A FORTE DEI MARMI ARRIVA “TRUMPEIDE”: CARICATURE DEL PRESIDENTE USA IN MOSTRA

Trumpeide Mostra Il nuovo inquilino della Casa Bianca ritratto da 60 disegnatori in diverse versioni ma tutte rigorosamente satiriche: è “Trumpeide” mostra allestita dal  al Museo della satira e della caricatura di Forte dei Marmi.

Sono 60 i disegnatori satirici, per un totale di 150 opere, che hanno accettato di dire la loro su Donald Trump, impugnando “la propria matita – spiegano i promotori – come un’arma per deridere Trump, per non soccombere al cospetto di un potere cieco e incontrollabile”.

Tra i disegnatori in mostra Liza Donnelly, firma del New Yorker, presenta un Donald che sa pronunciare solo parole di odio e paura; il burkinabé di adozione Damien Glez disegna un Trump petroliere, ignaro dei problemi dell’Africa e negazionista sul cambiamento climatico; l’egiziana Doaa Eladl paventa unaguerra nucleare tra Usa e Nord-Corea; la tunisina Nadia Khiari ironizza sulla messa al bando in Usa dei cittadini di sette Paesi musulmani; Andrzej Krauze mostra Trump che gioca a mosca cieca con Gran Bretagna ed Europa.

Ancora, il francese Pierre Ballouhey disegna l’incontro-scontro tra il Papa e Trump; il franco-sudamericano Pancho e l’olandese Tom Janssen fanno satira sulla contraddizione di voler riportare l’America ai fasti di un tempo mentre si trascura l’inquinamento ambientale; infine l’irlandese Martyn Turner gioca sui continui tweet, ovvero i “cinguettii, di Trump e l’espressione inglese “For the birds” (per gli uccelli), che significa in realtà “di nessun valore”.

Tra gli italiani, da Altan a Vincino, con una carrellata di battute al vetriolo sul sogno americano rovesciato con allusioni alle affinità con i dittatori del passato e del presente, fili spinati e limitazioni della libertà, muri, missili, armi e parole di odio sparse ai quattro venti.

Per tutte le informazioni visitare il sito (in corso di allestimento): http://www.museosatira.it/mostre/trumpeide/

The post A FORTE DEI MARMI ARRIVA “TRUMPEIDE”: CARICATURE DEL PRESIDENTE USA IN MOSTRA appeared first on Controradio.

VICCHIO: 750 ANNI DI GIOTTO, VISITA ALLA CASA E AL MUSEO

Cinque_maestri_del_rinascimento_fiorentino,_XVI_sec,_giotto

Sabato 24 giugno appuntamento a Vicchio per una visita dedicata al 750° anniversario della nascita di Giotto di Bondone. L’iniziativa è promossa da Associazione Nazionale Case della Memoria e corpo consolare del TCI.

La visita a quella che la comune tradizione ritiene la casa natale dell’artista, nel comune del Mugello, in località Vespignano includerà anche la vicina chiesa di San Martino dove Francesco, figlio di Giotto, fu priore e sarà anticipata da quella al Museo di arte sacra e religiosità popolare Beato Angelico dove si potrà ammirare La Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto. Il ritrovo è fissato alle ore 16.30 al Museo Beato Angelico a Vicchio dal quale ci si trasferirà poi a Vespignano per la visita a Casa Giotto (ore 17.15).

La Casa Natale di Giotto a Vespignano, restaurata nel 1840, ha subito nel corso dell’Ottocento e del Novecento notevoli trasformazioni. Nel 1975 l’immobile fu acquistato dal Comune e adibito a museo. Recentemente la sistemazione museale è stata rinnovata con un percorso virtuale attraverso l’opera del grande pittore: il museo è stato concepito in chiave contemporanea, puntando sulle opportunità della tecnologia multimediale, curando l’allestimento sia sotto l’aspetto visivo che scientifico.

Inoltre, domenica 25 giugno (ore 17) alla Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo si terrà la conferenza di presentazione del libro “Giotto, la casa, il colle di Vespignano” (Masso delle Fate edizioni) promossa dall’Associazione delle terre di Giotto e dell’Angelico. L’iniziativa si terrà nell’ambito della manifestazione “Artigiani in Villa”. Per l’occasione all’interno della Villa sarà presente un’esposizione di opere degli artisti dell’associazione. Il libro sulla vita di Giotto sarà protagonista anche alla Festa Artusiana di Forlimpopoli (Fc), dove sarà presentato il prossimo 30 giugno (ore 19).

Il calendario delle visite nelle Case della Memoria proseguirà a luglio, il 29, alla Casa di Giorgio Morandi a Grizzana Morandi (Bo) con visita alla mostra “Grizzana, Arcangeli, Morandi 50 anni dopo” ai Fienili del Campiaro. Il 26 agosto tappa al Castello di Castiglione del Terziere a Bagnone (Ms) per approfondire la conoscenza di Loris Jacopo Bononi, mentre il 30 settembre l’appuntamento sarà con Giuseppe Verdi alla Casa Natale a Roncole di Busseto (Pr) e Villa Verdi a Sant’Agata di Villanova sull’Arda (Pc). Si chiude il 28 ottobre a Villa Silvia Carducci e al Museo Musicalia a Cesena (Fc).

I promotori-  Associazione Nazionale Case della Memoria – mette in rete 62 case museo in 11 regioni italiane Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Basilicata, Sicilia e Sardegna che hanno deciso di lavorare insieme a progetti comuni e per promuovere questa forma museale in maniera più incisiva anche in Italia. Abitazioni legate a tanti personaggi della cultura italiana come Dante Alighieri, Giotto, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Francesco Datini, Leonardo da Vinci, Niccolò Machiavelli, Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli d’Azeglio, Agnolo Firenzuola, Pontormo, Benvenuto Cellini, Filippo Sassetti e tanti altri.

