“Dark Portraits. Florence/Rome 1982-1985”

“Dark Portraits. Florence/Rome 1982-1985”

Gli anni ’80, lo stile, la moda e l’universo dark nelle fotografie di Dino Ignani: al Museo Marino Marini di Firenze la mostra “Dark Portraits. Florence/Rome 1982-1985”, aperta al pubblico fino al 19 settembre 2022.

Dino Ignani

Dark Portraits

Florence/Rome 1982-1985

a cura di Matteo Di Castro e Bruno Casini

Fino al 19 settembre 2022

Museo Marino Marini

“Nelle fotografie di Dino Ignani c’è tutta l’Italia degli anni Ottanta, giovane e giovanile, unica e plateale, incredibile e spettacolare. C’è soprattutto l’Italia del “look” in questa galleria di ritratti di ragazzi, c’è l’immagine della loro giovinezza, tensione, vitalità, confusione, improntitudine, gusto di vivere e paura di cadere.” Così Roberto D’Agostino, storico protagonista dei fermenti dell’epoca, racconta la ricerca che il famoso fotografo romano ha condotto nei primi anni Ottanta sui giovani frequentatori dei locali dell’universo dark: una nuova estetica musicale, ma soprattutto un modo radicalmente diverso di apparire sulla scena sociale. Più di 400 fotografie scattate tra video-bar, discoteche e feste private che documentano la trama creativa di nuovi stili di vita e che saranno esposte al Museo Marino Marini di Firenze dal 23 luglio al 19 settembre con la mostra “Dino Ignani. Dark Portraits – Florence/Rome 1982-1985”, nell’ambito della rassegna Anni Hottanta Remix e all’interno della programmazione dell’Estate Fiorentina. Due le serie di immagini raccolte insieme per la prima volta: quelle in bianco e nero, realizzate a Roma a partire dal 1982, e quelle a colori scattate a Firenze tre anni più tardi e mai esposte in precedenza; con la curatela di Matteo Di Castro e Bruno Casini e il progetto espositivo dello studio milanese POMO. Al termine della mostra sarà possibile fare un’offerta per le fotografie esposte, il cui ricavato andrà a supportare le attività del Museo Marino Marini (info: www.museomarinomarini.it).

“Dark Portraits mette a fuoco le atmosfere elettriche che viaggiavano nel clubbing di Roma e Firenze nei primi anni Ottanta. Questi meravigliosi ed esplosivi ritratti raccontano le avventure culturali che affollavano le notti di quel decennio: notti infinite che finivano all’alba, si usciva dal Tenax e si andava da Luisa via Roma per abbellire il nostro corpo sempre pieno di eccesso creativo; oppure a Roma al Black Out o allo Uonna Club, ebbri di new wave e rock’n roll”. Così racconta Bruno Casini, esperto di comunicazione e culture giovanili tra i fondatori del Banana Moon, da dove è partita la scintilla della New Wave fiorentina, oltre che il manager dei Litfiba nei primi cinque anni della loro carriera. “Erano notti carnivore, notti poetiche, notti ammalianti, esplosive, erotiche; notti sudate, notti vissute, notti formative. Dino Ignani ci prende per mano e ci conduce in quel mondo, che ancora non è finito. La mostra inoltre è arricchita con una parte dedicata al clubbing fiorentino che comprende volantini, immagini e flyer del Rinascimento Rock di questa città”.

 

 

L'articolo “Dark Portraits. Florence/Rome 1982-1985” da www.controradio.it.

Visita notturna al Museo Marino Marini di Firenze

Visita notturna al Museo Marino Marini di Firenze

Visita notturna al Museo Marino Marini di Firenze con inaugurazione del programma Metaluce e della mostra Lumen. 

Martedì 20 luglio dalle 21 alle 24 (ultimo ingresso alle 23.30), al costo simbolico di 1 euro, sarà possibile accedere al Museo Marino Marini e ammirare le sculture avvolte nel buio e illuminate dalla sola luce di piccole torce (fornite dal Museo) scoprendo ogni piccolo particolare in modo unico e suggestivo. Per i visitatori l’opportunità unica di costruire il proprio percorso di visita tra i capolavori di Marino Marini, cogliendo dettagli inediti in chiave originale. Non è necessaria prenotazione.

