ANPI Oltrarno

Presentato il libro “Storia dell’ANPI Oltrarno” di Carmelo Albanese
libri
23 Giugno 2018
Alla presenza del consigliere Marco Colangelo, presso la Biblioteca Thouar in Piazza Tasso

Presentato presso la Biblioteca Pietro Thouar in piazza Tasso, 3 il libro “Storia dell’ANPI Oltrarno”, di Carmelo Albanese. Era presente, su delega del Sindaco, il consigliere comunale Marco Colangelo, in rappresentanza dell’amministrazione fiorentina. L’incontro è stato coordinato da Alessandro Sardelli, Vicepresidente ANPI Oltrarno. Hanno partecipato Matteo Mazzoni, Direttore ISRT Istituto Storico della Resistenza Toscana; Marco Fagioli, Critico d’arte e letteratura; Luigi Tomassini, Docente di Storia contemporanea Università di Bologna; Luigi Remaschi, Presidente ANPI Firenze; il Presidente del Consiglio di Quartiere 1, Maurizio Sguanci.

 

 

Il libro presentato è il risultato di una scrupolosa ricerca storica realizzata da Carmelo Albanese, per ricordare il 70° anniversario dalla fondazione della sezione Oltrarno dell’ANPI, il modo migliore per raccontare che cosa ha fatto questa gloriosa sezione, cosa ha fatto in questi anni, chi erano gli uomini e donne che l’hanno fondata, quale è stata l’evoluzione rispetto alle trasformazioni avvenute nella società italiana e nel quartiere di Firenze in cui la sezione è nata e si è radicata. Un momento importante per tenere in vita la storia delle sezioni ANPI presenti in città, ma anche per riflettere sui passaggi significativi del nostro passato e guardare con attenzione al tempo presente ed alle sfide future, sfide di cui l’Amministrazione fiorentina guarda con interesse e partecipazione.

L’Oltrarno fiorentino celebra il solstizio d’estate: una dedica alla bellezza in tutte le sue forme 

L’Oltrarno fiorentino celebra il solstizio d’estate: una dedica alla bellezza in tutte le sue forme 

L’Oltrarno fiorentino celebrerà oggi, 21 giugno, il solstizio d’estate con un evento unico dedicato alla bellezza.

A partire da Palazzo Baldovinetti (via dei Serragli), edificio storico nei secoli sede di incontri di artisti e scienziati e oggi di proprietà della famiglia Luccioli che aprirà le sue porte per invitare a conoscere la corte del suo studio fiorentino. Nell’occasione sarà presentata la rosa dei prodotti pensati e proposti per regalare sogni di bellezza, grazie anche alla collaborazione degli antiquari Albrici, in uno scenario impreziosito da camini rinascimentali e abiti d’epoca.

E saranno gli stessi abiti a raccontare la loro storia: in mostra una selezione unica di capi e di oggetti di antiquariato capaci di attraversare le epoche per arrivare oggi fino a noi.
Come l’abito da sposa della pittrice lettone Elisabetta Kelbrant con cui nel 1908 si unì all’artista bresciano Zanelli che lavorò alle sculture che arredano l’altare della patria a Roma. O il primo storico vestito da cui nacque la passione e la collezione di Beatrice Albrici: un abito da sera di manifattura milanese del 1920 in tulle avorio con ricami in paillettes argento.

Un viaggio nel tempo e nella storia, passando per l’abito anni ’50 su modello di Christian Dior creato per il 18/o compleanno di una industriale vicentina, gli abiti di Anna Rontani e della contessa Pupa Carmine in Serandrei, e tanti altri fino ad arrivare agli anni ’80 con i capi di Princes of Florence. Gli abiti della collezione Recollection by Albrici e alcuni arredi forniti da Albrici antichità andranno ad impreziosire le sale.

L’evento sarà celebrato con diverse attività dai negozi della via e il solstizio d’estate andrà a coincidere con la storica nascita del Centro commerciale naturale di via dei Serragli.

L'articolo L’Oltrarno fiorentino celebra il solstizio d’estate: una dedica alla bellezza in tutte le sue forme  proviene da www.controradio.it.

