La magia del “Cirk Fantastik” ad Officina Giovani di Prato

La magia del “Cirk Fantastik” ad Officina Giovani di Prato

Venerdì 7 e sabato 8 giugno, ad Officina Giovani di Prato, arriva “Cirk Fantastik”, una rassegna di circo contemporaneo, teatro di strada e musica. Spettacoli, musica e street food dal pomeriggio alla notte.

Cirk Fantastik, Il festival di circo contemporaneo, teatro di strada e musica, venerdì 7 e sabato 8 giugno giunge anche a Prato, e più precisamente ad Officina Giovani, nell’ambito della rassegna Prato Estate 2019, progetto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Prato.

Il programma prende il via venerdì alle 18:30 con lo spettacolo di giocoleria e comicità “Giulivo Baloon Show”, per poi continuare alle 21 con “Sic Transit di MagdaXS”, lo spettacolo della compagnia MagdaClan Circo con Alessandro Maida. In chiusura, alle 22,30, il concerto dei “Frank Dd & Friends”. Sabato 8 alle 18:30 è previsto il “Barba Fantasy Show” di e con Edoardo Nardin, un varietà comico con numeri di giocoleria, illustrazioni, clown ed equilibrismi, mentre alle 21:00 ci sarà la replica del sopracitato “Sic Transit” di MagdaXS e in chiusura il quartetto “Covo Canapale”.

L'articolo La magia del “Cirk Fantastik” ad Officina Giovani di Prato proviene da www.controradio.it.

Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?”

Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?”

Estuario project space, in collaborazione con il Comune di Prato e Officina Giovani, si presenta aprendo i propri spazi e inaugurando WHERE TO NOW? progetto collettivo derivato dal laboratorio Fare arte contemporanea, con interventi degli artisti Marina Arienzale, Roberto Fassone, Enrico Vezzi, Virginia Zanetti. Domenica 19 maggio ore 18.30 – Officina Giovani, Piazza dei Macelli 4, Prato

Il primo progetto di ESTUARIO project space – WHERE TO NOW? – ha preso forma con Fare arte contemporanea, laboratorio che ha coinvolto giovani tra i 18 e i 30 anni tramite una serie di incontri con i vari membri del gruppo Estuario al fine di identificare una prima forma espositiva di presentazione dello spazio stesso, a partire dalla ricerca dei quattro artisti presenti nel gruppo.

A seguito di un processo aperto, di confronto e dialogo, Marina Arienzale, Roberto Fassone, Enrico Vezzi, Virginia Zanetti presentano nuovi interventi.

Nella giornata di domenica 19 maggio alcune performance site specific si alternano in diversi spazi degli Ex Macelli, una sorta di estensione dello spazio fisico di ESTUARIO al cui interno restano il flusso delle idee, gli appunti, le fonti, opere ancora da finire, progetti in attesa di una soluzione. Il luogo di lavoro nel suo farsi, del concepire e del confluire, si rivela in tutta la sua immediata libertà.

WHERE TO NOW? è l’unione di più elementi compartecipi alla creazione di una struttura non univoca, la cui apertura definisce il territorio di azione futuro. Un futuro che si presenta come autogestito e ludico (nella sua accezione di anti-produzione), in cui la soggettività dello spazio si esprime nella collettività del gruppo e nell’espansione di esso (collaborazioni, studio visit, laboratori, talk).

WHERE TO NOW?
è a cura di:

Maria Giovanna Abbate, Serena Becagli, Francesca Biagini, Luca Ceccherini, Adriana De Franchis, Andrea Feriozzi, Alice Ferretti, Miriana Frediani, Giulia Giovannini, Matteo Innocenti, Giulio Masi, Dania Menafra, Leonardo Moretti, Paolo Pastacaldi, Alessandro Schiavoni

 

L'articolo Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?” proviene da www.controradio.it.

Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?”

Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?”

Estuario project space, in collaborazione con il Comune di Prato e Officina Giovani, si presenta aprendo i propri spazi e inaugurando WHERE TO NOW? progetto collettivo derivato dal laboratorio Fare arte contemporanea, con interventi degli artisti Marina Arienzale, Roberto Fassone, Enrico Vezzi, Virginia Zanetti. Domenica 19 maggio ore 18.30 – Officina Giovani, Piazza dei Macelli 4, Prato

Il primo progetto di ESTUARIO project space – WHERE TO NOW? – ha preso forma con Fare arte contemporanea, laboratorio che ha coinvolto giovani tra i 18 e i 30 anni tramite una serie di incontri con i vari membri del gruppo Estuario al fine di identificare una prima forma espositiva di presentazione dello spazio stesso, a partire dalla ricerca dei quattro artisti presenti nel gruppo.

A seguito di un processo aperto, di confronto e dialogo, Marina Arienzale, Roberto Fassone, Enrico Vezzi, Virginia Zanetti presentano nuovi interventi.

Nella giornata di domenica 19 maggio alcune performance site specific si alternano in diversi spazi degli Ex Macelli, una sorta di estensione dello spazio fisico di ESTUARIO al cui interno restano il flusso delle idee, gli appunti, le fonti, opere ancora da finire, progetti in attesa di una soluzione. Il luogo di lavoro nel suo farsi, del concepire e del confluire, si rivela in tutta la sua immediata libertà.

WHERE TO NOW? è l’unione di più elementi compartecipi alla creazione di una struttura non univoca, la cui apertura definisce il territorio di azione futuro. Un futuro che si presenta come autogestito e ludico (nella sua accezione di anti-produzione), in cui la soggettività dello spazio si esprime nella collettività del gruppo e nell’espansione di esso (collaborazioni, studio visit, laboratori, talk).

WHERE TO NOW?
è a cura di:

Maria Giovanna Abbate, Serena Becagli, Francesca Biagini, Luca Ceccherini, Adriana De Franchis, Andrea Feriozzi, Alice Ferretti, Miriana Frediani, Giulia Giovannini, Matteo Innocenti, Giulio Masi, Dania Menafra, Leonardo Moretti, Paolo Pastacaldi, Alessandro Schiavoni

 

L'articolo Estuario Project space inaugura il progetto collettivo “Where to now?” proviene da www.controradio.it.