Il mare lontano da noi al Mercato Centrale

Il mare lontano da noi al Mercato Centrale. Stasera, venerdì 9 gennaio, alle ore 21 al Mercato Centrale di Firenze, sarà presentato il libro dello scrittore fiorentino Cosimo Calamini “Il mare lontano da noi”, edito da Garzanti. All’incontro saranno presenti l’autore, il sindaco Dario Nardella e il giornalista de La Repubblica Fulvio Paloscia.

“Una commedia umana, un racconto ironico e dolente dei nostri tempi complessi – spiega l’autore – ma anche pieni di speranza. E’ la storia di una donna che prova a non arrendersi e che cerca di essere una buona madre senza però trascurare la carriera. Ed è proprio la sua carriera che la metterà alla prova: dopo aver perso il posto di ricercatrice all’università, il destino la mette di fronte ad un’opportunità inaspettata”. Un lavoro in America, ben retribuito, oltre ad un aiuto per la sistemazione lavorativa del marito e ad una scuola per la figlia con problemi di dislessia. Il sogno di una vita che si trasforma in una prova difficile, una scelta che diventa una “guerra” famiglicida contro le persone che ama di più, alla ricerca della formula magica che concilia carriera e maternità.

Apre Mercato Centrale Firenze

Firenze si riappropria di uno spazio della tradizione e lo trasforma in un nuovo centro dedicato all’aggregazione e al buon cibo. Infatti oggi apre Mercato Centrale Firenze, inaugurazione ore 18,che si candida a diventare una nuova destinazione del gusto di valore europeo, nonchè simbolo dell’eccellenza enogastronomica toscana e italiana.

Mercato Centrale Firenze : 3000 metri di superficie, 500 posti a sedere, 12 botteghe dedicate a realtà artigianali di qualità, un ristorante alla carta, una pizzeria, una scuola di cucina, una eno-scuola, una libreria, uno sportello bancario virtuale, un Fiorentina store e molto altro ancora all’interno di un contesto straordinario che coniuga l’ottocentesca struttura del mercato con il design d’autore.

Rinasce il mercato centrale

Rinasce il mercato centrale di San Lorenzo: al primo piano della storica struttura, di proprietà comunale, è stato inaugurato Mercato Centrale Firenze (MCF), spazio polifunzionale di oltre 3000 metri quadrati che punta all’eccellenza enogastronomica.


Il progetto è a cura della Mercato Centrale Firenze srl, società partecipata al 50% dal ristoratore Umberto Montano – che ne è divenuto presidente – e dall’imprenditore Claudio Cardini, attivo nel settore dei campeggi e dei villaggi turistici con il brand ECVacanze . La società si è aggiudicata lo scorso anno la gara di evidenza pubblica indetta dal Comune di Firenze per la riqualificazione del primo piano del Mercato Centrale.
Il progetto di riqualificazione del primo piano del Mercato Centrale Firenze, curato dallo studio di architettura Archea di Firenze, si è posto l’obiettivo di creare una nuova fruibilità degli spazi nel rispetto della struttura esistente, senza stravolgimenti. Si è pensato a operazioni non invasive, basate sull’utilizzo di strutture leggere e smontabili di grande modernità rispetto ai preesistenti elementi tipici dell’edificio storico.
Mercato Centrale Firenze proporrà un’offerta ricca e articolata: sarà possibile acquistare e gustare sul posto, con 500 posti a sedere, prelibatezze provenienti da ogni parte d’Italia. Oltre alle botteghe, Mercato Centrale Firenze avrà al proprio interno una scuola di cucina, gestita dall’Istituto Lorenzo de’ Medici, un’eno-taste area con eno-scuola affidata al sommelier Luca Gardini, una libreria di Giunti Editore con spazio per dibattiti culturali ed eventi, un Viola Point dedicato ai tifosi della Fiorentina, uno sportello bancario. Sarà attivo un servizio ecologico di consegna a domicilio curato da Green Speedy, che fa capo a Speedy Florence.
I cantieri al primo piano, che stanno per essere chiusi proprio in questi giorni, hanno visto impegnati circa 60 operai dal mese di novembre dello scorso anno. L’investimento complessivo è stato di oltre 5 milioni di euro e porterà, a regime, alla creazione di circa 170 posti di lavoro. Si punta a un fatturato che possa superare i 10 milioni di euro l’anno
L’evento ha il patrocinio del Padiglione Italia di Expo 2015.
Al piano terra della grande struttura di Firenze continueranno a lavorare i 120 operatori del tradizionale mercato cittadino (aperto dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 14), mentre il Mercato Centrale Firenze sarà aperto tutti i giorni dell’anno, tranne Natale e Capodanno, dalle 10 del mattino a mezzanotte.