25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema

25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema

Memoria, arte e cultura. Mercoledì 25 aprile, a Sant’Anna di Stazzema (Lucca), sarà celebrato il 73/o Anniversario della Liberazione con un pomeriggio intenso durante il quale si alterneranno momenti istituzionali e iniziative culturali.

“Il lavoro costante che ogni giorno portiamo avanti a Sant’Anna ha due obiettivi: trasmettere tra le generazioni la memoria della strage del 12 agosto 1944, rendendo così omaggio ai Martiri di Sant’Anna, e interpretare il messaggio di Sant’Anna di Stazzema nel contesto storico che stiamo attraversando”, spiega il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona.

“Il nostro impegno è diretto soprattutto verso i giovani ed è fondamentale il supporto dei superstiti e dei familiari delle vittime, insieme all’Associazione Martiri di Sant’Anna”. “A dicembre lanciammo l’idea dell’Anagrafe nazionale antifascista – ricorda Verona- con la Carta di Stazzema a suo fondamento. L’Antifascismo è un valore positivo e propositivo, alla base della nostra Costituzione e il 25 aprile sarà un’occasione ulteriore per ribadirlo”.

L’iscrizione si effettua al sito www.anagrafeantifascista.it. Inoltre il 25 aprile a Sant’Anna di Stazzema sarà ricordato Moreno Costa, partigiano combattente e presidente Anpi di Pietrasanta, scomparso l’1 aprile scorso, sminatore dopo la guerra come documenta una bella immagine all’interno del Museo Storico. Le celebrazioni si apriranno la sera del 24 aprile con la fiaccolata della pace che partirà alle ore 19.30 dal Monumento Ossario per raggiungere Marignana.

La mattina del 25 aprile in ogni comune sarà ricordata la Liberazione, con cerimonie e deposizioni di corone di alloro. Due saranno gli appuntamenti culturali a Sant’Anna di Stazzema il 25 aprile. Alle ore 14.30 la posa in opera del primo chiodo dell’installazione ”Anna-Monumento all’attenzione” di Gianni Moretti, progetto sostenuto dalla Soprintendenza e dal Comune di Stazzema.

Alle 16.45 la proiezione della nuova edizione di ”Scalpiccii sotto i platani” di Elisabetta Salvatori alla presenza dell’artista. Interverranno il sindaco di Stazzema Maurizio Verona, il presidente dell’Associazione Martiri di Sant’Anna Enrico Pieri, il soprintendente di Lucca Luigi Ficacci e l’artista Gianni Moretti, il professor Paolo Pezzino. Orazione Ufficiale del presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Eugenio Giani.

L'articolo 25 aprile: iniziative Liberazione a Sant’Anna di Stazzema proviene da www.controradio.it.

Stazzema lancia progetto per memoria partecipata

Stazzema lancia progetto per memoria partecipata

Alunni e genitori sono chiamati ad affrontare, con la mediazione della scuola e di esperti, tematiche come la tolleranza, l’antifascismo, il rispetto della vita umana, della dignità del diverso, e il valore dell’accoglienza

Un progetto di memoria partecipata, tra alunni e genitori, per ricordare la strage di
Sant’Anna di Stazzema. E’ l’iniziativa lanciata dal Comune di Stazzema (Lucca), sostenuta dai Comuni della Versilia, che coinvolge 400 studenti e le loro famiglie.
Il progetto, finanziato dalla Autorità della partecipazione della Regione Toscana, coinvolge le classi terze delle scuole secondarie degli istituti comprensivi di Stazzema, Seravezza,
Forte dei Marmi e Pietrasanta. Alunni e genitori sono chiamati ad affrontare, con la mediazione della scuola e di esperti, tematiche come la tolleranza, l’antifascismo, il rispetto della vita umana, della dignità del diverso, e il valore dell’accoglienza. “Come genitori siamo chiamati ad essere soggetto attivo nella conoscenza – commenta il sindaco di Stazzema Maurizio Verona -. I genitori devono capire l’importanza di dedicare una o due ore del proprio tempo su un progetto formativo in una fase della vita, quella dell’adolescenza, molto importante per i nostri ragazzi. Assistiamo ad episodi di bullismo non solo tra ragazzi, ma anche nei confronti degli insegnanti, quindi, non basta indignarsi, delegando poi ad altri la formazione”. Gli studenti sono chiamati a svolgere un percorso sul tema con un video, un tweet, uno scritto, una foto o un elaborato grafico che saranno giudicati da una commissione e premiati il 2 giugno a Sant’Anna di Stazzema.