Parcheggi in Oltrarno: Giorgetti “Puntiamo sui pertinenziali e viale Petrarca gratuito per i residenti”

Parcheggi in Oltrarno: Giorgetti “Puntiamo sui pertinenziali e viale Petrarca gratuito per i residenti”

Raccolte firme in Oltrarno contro gli spazi sosta per ciclomotori in via delle Caldaie, che hanno sostituito i posti auto rendendo la vita difficile a molti residenti.

“Questo intervento non toglie nulla, semplicemente perché la sosta delle macchine lì non è consentita”. E’ quanto aveva precisato a Ben Scavato Vecchia Talpa  l’ufficio mobilità ricordando che la sosta in via delle Caldaie  come in altre strade dell’Oltrarno  (esempio. via della Chiesa, Borgo Tegolaio) è vietata dal 1992 perché troppo strette.

Una patata bollente per l’amministrazione che deve fare fronte a 19 mila permessi per residenti contando solo su 6 mila posti auto a disposizione nel centro storico.

Ma sull’Oltrarno l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze Stefano Giorgetti questa mattina nel consueto collegamento del lunedì in Morning news ha voluto fare chiarezza.

“In Oltrarno lanciamo sui margini i parcheggi pertinenziali se ci saranno risposte ai bandi di gara. La sosta prevista all’interno non è stata portata avanti perché i cittadini hanno osteggiato i parcheggi interrati. Abbiamo fatto un’operazione su viale Petrarca, da pagamento a gratuiti per i residenti“.

L'articolo Parcheggi in Oltrarno: Giorgetti “Puntiamo sui pertinenziali e viale Petrarca gratuito per i residenti” proviene da www.controradio.it.

Oltrarno: Nardella appoggia petizione farmacia San Felice

Oltrarno: Nardella appoggia petizione farmacia San Felice

Dario Nardella appoggia la petizione dei residenti dell’Oltrarno di Firenze a favore della permanenza della storica Farmacia di San Felice, aperta dal 1810, a due passi da piazza Pitti.

“Aderite alla petizione – ha scritto su Facebook il sindaco di Firenze – andando a firmare
direttamente nella farmacia. Dobbiamo tenere alta l’attenzione perché questa è una battaglia di tutti noi, per il bene delle nostre città e delle nostre tradizioni”.
I proprietari dell’immobile hanno comunicato alla famiglia Pacenti l”intenzione di non rinnovare il contratto d’affitto dei locali dove si trova la storica attività. “Confidiamo nella
ragionevolezza della proprietà – scrive Nardella – e possiamo comunque fare qualcosa come Comune, grazie al nostro regolamento Unesco, che ha avuto l’ok dal Tribunale amministrativo e che ci consentirà di mettere un vincolo di destinazione all’attività
commerciale storica. Ma ci serve anche il sostegno di tutti, dei fiorentini e di chi ama Firenze. Se vinciamo insieme questa battaglia potremo creare un precedente che servirà anche per chiusure di altre botteghe storiche in futuro”.

L'articolo Oltrarno: Nardella appoggia petizione farmacia San Felice proviene da www.controradio.it.

Parcheggio selvaggio in Oltrarno

Parcheggio selvaggio in Oltrarno e in zona piazza Ferrucci, sabato sera multate 185 auto per divieto di sosta. Da novembre oltre 1.100 veicoli sanzionati nei controlli mirati alla tutela dei residenti nelle ore della movida.

Giro di vite della Polizia Municipale contro il parcheggio selvaggio nelle ore della movida. Nell’ambito dei controlli mirati alla tutela dei residenti iniziati da novembre, sabato sera sono stati 185 i veicoli multati in l’Oltrarno e nella zona di piazza Ferrucci perché trovati in divieto di sosta o parcheggiati in modo irregolare. Questi controlli sono stati effettuati con l’utilizzo delle apparecchiature elettroniche in dotazione al reparto Tecnologie di supporto della Polizia Municipale: tutti i verbali emessi sono stati infatti elevati con lo “street control” . L’apparecchio, posizionato all’interno del veicolo della Polizia Municipale, è capace di scattare due foto in contemporanea: una all’ambiente mostrando quindi l’infrazione compiuta e l’altra specifica sul numero di targa. La foto scattata è prova inconfutabile dell’infrazione e quindi la multa viene successivamente notificata direttamente al proprietario del veicolo. Dall’inizio dei controlli, nel novembre scorso, sono stati 1.127 i veicoli multati nelle due zone.