Toscana: 28 e 29 maggio torna il banco alimentare in sette città

Toscana: 28 e 29 maggio torna il banco alimentare in sette città

Nel 2021 il numero di richieste di aiuto alimentare è aumentato: Banco Alimentare ha registrato un incremento degli assistiti rispetto al 2020, oltre 110 mila persone in più.

Sono sette le citta’ toscane coinvolte il 28 e il 29 maggio nella raccolta fondi di Banco Alimentare. Appuntamento in piazza Strozzi a Firenze, piazza Curtatone a Pontedera (Pisa), Corso Italia (solo sabato) a Pisa, piazza Baleari (solo domenica) a Marina di Pisa, piazza del Popolo a Montecatini Terme (Pistoia), piazza Matteotti e camminamento della Lizza a Siena, viale della Vittoria a Marina di Cecina (Livorno).

Sono ancora tante, nonostante la ripresa post pandemia, si spiega in una nota, le persone in povertà assoluta nel nostro Paese: si contano infatti 5,6 milioni di individui che non hanno accesso a un’alimentazione adeguata. Nel 2021 il numero di richieste di aiuto alimentare è aumentato: Banco Alimentare ha registrato un incremento degli assistiti rispetto al 2020, oltre 110 mila persone in più. L’attività è ulteriormente cresciuta nei primi mesi del 2022 con lo scoppio della guerra in Ucraina (+35 mila assistiti solo nel primo mese di conflitto). Per poter continuare a sostenere le circa 7.600 strutture caritative in tutta Italia, che aiutano 1.700.000 persone in difficoltà, Banco Alimentare fa appello alla solidarietà di tutti, lanciando la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Donare di gusto #WeCareTogether. La prima iniziativa prevista per questa campagna, che durerà fino ad agosto, è il 28 e 29 maggio quando i volontari di Banco Alimentare saranno in piazza in 18 regioni: proporranno due prodotti di qualità, una composta di mele e cannella e un succo di mela, carota e limone, dietro una donazione minima di 10 euro. L’obiettivo di tutta la campagna è di raccogliere fondi per distribuire alimenti alle strutture caritative convenzionate pari a 3.000.000 di pasti. Il ricavato sarà utilizzato dalle singole sedi regionali.

L'articolo Toscana: 28 e 29 maggio torna il banco alimentare in sette città da www.controradio.it.

Terme Montecatini, salta offerta acquisto per mancanza cauzione

Terme Montecatini, salta offerta acquisto per mancanza cauzione

Montecatini Terme, è risultata non valida, causa la mancata presentazione della cauzione di 100mila euro, la proposta presentata da Tax Advisors Limited per la vendita delle quote di maggioranza della società Terme di Montecatini, che ha pertanto chiuso il bando poiché rimasto senza esito.

A comunicarlo è Alessandro Michelotti, amministratore unico dell’azienda Terme Montecatini, partecipata al 100 per cento da Regione Toscana e Comune di Montecatini.

“La procedura di individuazione di un nuovo socio di maggioranza – si legge nella nota – è stata chiusa ed è rimasta senza esito per mancanza di offerte valide. Non è infatti pervenuta alla società la cauzione prevista nel bando (un assegno circolare da 100mila euro, ndr) e preannunciata da una comunicazione di Deutsche Bank allegata all’offerta irrevocabile presentata il 22 novembre scorso da International Tax Advisors Limited (unico soggetto invitato alla seconda fase della procedura)”.

Adesso l’amministratore delle Terme convocherà “al più presto” l’assemblea dei soci per valutare le prossime mosse da compiere.

L’offerta irrevocabile di acquisto, da parte di International Tax Advisors Limited, società inglese guidata dal pistoiese Stefano Fabbri, era arrivata il 22 novembre proprio allo scadere dei termini della proroga.

La notizia dell’offerta era stata accolta con entusiasmo sia dal sindaco di Montecatini, Luca Baroncini, sia dal presidente della Regione Eugenio Giani e dall’assessore regionale Stefano Ciuoffo.

L'articolo Terme Montecatini, salta offerta acquisto per mancanza cauzione da www.controradio.it.