Incendi Monte Serra: da Regione Toscana 1,5 mln di euro

Incendi Monte Serra: da Regione Toscana 1,5 mln di euro

“Abbiamo stanziato 1,5 mln di euro e inoltrato tutta la documentazione necessaria, attraverso il dipartimento nazionale di protezione civile, per ottenere la dichiarazione di stato di emergenza, e abbiamo anche inviato una lettera al ministero dell’Agricoltura per chiedere di riconoscere lo stato di calamità naturale. La Regione c’è, speriamo ci siano anche gli altri”. Lo ha detto il governatore toscano, Enrico Rossi, facendo il punto della situazione dopo l’emergenza per il grande incendio del monte Serra, nel Pisano, che ha mandato in fumo 1488 ettari di bosco e oliveti e bruciato una dozzina di abitazioni.

“Ci aspettiamo risposte altrettanto celeri – ha sottolineato Rossi -. Servono almeno 3,1 milioni di euro per restituire la casa ha chi l’ha persa e quei soldi possono arrivare solo dallo Stato. Spero che anche il ministro Centinaio, che ho visto tanto attivo, ci dia risposte positive. Serve anche un’interlocuzione pacata, e non a pesci in faccia, con l’Europa per farsi sbloccare fondi Ue da destinare alla ricostruzione“.

“Il nostro milione e mezzo servirà per i lavori di somma urgenza – spiega Rossi – e la
prima ipotesi prevede di impegnarne 850 mila per gli interventi forestali e di ripulitura, altri 350 mila per i lavori che i consorzi realizzeranno a valle attorno ai corsi d’acqua”. Una
seconda fase di intervento, dopo i rilievi, riguarderà il riassetto idrogeologico più puntuale, laddove necessario. “In questo modo – sottolinea il governatore – copriremo anche le
spese per i lavori di somma urgenza già effettuate dai Comuni e il ripristino della strada provinciale sul Monte Serra”. Entro una settimana la delibera di dettaglio sarà pronta. Nei prossimi giorni i tecnici si incontreranno di nuovo. Parallelamente la Regione sta raccogliendo dalle amministrazioni comunali l’elenco dei danni provocati dal rogo, per poi richiedere lo stato di emergenza nazionale. Quella regionale già era stata dichiarata: Rossi ha firmato l’atto una settimana fa, a incendio ancora in corso. Gli uffici regionali
stimano, sulla base delle rilevazioni satellitari, che per la ricostituzione dei quasi 1400 ettari bruciati serviranno 8,5 milioni di euro, complessivamente.

L'articolo Incendi Monte Serra: da Regione Toscana 1,5 mln di euro proviene da www.controradio.it.

Incendi nel Pisano: c’è un identikit del piromane, un ciclista fra le ipotesi

Incendi nel Pisano: c’è un identikit del piromane, un ciclista fra le ipotesi

Il piromane che ha incendiato il monte Serra mandando in fumo quasi 1500 ettari di bosco e oliveti, incenerendo una decina di abitazioni e provocando decine di milioni di euro di danni, potrebbe essere un ciclista sportivo avvistato poco dopo le 20 della sera del 24 settembre scorso e che per giorni ha impegnato vigili del fuoco e protezione civile
sulla strada che si inerpica sul monte. La notizia è stata riportata dalla stampa locale.

La rivelazione è stata fatta da Andrea Taccola, assessore alla sicurezza e ai lavori pubblici del Comune di Vicopisano, uno dei centri attraversati dal fuoco, a margine di una iniziativa di solidarietà alle comunità colpite dall’incendio.
Taccola è stato uno dei testimoni dell’avvistamento del presunto piromane: “Stavo facendo jogging – ha spiegato – e ho notato questa persona con una bicicletta lungo la strada che sale su, in un orario insolito per allenarsi visto che di lì a poco sarebbe calato il buio. Meno di due ore dopo c’era l’inferno”.
Ma ci sarebbero altre persone che avrebbero notato lo stesso ciclista lungo i sentieri che da Caprona conducono a Montemagno, altre due località devastate dalle fiamme. Ci sarebbe dunque un identikit vero e proprio nelle mani degli inquirenti: quello di un ciclista atletico e che ben conosce il territorio, vestito di scuro e forse con una busta legata alla bicicletta che
probabilmente conteneva gli altri inneschi. Gli investigatori per ora mantengono il massimo riserbo, ma la rivelazione di Taccola potrebbe essere una svolta.

L'articolo Incendi nel Pisano: c’è un identikit del piromane, un ciclista fra le ipotesi proviene da www.controradio.it.

Incendio Monte Serra: Toscana non chiede (per ora) lo stato di calamità

Incendio Monte Serra: Toscana non chiede (per ora) lo stato di calamità

A oggi la Regione Toscana non ha ancora avviato la richiesta per lo stato di calamità naturale per l’incendio che ha sconvolto il Pisano i giorni passati.

La Giunta della Toscana, nella seduta di ieri, ha stanziato 1 milione e mezzo di euro, da spendere entro la fine dell’anno, per gli interventi di bonifica e salvaguardia nelle aree dei Monti Pisani, anche a valle, interessati dal vasto incendio della settimana scorsa che ha bruciato quasi 1.400 ettari.

