Nardella: vedo la Lega in difficoltà, PD abbia rapporto solido con Draghi

Nardella: vedo la Lega in difficoltà, PD abbia rapporto solido con Draghi

“Secondo me Draghi ha fatto emergere due anime diverse dentro la Lega  che ora sono molto chiare: quella produttivista e quella sovranista” ha dichiarato Nardella.

“La Lega la vedo un po’ in difficoltà perché si deve rimangiare in poche ore tutto quello che ha detto e fatto in molti anni come ad esempio l’uscita dall’Euro e l’antieuropeismo. Sono solidale con la Lega per questo momento di grande conflitto interno”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenuto a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.
“Secondo me Draghi ha fatto emergere due anime diverse dentro la Lega – ha aggiunto -, che ora sono molto chiare: una è quella produttiva, che non si è mai sognata di uscire dall’Europa, anzi che ha bisogno dell’Europa, l’anima delle imprese del nord-nord est, e poi c’è l’anima sovranista, quella più populista ed
ideologica che si sente in grande disagio e Salvini deve trovare il modo di tenere insieme queste anime. Non è facile”.

Su Twitter, ironizzando, il sindaco aveva scritto “la Lega ha scoperto l’Europa”, postando una foto di ‘prima’ con il leader del Carroccio Matteo Salvini e la scritta ‘Basta euro’, e una del ‘dopo’ con l’intervista dell’europarlamentare Antonio
Rinaldi che invece ha dichiarato: “Mai detto che volevamo uscire dall’euro”.

“La cosa più importante è che il rapporto tra Pd e Draghi sia un rapporto solido, forte e diretto. Così deve essere. Il mio partito deve prendere l’occasione di questo nuovo governo e giocare da protagonista, non aspettare le mosse degli altri. Non dobbiamo seguire gli altri ma devono essere gli altri a seguire noi. Poi è chiaro che deve lavorare per tenere gli alleati di prima, a cominciare dai
Cinque stelle vicini”. Lo ha poi aggiunto Nardella. I Cinque Stelle, ha  proseguito il sindaco di Firenze  “per il momento sanno dimostrando disponibilità al nuovo Governo”.

Il primo cittadino, sul Pd, ha chiarito che “ci sono certe questioni – per esempio le alleanze politiche, oppure le questioni che riguardano il Paese, il tema del lavoro, le scelte sulle opere, le infrastrutture, un modo di vedere l’economia – che riguardano la nostra identità, e devono essere secondo me discusse ed approfondite in un momento vero di confronto che è il congresso. Non sta a me decidere quando o come, ma la nostra identità viene prima di ogni cosa”.

L'articolo Nardella: vedo la Lega in difficoltà, PD abbia rapporto solido con Draghi proviene da www.controradio.it.

Ceccardi: e adesso andiamo a vincere

Ceccardi: e adesso andiamo a vincere

Firenze, manifestazione per la chiusura della campagna elettorale delle Regionali, anche per il centrodestra, con la candidata Susanna Ceccardi in piazza della Repubblica.

“Non possono più ignorarci, possono solo combatterci ma è troppo tardi, si sono svegliati tardi: adesso andiamo a vincere – ha detto Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana – Spero che anche il governo nazionale avrà un’altra guida – ha aggiunto – ma sono pronta a parlare con chiunque per portare risultati alla nostra regione”.

“Se a Giani andrà male, Pd e Italia Viva diranno che lui è il colpevole, scaricando su di lui le responsabilità. Eh no, avete gestito voi la Toscana in questi dieci anni, e i cittadini non sono soddisfatti”.

“In questi anni spesso abbiamo sentito parlare di Toscana a due velocità, ma è tutta a una unica lentezza: hanno smesso di crescere l’Area fiorentina, la Costa, le nostre imprese perché non hanno le infrastrutture – ha aggiunto poi Susanna Ceccardi – sono già finanziate, bisogna soltanto avviare i cantieri e mettere commissari straordinari capaci, non riciclati dalla politica”.

La candidata del centrodestra ha puntato il dito contro “un’organizzazione della sanità fallimentare, che ha allontanato i pazienti dai medici tagliando presidi sanitari”, e ha evidenziato “i problemi sociali dimenticati sociali dal centrosinistra nelle periferie”.

“Nella Toscana che ho nel cuore non ci deve essere spazio per l’odio, il boicottaggio e le minacce: nella nostra Toscana non minacceremo nessuno che va a manifestare in piazza. Sono state annullate cene e pranzi nei ristoranti – ha ricordato – sono state boicottate aziende che si erano permesse di ospitarci. Per questo il mio non è solo un sogno di cambiamento per i temi, per le proposte, ma anche un sogno di libertà”.

“In Toscana c’è tanta voglia di andare a votare e tanta voglia di andare a cambiare il governo regionale – diceva poi Susanna Ceccardi, rispondendo alla trasmissione Stasera Italia a Barbara Palombelli che le chiedeva se il Coronavirus potrebbe far rinunciare gli elettori dal recarsi alle urne – Le persone andranno a votare. Oggi ho incontrato delle persone che mi hanno detto ‘non votavo da dieci anni ma oggi sono andato a ritirare la tessera elettorale e andrò a votare’, quindi quelle persone non sono state spaventate dal Covid. Quando c’è determinazione al voto, le persone ci vanno. Poi magari il Pd cercherà di mascherare un risultato meno onorifico per loro con la scusa del Covid, ma io credo che andrà addebitato a tutte altre ragioni “.

L'articolo Ceccardi: e adesso andiamo a vincere proviene da www.controradio.it.

