Da Unicoop Firenze 1,5 mln di euro alla Fondazione Meyer

Da Unicoop Firenze 1,5 mln di euro alla Fondazione Meyer. Le risorse saranno impiegate per il progetto Meyerpiù nell’arco del triennio 2018-2020. In programma anche eventi con soci e dipendenti della cooperativa per facilitare la diffusione di buone pratiche per la salute dei più piccoli. Il Meyer cresce e lo fa insieme a Unicoop Firenze. La maggiore cooperativa di consumo della Toscana ha firmato alcuni giorni fa un accordo con la Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer in cui si impegna a destinare come erogazione liberale una quota annuale di 500mila euro per il 2018, il 2019 e il 2020.

Le risorse serviranno per sostenere il progetto Meyerpiù che porterà l’ospedale, sede di attività di complessa rilevanza clinica per pazienti provenienti oltre che dalla Toscana, da tutto il Paese e da nazioni europee, di attività di ricerca sofisticata e di percorsi di formazione universitaria attinenti alla cura della “persona” bambino e adolescente, ad integrarsi con le realtà più avanzate in ambito pediatrico a livello internazionale.

Con Meyerpiù il Pediatrico fiorentino, che già raggiunge punte di eccellenza in diversi settori, si allargherà fisicamente, attraverso l’aumento degli spazi dagli attuali 30mila a 40mila mq. Cresceranno gli spazi dedicati alla formazione con il Meyer Health Campus. Nascerà il Parco della Salute, dove avrà sede la nuova Neuropsichiatria infantile e troveranno spazio le attività di day hospital, mentre il complesso ospedaliero sarà sempre più destinato al ricovero e cura di patologie ad alta complessità. La collaborazione fra Unicoop Firenze e la Fondazione dell’Ospedale Meyer non si limita ad un semplice finanziamento. L’accordo prevede anche il coinvolgimento dei soci e dei dipendenti della cooperativa in eventi e incontri volti alla diffusione di buone pratiche per il benessere dei più piccoli e delle loro famiglie.

Unicoop e il Meyer promuoveranno la partecipazione attraverso l’organizzazione di visite dei soci e dei dipendenti al Meyer e la presenza dei pediatri nei punti vendita della cooperativa e incontri con i soci. La salute è uno dei temi principali su cui Unicoop Firenze è impegnata rispetto alla collettività dei suoi soci. Già da tempo la cooperativa organizza incontri informativi sul benessere, attività sportive per mantenersi in forma e divulgazione di informazioni sulla prevenzione e sui corretti stili di vita. Attraverso l’accordo con il Meyer dalle prossime settimane ci sarà un focus particolare sui bambini e gli adolescenti.

“Il Meyer e Unicoop Firenze sono due realtà molto radicate nel territorio. Lo scopo di questa collaborazione va nella direzione di rafforzare questo radicamento attraverso sinergie condivise. Oltre all’erogazione di 1,5 milioni di euro, Unicoop Firenze con oltre un milione di soci, ottomila dipendenti e 104 punti di vendita intende svolgere un ruolo di maggiore connessione fra l’ospedale e le famiglie toscane. La nostra non vuole essere e non sarà una classica sponsorizzazione, bensì una vera e propria collaborazione, con lo scopo di favorire una maggiore cultura e una maggiore consapevolezza di come vivere al meglio una condizione di ben-essere” ha detto Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze.

“Oggi si stringe una collaborazione che accompagnerà Unicoop e l’Ospedale pediatrico Anna Meyer con la sua Fondazione, in un percorso triennale a sostegno di Meyerpiù, il piano di sviluppo che da qui al 2020 disegnerà un nuovo Meyer, che non sarà solo più grande, ma anche più in grado di dare risposte ai bisogni della cura dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie, alle esigenze di formazione dei giovani pediatri e dei professionisti della salute dei bambini. Inoltre al sostegno delle attività di ricerca in tutte le tematiche inerenti l’età evolutiva. Un progetto che coinvolge non solo gli operatori del Meyer ma anche la comunità in cui ha le sue radici: “La Comunità Unicoop” che rappresenta le espressioni sociali e solidaristiche più genuine della Toscana, a cui vanno i nostri sentimenti più sinceri di gratitudine”, ha commentato Gianpaolo Donzelli, Presidente della Fondazione Meyer di Firenze.

GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE, STASERA PALAZZO VECCHIO ILLUMINATO DI BLU

GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE, STASERA PALAZZO VECCHIO ILLUMINATO DI BLU. Palazzo Vecchio e la Torre di Arnolfo illuminati di blu. L’illuminazione di uno dei simboli della città di Firenze e della sua storia è il modo con cui, anche quest’anno, l’Ospedale pediatrico Meyer e la sua Fondazione hanno voluto aderire alla Giornata del diabete, che si celebra oggi in tutto il mondo. La suggestiva illuminazione blu, colore simbolo di questa malattia in continua crescita, anche tra bambini e giovanissimi, si è accesa a partire dalle 18,30. Le luci, sempre blu, colorano anche la facciata e i corridoi esterni dell’Ospedale pediatrico fiorentino e resteranno visibili fino a giovedì. L’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione con il Comune di Firenze, la Galleria degli Uffizi, la Silfi che da dieci anni supporta il Meyer e ai volontari dell’Associazione toscana bambini e giovani con diabete.
“Il Comune di Firenze ha aderito con forte convinzione alla Giornata mondiale del diabete – ha detto l’assessore a Welfare e Sanità Sara Funaro – ed è vicino alla Fondazione Meyer e all’Ospedale pediatrico che segue ogni giorno tanti bambini malati, anche di diabete, patologia che colpisce sempre di più in età pediatrica”. “Illuminando di blu Palazzo Vecchio – ha continuato l’assessore – vogliamo invitare la comunità fiorentina ad accendere i riflettori su questa malattia in costante e rapida espansione, in particolare nei paesi a basso e medio reddito. Secondo i dati dell’Oms, il numero di persone con diabete è passato da 108 milioni nel 1980 a 422 milioni nel 2014, mentre nel nostro paese, i dati dell’Osservatorio ARNO Diabete, documentano che il tasso di prevalenza totale del diabete in Italia è pari al 6,2 per cento”.
Ogni anno crescono i piccoli pazienti seguiti dal Centro regionale per la diabetologia pediatrica del Meyer. Il che conferma come questa malattia, nelle sue varie forme, sia una presenza rilevante nella vita di tanti bambini e adolescenti. Da qui l’importanza di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema.
“Il diabete è una presenza sempre più assidua tra i nostri bambini – ha spiegato Sonia Toni, responsabile del Centro regionale – Ricordo che sono circa 110 i nuovi casi di diabete di tipo 1 che ogni anno registriamo. Si tratta del diabete di tipo 1: la forma insulino-dipendente, vera e propria malattia cronica frequente in età pediatrica, dovuta alla distruzione delle cellule che producono insulina. È una patologia in progressivo aumento quantificabile in circa il 3,6% di casi in più ogni anno e con una progressiva diminuzione dell’età alla diagnosi”.
Il Centro regionale di riferimento per la Diabetologia pediatrica dell’AOU Meyer effettua diagnosi, trattamento e follow-up dei pazienti affetti da diabete, anche delle forme più rare; effettua inoltre screening e follow up dei soggetti a rischio. Svolge la sua attività in sessioni ambulatoriali, di ricovero diurno e di ricovero ordinario. Suo obiettivo è quello di garantire la diagnosi, la cura e il follow up del diabete mellito e di tutte le forme di iperglicemia in età evolutiva. Da oltre venti anni organizza corsi di educazione terapeutica e campi scuola, trasferendo le competenze multidisciplinari del team al di fuori dell’ospedale e permettendo così ai soggetti con diabete di acquisire, verificare ed approfondire le competenze diabetologiche necessarie alla gestione della terapia nel quotidiano.

DUE BIMBI RISCHIANO ANNEGAMENTO DURANTE FESTA DI COMPLEANNO

piscinaLa festa di compleanno in una villetta della Lunigiana ha rischiato di finire in tragedia: due bambini di 6 anni, abitanti a Carrara, hanno rischiato di annegare nella piscina.

Un piccolo è stato trasportato in elicottero all’ospedale Meyer di Firenze, l’altro all’ospedale delle Apuane a Marina di Massa. Secondo prime informazioni entrambi non sarebbero in pericolo di vita. I soccorsi sono scattati oggi in una villetta di Canova, frazione di Aulla (Massa Carrara) dove era in corso una festa di compleanno di un bambino: fra le attrazioni della giornata proprio la piscina, dove i bambini hanno fatto il bagno trovando refrigerio rispetto alla giornata particolarmente afosa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, al vaglio dei carabinieri di Pontremoli, intorno alle 17 due bimbi di sei anni hanno accusato malori mentre stavano facendo il bagno, molto probabilmente per una congestione. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati i genitori degli altri bimbi, che si sono buttati in acqua per riportare a bordo vasca i due piccoli mentre altri partecipanti alla festicciola hanno chiamato i soccorsi: a preoccupare in particolare erano le condizioni di uno, rimasto più a lungo sott’acqua. Ha ingerito molta acqua: pur cosciente, la situazione si è presentata piuttosto grave al medico del 118 che ha chiesto l’intervento per velocizzare il soccorso. Per uno dei due bambini è stato poi deciso il trasferimento al Meyer.

Il bambino di 6 anni ricoverato al Meyer di Firenze è in prognosi riservata e in serata dal pronto soccorso dell’ospedale pediatrico fiorentino è stato trasferito in un reparto di degenza. Le condizioni sono considerate dai medici stabili. Sotto osservazione, sempre per le conseguenze del malore in acqua e del principio di annegamento, anche l’altro bambino, che invece è stato ricoverato al Noa di Massa.

