Alle Oblate una mostra sul ’68

Alle Oblate una mostra sul ’68, a Firenze e nel mondo

La mostra si può visitare, negli orari di apertura della biblioteca, dal 17 maggio al 1° giugno. In programma tre incontri pubblici di approfondimento.

Giovedì 17 maggio, ore 17, prende avvio la mostra documentaria “Il 1968, fiorentino e internazionale. Immagini di un capitalismo non più ecosostenibile e di chi ha un sogno” curata dal ‘Centro studi politico sociale archivio storico il sessantotto’, con la collaborazione della comunità dell’Isolotto, di Deapress, dell’associazione “Firenze, le piazze degli anni 70” e dello SDIAF. La mostra si può visitare, negli orari di apertura della biblioteca, fino al 1 giugno.

La mostra espone documenti delle scuole fiorentine e delle comunità di base, oltre a manifesti e fumetti relativi a eventi cruciali di quell’anno (maggio francese, primavera di Praga, guerra del Vietnam) con un corredo di foto, immagini e racconti.

Incontri di approfondimento:

17 maggio, ore 17, “Presentazione della mostra”

24 maggio, ore 17, “Il diritto allo studio. La scuola e l’università dal ’68 ad oggi”

31 maggio, ore 17, “Il ’68 nel mondo”

Per organizzare visite guidate rivolte alle classi degli istituti fiorentini contattare il Prof. Vito Nanni all’indirizzo nannivito@gmail.com

Biblioteca delle Oblate, Via dell’Oriuolo 24 www.biblioteche.comune.fi.it

Giorno della Memoria 2018

Giorno della Memoria 2018,tutti gli eventi in programma, a livello istituzionale e nelle situazioni locali, per ricordare l’atrocità dell’Olocausto

LE CELEBRAZIONI UFFICIALI

Il 27 gennaio 1945 il campo di sterminio di Auschwitz fu liberato dai soldati russi e quella data è stata scelta come simbolo per perpetuare la memoria di una delle più grandi atrocità di cui l’umanità si è resa capace. Una giorno della memoria, per non dimenticare. Come ogni anno Firenze si appresta a celebrarlo, per dare il proprio contributo all’elaborazione di quella tremenda lezione storica.

Le manifestazioni istituzionali prevedono, la mattina del 27 gennaio, alle ore 8, l’esposizione delle bandiere a mezz’asta in Palazzo Vecchio.

Alle ore 9, in vari luoghi della città verranno deposte corone di alloro presso i monumenti e le lapidi poste a memoria della deportazione e dei campi di sterminio.

MEETING AL MANDELA FORUM

Venerdì 26 gennaio, ore 9,30, Nelson Mandela Forum, Viale Paoli

VII edizione del Meeting regionale degli studenti in occasione del Giorno della Memoria

1938-2018, Razzismo di Stato-Stato di Diritto, 80 anni dalle leggi “razziali” del fascismo, 70 anni dalla promulgazione della Costituzione della Repubblica italiana e della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Video, interventi, testimonianze, riflessioni.

IN BIBLIOTECA

Biblioteca delle Oblate
25 gennaio, ore 17.30, Sala Storica, Leggere per non dimenticare, presentazione del libro di Sabina Fedeli Gli occhiali del sentimento. Ida Bonfiglioli: un secolo di storia nella memoria di un’ebrea ferrarese (La Giuntina, 2017). Presenta Daniel Vogelmann
6 febbraio, ore 17, Sala Conferenze,p resentazione del libro La tela di Sonia. Affetti, famiglie, arte nelle memorie di una maestra ebrea a cura di Marta Baiardi, A. Cecconi, S. Sorri, (La Giuntina, 2018).

Dal 10 gennaio Proposte di lettura e bibliografie di approfondimento in Sezione Contemporanea e in Sezione Bambini e Ragazzi.

Biblioteca Palagio di Parte Guelfa Q.1
27 gennaio, Scaffale tematico – Per non dimenticare

Biblioteca Pietro Thouar Q.1
27 gennaio, ore 16.30, Sezione ragazzi, La memoria dei bambini Dalla lettura di alcune sequenze del Diario di Anna Frank nella nuova versione a fumetti di Ari Folman e David Polonsky (Einaudi, 2017) al laboratorio di “traduzione” in immagini del libro I bambini di Terezin: poesie e disegni dal lager 1942-1944 (Feltrinelli, 1980). Per bambini da 8 a 13 anni, su prenotazione.

27 gennaio, ore 16.30, Altana, Gramsci oggi. Dalle Lettere ai Quaderni. Testi gramsciani scelti e interpretati da Ilaria Onorato.

Biblioteca Fabrizio De André Q.1
Mostra bibliografica dedicata alle persecuzioni del popolo ebraico.