Berlusconi, sono sicuro che vinceremo in Toscana

Berlusconi, sono sicuro che vinceremo in Toscana

Il presidente di Forza Italia è intervenuto telefonicamente alla manifestazione del centrodestra per la chiusura della campagna elettorale di Susanna Ceccardi. ASCOLTA LA DIRETTA DI RAFFAELE PALUMBO

“Non possono più ignorarci, possono solo combatterci ma è troppo tardi, si sono svegliati tardi: adesso andiamo a vincere”. Lo ha detto Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana, nel corso della manifestazione di chiusura della campagna elettorale a Firenze. “Spero che anche il governo nazionale avrà un’altra guida – ha aggiunto – ma sono pronta a parlare con chiunque per portare risultati alla nostra regione”.

“Se questa terribile e subdola malattia non me lo avesse vietato, sarei lì con voi in questa serata di festa, col centrodestra ancora una volta unito per chiudere una intensa e bella campagna elettorale che, sono sicuro, ci porterà per la prima volta nella storia a governare la Toscana” ha detto invece Silvio Berlusconi in collegamento telefonico.

“Vogliamo una sanità in cui si possa lavorare indipendentemente dalla tessera di partito che si ha. Troppi luminari sono scappati perché soffocati dalla politica. Luminari che vogliamo riportare negli ospedali della Toscana” ha affermato invece  Giorgia Meloni, segretaria di Fratelli d’ItaliaMentre Salvini tra le altre cose ha dichiarato:  “In questa terra di bellezza posso dire che la Toscana ‘eppur si muove’….”. Lo afferma il segretario della Lega, Matteo Salvini, alla manifestazione
unitaria del centrodestra.

L'articolo Berlusconi, sono sicuro che vinceremo in Toscana proviene da www.controradio.it.

Pontassieve: Salvini strattonato, solidarietà bipartisan

Pontassieve: Salvini strattonato, solidarietà bipartisan

Strattonato da una giovane che gli ha strappato la camicia e anche la catenina che aveva al collo.

E’ quanto capitato al leader della Lega Matteo Salvini poco dopo il suo arrivo a Pontassieve, una delle tappe del suo odierno tour elettorale in provincia di Firenze. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno identificato la giovane in una ventenne originaria del Congo.

Secondo una prima ricostruzione della questura, non si sarebbe trattato di un gesto programmato. In base a quanto emerso dai primi accertamenti, la giovane, che stava tornado a casa dal lavoro, si sarebbe trovata casualmente in mezzo ai sostenitori della Lega che erano intorno a Salvini. A questo punto ne avrebbe approfittato per avvicinarsi al leader della Lega e afferrarlo per la camicia. L’episodio, spiega sempre la polizia, sarebbe del tutto sganciato dalla manifestazione di protesta contro Salvini che pure è in corso a Pontassieve, alla quale stanno partecipando alcune decine di antagonisti.

L'articolo Pontassieve: Salvini strattonato, solidarietà bipartisan proviene da www.controradio.it.

Salvini, Ceccardi sarà ottimo “Sindaco di tutti i toscani”, mica Giani

Salvini, Ceccardi sarà ottimo “Sindaco di tutti i toscani”, mica Giani

?Firenze, il leader della Lega, Matteo Salvini, è intervenuto alla presentazione dei candidati della provincia fiorentina ed esaltato il lavoro di amministratore sin qui svolto dalla candidata del centrodestra Susanna Ceccardi attaccando l’avversario di centro sinistra Eugenio Giani.

“A differenza di Giani – ha detto Salvini – la nostra Susanna Ceccardi ha fatto il sindaco e chi ha fatto il sindaco ha gestito le case popolari, ha gestito gli asili, ha gestito gli appalti, ha sistemato le strade, ha raccolto i rifiuti”.

Susanna Ceccardi “potrebbe essere un ottimo sindaco di tutti i toscani. Qua c’è qualcuno – ha anche detto Salvini nell’intervento di presentazione dei candidati fiorentini – che promette da 30 anni un aeroporto più moderno a Firenze e un aeroporto non c’è, c’è il problema dello stadio di Firenze, della Fortezza e anche del sostegno vero alle imprese, ai negozianti. Qua ci sono stati i funerali di Luca, un ragazzo che si è tolto la vita perché dopo il virus non ha avuto gli aiuti che si aspettava. Sarà un voto molto concreto, per promuovere o bocciare una riforma sanitaria che molti cittadini hanno contestato, e anche tanti medici”.

In Toscana non si fa un’opera da 10 anni, ha poi rincarato la dose Susanna Ceccardi, “Quella alle prossime Regionali è una partita tra rinnovamento e restaurazione. È concretezza contro immobilismo. C’è tanta voglia di cambiamento, anche da sinistra”.

In Toscana, ha attaccato ancora Ceccardi, ” Le tasse sono aumentate, anche la disoccupazione, i dati socioeconomici sono peggiorati. Rispetto ad altre regioni ‘rosse, per esempio l’Emilia-Romagna, i dati della Toscana sono nettamente peggiori”.

Chiuderò la campagna elettorale a Firenze, ha promesso poi Salvini: “Il 18 settembre, l’ultimo giorno di campagna elettorale, ci rivediamo a Firenze. Ma non perché – ha aggiunto – sia un voto nazionale” questo delle Regionali, ma perché la Toscana, ha spiegato, “è una terra con un grande orgoglio, una storia, un’identità”.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le voci di alcuni candidati della Lega, di Susanna Ceccardi e dello stesso Salvini:

L'articolo Salvini, Ceccardi sarà ottimo “Sindaco di tutti i toscani”, mica Giani proviene da www.controradio.it.