GKN: operai in regione per incontrare consigliere Fabiani

GKN: operai in regione per incontrare consigliere Fabiani

Un nutrito gruppo di lavoratori della GKN  si è presentato questa mattina a palazzo Strozzi Sacrati per chiedere spiegazioni sulla posizione della Regione in merito alla vertenza, dopo l’incontro di ieri in cui la proprietà ha ribadito di voler procedere con la liquidazioane dello stabilimento e i licenziamenti degli operai.

Una protesta a sorpresa. Un nutrito gruppo di lavoratori della GKN, circa una settantina,  si è presentato qeuesta mattina presso la sede della Regione Toscana, a palazzo Strozzi Sacrati,  in piazza Duomo, protestando contro l’esito insoddisfacente dell’incontro convocato ieri dal Ministero del Lavoro.

I lavoratori i sono anche entrati dentro il palazzo che ospita la presidenza della Regione uscendone poco dopo per un incontro, all’aperto in piazza Duomo, col consigliere per il lavoro del Presidente della Regione, Valerio Fabiani, e successivamente hanno dato vita a un corteo con cori e striscioni.

Nell’incontro di ieri al ministero la proprietà della GKN ha confermato la cessazione delle attività allo stabilimento di Campi e ha rifiutato la proposta di cassa integrazione ordinaria per 13 settimane, prponendo una  Cassa integrazione per cessazione di attività (e non per crisi), il ricollocamento dei lavoratori, e l’ avvio di “un processo di riconversione industriale del sito produttivo, mediante affidamento di un mandato specifico a un primario advisor, il tutto con l’obiettivo di salvaguardare per quanto più possibile i livelli occupazionali e la continuità retributiva”.

I lavoratori stanno improvvisato una specie di corteo attarverso  il centro storico di Firenze.

 

L'articolo GKN: operai in regione per incontrare consigliere Fabiani da www.controradio.it.

Caldo da bollino rosso, Funaro ai medici: “Segnalateci gli anziani soli”

Caldo da bollino rosso, Funaro ai medici: “Segnalateci gli anziani soli”

Firenze, in questi giorni di forte caldo e afa, con temperature che venerdì e sabato saranno anche in città da codice rosso, l’attenzione dell’assessorato al Welfare è massima per gli anziani e i soggetti fragili.

L’assessora a Welfare e presidente della Società della salute di Firenze (Sds) Sara Funaro rinnova l’appello ai medici di famiglia: “Segnalateci gli anziani soli e le persone fragili per l’inserimento nel servizio di sorveglianza attiva”. “Per aiutare anziani e soggetti fragili ad affrontare al meglio il caldo e le alte temperature la collaborazione dei medici di famiglia è fondamentale – continua Funaro -. Grazie al loro aiuto potremo intercettare più facilmente le varie situazioni di criticità e intervenire con azioni mirate”.

Il servizio di sorveglia attiva, monitoraggio telefonico periodico, viene rafforzato nei periodi di ondata di calore ed è gestito dalla Sds in convenzione con l’Asp Firenze Montedomini. È rivolto alle persone sole che non dispongono di una rete familiare idonea a garantirne la sorveglianza delle condizioni di salute e di bisogno e consiste essenzialmente in contatti telefonici con gli anziani a rischio: più aumenta il rischio, tarato in base alle condizioni atmosferiche, più frequenti saranno le telefonate fino a contatti quotidiani in presenza di condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli. Saranno fornite notizie utili a modificare comportamenti errati e, se necessario, saranno allertati i presidi sanitari e i familiari.

In aggiunta ai ricoveri e al servizio di sorveglianza attiva, sono in funzione anche i servizi attivi ordinariamente come l’assistenza a casa, i pasti a domicilio e la teleassistenza.

“Con l’afa e il caldo aumentano i disagi e le difficoltà per i nostri anziani – ha spiegato Funaro -, soprattutto soli, per le persone fragili in generale e in particolare per gli anziani. Firenze da sempre mette a disposizione una serie di servizi di protezione perché al centro del nostro impegno c’è il benessere e la qualità della vita di tutte le persone che possono essere in questo momento più in difficoltà”.