Biblioteca Mario Luzi Q.2
19 gennaio, ore 17, Presentazione dello spettacolo di Doretta Boretti, Non perdiamo tempo, incominciamo!, in scena sabato 27 gennaio alle 17.00 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio, per la regia di Gabriella Del Bianco

Biblioteca del Galluzzo Q.3
Bibliografia dedicata

BiblioteCaNova Isolotto Q.4
26 gennaio, ore 10-13, Ricordarsi di non dimenticare. Letture di brani tratti da libri e filmati che trattano i temi della discriminazione, della diversità e della gestione dei conflitti. Laboratorio didattico L’albero della memoria: la Shoah raccontata ai bambini.
30 gennaio, ore 17-19, Un viaggio insieme ai ragazzi di oggi nella memoria di ieri Il Premio Rusich, a cura di Silvia Rusich e Franco Quercioli. Rassegna dei lavori prodotti dalle scuole, premiati nei concorsi effettuati dal 2008 al 2015.

Biblioteca Orticoltura Q.5
Scaffale con bibliografia tematica

Biblioteca Filippo Buonarroti Q.5
Dal 17 al 31 gennaio Scaffale con bibliografia tematica
27 gennaio, ore 10.30, Narrazioni sull’Olocausto attraverso gli occhi dei bambini. Letture ad alta voce per tutti.

ALTRI EVENTI

Teatro Affratellamento/ Guerra e patrimonio artistico

Venerdì 26 gennaio, ore 17.30, teatro Affratellamento, via Giampaolo Orsini 73, in occasione della ‘Giornata della Memoria’ la Commissione Cultura Q.3, in collaborazione con l’associazione Culturale Altroteatro, organizza l’evento Resistere per l’arte, guerra e patrimonio artistico in Toscana, letture teatralizzate tratte dall’omonimo libro di Alessia Cecconi con proiezione di foto d’epoca. Si racconta la storia di uomini come Cesare Fasola, Ugo Procacci, Giovanni Poggi, Enzo Carli, Leonetto Tintori, Bruno Farnesi, Rodolfo Siviero, che hanno rischiato la vita per salvare capolavori ancora oggi ammirati nei musei di tutto il mondo.

Villa Pozzolini/ Dante, Bartali, Chaplin, tre grandi che aiutano a capire

‘Navigando e pedalando nella Memoria’, a cura dell’associazione “E20 eccezionali eventi”

26 gennaio, ore 17, “Finchè il mar non fu sopra di noi richiuso” : letture commenti e riflessioni. Il canto e la memoria: il XXVI canto dell’Inferno, nel quale Dante incontra Ulisse, è considerato uno dei più belli e significativi della Divina Commedia. Per Primo Levi il ricordo di questi versi è uno strumento di salvezza dentro l’inferno del lager, ed è così che la memoria, oltre ad essere strumento di resistenza passiva, diviene anche dovere morale.

2 febbraio, ore 17, Chaplin e la memoria delle persecuzioni: il grande dittatore, visione e commento di alcune parti del film. Charlie Chaplin, oltre ad aver rivoluzionato la comicità, è divenuto simbolo della protesta contro le persecuzioni antisemite della Germania nazista ed icona del cinema di tutti i tempi. Lanciò il suo messaggio di pace all’alba della seconda guerra mondiale.

9 febbraio, ore 17, Quel Ginettaccio… la vita e le imprese di Gino Bartali. Il racconto di un uomo che salvò la vita a 800 ebrei. I grandi campioni vengono ricordati per le loro imprese sportive, eppure la stella Bartali brilla anche per altruismo e umanità.

18 febbraio, Visita guidata alla Sinagoga di via Farini. Per info e prenotazioni eventi20@yahoo.it 3703059139

Le poesie di Dora Gabe

La Fondazione il Fiore e la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze propongono una conferenza di Virginia Ghelarducci, giovane filosofa livornese dottoranda alla University of London e apprezzata traduttrice dal bulgaro, sulla poetessa e autrice per bambini Dora Gabe. Una figura fondamentale della letteratura bulgara, quasi sconosciuta in Italia, che permette di affrontare il tema della memoria attraverso alcune sue poesie dedicate all’Olocausto e più in generale alle proprie radici ebraiche.
La conferenza, intitolata “Riflessioni sull’Olocausto nella poesia di Dora Gabe”, si terrà giovedì 25 gennaio, ore 16,30 nella sede della Biblioteca Umanistica (piazza Brunelleschi 3-4, ingresso libero). Per ulteriori info Fondazione il Fiore 055-225074

Agli Uffizi omaggio a Carlo Levi

Gallerie degli Uffizi, 26 gennaio, ore 9, “Mi par d’essere caduto dal cielo, come una pietra in uno stagno”. Omaggio a Carlo Levi (scrittore, pittore, antifascista, ebreo).

