SETTIMANA EUROPEA MOBILITÀ

SETTIMANA EUROPEA MOBILITÀ

Fare il punto sulla mobilità sostenibile e sulle nuove opportunità offerte dalla tecnologia per spostarsi in modo intelligente. E in particolar modo sulla mobilità ciclabile e sui progetti avviati e definiti per promuoverla in città e non solo. Sono questi gli obiettivi del seminario “La mobilità intelligente ci porta lontano” in programma domani pomeriggio a Palazzo Vecchio. Sarà l’assessore all’urbanistica e alla smart city Giovanni Bettarini ad aprire i lavori. Tra i temi trattati dai relatovi la multi modalità e il cambio di abitudini, i programmi regionali e metropolitani per la ciclabilità, il piano delle piste ciclabili di Firenze, la bicipolitana. Le conclusioni saranno affidate all’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti.

Ecco il programma

LA MOBILITA’ INTELLIGENTE CI PORTA LONTANO
Giovedì 21 settembre, Palazzo Vecchio, Sala Macconi dalle 15 alle 17

14.45-15: ACCOGLIENZA E ISCRIZIONI
15-15.15 SALUTI E APERTURA DEI LAVORI Giovanni Bettarini, Assessore Urbanistica, Politiche del Territorio, Città Metropolitana, Decentramento e Smart City Comune di Firenze
15.15-15.30 MOBILITÀ SOSTENIBILE: MULTIMODALITÀ, EVOLUZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO E DELLE NOSTRE ABITUDINI Marco Pierini, Università di Firenze Dipartimento di Ingegneria Industriale
15.30-15.50 I PROGRAMMI REGIONALI SULLA CICLABILITÀ: IL CASO DELLA CICLOPISTA DELL’ARNO Riccardo Buffoni, Regione Toscana – Direzione Politiche Mobilità, Infrastrutture e Trasporto Locale
15.50-16.10 MOBILITÀ DOLCE E PISTE CICLABILI: IL MASTERPLAN DI FIRENZE Giuseppe Carone, Comune di Firenze – Servizio Programmazione Mobilità e piste ciclabili
16.10-16.30 TERRITORIO CONNESSO: IL PIANO CICLABILE DI CITTÀ METROPOLITANA, I PROGETTI DEI COMUNI E L’ESPERIENZA DI COORDINAMENTO DEL BANDO PERIFERIE Nadia Bellomo, Città Metropolitana di Firenze – Pianificazione Territoriale, Strategica e Sviluppo Economico
16.30-16.45 MUOVERSI IN BICI IN CITTÀ: DISEGNARE INSIEME I PERCORSI, LA BICIPOLITANA Massimo Boscherini, Consigliere FIAB Firenze Ciclabile Onlus
16.45-17 CONCLUSIONI Stefano Giorgetti, Assessore Lavori Pubblici e Grandi Opere, Viabilità e Manutenzione, Trasporto Pubblico Locale Comune di Firenze

TAV FIRENZE, RFI: “TUNNEL E NUOVA STAZIONE PRONTI NEL 2022″

tav Rfi

“Contiamo di riprendere i lavori a ottobre” ha detto l’ad di Rfi Gentile sulla Tav di Firenze: “grazie al sotto attraversamento -50% treni lunga percorrenza: più spazio per regionali.”

Il nodo Tav di Firenze, col sottoattraversamento e la stazione Belfiore (Foster) intermodale, saranno completati nel 2022. Lo ha affermato Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, intervenendo alla due giorni della Regione Toscana sul Piano regionale integrato per infrastrutture e mobilità.

Gentile ha spiegato che “noi contiamo di riprendere i lavori in autunno, a ottobre”, ovvero quando “saranno trascorsi tutti i 90 giorni che il ministero ha per approvare il Piano di utilizzazione delle terre di scavo: noi speriamo che anticipi qualcosa, ma diciamo che se è ottobre i lavori finiranno nel 2022″. Grazie al sottoattraversamento, ha evidenziato l’ad di Rfi, “la linea di cintura sarà alleggerita del 50% dei treni di lunga percorrenza che oggi ci passano, e quindi spazio ai treni del trasporto regionale”.

Gentile ha detto di aver partecipato “qualche giorno fa” a una “riunione di revisione di questo progetto: io garantisco che sta venendo una cosa molto bella, molto funzionale”. Fra le novità annunciate, l’attuale pista di cantiere lato Peretola “sarà trasformata in una strada che consentirà l’accesso esclusivamente agli autobus, che non andranno quindi a congestionare viale Redi per raggiungere la stazione”.