L’assessore Funaro ricorda inoltre i vari servizi in funzione in città come i ricoveri di sollievo, ovvero i ricoveri finalizzati a offrire alla famiglia l’opportunità di alleggerire per un periodo di tempo determinato lo stress e l’impegno di cura, per un massimo di 60 giorni l’anno, ripetibili annualmente, nonché i ricoveri in struttura con codice rosso (inserimenti in urgenza di due mesi). Da maggio sono stati complessivamente 250 circa le attivazioni dei due servizi.

“Abbiamo a cuore i nostri anziani e teniamo molto alla loro salute – prosegue l’assessore -. Il loro benessere è al centro delle nostre azioni amministrative, che puntano a offrire loro servizi di qualità sia a livello sanitario che sociale”. Infine l’assessore al Welfare Funaro invita tutti “ad assumere comportamenti di prudenza: dal non uscire nelle ore più calde al bere più spesso e mangiare alimenti leggeri”.

L'articolo Caldo da bollino rosso, Funaro ai medici: “Segnalateci gli anziani soli” da www.controradio.it.

Venerdì picco ondata caldo, Firenze tra le città bollino rosso

Venerdì picco ondata caldo, Firenze tra le città bollino rosso

Firenze, il picco dell’ondata di calore attualmente in atto, si raggiungerà venerdì prossimo, con 15 città italiane da bollino rosso, il massimo livello di rischio salute per il caldo indicato dal bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute.

E Firenze figura tra centri urbani che venerdì prossimo raggiungeranno appunto lo stato di bollino rosso, insieme a Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti, Roma, Trieste e Viterbo, dove il bollettino del ministero evidenzia un rischio per la salute per tutti (non solo per le fasce più fragili).

Rispetto a giovedì ci sarà un incremento di 5 bollini rossi tra le città italiane (Bolzano, Brescia, Cagliari, Firenze e Viterbo).

L’anticiclone africano si appresta quindi a colpire da giovedì anche il Centronord in quella che sarà la settimana più calda dell’estate 2021, con le temperature che hanno raggiunto punte superiori ai 47 gradi in Sicilia (a Lentini, Siracusa).

Alta pressione e condizioni stabilità fino a domenica, riporta il Consorzio LaMMA nelle sue previsioni flash di mercoledì 11 agosto 2021, ore 10:30, con temperature in ulteriore aumento con punte di 39-40 °C nelle zone interne di pianura tra giovedì e sabato. Tassi di umidità in calo da domani. L’ ondata di calore che sta interessando la Toscana dovrebbe attenuarsi intorno al 16-17 agosto.

Per tutti i dettagli: http://www.lamma.toscana.it/meteo/bollettini-meteo/toscana-6-15

L'articolo Venerdì picco ondata caldo, Firenze tra le città bollino rosso da www.controradio.it.

Caldo, allerta gialla martedì e arancione giovedì

Caldo, allerta gialla martedì e arancione giovedì

Firenze, nuova ondata di caldo ed ai cellulari di molti fiorentini, che hanno aderito al servizio, è arrivata la chiamata del ‘Firenze alert’ con la voce registrata del sindaco Nardella che invitava a rimanere all’interno nelle ore più calde del giorno.

Per martedì 10  è stato infatti diramato il codice giallo per caldo, mentre per mercoledì è possibile quello arancione. La temperatura massima percepita sarà di 36 gradi martedì e di 38 gradi mercoledì.

In questi giorni di forte caldo l’attenzione dell’assessorato al Welfare ha alzato ancora di più il livello di attenzione verso anziani e soggetti fragili. Per questo l’assessore a Welfare e presidente della Società della salute di Firenze (Sds) Sara Funaro fa appello ai medici di famiglia: “Segnalateci gli anziani soli e persone fragili per l’inserimento nel servizio di sorveglianza attiva”. “Per aiutare anziani e soggetti fragili ad affrontare al meglio il caldo e le alte temperature la collaborazione dei medici di famiglia è molto importante – continua Funaro -. Grazie al loro aiuto potremo intercettare più facilmente le situazioni maggiormente critiche e intervenire con azioni mirate. Inoltre, grazie anche a realtà private del nostro territorio”.

Il servizio di sorveglia attiva, monitoraggio telefonico periodico, viene rafforzato nei periodi di ondata di calore ed è gestito dalla Sds in convenzione con l’Asp Firenze Montedomini. È rivolto alle persone sole che non dispongono di una rete familiare idonea a garantirne la sorveglianza delle condizioni di salute e di bisogno e consiste essenzialmente in contatti telefonici con gli anziani a rischio: più aumenta il rischio, tarato in base alle condizioni atmosferiche, più frequenti saranno le telefonate fino a contatti quotidiani in presenza di condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli. Saranno fornite notizie utili a modificare comportamenti errati e, se necessario, saranno allertati i presidi sanitari e i familiari.