Dmitrij Šostakovič al Teatro del Maggio Musicale

Sabato 27 gennaio, ore 15.30, Dmitrij Šostakovič e le ceneri di Babij Jar, incontro a cura di Rosanna Giaquinta, segue esecuzione del Quartetto in do minore op. 110. In collaborazione con il Gabinetto G.P. Vieusseux.

Visita a Casa Siviero

Domenica 28 gennaio, ore 10.30 e ore 11.30, La casa di zio Giorgio e zia Matilde. Visita guidata al villino di Lungarno Serristori, oggi museo Casa Siviero

Info: 055-4382652 casasiviero@regione.toscana.it www.museocasasiviero.it

Lettura in Sinagoga

Domenica 28 gennaio, ore 15.30, Il silenzio dei vivi di Elisa Springer Letture scelte con accompagnamento di musiche ebraiche, ingresso libero

Info: 055 2346654 sinagoga.firenze@coopculture.it

Biblioteca Nazionale, evento in ricordo di Primo Levi

Martedì 30 gennaio, ore 17, la Biblioteca Nazionale rende omaggio alla figura di Primo Levi con la presentazione di Questo è un uomo biografia del grande scrittore a cura di Daniele Pugliese. Ne parleranno Massimo Bucciantini, docente di storia della scienza e delle tecniche all’Università di Siena, Renzo Martinelli, rappresentante della Comunità ebraica di Firenze, e Maria Cristina Carratù, giornalista de “La Repubblica”. Info: bnc-fi@beniculturali.it tel. 055 241151

Università: riflessioni, letture e musica

Lunedì 29 gennaio, ore 9, nell’atrio del Rettorato (Piazza San Marco, 4), il rettore dell’Università Luigi Dei ricorderà gli universitari fiorentini allontanati da aule e cattedre, a seguito delle leggi razziali. A seguire, in Aula magna, alle 9.30, gli attori della Compagnia teatrale universitaria “Binario di Scambio” leggeranno alcuni brani di poesia e prosa (testi di Giuseppe Ungaretti, Fernando Pessoa, Nelson Mandela e Primo Levi). Il Coro universitario interpreterà brani tratti da Leonardo Cohen, Mozart e U2, mentre il violinista Gabriele Centorbi, accompagnato al pianoforte da Patrizio Paoli, eseguirà “Méditation” dal Thais di Jules Massenet.

Ottobre in biblioteca

Ottobre in biblioteca. Nell’ambito del progetto regionale Vetrina Toscana”Il sapore delle parole: letture gustose nelle Biblioteche della Toscana”  ed in occasione della Settimana della Cultura Toscana (9-19 ottobre 2014), la Biblioteca delle Oblate e la BiblioteCanova Isolotto promuovono le seguenti iniziative:

giovedì 16 ottobre ore 18.00- BiblioteCanova Isolotto presentazione pubblica del percorso di avvicinamento alla lettura, svolto da una classe dell’Istituto Alberghiero Buontalenti. Il programma prevede la lettura per il pubblico di ricette tratte dai testi che hanno per protagonisti Montalbano e Nero Wolfe, la lettura di alcuni brani tratti dai testi d Markaris, Vasquez Montalban e Izzo nei quali si affronta il tema del cibo. Durante il percorso alcuni studenti hanno creato una canzone sul tema, altri hanno disegnato il menù per l’evento, la creatività del gruppo si è infine espressa nella creazione di un “menù a colore”. Alcuni di questi piatti saranno realizzati in collaborazione con la Caffetteria Canova per il pubblico che interverrà all’evento. L’iniziativa sarà coordinata dall’Associazione Culturale Venti Lucenti.
sabato 18 ottobre  ore 17.30 – Biblioteca delle Oblate “La tua ricetta preferita”. L’iniziativa è una tappa del gioco letterario “Il gusto della lettura”, edizione 2014. Tutti i lettori, i gruppi di lettura e di scrittura e le Associazioni Culturali sono invitati ad inviare la loro ricetta preferita, scelta ed estrapolata fra quelle dei libri segnalati per il gioco letterario, attinta dai propri ricordi oppure inventata. Basta che coniughi il “sapore” al “sapere” e preveda, preferibilmente, l’utilizzo di ingredienti toscanie e si ispiri alla tradizione culinaria della nostra regione.
Le ricette, da descrivere in modo chiaro, sintetico (max metà f.to A4) e magari divertente, dovranno giungere entro il 14 ottobre a: promozione.biblioteche@comune.fi.it oppure spedite/consegnate a mano a: Segreteria Eventi Oblate c/o Biblioteca delle Oblate (piano 1°), Vua dell’Oriuolo 26, 50122 – Firenze.
Un’apposita giuria composta dal critico gastronomico Marco Gemelli, la blogger Claudia Ciabattini, la Responsabile P.O. Promozione Biblioteche e Progetti Speciali Grazia Asta, lo scrittore Vanni Santoni, lo chef della Caffetteria Alessandro Arena, esaminerà le ricette pervenute sulla base dei seguenti criteri di valutazione: originalità, fattibilità, legame con il territorio e sostenibilità, potere evocativo.
Le prime tre ricette classificate saranno premiate nel corso della serata e le altre, quelle più interessanti e significative, verranno lette e commentate, mentre la Caffetteria delle Oblate proporrà, a conclusione, un’Apericena, con un menù di proprie “ricette preferite” e liberamente ispirato a quelle partecipanti (su prenotazione).
L’incontro sarà coordinato dall’Associazione Culturale Teatrolà.
Assieme alla “ricetta preferita” gli interessati potranno inviare anche la loro recensione sui libri del gioco letterario.