L'articolo Stazzema lancia progetto per memoria partecipata proviene da www.controradio.it.

Martina: Pd il 15 a Stazzema firma anagrafe antifascista

Martina:  Pd il 15 a Stazzema firma anagrafe antifascista

“Il Partito Democratico è stato, è e sarà a Macerata. Sinceramente sono sorprendenti le polemiche contro di noi dopo quello che è successo”. Lo afferma il vicesegretario Pd e ministro, Maurizio Martina.

E annuncia: “Nella mattina di giovedì 15 con il segretario Matteo Renzi, i nostri ministri e tutta la squadra Pd saremo a Sant’Anna di Stazzema insieme a tanti ragazzi. Firmeremo l’anagrafe antifascista derisa in queste ore da Salvini e ci prenderemo ancora l’impegno solenne di combattere ogni giorno contro neofascismo, xenofobia e violenza”.

l’altro giorno il sindaco , Maurizo Verona, aveva scritto una lettera al segretario dlela Lega che, rispondendo a una domanda dei giornalisti sull’anagrafe antifascista istituita dal comune di Stazzema, l’aveva associata a quella canina.   “Con le sue parole offende le vittime delle guerre. Spesso si offende quello che non si conosce ed è questo che combattiamo: magari troverà il tempo per farci una visita”, scriveva il sindaco. “l’anagrafe  è stata istituita come uno strumento per portare di nuovo al centro del dibattito alcuni temi che forse abbiamo troppo frettolosamente messo da parte nei decenni scorsi” forse perchè “li davamo per acquisti una volta per sempre. Lo abbiamo fatto senza fini propagandistici, elettoralistici o partitici, facendo un appello ad un impegno di tutti affinché ciascuno nel suo piccolo si facesse portatore dei valori costituzionali di libertà e diritto di tutti ad esprimere le proprie idee”. Insomma un “contributo per rilanciare valori che non dovrebbero essere proprietà dei neri, rossi, verdi o gialli come dice lei: l’anagrafe è antifascista perché il Fascismo è sinonimo di totalitarismo”. Ma “con le sue parole lei” offende “i superstiti dei campi di concentramento, delle stragi contro i civili, le vittime della ideologia nazifascista che portò alla strage del 12 agosto 1944” di Sant’Anna di Stazzema. Sulle parole di Salvini è intervenuto anche Andrea Romano, candidato del centrosinistra a Livorno: “Insultando i martiri di Sant’Anna di Stazzema” il leader della Lega “non ha alcuna vergogna nel seppellire la dignità nazionale riconquistata con la Resistenza antifascista”.

L'articolo Martina: Pd il 15 a Stazzema firma anagrafe antifascista proviene da www.controradio.it.

Sindaco Stazzema: da Salvini offese vittime guerra 

Sindaco Stazzema: da Salvini offese vittime guerra 

Il sindaco Verona ha scritto una lettera a Matteo Salvini, segretario della lega Nord, che ieri, rispondendo a una domanda dei giornalisti sull’anagrafe antifascista istituita dal comune di Stazzema, l’ha associata a quella canina.

