Riaperture, Sacchi: “Si agisca subito su capienze”

Riaperture, Sacchi: “Si agisca subito su capienze”

“Benissimo l’impegno del Ministro Dario Franceschini che ha messo al centro questo tema – sottolinea Sacchi – e benissimo la prospettiva delle capienze all’80% annunciata dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Se non agiamo subito alcuni teatri potrebbero morire”. Renzi lancia una petizione.

“Il tema delle riaperture dei luoghi di cultura è fondamentale per la ripresa economica e sociale del Paese e l’aumento delle capienze per cinema e teatri non è più rinviabile”. Lo afferma Tommaso Sacchi, assessore alla cultura del Comune di Firenze e presidente della Fondazione Teatro della Toscana.

“Benissimo l’impegno del Ministro Dario Franceschini che ha messo al centro questo tema – sottolinea Sacchi – e benissimo la prospettiva delle capienze all’80% annunciata dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Se non agiamo subito alcuni teatri potrebbero morire. Da presidente del Teatro della Toscana mi metto nei panni dei direttori, degli operatori, dei registi: abbiamo una stagione internazionale pronta e non sappiamo se e come apriremo. Per questo chiediamo con forza al Governo impegno e risposte non più rinviabili. Il mondo della cultura è stato tra i più penalizzati e ha dimostrato grande senso di responsabilità. Adesso è il momento della svolta”.

Sul tema delle riapetrure è intervenuto anche Matteo Renzi nella sua e-news settimanale

“E’ assudo  non allargare la capienza di cinema, teatri, stadi. Nel momento in cui metti il Green Pass – e io sono uno scatenato sostenitore del Green Pass, a differenza di Salvini, Meloni, Landini e altri filosofi contemporanei – poi devi essere conseguente: continuare a limitare i luoghi di cultura ritenendoli non prioritari è una tragedia educativa” scrive Renzi. Che aggiunge “I cinema, i teatri, i musei, gli stadi devono riaprire al 100%: solo con il Green Pass ovviamente. Ma far passare il messaggio che la cultura non sia questione prioritaria è un errore profondo”.

“Chi ha letto “CONTROCORRENTE” fino alla fine sa che il capitolo più importante è l’ultimo: quello in cui spiego come – per me – la cultura sia l’elemento chiave del nostro futuro. Riprenderemo questo argomento prestissimo. Intanto, chi vuole può firmare questa petizione e farla girare: tra associazioni, artisti, professori, educatori, cittadini. “Col Green Pass la cultura deve riaprire al 100%” questo il titolo della petizione, vi prego di farla girare”. termina  l’ex rottamatore

 

L'articolo Riaperture, Sacchi: “Si agisca subito su capienze” da www.controradio.it.

Amministrative: le alleanze variabili faranno bene al Pd?

Amministrative: le alleanze variabili faranno bene al Pd?

Per le prossime elezioni amministrative di ottobre il Pd procede con alleanze variabili, con il M5s da alcune parti, con IV da altre. Mentre a Sesto fiorentino ricuce con la sinistra. La strategia pagherà? (Audio on. Gabriele Toccafondi)

Una cosa è certa: il Partito democratico ha un problema di alleanze. Di sicuro gli scenari politici cambiano, dalla fine della Dc e del Pci sono sempre stati in continuo cambiamento e in questi ultimi cinque anni il cambiamento ha raggiunto una velocità inedita, è vero. Ma è anche vero che queste elezioni amministrative pongono un problema.

Niente o poco conta la maggioranza di governo del paese ora più che mai distante dalla partita delle amministrative. Ed ovviamente partiti che governano insieme a livello nazionale possono diventare avversari a livello locale. Anche questo non è un fatto nuovo certo. Il muoversi ondivago tra il Movimento 5 stelle di Conte e Italia viva di Renzi appare però adesso avere la forma di un problema politico.