A guerra finita Vittime in tempo di pace

Dal 30 settembre al 1° novembre alla Biblioteca delle Oblate sarà possibile visitare l’esposizione “A guerra finita – Vittime in tempo di pace”, promossa dal Circolo “Martin Luther King” delle Lavoratrici e dei Lavoratori della Biblioteca Nazionale.

Le guerre continuano a fare vittime anche dopo che si sono concluse: così è stato in Italia dopo la 2° Guerra Mondiale, così è oggi nei territori che sono teatro di conflitti. A queste vittime, in particolare ai bambini, è dedicata la Mostra “A guerra finita”.
Durante il periodo di esposizione della Mostra si svolgeranno le seguenti iniziative:
martedì 30 settembre, ore 17.30 – Sala Conferenze (piano terra): presentazione della mostra e proiezione del video “A guerra finita – Vittime in tempo di pace” con Dario Nardella – Sindaco di Firenze, Isolina Baldi del gruppo che ha curato la Mostra, Luca Brogioni – Responsabile Archivi e collezioni librarie storiche del Comune di Firenze, Francesca Parrini – curatrice del video, Francesca Zaccagni, Presidente del Circolo “Martin Luther King”
mercoledì 8 ottobre, ore 17.30 – Sala Conferenze (piano terra): proiezione dei filmati “I bambini ci giuocano” (con la supervisione di Cesare Zavattini e Vittorio De Sica) e “Cuori nella tempesta”.
Partecipano: Grazia Asta- Responsabile promozione biblioteche e progetti speciali del Comune di Firenze, Andrea Bagni di “Ecole”, don Andrea Bigalli di “Libera”, Sergio Marchini del Gruppo che ha curato la realizzazione della Mostra.
martedì 14 ottobre, ore 17.30 – Sala Conferenze (piano terra): “Un mondo minato – Le mine oggi nel mondo” (con la collaborazione di Emergency). Partecipano: Mario Batistini della Camera del lavoro CGIL di Firenze, Raffaella Bolini dell’ARCI, Francesca Testa di Emergency, Gianfranco Tomassini, del Comitato “Fermiamo la guerra” di Firenze.
martedì 28 ottobre, ore 17.30 – Sala Conferenze (piano terra): “Mine a Firenze – 1944 e primo dopoguerra, mine e ordigni inesplosi nel territorio fiorentino” (con la collaborazione dell’Istituto Storico per la Resistenza in Toscana e dell’ANPI) – Presentazione di “Mantignano 1944” (libro sui partigiani e la difesa dell’acquedotto di Mantignano) e di alcuni documenti sulla Scuola di sminatori di Fiesole etc.
Partecipano: Lucia Nadetti dell’Archivio Storico di Fiesole, Simone Neri Serneri dell’Istituto Storico per la Resistenza, Franco Quercioli, curatore del libro, “Mantignano 1944”, Luigi Remaschi dell’ANPI – Fi.

Firnze Liberata alle Oblate

In occasione del 70° Anniversario della Liberazione della città di Firenze, la Biblioteca delle Oblate in collaborazione con l’Associazione culturale la Nottola di Minerva presenta: 11 agosto 1944-2014 Firenze Liberata Ora e sempre resistenza.
L’iniziativa si svolgerà dalle ore 17.00 alle ore 20.00 presso la Biblioteca delle Oblate.
Presentazione del Progetto Nuova Radio Cora, con la partecipazione di ANPI e Istituto Storico della Resistenza in Toscana.
Recital: Passato da tutelare, Presente da costruire. Di e con Letizia Fuochi
Reading musicale: Dai boschi alle strade. Di e con Lorenzo Degli Innocenti