Il governatore Rossi intanto, stamani, ha fatto il punto sul da farsi assieme agli assessori regionali Federica Fratoni e Marco Remaschi, i tecnici e i responsabili dell’anticendio boschivo regionale, del settore agricoltura, dei consorzi di bonifica e con gli amministratori dei comuni percorsi dal rogo. Tra quest’ultimi presenti i sindaci di Calci, il territorio più colpito, Vicopisano, Buti e Vecchiano. Assente invece Cascina, “pur invitato”, spiega una nota della Regione.

“Le risorse stanziate serviranno per i lavori di somma urgenza – spiega Rossi -. La prima ipotesi prevede di impegnarne 850 mila per gli interventi forestali e di ripulitura, altri 350mila per i lavori che i consorzi realizzeranno a valle attorno ai corsi d’acqua”.

Una seconda fase, dopo i rilievi, riguarderà il riassetto idrogeologico più puntuale, laddove necessario. “Con questo milione e mezzo – aggiunge Rossi – saranno coperte anche le spese per i lavori di somma urgenza già effettuate dai Comuni e il ripristino della strada provinciale sul Monte Serra”. Entro una settimana la delibera di dettaglio sarà pronta. Nei prossimi giorni i tecnici si incontreranno di nuovo

Parallelamente la Regione sta raccogliendo dalle amministrazioni comunali l’elenco dei danni provocati dal rogo, per poi richiedere lo stato di emergenza nazionale. Quella regionale già era stata dichiarata. “Spero che il Governo accolga la richiesta – commenta Rossi – e possa contribuire alle spese per la sistemazione delle famiglie che sono state sfollate, al ristoro dei danni subiti dai privati e al rimborso dei costi sostenuti dai volontari intervenuti per domare il fuoco”.

Le case inghiottite dal rogo e demolite sono quattro. Altre otto hanno subito danni parziali. Tre, tra queste, erano prime case.

Inoltre, secondo le stime degli uffici regionali, per la ricostituzione dei quasi mille e quattrocento ettari bruciati serviranno 8 milioni e mezzo di euro: oltre al bosco ha attaccato anche campi e olivete e sul sito di Artea è stata attivata la procedura online attraverso cui gli agricoltori potranno comunicare i danni subiti.

L'articolo Incendio Monte Serra: Toscana non chiede (per ora) lo stato di calamità proviene da www.controradio.it.

Nuovo incendio sul Monte Serra, colpito questa volta il versante lucchese

Nuovo incendio sul Monte Serra, colpito questa volta il versante lucchese

Durante la notte nuovi incendi  boschivi in località Contra in comune Camaiore e Pieve di Compito comune Capannori, in provincia di Lucca. In entrambe le località il vento non aiuta le operazioni di spegnimento.

Si stima in un ettaro la superficie percorsa su Camaiore e 4-5 ettari il bosco bruciato a Compito. Qui le maggiori preoccupazioni riguardano le fiamme ‘in chioma’ che risalgono la collina minacciando alcune abitazioni e diverse centinaia di ettari di bosco.

Gli incendi colpiscono ancora una volta il Monte Serra, sul versante opposto a quello bruciato nell’incendio di Calci e Vicopisano. La vegetazione è simile, con vaste pinete e fitto sottobosco.
Nonostante alti valori di umidità e qualche mm di pioggia caduta il fuoco è molto attivo.

È stato richiesto l’invio di mezzi nazionali ed elicotteri per le prime ore della giornata. Intanto a terra, sotto il coordinamento del direttore delle operazioni, stanno lavorando squadre antincendi boschivi locali ed altre dirottate dall’incendio di Calci (dove la situazione è tranquilla, in attesa delle piogge previste nel pomeriggio).

La sala operativa della Regione sta inviando altre squadre dalle province limitrofe. Sul posto presente personale dei Vigili del Fuoco.

L'articolo Nuovo incendio sul Monte Serra, colpito questa volta il versante lucchese proviene da www.controradio.it.

Incendio Monte Serra, spente riprese notturne focolai

Incendio Monte Serra, spente riprese notturne focolai

Pisa, sono state spente le riprese notturne di alcuni focolai sul Monte Serra, le fiamme erano tornate a destare preoccupazione nella zona tra Cascina e Caprona, zona questa, già devastata dall’incendio che da lunedì sera ha mandato in fumo 1400 ettari di superficie tra bosco e oliveti.

Le squadre dei Vigili del Fuoco sono prontamente intervenute la scorsa notte scorsa riuscendo, insieme ai volontari dell’organizzazione regionale dell’antincendio boschivo, nell’intento di spegnere i nuovi focolai ed attualmente non c’è alcun intervento in corso sul Monte Serra.

Tuttavia, visto il riapparire di focolai nei giorni scorsi, resta ancora attivo il servizio di osservazione dislocato su 20 punti panoramici, che hanno il compito di segnalare eventuali riprese dell’incendio.

L'articolo Incendio Monte Serra, spente riprese notturne focolai proviene da www.controradio.it.