Il PD corre insieme al Movimento fondato da Grillo in molti comuni, mentre in altri predilige l’alleanza con il partito di Matteo Renzi. La strategia pagherà? Sicuramente a livello locale chi doveva fare due conti sarà sicuramente stato bravo a farli e ci sta dunque che la strategia (o meglio, la tattica) a livello locale e nel breve periodo pagherà. Ma poi?

Cosa sono queste elezioni amministrative, un test per misurare l’efficacia delle alleanze? Anche perché, prima o poi, anche in Italia bisognerà tornare a votare e allora il quadro dovrà essere molto più chiaro di adesso. Al netto della polemica sul “Segretario del Pd che partecipa alle elezioni senza il simbolo del Pd”. La cosa addolora la deputata Rosa Maria di Giorgi, mentre per l’eurodeputata e segretaria regionale del partito “si tratta di una polemica tutta strumentale”.

Infine, c’è il caso Sesto Fiorentino. Abbiamo già raccontato di come il Pd ha ricucito la frattura con la sinistra che ha governato la città negli ultimi cinque anni. Questo è avvenuto a fronte di un cambiamento di indirizzo del Pd locale sul tema dell’ampliamento dell’aeroporto. Su questo Italia viva non ci sta e presenta un suo candidato che è l’on. Gabriele Toccafondi. Le bocce sulla carambola della politica locale sono ora più che mai tutte in movimento.

In Podcacst l’intervista integrale con l’on. Gabriele Toccafondi di Italia Viva, candidato a Sindaco a Sesto Fiorentino.

L'articolo Amministrative: le alleanze variabili faranno bene al Pd? da www.controradio.it.

🎧 Finanziamento illecito: Matteo Renzi, “la mia attività politica è trasparente”

🎧 Finanziamento illecito: Matteo Renzi, “la mia attività politica è trasparente”

Il commento dell’ex premier Matteo Renzi a margine della presentazione del libro Controcorrente nel Consiglio Regionale di Firenze

“Posso garantire che quel compenso, che appartiene alla mia sfera privata, lo uso per la mia vita privata: la mia attività politica è trasparente”. Lo ha detto Matteo Renzi, senatore e leader di Italia Viva, in merito all’inchiesta giudiziaria che lo vede indagato per finanziamento illecito e false fatturazioni. Renzi, a margine della presentazione del suo libro ‘Controcorrente’ a Firenze, ha assicurato “piena disponibilità ai magistrati romani a offrire tutte le spiegazioni e i chiarimenti che vogliono”.

“Se qualcuno pensa che io davanti a queste cose possa impaurirmi, ha sbagliato persona”. ha continuato Matteo Renzi in merito all’inchiesta giudiziaria che lo vede indagato per finanziamento illecito e false fatturazioni. Renzi ha parlato con la stampa alla presentazione del suo nuovo libro ‘Controcorrente’ a Firenze.

Il DDL Zan e la vertenza Gkn sono stati gli altri temi toccati durante la conferenza stampa di presentazione del libro Controcorrente che è uscito ieri in libreria.

In particolare sulla vicenda della fabbrica di Campi Bisenzio: “La vicenda della Gkn è devastante”, ma “con lo sblocco dei licenziamenti non c’entra niente”, e ora “cerchiamo di salvare il salvabile”, ha continuato, “Da Figline a Campi, questa provincia sta diventando un territorio dove veramente rischiamo la deindustrializzazione”, ha aggiunto, riferendosi anche alla vicenda Bekaert. “Continuo a fare la mia parte per quello che posso fare – ha affermato ancora -, ho chiamato il segretario della Cgil Maurizio Landini, perché alla Gkn la Cgil è maggioranza fra gli operai. Ho dato la disponibilità totale, come sempre, se posso fare qualcosa nel mio piccolo, non avendo più ruoli politici di primo piano”. Renzi ha ricordato che “nel Pnrr ci sono miliardi di euro per dei progetti: il ministro Cingolani sta lavorando, d’accordo con Giorgetti e altre parti del governo, a un programma che permetta di fare dell’Italia un luogo di nuova industrializzazione”.

