Danneggiano auto e moto in centro Firenze, arrestati

Danneggiano auto e moto in centro Firenze, arrestati

In stato di alterazione psicofisica hanno danneggiato auto e moto parcheggiati tra via Melegnano, Borgognissanti e via Montebello utilizzando transenne e paletti in ferro del comune di Firenze sfilati dai propri supporti.

Per questo tre persone, due uomini e una donna, sono stati arrestati per danneggiamento autoveicoli e resistenza a pubblico ufficiale in quanto si sono anche scagliati violentemente contro i carabinieri che chiedevano loro le generalità, volteggiando oggetti presi da terra, minacciandoli ed offendendoli.

A chiedere l’intervento dei militari, stamani, sono stati alcuni cittadini che hanno assistito alla scena. I tre, due italiani ed un marocchino residente a San Godenzo saranno giudicati domattina con rito direttissimo.

Tre scooter sono stati invece  bruciati ed un’auto parcheggiata accanto danneggiata dalle fiamme di un incendio in via Bertolino al polo universitario di Novoli. Secondo quanto si è appreso l’incendio, scoppiato la notte scorsa, potrebbe essere di origine dolosa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco. Indagini sono in corso da parte della polizia. Infranti anche i vetri di due finestre di una delle strutture universitarie cittadine.

L'articolo Danneggiano auto e moto in centro Firenze, arrestati proviene da www.controradio.it.

Firenze: polizia sequestra 20 chili di droga in parcheggio a Novoli

Firenze: polizia sequestra 20 chili di droga in parcheggio a Novoli

Oltre alla droga è stata recuperata refurtiva di ingente valore. Tra gli oggetti recuperati: la riproduzione di una “katana”, bottiglie di vino pregiato e un’ottantina di scarpe da donna firmate.

L’operazione, coordinata da Roberto Sbenaglia, il Dirigente del Commissariato di polizia di Rifredi-Peretola, ha smantellato quella che gli inquirenti ritengono essere stata una possibile base logistica per lo spaccio e la ricettazione della merce rubata.

Nello specifico, lo scorso fine settimana, gli uomini della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato avevano denunciato in zona un 28enne sorpreso a spacciare una modica quantità di sostanza stupefacente. Avendo notato un anomalo via vai di persone tra le cantine e i garage di uno stabile in via Castelnuovo Tedesco, gli agenti sono voluti andare a fondo nella vicenda e così lunedì scorso hanno pianificato un servizio mirato con tanto di cane antidroga.

Scesi nei sotterranei dello stabile, il cane Amper, ha puntato con insistenza un garage (risultato poi abusivamente occupato da persone al momento rimaste ignote) ed un furgoncino dismesso. Una volta aperto il garage sono stati individuati dagli agenti, oltre 80 scarpe da donna firmate e perfettamente imballate nella loro confezione, 50 bottiglie di vino pregiato e, infine, una riproduzione di una spada giapponese da samurai.

Evidenti tracce di marijuana sono state invece riscontrate in un bidone verosimilmente utilizzato in precedenza come contenitore per lo stupefacente. Un’altra scoperta è stata fatta nel furgone sospetto, dove la polizia ha trovato un secondo bidone, questa volta pieno di droga (poco meno di 20 chili di marijuana).

Successivi sviluppi investigativi hanno permesso di accertare che il vino rinvenuto era stato rubato un paio di anni fa da una nota Cantina della provincia fiorentina, mentre sono in corso accertamenti per risalire alla provenienza delle scarpe firmate. Nel corso dell’operazione sono stati infine trovati anche diversi attrezzi potenzialmente atti allo scasso: tra questi, alcune tronchesi e trapani a mano.

L'articolo Firenze: polizia sequestra 20 chili di droga in parcheggio a Novoli proviene da www.controradio.it.