“Con le sue parole offende le vittime delle guerre. Spesso si offende quello che non si conosce ed è questo che combattiamo: magari troverà il tempo per farci una visita”. Così Maurizio Verona, sindaco di Stazzema (Lucca), in una lettera al leader della Lega Matteo Salvini che ieri, rispondendo a una domanda dei giornalisti sull’anagrafe antifascista istituita dal comune di Stazzema, l’ha associata a quella canina.
Verona nella lettera spiega che l’anagrafe antifascista – istituita il 27 dicembre scorso, già oltre 20.460 le iscrizioni di cui stamani, si spiega, 1.500 contro una media giornaliera di 500 – è stata istituita “come uno strumento per portare di nuovo al centro del dibattito alcuni temi che forse abbiamo troppo frettolosamente messo da parte nei decenni scorsi” forse perchè “li davamo per acquisti una volta per sempre. Lo abbiamo fatto senza fini propagandistici, elettoralistici o partitici, facendo un appello ad un impegno di tutti affinché ciascuno nel suo piccolo si facesse portatore dei valori costituzionali di libertà e diritto di tutti ad esprimere le proprie idee”. Insomma un “contributo per rilanciare valori che non dovrebbero essere proprietà dei neri, rossi, verdi o gialli come dice lei: l’anagrafe è antifascista perché il Fascismo è sinonimo di totalitarismo”.
Ma “con le sue parole lei” offende “i superstiti dei campi di concentramento, delle stragi contro i civili, le vittime della ideologia nazifascista che portò alla strage del 12 agosto 1944” di Sant’Anna di Stazzema. Sulle parole di Salvini è intervenuto anche Andrea Romano, candidato del centrosinistra a Livorno: “Insultando i martiri di Sant’Anna di Stazzema” il leader della Lega “non ha alcuna vergogna nel seppellire la dignità nazionale riconquistata con la Resistenza antifascista”.

L'articolo Sindaco Stazzema: da Salvini offese vittime guerra  proviene da www.controradio.it.

Bilancio, approvato emendamento per luoghi della memoria

Bilancio, approvato emendamento per luoghi della memoria

Maurizio Verona, sindaco di Stazzema: “Provvedimento postivo. Occorre ricordare stragi del nazifascismo per evitare manifestazioni recenti”

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla legge di Bilancio 2018 che stanzia un milione di euro nel 2018 e due milioni e mezzo a partire dal 2019 per cinque importanti luoghi della memoria del nostro Paese per tutelare e promuovere il patrimonio della lotta al nazifascismo, della Resistenza e della Liberazione.

I cinque luoghi, spiega una nota del Comune di Stazzema (Lucca) sono la Risiera di San Sabba di Trieste unico campo di sterminio operante in Italia, l’ex campo di Fossoli, il Parco storico di Montesole, il Museo Cervi di Gattatico vicino Reggio Emilia ed il Parco nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema. Da anni il Comune di Stazzema chiedeva da tempo un maggior impegno dello Stato a sostegno della memoria, “chiedendo l’adeguamento del contributo che annualmente riceve per le attività del Parco e l’onorevole Raffaella Mariani da tempo si impegnava per sostenere questa iniziativa e con l’emendamento a sua firma si è ottenuto un risultato straordinario che consentirà di adempiere alle finalità del Parco come luogo di incontro per i giovani per la costruzione di un mondo senza più guerre”.

“Occorre per prima cosa ringraziare l’onorevole Mariani, il Parlamento e il Governo”, commenta il sindaco Maurizio Verona. Ricordando la tenacia dell’esponente del Pd, perchè “di memoria c’è assolutamente bisogno soprattutto per i giovani e lo dimostrano i recenti avvenimenti con il proliferare di manifestazioni in cui sono tornati in auge simboli ed ideologie che dovrebbero appartenere al passato”, il sindaco cita vari episodi degli ultimi mesi accaduti anche vicino a questi luoghi. Episodi contro i quali serve “una azione di memoria e di conoscenza dei fatti tragici del 1944, che si ripetono anche oggi un po’ in tutto il mondo. Per portare avanti iniziative servono strutture e finanziamenti. Lo Stato ci ha dato una mano”, conclude Verona.

L'articolo Bilancio, approvato emendamento per luoghi della memoria proviene da www.controradio.it.