Contempo 40th Party! Sabato 20 gennaio alla Flog di Firenze

Contempo 40th Party! Sabato 20 gennaio alla Flog di Firenze

Un negozio di dischi, poi un’etichetta discografica. Contempo quest’anno festeggia i suoi primi 40 anni con una festa piena zeppa di bei nomi di artisti e amici riuniti insieme per un party musicale senza confini. Ospiti Gianni Maroccolo, Antonio Aiazzi, Andrea Chimenti, Garbo, Miro Sassolini, Sycamore Age e molti  altri..

“La Notte di Contempo”: 40 anni di Rock Wave (1977 – 2017) celebrati con un happening-concerto che vedrà avvicendarsi sul palco: GIANNI MAROCCOLO / N.E.AP., CLOCK DVA, OMAR PEDRINI, GARBO, ANDREA CHIMENTI, ANTONIO AIAZZI, JET SET ROGER, MIRO SASSOLINI,  SYCAMOR AGE e tanti ospiti a sorpresa che animeranno insieme a noi questa serata speciale ! Presentatore della serata: Bruno Casini!

Queste le parole di Bruno CasiniGiacomo Aloigi sullo storico negozio di Firenze ” E’ “qui” che torniamo sempre, anche senza volerlo, come se le strette e tortuose vie del centro fiorentino ci guidassero, seguendo un percorso obbligato. “Qui” è in via de’ Neri. “Qui” è Contempo. Una storia cominciata quarant’anni fa, quando Giampiero Barlotti apre un negozio di dischi che diventerà molto di più. Quarant’anni, che verranno festeggiati il 20 gennaio alla Flog, con un concerto-evento ricco di ospiti e sorprese. Si è mosso per il quartiere di Santa Croce, Contempo, da Via Verdi a Via de’ Neri, poi Corso dei Tintori e infine di nuovo via de’ Neri, dove ancora oggi ci racconta di musica e di storie che vorremmo non avessero mai fine. Al tramonto degli anni Settanta il negozio diventa ben presto un punto di riferimento imprescindibile per chi a Firenze cerca “altro”, suoni e fascinazioni che non si trovano nei solchi dei vinili da top ten, ma che stanno lontano, nell’Inghilterra post-punk, nella Berlino dell’elettronica più estrema, nel melting pot che già sono i Paesi Bassi, nella New York della “no wave”. C’è un altro modo di fare musica in Europa e oltre oceano, e l’unico posto in città dove quella rivoluzione arriva è proprio Contempo. Dischi che spesso non trovano neppure una recensione sulle riviste di settore ma che Giampiero capisce siano destinati ad avere un seguito. I primi anni Ottanta gli danno ragione, Firenze diventa la capitale italiana della new wave e Contempo ne è la casa, il cuore pulsante. Non si va da Contempo solo per acquistare un disco, ci si va per incontrarsi, per riconoscersi, per scambiarsi pareri, sensazioni, emozioni. E’ così che si cominciano a fare progetti, è qui che si trovano la spinta e l’entusiasmo per dar vita alle tante band che improvvisamente si formano in città. E’ qui che nasce il movimento. E vicino allo shop di Contempo si trovava il Banana Moon dove si passano tutti quei dischi comprati proprio qui come Clowboy International,Pop Group,Gary Numan,B52’s,Cabaret Voltaire,Throbbing Gristle e dove si hanno notizie di concerti da vedere e consumare.Ed è inevitabile che Contempo compia l’ulteriore passo. Diventare anche un’etichetta, produrre i lavori di quegli stessi ragazzi che passano ore nel negozio, prima di tuffarsi nelle cantine a provare, a suonare fino all’alba. E’ nel 1983 che vede la luce “Altrove” dei Diaframma, il primo disco targato “Contempo Records”. Da quel momento l’avventura discografica prende il via e coinvolge Ltfiba, Pankow, Soul Hunter e poi si estende a gruppi di tutta la penisola, Carillon del dolore, Death in Venice, Militia. Si creano sinergie con altre etichette di tendenza, come l’inglese 4AD di Ivo Watts-Russell e si comincia a guardare anche ad altri generi come il progressive (Nuova Era) o il metal (Death SS). Un decennio abbondante di produzioni che non a caso tutt’ora vengono ristampate. E’ facile allora dire che Contempo è stata la casa del rock fiorentino, facile quanto assolutamente innegabile. Ma al netto della retorica sempre in agguato, Contempo è stata ed è una casa dell’anima, un luogo amico, in certi momenti perfino un rifugio. Qui sono nate amicizie profonde e si sono consumate fratture dolorose, qui molti sogni si sono avverati e altrettanti sono evaporati, qui si sono condivisi momenti di esaltazione e trattenute lacrime di dolore o di rabbia. E  purtroppo ci sono anche gli abbandoni di amici che perdiamo per la strada,a loro questa festa è dedicata e voglio ricordare Ernesto De Pascale che ha lavorato con Contempo per molti anni e poi Ringo De Palma,Derno Ricci,Marco Lamioni,Massimo Bertolaccini.Cose della vita, cose di tutti. Ma proprio per questo Contempo è casa, perché è ed è stata vita vera, forse a volte più vera del vero, perché caricata dell’eccitazione che accompagnava ognuno di noi nel sentirsi parte di una comunità, per quanto variegata e improbabile potesse apparire. Per questo alla fine torniamo sempre “qui”. Perché c’è un legame che attraversa il tempo e forse anche la razionalità e che ci conduce davanti a questa vetrina, oltre la quale c’è ancora Giampiero sempre in forma smagliante e a cui ci lega un affetto particolare, che è quello dato dalla gratitudine. Perché se nel bene o nel male siamo quello che siamo, è anche merito (o colpa) sua. E di Contempo. Sabato 20 gennaio cercheremo di raccontare e ricordare tutto questo, insieme a coloro che ne sono stati protagonisti e interpreti e che tutt’oggi tengono alta la qualità della musica d’autore italiana.”

