Aumentano visitatori e incassi nei Musei civici

Aumentano visitatori e incassi nei Musei civici, nel 2017: i visitatori sono stati in totale 1.351.641, facendo registrare il 5,42% in più rispetto al 2016, quando furono 1.282.207. Cresciuti anche gli incassi, che passano da 4.953.127 a 5.680.100, con un aumento del 14,68%. In particolare vanno bene le performance di Palazzo Vecchio, che vede crescere i visitatori del 5,13% (da 650 mila circa a 683 mila circa), e del Museo Novecento, che passa da quasi 30 mila a quasi 40 mila visitatori (+32,58%). Le vendite online, introdotte da poco più di un anno, si stanno diffondendo: sono quasi 24 mila i ticket virtuali staccati. La riapertura del passaggio de Palazzo Vecchio agli Uffizi, avviata in via sperimentale, ha attirato oltre 16 mila persone. Per quanto riguarda la bigliettazione, le entrate da Firenze card valgono quasi 600 mila euro di euro, contro i 536 mila euro del 2016.

Aperture straordinarie dei musei fiorentini

Gli aggiornamenti delle aperture straordinarie dei musei fiorentini per la Notte Bianca e Primo maggio. Il Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana e la Direzione del Polo Museale Regionale della Toscana hanno varato il programma delle aperture straordinarie di alcuni istituti museali.Stasera, 30 aprile – in occasione della Notte Bianca di Firenze – apriranno straordinariamente e con ingresso gratuito dalle 20 alle 24 il Museo Nazionale del Bargello e il Museo delle Cappelle Medicee. Domani primo maggio resteranno aperti: il Giardino di Boboli, il Museo degli Argenti e la Galleria del Costume e Giardino Bardini dalle 8,15 alle 18.30; il Museo Nazionale del Bargello dalle 8,15 alle 13,50; il Museo di Palazzo Davanzati dalle 8,15 alle 13,50; la Chiesa di Orsanmichele (escluso il museo) dalle 10 alle 17; il Cenacolo di Andrea Del Sarto dalle 8,15 alle 13,50; la Villa medicea della Petraia dalle 8,15 alle 18,30; la Villa medicea di Cerreto Guidi dalle 9 alle 18; la Villa medicea di Poggio a Caiano dalle 8,15 alle 18,30; il Giardino della Villa medicea di Castello dalle 8,15 alle 18,30.

 

Giornate Europee del Patrimonio

Il Polo Museale Fiorentino partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio del 20 e 21 settembre.

Nell’ambito delle “Giornate Europee del Patrimonio” del 20 e 21 settembre 2014, sabato 20 settembre 2014 l’ingresso nei musei statali con biglietto a pagamento avverrà al prezzo simbolico di € 1,00, ferme restando le gratuità di legge.
Inoltre, il 20 settembre è prevista l’apertura serale straordinaria dalle 19 alle 23 dei seguenti musei:Galleria degli Uffizi, Museo di San Marco, Museo di Palazzo Davanzati, Villa Medicea della Petraia, Villa Medicea di Cerreto Guidi e  Cenacolo di Andrea del Sarto.
Anche l’apertura serale della Galleria degli Uffizi, del Museo di San Marco e di Palazzo Davanzati sarà al prezzo simbolico di € 1,00, fatte salve le gratuità di legge, mentre la Villa medicea della Petraia, quella di Cerreto Guidi e il Cenacolo di Andrea del Sarto apriranno gratuitamente, essendo musei ordinariamente ad ingresso libero.
Domenica 21 settembre p.v. l’ingresso ai musei del Polo Fiorentino avverrà, invece, secondo il consueto orario di apertura e sarà regolato dalle normali tariffazioni.
Da segnalare infine che, sempre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 20 settembre 2014,il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure in Via degli Alfani 78 a Firenze, sarà eccezionalmente aperto dalle 20 alle 24 al prezzo d’ingresso simbolico di 1 Euro. La biglietteria chiuderà alle 23.30.

_______

Riprende Ascoltalarte

Dopo la pausa estiva del mese di agosto, dal 1° settembre riprende “Ascolta l’arte”, ciclo
di incontri/interviste radiofonici programmati ogni lunedì alle 10.45 con direttori dei musei, operatori del settore, storici dell’arte. L’appuntamento è sulle frequenze di Radio Toscana (fm 104,7 un marchio di proprietà di Radio Monte Serra srl).