Per qualsiasi informazioni vedere il sito: www.casedellamemoria.it

The post VICCHIO: 750 ANNI DI GIOTTO, VISITA ALLA CASA E AL MUSEO appeared first on Controradio.

IL MUSEO DEGLI INNOCENTI FESTEGGIA UN ANNO E 80 MILA PRESENZE IN 11 MESI

Museo innocenti compie un anno

Il 24 giugno il Museo degli Innocenti compie un anno e lo fa superando le aspettative di 20mila unità: ingresso a prezzo ridotto per festeggiare un museo che mette in relazione storia e arte.

Con un bilancio di più di 80 mila presenze in 11 mesi il Museo degli Innocenti festeggia il suo primo compleanno il 24 giugno e lo fa superando le aspettative di 20mila unità. La riprova del forte legame tra i fiorentini e l’Istituto e dell’entusiasmo con cui è stato accolto il rinnovamento viene dal successo di pubblico e dai moltissimi messaggi scritti lasciati da persone che hanno vissuto o che hanno avuto un parente accolto agli Innocenti. Il Museo, nato per realizzare anche in chiave culturale la vocazione all’accoglienza dell’istituzione, ha l’obiettivo di diventare sempre più inclusivo e in questi mesi ha sviluppato nuove proposte per persone con disabilità fisiche e cognitive.

Sabato 24 giugno l’ingresso al Museo sarà a prezzo ridotto. Un modo questo per ricordare l’inaugurazione del 24 giugno 2016, quando, dopo tre anni di lavori, è stato restituito alla città un museo multidisciplinare che racconta 600 anni di storia di accoglienza e aiuto all’infanzia attraverso un patrimonio architettonico, artistico e documentario unico al mondo. Un modo per festeggiare un museo che, collegandosi ai servizi e alle attività che l’Istituto svolge a favore dell’infanzia, mette in relazione storia e arte con l’attuale patrimonio di competenze dell’ente. Orari di apertura: Museo degli Innocenti 10-19 (ultimo ingresso alle ore 18:30), Caffè del Verone 10-23.

The post IL MUSEO DEGLI INNOCENTI FESTEGGIA UN ANNO E 80 MILA PRESENZE IN 11 MESI appeared first on Controradio.

La Domenica del fiorentino diventa DomenicalMuseo.

La Domenica del fiorentino diventa DomenicalMuseo. . Dal 4 gennaio la Domenica del fiorentino, che prevedeva ogni seconda domenica del mese l’ingresso gratuito nei Musei civici fiorentini per tutti i nati e residenti a Firenze e provincia, si unirà alla Domenica al museo, l’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo: ogni prima domenica del mese tutti i musei, civici e statali, saranno visitabili per tutti senza alcun costo.

logo_domenicadelfiorentino

Il Comune di Firenze ha deliberato, a partire dal prossimo mese, di allineare le aperture gratuite dei Musei civici fiorentini (Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Museo Stefano Bardini, Cappella Brancacci, Fondazione Salvatore Romano e Museo di S. Maria Novella) a quanto previsto dal decreto ministeriale n.94 del 27 giugno 2014, con il quale tutti i musei statali sono aperti e gratuiti la prima domenica del mese.
Per la prima giornata di gratuità, domenica 4 gennaio, non sono previste visite guidate e attività culturali: per i semplici ingressi ai musei non sono previste prenotazioni. L’associazione Mus.e, che si occupa delle proposte e delle attività nei Musei civici, da domenica 1° febbraio rinnoverà la propria offerta di iniziative.
Visite e laboratori verranno comunicati sul sito www.musefirenze.it, tramite newsletter e sui canali social ufficiali (Facebook, Twitter, Google+).
Info e prenotazioni: Tel. 055 2768224 – 055 2768558 da lunedì a sabato 9.30-13 e 14 -17, domenica e festivi 9.30-12.30; info@muse.comune.fi.it (fp)

Il museo luogo di accoglienza

In occasione della “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”, il prossimo 3 dicembre, alle 11 il Museo di Palazzo Davanzati ospita un incontro dal titolo “Il museo luogo di accoglienza” tra il pubblico e l’Associazione La Nuova Tinaia onlus/Centro attività espressive La Tinaia, insieme all’Associazione AnnA, al Dipartimento Educativo di Palazzo Strozzi e al Museo Marino Marini, per illustrare progetti che vedono protagonista l’arte sia come modalità espressiva delle persone con disabilità mentali, sia come veicolo di comunicazione e condivisione fra pubblici diversi all’interno dello spazio musealizzato.

http://www.polomuseale.firenze.it/areastampa/files/5476ed932964455c1100002b/Loc.%20convegno%2003.12.2014%20Davanzati.jpg
All’incontro parteciperanno, tra gli altri, Maika Cavarretta e Francesco Nocentini per La Tinaia, Luca carli Ballola e Michela Mei per l’Associazione AnnA, Irene Balzani e Cristina Bucci per il Dipartimento Educativo di Palazzo Strozzi e Chiara Lachi per il Museo Marino Marini.
Alla fine dell’incontro sarà proiettato il video La Tinaia, cortometraggio di quattro minuti diretto da Francesco Faralli.
L’ingresso al museo è con biglietto (2 euro; ridotto 1 euro), fino a esaurimento dei posti disponibili; ingresso gratuito per persone disabili e propri accompagnatori e per le altre categorie previste.
Info: museo.davanzati@polomuseale.firenze.it oppure 055-2388610.