Con il tunnel per i treni ad Alta velocità, i binari di superficie di Santa Maria Novella saranno più sfruttabili dai convogli regionali, sostiene Gentile. “Quadruplicheremo il collegamento tra Firenze Rifredi e Firenze Statuto – ha proseguito – oltre a due binari passanti, due binari di attestamento per arrivare dalle aree ovest della città e della regione in modo più massiccio verso una stazione che più centrale, che è appunto Statuto. E anche a Campo di Marte, proprio per fluidificare maggiormente il traffico regionale, stiamo pensando di fare un ulteriore binario per il trasporto regionale a monte, lato stadio”.

The post TAV FIRENZE, RFI: “TUNNEL E NUOVA STAZIONE PRONTI NEL 2022″ appeared first on Controradio.

TAV FIRENZE, RFI: “TUNNEL E NUOVA STAZIONE PRONTI NEL 2022″

tav Rfi

“Contiamo di riprendere i lavori a ottobre” ha detto l’ad di Rfi Gentile sulla Tav di Firenze: “grazie al sotto attraversamento -50% treni lunga percorrenza: più spazio per regionali.”

Il nodo Tav di Firenze, col sottoattraversamento e la stazione Belfiore (Foster) intermodale, saranno completati nel 2022. Lo ha affermato Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, intervenendo alla due giorni della Regione Toscana sul Piano regionale integrato per infrastrutture e mobilità.

Gentile ha spiegato che “noi contiamo di riprendere i lavori in autunno, a ottobre”, ovvero quando “saranno trascorsi tutti i 90 giorni che il ministero ha per approvare il Piano di utilizzazione delle terre di scavo: noi speriamo che anticipi qualcosa, ma diciamo che se è ottobre i lavori finiranno nel 2022″. Grazie al sottoattraversamento, ha evidenziato l’ad di Rfi, “la linea di cintura sarà alleggerita del 50% dei treni di lunga percorrenza che oggi ci passano, e quindi spazio ai treni del trasporto regionale”.

Gentile ha detto di aver partecipato “qualche giorno fa” a una “riunione di revisione di questo progetto: io garantisco che sta venendo una cosa molto bella, molto funzionale”. Fra le novità annunciate, l’attuale pista di cantiere lato Peretola “sarà trasformata in una strada che consentirà l’accesso esclusivamente agli autobus, che non andranno quindi a congestionare viale Redi per raggiungere la stazione”.

Con il tunnel per i treni ad Alta velocità, i binari di superficie di Santa Maria Novella saranno più sfruttabili dai convogli regionali, sostiene Gentile. “Quadruplicheremo il collegamento tra Firenze Rifredi e Firenze Statuto – ha proseguito – oltre a due binari passanti, due binari di attestamento per arrivare dalle aree ovest della città e della regione in modo più massiccio verso una stazione che più centrale, che è appunto Statuto. E anche a Campo di Marte, proprio per fluidificare maggiormente il traffico regionale, stiamo pensando di fare un ulteriore binario per il trasporto regionale a monte, lato stadio”.

The post TAV FIRENZE, RFI: “TUNNEL E NUOVA STAZIONE PRONTI NEL 2022″ appeared first on Controradio.

AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS

Auto elettriche Firenze residentiGiorgetti preplica a polemiche su ricarica elettrica

La giunta ha approvato, su proposta dell’assessore Giorgetti, delibera per parcheggi gratis a residenti con auto elettriche e ibride. Riduzione del 50% per i non residenti.

Via libera alla sosta gratis nei posti blu della zcs per le auto elettriche ed ibride dei residenti. La giunta comunale oggi ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, la delibera che modifica il disciplinare delle zona sosta controllata proprio per facilitare il parcheggio per i veicoli più ecologici e quindi promuovere la mobilità di questi veicoli in città. “Le auto elettriche e ibride dei residenti – spiega l’assessore Giorgetti – potranno parcheggiare gratuitamente negli spazi blu della zcs a sosta promiscua e a rotazione veloce senza limitazione di zcs di appartenenza.