    

The post DUE BIMBI RISCHIANO ANNEGAMENTO DURANTE FESTA DI COMPLEANNO appeared first on Controradio.

DUE BIMBI RISCHIANO ANNEGAMENTO DURANTE FESTA DI COMPLEANNO

piscinaLa festa di compleanno in una villetta della Lunigiana ha rischiato di finire in tragedia: due bambini di 6 anni, abitanti a Carrara, hanno rischiato di annegare nella piscina.

Un piccolo è stato trasportato in elicottero all’ospedale Meyer di Firenze, l’altro all’ospedale delle Apuane a Marina di Massa. Secondo prime informazioni entrambi non sarebbero in pericolo di vita. I soccorsi sono scattati oggi in una villetta di Canova, frazione di Aulla (Massa Carrara) dove era in corso una festa di compleanno di un bambino: fra le attrazioni della giornata proprio la piscina, dove i bambini hanno fatto il bagno trovando refrigerio rispetto alla giornata particolarmente afosa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, al vaglio dei carabinieri di Pontremoli, intorno alle 17 due bimbi di sei anni hanno accusato malori mentre stavano facendo il bagno, molto probabilmente per una congestione. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati i genitori degli altri bimbi, che si sono buttati in acqua per riportare a bordo vasca i due piccoli mentre altri partecipanti alla festicciola hanno chiamato i soccorsi: a preoccupare in particolare erano le condizioni di uno, rimasto più a lungo sott’acqua. Ha ingerito molta acqua: pur cosciente, la situazione si è presentata piuttosto grave al medico del 118 che ha chiesto l’intervento per velocizzare il soccorso. Per uno dei due bambini è stato poi deciso il trasferimento al Meyer.

Il bambino di 6 anni ricoverato al Meyer di Firenze è in prognosi riservata e in serata dal pronto soccorso dell’ospedale pediatrico fiorentino è stato trasferito in un reparto di degenza. Le condizioni sono considerate dai medici stabili. Sotto osservazione, sempre per le conseguenze del malore in acqua e del principio di annegamento, anche l’altro bambino, che invece è stato ricoverato al Noa di Massa.

    

The post DUE BIMBI RISCHIANO ANNEGAMENTO DURANTE FESTA DI COMPLEANNO appeared first on Controradio.

Vivi Cascine

Si avvicina il grande evento  “Vivi Cascine”, che si terrà nel Parco delle Cascine sabato 10 e domenica 11 maggio. Due giorni di dimostrazioni sportive, attività culturali e ricreative, musica, spettacoli e percorsi enogastronomici.Un villaggio commerciale nel piazzale delle Cascine, uno spazio dedicato agli amici a 4 zampe, attività di intrattenimento e di partecipazione attiva del pubblico. Beneficenza per l’Ospedale Pediatrico Fiorentino Meyer con una cena di gala al Circolo del Tennis dove saranno presenti personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo ed una mongolfiera all’interno dell’Ippodromo del Visarno per ammirare Firenze.
Un weekend per tornare a vivere lo splendido ed immenso parco di Firenze e passare così due giorni all’aria aperta all’insegna del divertimento e dello sport, riqualificando e dando lustro ai tanti impianti sportivi e strutture presenti come il Club Sportivo, il Circolo del Tennis, l’Ippodromo del Visarno, che ospiterà un mercatino bio, la Scuola di Guerra Aerea, le sedi del tiro a segno e del tiro con l’arco, il laboratorio del Maggio Musicale, il nuovo Centro visite del Comune di Firenze e la Facoltà di Agraria, che ospiterà convegni organizzati dall’Università degli Studi di Firenze e dal professor Giorgio Galanti su alimentazioni, salute e doping.
Gli eventi sportivi spazieranno dalla gara di pesca per le scuole alla gimkana Bici School, il baseball con un tunnel di battuta, dimostrazioni di petanque, dimostrazione di boxe per disabili, dimostrazioni e prove di tiro a segno e di tiro con l’arco, una maratona di ballo e anche una partita di Calcio Storico Fiorentino giocata dai veterani. Nella stessa giornata si terrà inoltre “il trofeo delle Cascine” di Rugby U8 e U6 all’interno del Prato del Quercione.
Tante le Federazioni e Associazioni che hanno aderito, ed altre che stanno aderendo all’iniziativa come la Federazione Pugilistica italiana, gli Arcieri della Signoria di Firenze, la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacque, il Centro Sportivo Italiano sezione Toscana, la Federazione Italiana Bocce, la Federazione Italiana Baseball Comitato Toscano, la Federazione Ciclistica Italiana, il Comitato Regionale Toscano di Rugby, il Gruppo Cinofilo Fiorentino, l’Associazione Ama, il Centro di Tiro a segno Nazionale e i Veterani del Calcio Storico Fiorentino.