Il Tempio delle Muse

Presentata la nuova stagione di concerti e incontri musicali “Il Tempio delle Muse” ospitati al Museo di Storia Naturale.

L’ inaugurazione si terrà giovedì 31 ottobre alle ore 21 presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” (piazzetta delle Belle Arti, 2 – Sala del Buonumore) con il concerto dell’University Symphony Orchestra della Università Cattolica di Lovanio (Belgio), diretto dal Maestro Edmond Saveniers con Hans de Vos violino solista nel Concerto per violino di Jean Sibelius. L’Orchestra proporrà anche la Cuban Ouverture di George Gershwin e la Sinfonia n.8 di Dmitri Shostakovich.

Gustare le sonorità dell’arpa celtica circondati dalle testimonianze della fauna preistorica, conoscere la storia dell’antico strumento musicale del dulcimelo fra le magie dei minerali di tutto il mondo, immergersi nelle melodie della musica indiana all’ombra di alberi secolari, riscoprire le origini nobili e popolari del ballo liscio in compagnia di collezioni fossili,questa la particolarità de “Il Tempio delle Muse”, la rassegna di concerti ed eventi ospitata nelle sezioni del Museo di Storia Naturale dell’Ateneo, che permette di ascoltare musica di repertori diversi in una cornice di scienza, arte e storia.

Il ricco calendario 2013-2014, gratuito e programmato la domenica mattina, è costituito da diciassette appuntamenti che svariano dalla musica classica a quella folk, dal genere jazz a quello etnico.  La manifestazione ha il sostegno di Unicoop e i patrocini della Provincia di Firenze e del Comune, che collabora all’iniziativa anche con un contributo.”Il Tempio delle Muse, che ho ideato tre anni fa – ha spiegato la prof. Teresa Megale – salda la tradizione musicale della città di Firenze con la sua grande vocazione scientifica, facendo riscoprire nel contempo il sistema museale universitario, unico nel suo genere per la qualità storica e la ricchezza delle sue collezioni. Attraverso il potere della musica si intende valorizzare la sinergia fra le arti dello spettacolo e la scienza e far conoscere ad un largo pubblico il vasto patrimonio artistico-scientifico posseduto dal Museo di Storia Naturale dell’Ateneo di Firenze”.
L’ensemble dell’Ateneo terrà il Concerto di Natale, quello di Primavera e, a chiusura della manifestazione, il Concerto estivo, eseguendo pezzi appositamente arrangiati che spaziano dal classico al moderno, fino ad arrivare alle colonne sonore dei film più famosi.