Inaugurata lo scorso giugno, l’iniziativa scaturisce dalla collaborazione tra la stessa emittente fiorentina, la Soprintendenza per il Polo museale Fiorentino e la società Opera Laboratori Fiorentini-Civita Group, capofila dell’associazione temporanea d’imprese concessionaria dei servizi dello stesso Polo. “Ascoltalarte” prevede il dialogo tra il conduttore del programma e il suo ospite (direttore di museo, storico d’arte, restauratore, operatore di giardino storico, organizzatore di mostre) che in 15 minuti cercheranno di trasmettere al pubblico tutta la passione per il loro lavoro e le loro conoscenze. Ogni settimana l’esperto condurrà l’ascoltatore alla scoperta dei segreti delle nostre principali sedi culturali, raccontando aneddoti e curiosità, dialogando con gli ascoltatori col chiaro
intento di avvicinarli al nostro grande “museo diffuso”.
Ai microfoni di Radio Toscana, nel mese di settembre si alterneranno: il direttore della Galleria degli Uffizi, Antonio Natali (il 1°); la direttrice della Sezione Didattica del Polo Museale Fiorentino, Maria Paola Masini (l’8); il direttore della Galleria dell’Accademia, Angelo Tartuferi (il 15); il responsabile della segreteria della Soprintendenza per il Polo Museale Fiorentino, Marco Fossi (il 22); e il responsabile dei servizi tecnici di Palazzo Pitti e Giardino di Boboli, Mauro Linari (il 29).

Ascoltalarte

Questa mattina nella Cappella Palatina di Palazzo Pitti è stato presentato il progetto “Infinita bellezza” promosso da Radio Toscana (Fm. 104,7-un marchio di proprietà di Radio Monte Serra srl) in collaborazione con la Soprintendenza per il Polo museale della città di Firenze e con la società Opera Laboratori Fiorentini-Civita Group
All’interno di musei, chiese e ville, una quantità di opere d’arte sterminata sono ogni giorno sotto gli occhi dei fiorentini e dei toscani, sicuramente affezionati a un patrimonio che avvertono come loro, ma che conoscono poco, o solo in parte, e di cui sicuramente amerebbero sapere qualcosa in più. Eppure, da periodici rilevamenti risulta che proprio loro sono i ‘grandi assenti’; tuttavia a volte basta una sollecitazione, un racconto per incuriosire una persona e invitarla a varcare la soglia di un museo o di una basilica, magari in compagnia di amici o della famiglia.
Tre i momenti in cui si articola il progetto:
– un programma, intitolato Ascoltalarte, strutturato in trasmissioni/incontri radiofonici
settimanali con direttori dei musei, operatori del settore, storici dell’arte che andrà in onda su Radio Toscana il lunedì dalle 10.45 alle 11 a partire dal prossimo 2 giugno;
– un ciclo di visite guidate in sedi museali e a mostre rivolte agli ascoltatori della Radio;
– la diffusione di tweet con forte taglio divulgativo sulla frequenza di Radio Firenze (Fm.
95,4), anch’essa di proprietà di Radio Monte Serra srl, emittente che mutua linguaggi e
modalità dei social network, indirizzata ad un pubblico estremamente giovane, dinamico,
continuamente connesso con i social network e pertanto assolutamente diverso da quello di Radio Toscana.
In particolare la trasmissione “Ascoltalarte” prevede il dialogo tra il conduttore del programma e il direttore di un museo, uno storico d’arte, un restauratore, un operatore di giardino storico, un organizzatore di mostre, che trasmetteranno al pubblico tutta la passione per il loro lavoro e le loro conoscenze. Ogni settimana l’esperto condurrà l’ascoltatore alla scoperta dei segreti delle nostre principali sedi culturali, raccontando aneddoti e curiosità, dialogando con gli ascoltatori col chiaro intento di avvicinarli al nostro grande “museo diffuso”. “Tra le prerogative del mestiere di storico dell’arte – ha detto il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini -, c’è quella di trasporre in parole i fenomeni visivi espressi dalle opere d’arte. La radio moltiplica la nostra capacità di raggiungereun pubblico d’appassionati delle arti per ‘fargliele vedere’ con le parole”. “Valorizzare e diffondere la cultura è uno degli obbiettivi principali di Opera Laboratori Fiorentini – ha aggiunto Giuseppe Costa, Amministratore Delegato . Per questo condividiamo con piacere, anche con la Soprintendenza, il progetto di Radio Toscana “Infinita bellezza”, convinti che sia molto importante far conoscere la ricchissima offerta culturale di questo territorio proprio ai cittadini toscani e fiorentini, che più di tutti hanno la possibilità di goderne”. ‘’Siamo grati alla Soprintendenza e a Opera – ha dichiarato Sabina Ferioli, Direttore di Radio Toscana – per aver condiviso questo progetto a cui stiamo pensando da tempo e che vorremmo estendere anche alle altre principali città della toscana. Ricevendo ogni giorno centinaia di telefonate dai nostri affezionati ascoltatori ci rendiamo conto di quanto siano orgogliosi di appartenere a questa terra; per questo è nata l’idea di farla conoscere nei suoi aspetti più suggestivi e affascinanti e che la rendono famosa nel mondo’’.
_______