Inoltre anche per i non residenti è prevista una agevolazione: una riduzione del 50% delle tariffe per la sosta. Questo sarà possibile però soltanto dopo abilitazione della targa e solo con pagamento tramite la App Tap&Park, già in funzione da gennaio, oppure sul sito web del gestore della sosta (SAS) per i soli abbonamenti”.

Un passo in più in vista dell’obiettivo dell’amministrazione che punta ad avere solo auto elettriche in centro “entro la fine del mandato”. Così Nardella,  nel corso della presentazione della donazione di un’auto Classe B Electric Drive di Mercedes-Benz al Comune di Firenze, (nell’ambito del tour #IoSonoElettrica in collaborazione con Aci, Enel e Michelin) lo scorso 14 ottobre. “E’ un obiettivo che stiamo perseguendo – aveva detto parlando con i cronisti – metteremo in campo i provvedimenti opportuni affinché l’area Unesco (cioè il centro storico più il quartiere dell’Oltrarno) sia tutelata il più possibile. Entro un mese presenteremo un piano di diffusione delle colonnine di ricarica elettrica. Complessivamente ci siamo dati un piano a 4 anni, ‘Firenze elettrica': presentato nel 2014, dovrebbe avere piena applicazione entro fine mandato. E’ un obiettivo ambizioso, ma ci stiamo avvicinando rapidamente”.

In questo senso “Firenze è prima città italiana per molti aspetti della mobilità elettrica. La conversione all’elettrico nei trasporti è la risposta migliore ad uno dei più gravi problemi del traffico. Con i car sharing a base di mezzi elettrici ci auguriamo di potenziare questo fronte, lo stesso vale per i taxi per i quali abbiamo appena approvato un bando per 70 nuove licenze legati a mezzi esclusivamente elettrici” aveva concluso.

The post AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS appeared first on Controradio.

AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS

Auto elettriche Firenze residentiGiorgetti preplica a polemiche su ricarica elettrica

La giunta ha approvato, su proposta dell’assessore Giorgetti, delibera per parcheggi gratis a residenti con auto elettriche e ibride. Riduzione del 50% per i non residenti.

Via libera alla sosta gratis nei posti blu della zcs per le auto elettriche ed ibride dei residenti. La giunta comunale oggi ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, la delibera che modifica il disciplinare delle zona sosta controllata proprio per facilitare il parcheggio per i veicoli più ecologici e quindi promuovere la mobilità di questi veicoli in città. “Le auto elettriche e ibride dei residenti – spiega l’assessore Giorgetti – potranno parcheggiare gratuitamente negli spazi blu della zcs a sosta promiscua e a rotazione veloce senza limitazione di zcs di appartenenza.

Inoltre anche per i non residenti è prevista una agevolazione: una riduzione del 50% delle tariffe per la sosta. Questo sarà possibile però soltanto dopo abilitazione della targa e solo con pagamento tramite la App Tap&Park, già in funzione da gennaio, oppure sul sito web del gestore della sosta (SAS) per i soli abbonamenti”.

Un passo in più in vista dell’obiettivo dell’amministrazione che punta ad avere solo auto elettriche in centro “entro la fine del mandato”. Così Nardella,  nel corso della presentazione della donazione di un’auto Classe B Electric Drive di Mercedes-Benz al Comune di Firenze, (nell’ambito del tour #IoSonoElettrica in collaborazione con Aci, Enel e Michelin) lo scorso 14 ottobre. “E’ un obiettivo che stiamo perseguendo – aveva detto parlando con i cronisti – metteremo in campo i provvedimenti opportuni affinché l’area Unesco (cioè il centro storico più il quartiere dell’Oltrarno) sia tutelata il più possibile. Entro un mese presenteremo un piano di diffusione delle colonnine di ricarica elettrica. Complessivamente ci siamo dati un piano a 4 anni, ‘Firenze elettrica': presentato nel 2014, dovrebbe avere piena applicazione entro fine mandato. E’ un obiettivo ambizioso, ma ci stiamo avvicinando rapidamente”.

In questo senso “Firenze è prima città italiana per molti aspetti della mobilità elettrica. La conversione all’elettrico nei trasporti è la risposta migliore ad uno dei più gravi problemi del traffico. Con i car sharing a base di mezzi elettrici ci auguriamo di potenziare questo fronte, lo stesso vale per i taxi per i quali abbiamo appena approvato un bando per 70 nuove licenze legati a mezzi esclusivamente elettrici” aveva concluso.

The post AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS appeared first on Controradio.