Hashish e marijuana scoperti in un  garage da cane poliziotto

Hashish e marijuana scoperti in un  garage da cane poliziotto

Nascondeva hashish e marijuana nel garage di un condominio, in via di Novoli a Firenze, ma è stato scoperto grazie al fiuto di un cane antidroga della polizia, che mentre passava in strada è stato attratto dall’odore dello stupefacente, che fuoriusciva da una piccola finestra del locale.

Per questo un 39enne italiano, incensurato, è stato arrestato dalla polizia. Nel garage, che aveva preso in affitto alcuni mesi prima, sono stati sequestrati 750 grammi di droga.
Secondo quanto spiegato, ieri sera gli agenti del commissariato di Rifredi e le unità cinofile stavano controllando alcune fioriere all’esterno del palazzo, usate spesso per nascondere le dosi dai pusher della zona. A questo punto il cane Amper ha cominciato a tirare il suo conduttore verso una piccola finestra del palazzo, che affaccia sulla strada. E così che gli agenti hanno individuato il garage dove era nascosta la droga. Perquisita anche l’abitazione del 39enne, dove sono state sequestrate alcune dosi di hashish e circa mille euro in contanti.

L'articolo Hashish e marijuana scoperti in un  garage da cane poliziotto proviene da www.controradio.it.

Il centro Paganelli vuole intitolare la struttura a Sofia De Barros

Il centro Paganelli vuole intitolare la struttura a Sofia De Barros

I gestori del centro sportivo di Novoli, la società “Firenze Pallanuoto” e “Liberi e Forti” hanno deposto istanza per intitolare il Paganelli a Sofia. Presidente Perugini: “bellissima iniziativa”.

Intitolare a Sofia De Barros, la bambina divenuta simbolo della lotta alle patologie rare neuro degenerative, morta lo scorso 30 dicembre, il centro sportivo Paganelli, nel quartiere di Novoli, a Firenze.

I gestori del complesso, le società sportive ‘Firenze Pallanuoto’ e ‘Liberi e Forti’, pochi giorni fa hanno depositato l’istanza di richiesta presso l’assessorato alla toponomastica di Firenze. A darne notizia sono i genitori di Sofia, Caterina Ceccuti e Guido De Barros, che presiedono l’associazione Voa Voa onlus Amici Di Sofia.

“Il centro sportivo Paganelli è anch’esso simbolo di una lotta importante per Firenze – spiegano i genitori in una nota -, quella contro il degrado di una zona che è fulcro di alcune tra le attività cittadine più importanti, basti pensare al tribunale e al polo universitario di Novoli.

Il Paganelli è un complesso dinamico e giovane, impegnato nell’offrire a moltissimi ragazzi, del quartiere e non solo, la possibilità di occupare il loro tempo esprimendo le proprie attitudini sportive”. Di “bellissima iniziativa”, parla il consigliere del Quartiere 5 Federico Perugini (Psi) secondo cui l’intitolazione dell’impianto sportivo è “una valida alternativa alla proposta che avevo lanciato di intitolare il nuovo aeroporto di Peretola alla piccola Sofia”.

L'articolo Il centro Paganelli vuole intitolare la struttura a Sofia De Barros proviene da www.controradio.it.

Domani mattina torna la consueta viabilità alla rotatoria San Donato

Tramvia, domani mattina torna la consueta viabilità alla rotatoria San Donato

I lavori di sistemazione urbanistica proseguiranno nelle aree già interessate dai cantieri

Domani mattina sarà ripristinata la viabilità consueta alla rotatoria San Donato. I lavori relativi alle sistemazioni urbanistiche stanno procedendo più celermente di quanto inizialmente programmato dall’impresa. Oggi saranno ultimate le operazioni che richiedevano l’istituzione dei provvedimenti di circolazione, scattati una settimana fa. Domani mattina quindi, con sei giorni di anticipo, sarà ripristinata la possibilità di svolta da via di Novoli verso via Forlanini e sarà revocato il restringimento di carreggiata nella parte finale di via di Novoli, in prossimità dell’intersezione con viale Redi e via Maragliano: torneranno quindi le due corsie in ingresso città. Le lavorazioni proseguiranno nelle aree già interessate dai cantieri