Apertura h.21,00 – Ingresso €15 porta (€13 in prevendita) INFO

 

 

 

 

L'articolo Contempo 40th Party! Sabato 20 gennaio alla Flog di Firenze proviene da www.controradio.it.

È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries

È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries

Dolores O’Riordan, inconfondibile voce dei Cranberries è morta all’improvviso a Londra, la notizia in una nota della sua agente riportata dai media irlandesi. O’Riordan era a Londra per una sessione di registrazione.

“La cantante della band irlandese The Cranberries era a Londra per una breve sessione di registrazione. Non sono disponibili al momento ulteriori dettagli. I familiari sono distrutti dall’aver appreso la notizia e hanno chiesto di rispettare la loro privacy in questo momento molto difficile” riporta la nota, ma erano noti alcuni problemi di salute che avevano portato all’annullamento di alcune date durante il 2017, secondo alcune voci la causa del decesso sarebbe un tumore.

O’Riordan nacque nel 1971 a Limerick, nel sud ovest dell’Irlanda, e diventò cantante dei Cranberries nel 1990. Insieme alla band pubblicò sette dischi, l’ultimo dei quali uscito nel 2017. Negli anni Novanta, i Cranberries diventarono famosissimi in tutto il mondo mischiando il rock alla musica tradizionale irlandese: il loro disco di maggiore successo fu No Need To Argue, del 1994, che conteneva la canzone “Zombie” e ha venduto circa 17 milioni di copie nel mondo. Nello stesso anno aveva sposato il tour manager dei Duran Duran, Don Burton, padre dei suoi tre figli. I due avevano divorziato nel 2014 dopo vent’anni di vita insieme.

Nel 2003 i Cranberries si sciolsero, la O’Riordan pubblicò Are You Listeinng? nel 2007 e No Baggage nel 2009, prima della reunion con la band nel 2009.

L'articolo È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries proviene da www.controradio.it.

Disco della Settimana: The Bellrays

Disco della Settimana: The Bellrays

“Punk/Funk/Rock/Soul”, un titolo che non lascia spazio a dubbi, la semplice lista degli ingredienti principali della potente miscela elaborata dai Bellrays sin dagli esordi. Il gruppo torna con il loro primo nuovo album dall’uscita di “Black Lightning” nel 2010, ma “Punk Funk Rock Soul Volume 2” segue l’uscita di “Volume 1”, l’anteprima con 4 tracce pubblicato nel 2017. Su Controradio ascoltiamo il “Volume 2” in anteprima assoluta, l’uscita ufficiale è infatti prevista solo per il 2 febbraio.

the bellrays
«Punk is the preacher… Blues is the teacher», ovvero «il punk è il predicatore… il blues è il maestro», questo il motto del quartetto californiano formato dalla cantante Lisa Kekuala, Bob Vennum alla chitarra, Justin Andres al basso e Craig Waters alla batteria, un gruppo che nell’arco di venticinque anni ha imposto un vero e proprio trademark musicale fatto di inflessioni vocali soul e architetture sonore garage-rock, una formazione travolgente e iconica divenuta con il tempo pietra di paragone per tutti coloro che intendano cimentarsi col medesimo mix.

Non esistono ancora video ufficiali per l’uscita, ma per avere un’idea della dimensione live della band ecco uno dei loro concerti

Pagina FB: www.facebook.com/BellRays/

Sito Ufficiale: www.thebellrays.com/music

L'articolo Disco della Settimana: The Bellrays proviene da www.controradio.it.