L'articolo 🎧 Finanziamento illecito: Matteo Renzi, “la mia attività politica è trasparente” da www.controradio.it.

🎧Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 luglio 2021

🎧Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 luglio 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

Controradio Infonews –Vertenza Gkn: sciopero generale nell’area metropolitana di Firenze il 19 luglio, con manifestazione la mattina in piazza Santa Croce e astensione dal lavoro per le prime quattro ore della giornata. Lo hanno proclamato i sindacati Cgil, Cisl e Uil per chiedere “il ritiro di tutti i licenziamenti, per la tutela del tessuto industriale, per un sistema economico basato sui diritti, la legalità e il rispetto del lavoro”. Il tavolo convocato dal Mise per il 15 luglio sulla vertenza Gkn si terrà in presenza, in prefettura a Firenze. Intanto nella fabbrica di Campi Bisenzio prosegue l’assemblea permanente dei dipendenti, la staffetta istituzionale dei sindaci del territorio, e le attestazioni di solidarietà nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici.

Controradio Infonews- L’ex premier Matteo Renzi è indagato per finanziamento illecito e false fatturazioni insieme al manager Lucio Presta. La notizia in una anticipazione del quotidiano ‘Domani’, secondo cui la procura di Roma ha iscritto il leader di Italia Viva nel registro degli indagati qualche settimana fa in un’inchiesta sui rapporti economici tra Renzi e l’agente televisivo. Al centro dell’indagine, secondo il giornale, i bonifici del documentario ‘Firenze secondo me’, che finirono nel 2019 in una relazione dell’antiriciclaggio della Unità di informazione Finanziaria (UIF). “Tutte le mie attività sono legittime”, la replica dell’ex-premier.

Controradio Infonews-Enrico Letta ha accettato la proposta di candidatura alle elezioni suppletive della Camera nel collegio uninominale Toscana 12. Lo ha reso noto il Pd di Siena. “Dobbiamo vincere per dare un messaggio forte alla Toscana e al Paese e per avere un segretario in Parlamento dove i nostri gruppi parlamentari sono usciti falcidiati dal disastro delle elezioni del 2018 e dalle fughe successive”, ha detto Letta in collegamento con la direzione senese. Un seggio, quello alla Camera dei deputati, lasciato vacante da Pier Carlo Padoan dopo le dimissioni del novembre 2020

Controradio Infonews-Martina Rossi: salta udienza in cassazione del 22 luglio. in seguito al ricorso presentato recentemente da Alessandro Albertoni, che si aggiunge a quello presentato dall’altro imputato Luca Vanneschi. Nuova data a breve per l’udienza del processo per la morte della studentessa genovese, probabilmente alla fine di agosto nell’ultima sessione estiva.

Controradio Infonews-Maltempo ieri in Toscana con forti piogge e vento in provincia di Prato: decine le chiamate ai vigili del fuoco e oltre 50 le richieste di intervento per alberi caduti, rami e gronde pericolanti. Anche per oggi prosegue l’allerta meteo per mareggiate e vento sulla costa centrale e settentrionale e le isole della Toscana.

Controradio Infonews-Al via i concerti della rassegna Musart in Piazza della Santissima Annunziata: nel cortile degli uomini stasera alle ore 21:15 concerto di Paolo Benvegnù. La rassegna continuerà fino al 27 luglio con concerti di Ginevra di Marco, Stefano Bollani, Niccolo Fabi e Vinicio Capossella.

L'articolo 🎧Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 luglio 2021 da www.controradio.it.

Finanziamento illecito: indagati a Roma Renzi e Presta

Finanziamento illecito: indagati a Roma Renzi e Presta

Finanziamento illecito: Renzi indagato insieme al manager dei vip Lucio Presta. Lo rende noto un’anticipazione del quotidiano ‘Domani’. Una serie di bonifici sospetti, finiti nel 2019 anche all’attenzione della Uif, legati alla produzione del documentario “Firenze secondo me”: ruota attorno a questo l’indagine avviata alcune settimane fa dalla Procura di Roma e che vede indagati per finanziamento illecito l’ex premier Matteo Renzi e l’imprenditore, manager di numerosi vip, Lucio Presta. A rendere nota l’indagine una anticipazione del quotidiano Domani.

