per questa malattia. Ma questa giornata serve anche per stabilire un ponte tra malati, famiglie, medici e ricercatori. Occorrono sempre di più risorse e servizi di supporto, anche istituzionali, che possono orientare nel mondo complesso dei gangli burocratici, i malati di Sla e le loro famiglie.”.

La Giornata nazionale sulla SLA, che ha ricevuto l’alto patronato della presidenza della Repubblica e il patrocinio dell’Anci, si terrà domenica in 150 piazze italiane dove 300 volontari saranno impegnati a raccogliere fondi a favore dell’assistenza delle oltre 6.000 persone con Sla in Italia.

Conosciuta anche con il nome di Morbo di Lou Gehrig (dal nome di un giocatore di baseball la cui malattia, nel 1939, sollevò l’attenzione pubblica), la Sla è una malattia rara che nel nostro Paese presenta un’incidenza di circa 2/3 casi su 100 mila persone ogni anno.

L’iniziativa nelle piazze si chiama ‘Un contributo versato con gusto’: con un’offerta di 10 euro sarà infatti possibile ricevere una delle 15.000 bottiglie di vino Barbera d’Asti DOCG che i volontari porteranno nelle strade grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dell’Unione industriale della Provincia di Asti e di DMO Piemonte Marketing.

Nella giornata di domenica la sezione fiorentina di AISLA onlus (www.aislafirenze.it) sarà presente dalla mattina alla sera con il suo gazebo nel centro storico di Firenze, in via Orsanmichele, per incontrare la cittadinanza, parlando della Sla e delle attività di AISLA a sostegno e tutela di 60 persone affette dalla malattia residenti nel territorio fiorentino metropolitano e i loro familiari.

”Grazie all’iniziativa nelle piazze potremo dare un aiuto e una risposta concreti ai bisogni di tante persone con SLA – ha detto il presidente nazionale di AISLA Massimo Mauro – e far emergere le necessità dei malati che spesso non sono adeguatamente seguiti dal sistema sanitario e socio-assistenziale. In molti territori italiani continuiamo a registrare ritardi nell’erogazione del Fondo nazionale per la non autosufficienza e l’assenza di risposte tempestive e coerenti rispetto al quotidiano bisogno di cura. Iniziative come queste diventano fondamentali per far riflettere sul cambio di prospettiva con il quale l’intero sistema dovrebbe prendere in carico queste famiglie che necessitano senz’altro di interventi competenti e specialistici di tipo sanitario ma devono anche poter contare su strumenti mirati al recupero dello svantaggio sociale che l’intero nucleo famigliare è costretto a subire”.

Anche quest’anno la Giornata nazionale sulla Sla farà parte degli eventi del #Donoday promosso dall’Istituto italiano della donazione cui AISLA aderisce. L’evento è patrocinato anche dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A.

”A chiusura della settimana che seguirà la Giornata nazionale ricca di eventi, sabato 22 ci sarà l’inaugurazione di un Punto d’ascolto e accoglienza AISLA Firenze a Borgo S. Lorenzo – ha detto la presidente di AISLA Firenze Barbara Gonella – grazie alla collaborazione con lo Studio associato di infermieri Auxilium”.

L'articolo Giornata nazionale Sla: domani Loggia dei Lanzi illuminata di verde proviene da www.controradio.it.

Firenze: abolizione della “domenica al museo”

Firenze: abolizione della “domenica al museo”

Abolizione della “Domenica al Museo”. Maria Federica Giuliani: “Un’esperienza che non si può liquidare semplicemente per un conto economico”.

Abolizione della “Domenica al Museo”. Maria Federica Giuliani (Presidente Commissione Cultura): “Un’esperienza che non si può liquidare semplicemente per un conto economico, sarebbe stato giusto fare un bilancio di tale esperienza e semmai rimodularla”

La Presidente della Commissione Cultura Maria Federica Giuliani interviene sulla decisione del Ministro alla Cultura di revocare la prima domenica del mese gratuita nei musei statali.

“Dal 2014 ad oggi quasi dieci milioni di persone sono entrate in un museo grazie all’iniziativa del Governo Renzi “Domenica al museo”, un fatto culturale e sociale senza precedenti che ha messo al centro l’arte e la cultura come esperienza inderogabile per la crescita di ognuno di ognuno di noi e del nostro paese, esperienza che quindi non si può liquidare semplicemente per un conto economico. Queste prime domeniche del mese”, aggiunge la presidente Giuliani “hanno trainato l’importante aumento dei visitatori negli altri giorni, hanno avvicinato i cittadini ai musei e alle bellezze ed alla storia delle loro città.

Sarebbe stato giusto quindi fare un bilancio di tale esperienza e semmai rimodularla, riservandola eventualmente ai residenti come avviene per la “Domenica Metropolitana” qui a Firenze o ai soli cittadini europei, limitandola magari ai musei minori per valorizzarli e farli conoscere maggiormente. Il provvedimento invece”, conclude la presidente della Commissione cultura di Palazzo Vecchio Maria Federica Giuliani “ha il sapore di chi vuol fare solo i conti piuttosto che cultura, un desiderio di discontinuità politica che penalizza la cultura e i cittadini”.

L'articolo Firenze: abolizione della “domenica al museo” proviene da www.controradio.it.