Toscana Movie Nights presenta Musica e nuove generazioni: fare arte in Italia

Toscana Movie Nights presenta Musica e nuove generazioni: fare arte in Italia

Toscana movie Nights: martedì 16 gennaio al Cinema  La Compagnia alle  ore 20,30, serata all’insegna della musica con Leo Boni ospite speciale, poi la proiezione del  teaser Stones in Lucca infine la proiezione del film doc Quest’Italia suona il Jazz

Musica e Nuove Generazioni: fare Arte in Italia, serata all’insegna della musica, con la partecipazione straordinaria di Leo Boni, tra i Rolling Stones e un’imprevedibile orchestra jazz, un’avventura abilmente raccontata all’interno di un film documentario che riappacifica con il paese simbolo dell’arte.

Il programma:

  • Anteprima speciale: Teaser Stones In Lucca di Cristina Puccinelli 
  • Proiezione Film Documentario: Quest’Italia suona il Jazz  di Marco Guelfi (film doc, ’74, Solaria Film e Teatro Puccini in collaborazione con Cinecittà Luce)

Stones in Lucca della giovane regista lucchese Cristina Puccinelli  è totalmente ambientato a Lucca e racconta l’impatto che il concerto degli Stones ha avuto sulla città prima e durante il concerto. La produzione, Solaria Film, è toscana, così come il produttore, Emanuele Nespeca, è toscano, uno dei giovani produttori più significativi del panorama italiano. Il film Quest’Italia suona il Jazz  inoltre è realizzato in collaborazione con il Teatro Puccini di Firenze, dove è ambientato gran parte del film. Quest’Italia suona il Jazz” racconta la gara per partecipare alla composizione dell’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talent di 125 talenti proveniente da tutta Italia.  Venticinque persone che all’unisono proveranno a dare seguito al proprio sogno: vivere suonando. Un film che diventa l’occasione per raccontare il presente e il futuro del nostro paese.

Ospite d’eccezione: Leo Boni e piccola sorpresa live!

Toscana Movie Nights Un altro modo di vivere il cinema è un ciclo di sette serate organizzato da Cna Cinema e Audiovisivo Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, per promuovere le produzioni cinematografiche toscane, in programma al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/r) fino al 20 febbraio.

INFO:

Costo ingresso cinema: 6 euro (intero) – 5 euro (ridotto)

Costo ingresso cinema + aperitivo: 12 euro

Orario spettacoli: 20:30 –  Orario aperitivo: 19:00

 

L'articolo Toscana Movie Nights presenta Musica e nuove generazioni: fare arte in Italia proviene da www.controradio.it.

​Valeria Caliandro presenta il suo nuovo disco ‘La Seducente Assenza’

​Valeria Caliandro presenta il suo nuovo disco ‘La Seducente Assenza’

Valeria Caliandro in concerto a presentare il nuovo disco “La seducente assenza”. Sabato 13 gennaio, ore 23.00  al Capanno Blackout di Prato con ingresso gratuito.

Valeria Caliandro presenta il suo nuovo disco ‘LA SEDUCENTE ASSENZA’, uscito lo scorso dicembre e disponibile in tutti i digital store, negozi di dischi e punti vendita Feltrinelli. Il disco, prodotto artisticamente da Lorenzo Tommasini (C.S.I, P.G.R, Denise, F. De Gregori), è stato accolto con entusiasmo dagli addetti ai lavori e, finalmente, sarà presentato in concerto il 13 gennaio al Capanno Blackout di Prato (via Genova 17) dalle ore 23.00. Ad accompagnare Valeria, sul palco, saranno presenti il violinista Jacopo Ciani (Gang, Carlot-ta, Atterraggio Alieno) e la violoncellista Sara Soderi (La Scatola Blu). Il trio che si esibirà sul palco è composto da tre poli strumentisti che durante il live alterneranno vari strumenti, trasportando le sonorità delle esecuzioni  in mondi diversi: dal vero e proprio ‘pop da camera’ a un mondo più ‘dark’ colmo di struggenti suggestioni.


Biografia: Valeria Caliandro, classe 1986, origini pugliesi, nasce a Firenze e cresce a Prato, dove vive. Nel 2012 pubblica a nome Vilrouge il suo primo album, Immacolato Caos, che riceve unanimi consensi dalla stampa e dalla critica. Prosegue e costruisce la sua carriera fondandola sulla ricerca, l’insegnamento della musica nelle scuole e con diversi laboratori, e l’educazione all’ascolto per i bambini. Negli ultimi quattro anni colleziona esperienze fondamentali fatte di incontri decisivi. Tra questi ha l’opportunità di conoscere e condividere il palco con artisti come Francesco De Gregori e Carmen Consoli, la quale la invita ad aprire le date toscane della tournée teatrale del suo Eco di Sirene Tour. La seducente assenza è il suo secondo album.

 

L'articolo ​Valeria Caliandro presenta il suo nuovo disco ‘La Seducente Assenza’ proviene da www.controradio.it.