A seguire, un minuto dopo mezzanotte (sarà quindi già il 21 luglio), Mario Nanni, light designer e Visiting Director 2021 del Museo Marino Marini, inaugurerà li programma Metaluce ideato per il Museo. Nell’occasione verrà proiettato il filmato realizzato al Museo durante le 24 ore del solstizio d’estate, racconto dello straordinario rapporto tra le opere di Marino Marini e la luce naturale, scandire il corso del tempo nella giornata più lunga dell’anno.

Mercoledì 21 luglio alle 18.30 verrà inaugurata la mostra fotografica “Lumen” di Clara Melchiorre, parte del programma Metaluce. La mostra nasce dalla volontà di creare un dialogo tra le opere di Marino Marini, l’architettura che le accoglie, il corpo umano, la luce e le ombre che ne danno forma. Saranno presenti all’inaugurazione l’artista e Mario Nanni.

La mostra sarà aperta al pubblico da sabato 24 luglio alle 14 a lunedì 18 ottobre, seguendo giorni di apertura e orari del Museo Marino Marini di Firenze.
Il Museo Marino Marini è sempre aperto il sabato, la domenica e il lunedì dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30). Per informazioni www.museomarinomarini.it o 055 219432 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13).

L'articolo Visita notturna al Museo Marino Marini di Firenze da www.controradio.it.

Il Marino Marini di Firenze alla Bihar Biennale, unico italiano

Il Marino Marini di Firenze alla Bihar Biennale, unico italiano

Il Museo Marino Marini di Firenze è l’unico museo italiano ad essere stato invitato a partecipare alla Bihar Museum Biennale 2021: la prima Biennale dei Musei in India e nel mondo ospitata dal Museo di Bihar (Patna) e fruibile, dal 22 al 28 marzo 2021, sia in modalità fisica/in presenza che digitale.

Organizzata dal Dipartimento delle Arti, della Cultura e delle Politiche Giovanili del Governo del Bihar, la Biennale dei Musei si propone di valorizzare il patrimonio museale dell’India offrendo, al contempo, una panoramica delle collezioni chiave di alcuni musei del mondo. L’obiettivo, spiega una comunicato, è sensibilizzare il pubblico su significato e importanza della cultura museale indiana favorendone la comprensione e sviluppando un forte senso di identità nazionale.
L’evento alternerà tour virtuali, curati dai musei nazionali ed internazionali, a collegamenti in streaming e partecipazioni in presenza presso il Bihar Museum di Patma; il Museo Marini partecipa con un tour virtuale volto alla scoperta della straordinaria collezione di uno dei più grandi scultori italiani, Marino Marini, e degli spazi in cui è custodita, espressione della storia dell’architettura del nostro Paese, testimoniata dalla Cappella Rucellai di Leon Battista Alberti, nonché dal restauro e dall’allestimento realizzati dagli architetti Bruno Sacchi e Lorenzo Papi.
“Ho accolto con grande piacere l’invito dell’Istituto Italiano di Cultura di Nuova Delhi a partecipare, con un contributo video, a questo importante evento – dichiara Patrizia Asproni, presidente del Museo Marino Marini di Firenze (foto) – dal valore altamente simbolico per l’India ed il mondo museale internazionale. Un segnale importante di come l’arte e la cultura riescano ad unire persone e culture diverse in un momento di grandi cambiamenti globali. Siamo onorati di portare la testimonianza del Museo Marini, da sempre aperto al dialogo fra culture differenti e all’innovazione”.

L'articolo Il Marino Marini di Firenze alla Bihar Biennale, unico italiano proviene da www.controradio.it.

A spasso per Firenze con Marino Marini

A spasso per Firenze con Marino Marini

“Un percorso alla scoperta di una Firenze insolita, sulle orme di Marino Marini e delle opere custodite nel museo – ha detto l’assessore al Turismo Cecilia Del Re -. Un modo per accompagnare il cittadino e il visitatore verso un’esplorazione artistica con occhi differenti, e al tempo stesso per contribuire a sostenere il settore turistico duramente colpito dalla pandemia e gettare le basi di una ripartenza post Covid all’insegna di un turismo più consapevole e sostenibile”.