L’attività istruttoria la scorsa settimana ha vissuto di una accelerazione con la perquisizione svolta presso gli uffici di Presta. Obiettivo di chi indaga acquisire i contratti stipulati dalla sua società, la Arcobaleno Tre, con il leader di Italia Viva per la produzione del documentario . Gli inquirenti hanno acquisito una serie di documenti che adesso sono al vaglio. Nel registro degli indagati è finito anche il figlio di Presta, Niccolò. Nei confronti suoi e del padre i pm contestano anche il reato di false fatturazioni.

Le verifiche dei magistrati di piazzale Clodio riguardano i circa 700 mila euro che Presta girò all’ex premier per il progetto televisivo andato poi in onda su Discovery. Una cifra ritenuta fuori mercato alla luce del fatto che il documentario presentato dal politico era stato comprato per poche migliaia di euro. Inoltre, Domani afferma che l’Arcobaleno Tre ha presentato a “Discovery una fattura da appena mille euro, che tra l’altro non risulta ancora incassata”. Sostanzialmente il prodotto tv è costato “quasi un milione di euro tra compenso per Renzi e spese di produzione” ma ad “oggi non ha incassato nulla”.

Il procedimento è stato incardinato dopo che sul tavolo dei pm è arrivata la segnalazione dell’Antiriciclaggio della Banca di Italia. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il denaro incassato da Renzi sarebbe stato utilizzato per restituire il prestito di circa 700 mila che l’ex sindaco di Firenze aveva avuto dalla vedova dell’imprenditore Egiziano Maestrelli per
l’acquisto di una villa nel capoluogo toscano da quasi 300 metri quadrati.

L’attività di indagine dei magistrati non si concentrerebbe solo sulla produzione del documentario, poi effettivamente realizzato e messo in onda, ma anche su due contratti e relativi bonifici da centinaia di migliaia di euro a favore di Renzi. Di questi atti gli inquirenti avrebbero trovato riscontri proprio nel corso della perquisizione svolta nella sede della società del produttore e agente. Si tratta di accordi per migliaia di euro, relativi alla cessione dei diritti d’immagine e per alcuni progetti televisivi che i due avrebbero dovuto fare insieme.

Nel decreto di perquisizione i magistrati romani li definiscono come “rapporti contrattuali fittizi, con l’emissione e l’annotazione di fatture relative a operazioni inesistenti, finalizzate anche alla realizzazione di risparmio fiscale, consistente nell’utilizzazione quali costi deducibili inerenti all’attività d’impresa costi occulti del finanziamento della politica'”. I progetti non sarebbero, infatti, mai stati realizzati e i bonifici effettuati in favore dell’ex premier non risulterebbero essere stati iscritti a bilancio da Presta. Il quale, però, sottolinea la correttezza del suo operato. In una nota, il legale della Arcobaleno Tre sottolinea che la società si è subito “messa a disposizione dell’autorità giudiziaria, per chiarire rapporti di collaborazione nel campo delle prestazioni artistiche e autorali da parte di Matteo Renzi, che risalgono a quasi tre anni fa, inerenti il documentario ‘Firenze secondo me’.

Contrariamente a quanto si legge, si tratta di prestazioni esistenti, regolarmente fatturate all’Arcobaleno Tre e pagate alla persona fisica, quale corrispettivo dell’attività svolta, non al politico o al partito. Stiamo presentando una memoria con documentazione contrattuale e bancaria – conclude il legale – che certamente sarà motivo di attenta valutazione da parte della procura, onde fugare ogni dubbio sulla posizione dei signori Presta”. (fonte ANSA).

L'articolo Finanziamento illecito: indagati a Roma Renzi e Presta da www.controradio.it.