In aggiunta ai ricoveri e al servizio di sorveglianza attiva, sono in funzione anche i servizi attivi ordinariamente come l’assistenza a casa, i pasti a domicilio e la teleassistenza.

“Con afa e caldo aumentano i disagi e le difficoltà per i nostri anziani – ha spiegato l’assessore -, soprattutto soli, e per le persone fragili in generale e in particolare gli anziani. Firenze da sempre mette a disposizione una serie di servizi di protezione perché al centro del nostro impegno c’è assolutamente il benessere e la qualità della vita di tutte le persone che possono essere in questo momento più in difficoltà”.

L’assessore Funaro ricorda inoltre i servizi in funzione come i ricoveri di sollievo, ovvero i ricoveri finalizzati ad offrire alla famiglia l’opportunità di alleggerire per un periodo di tempo determinato lo stress e l’impegno di cura, per un massimo di 60 giorni l’anno, ripetibili annualmente, nonché i ricoveri in struttura con codice rosso (inserimenti in urgenza di due mesi). Da maggio sono stati complessivamente 250 circa le attivazioni dei due servizi.

“Abbiamo a cuore i nostri anziani e teniamo molto alla loro salute – prosegue Funaro -. Il loro benessere è al centro delle nostre azioni amministrative, che puntano a offrire loro servizi di qualità sia a livello sanitario che sociale”. Infine l’assessore al Welfare Funaro invita tutti “ad assumere comportamenti di prudenza: dal non uscire nelle ore più calde al bere più spesso e mangiare alimenti leggeri”.

Una serie di semplici comportamenti e misure di prevenzione possono contribuire a ridurre notevolmente le conseguenze nocive delle ondate di calore. Si tratta di 10 semplici regole (pubblicate sul sito del Ministero della Salute) in grado di limitare l’esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione, ridurre i rischi nelle persone più fragili (persone molto anziane, persone con problemi di salute, che assumono farmaci, neonati e bambini molto piccoli).

Il decalogo si trova alla pagina: http://https://www.salute.gov.it/portale/caldo/dettaglioContenutiCaldo.jsp?lingua=italiano&id=5234&area=emergenzaCaldo&menu=vuoto)

 

L'articolo Caldo, allerta gialla martedì e arancione giovedì da www.controradio.it.

Maltempo: domani possibili temporali forti a Firenze, allerta gialla

Maltempo: domani possibili temporali forti a Firenze, allerta gialla

Dalle ore 9 di lunedì 26 luglio alle ore 21 di lunedì allerta per temporali forti nel comune di Firenze

Domani allerta gialla per possibili temporali forti. Lo rende noto Palazzo Vecchio spiegando che il centro funzionale regionale nel nuovo bollettino di valutazione segnala criticità per la zona che riguarda il comune di Firenze.

L’allerta scatterà alle 9 di lunedì 26 luglio e si concluderà alle 21 dello stesso giorno. Secondo gli esperti l’elevato caldo favorisce la possibilità di temporali di breve durata ma anche intensi. Domani i temporali saranno a “carattere sparso, localmente anche forti, più probabili sulle zone interne, ma di difficile localizzazione, con possibilità di locali grandinate e forti colpi di vento”.

Per oggi invece era stato emesso un codice giallo per vento, con validità dalle ore 8 fino alla mezzanotte dalla Sala operativa della Protezione civile regionale.

Le aree interessate sono l’Arcipelago, la costa e zone adiacenti nell’area meridionale della regione. Interessate anche le zone appenniniche a nord, al confine con l’Emilia Romagna. Codice giallo anche per mareggiate su Isola d’Elba e coste adiacenti sempre per oggi con validità dalle ore 12 fino alla mezzanotte.

Scirocco con forti raffiche interesserà le isole dell’Arcipelago, le zone meridionali, costa e zone interne, ed i rilievi appenninici nel settore al confine con l’Emilia Romagna. Mare molto mosso in particolare a largo e a sud dell’isola d’Elba.

L'articolo Maltempo: domani possibili temporali forti a Firenze, allerta gialla da www.controradio.it.