Il pubblico viene accompagnato alla scoperta del territorio cittadino a partire dagli stimoli dati degli spazi museali, che permettono la declinazione di percorsi narrativi, educativi e creativi, capaci di stimolare e sviluppare percorsi di conoscenza e approfondimento delle risorse del territorio così da stimolare la curiosità, l’inventiva e lo spirito di esplorazione del pubblico, che è chiamato a interagire inviando video e foto in un’ottica innovativa e non convenzionale. Le puntate sono arricchite da art tour, approfondimenti storici a laboratori creativi, anche digitali, a cura dell’associazione SciogliLibro. Il pubblico che assisterà alle puntate è chiamato a inviare i propri lavori (video, foto o galleria virtuale personale con le opere d’arte più amate) all’indirizzo aspassoperfirenze@gmail.com, così da contribuire ad arricchire i percorsi artistici del progetto. I lavori saranno poi pubblicati sulla pagina facebook del progetto. https://www.facebook.com/aSpassoperFirenze-155974736211683

Programma

Puntata 1 (27 febbraio)

Io vado al Museo Marino Marini – Invito a conoscere il Museo Marini e i dintorni Con Gaia Nanni e l’Associazione SciogliLibro. Destinatari adulti e ragazzi

Puntata 2 (6 marzo)

Danzando con l’arte e con Clet – Uno spettacolo per mettere in moto la fantasia e il corpo e scoprire l’arte di strada Con Clet, Teresa Porcella, Gianni Cammilli, La Compagnia Begheré e l’Associazione SciogliLibro. Destinatari bambini, ragazzi e adulti

Puntata 3 (13 marzo)

Cavalli e cavalieri: la fantasia galoppa insieme a Gek Tessaro – Visioni e letture al Museo Marino Marini per scoprire cavalli e cavalieri famosi: da Orlando al Don Chisciotte per arrivare a Gek Tessaro Con Gek Tessaro, Gaia Nanni, Mario Pietramala e l’Associazione SciogliLibro. Destinatari adulti, ragazzi

Puntata 4  (20 marzo)

Marino Marini etrusco: le Pomone – Quando la fantasia dialoga con la memoria delle origini, nascono frutti speciali. Con Gaia Nanni, Mario Pietramala, Ricky Tanca e l’associazione SciogliLibro. Destinatari adulti, ragazzi

Puntata 5 (27 marzo)

Un Mistero al Museo con Marco Vichi – Una riflessione sul mistero e sul giallo a partire dalla cripta e dal sepolcro del Museo, per invitare i fiorentini a inviarci il loro racconto misterioso! Con Marco Vichi, Mario Pietramala, Gaia Nanni e l’associazione SciogliLibro. Destinatari adulti e young adults

Puntata 6 (3 aprile)

In groppa alla fantasia: laboratori d’arte per tutti i gusti – Quanti spunti ci ha regalato il Museo Marino Marini per esercitare la nostra fantasia? Laboratori d’arte e creatività per tutti i gusti e per tutte le età. Con l’associazione SciogliLibro e Ricky Tanca. Destinatari bambini, ragazzi e adulti

Puntata 7 (10 aprile)

Trame e intersezioni – Si chiudono le danze di un viaggio che, dal Museo Marino Marini, ci ha portato a muoverci per Firenze e a far danzare la fantasia dentro il terreno dell’arte. Con Teresa Porcella, Gianni Cammilli, La Compagnia Begheré e l’Associazione SciogliLibro. Destinatari bambini, ragazzi e adulti

L'articolo A spasso per Firenze con Marino Marini proviene da www.controradio.it.

“La musica delle forme” concerto per piano

“La musica delle forme” concerto per piano

Il Museo Marino Marini Firenze e  l’Istituto Italiano di Cultura di Oslo in un concerto inedito e originale “La Musica delle Forme”. Giovedì 3 dicembre, alle ore 18:30 online

L’offerta culturale del Museo Marino Marini di Firenze si arricchisce di un evento speciale nato in collaborazione con l’ Italiano di Cultura di Oslo e il M.o Antoni Artese. Sarà lui il  protagonista dell’inedito e originale concerto-documentario  “La Musica delle Forme”.

Una performance al pianoforte,  che si ispira  proprio a Marino Marini e alle sue opere. Trasmesso giovedì 3 dicembre, alle ore 18:30 sul canale Facebook dell’Istituto Italiano di Cultura di Oslo, su quello del Museo Marino Marini di Firenze, sul canale Youtube del Maestro Antonio Artese e sul sito www.liveonmars.tv.

 

L'articolo “La musica delle forme” concerto per piano proviene da www.controradio.it.