Boboli Christmas musical road

Domenica prossima c’è il Boboli Christmas musical road con 70 botteghe aperte
Via Romana pedonale e negozi aperti con attività per grandi e piccoli
Una giornata di festa in vista del Natale, con via Romana pedonale e 70 botteghe aperte e bancarelle di artigianato di qualità, laboratori per bambini, musica, assaggi enogastronomici.

E’ il Boboli Christmas musical road, l’iniziativa organizzata dal Centro commerciale naturale di Boboli per domenica prossima 10 dicembre, dalle 10 alle 20.
Il tutto sotto “Un cielo di note”, la speciale decorazione natalizia progettata dal Centro Boboli e sostenuta dai negozianti di via Romana che, accanto alle tradizionali luminarie natalizie, si accompagna a un vero e proprio pentagramma con musiche natalizie tradizionali percepibile lungo tutto il percorso e per l’intero periodo delle festività.
“Il Centro commerciale naturale Boboli, con il suo presidente Marzio Cinelli, è riuscito ancora una volta ad essere originale e ad offrire una proposta bella e divertente per la città – sottolinea l’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re presentando l’iniziativa con il presidente Cinelli -: siamo quindi contenti di questo appuntamento che siamo certi richiamerà i residenti e anche tanti fiorentini che abitano altrove, per una giornata dedicata al Natale ma anche al nostro commercio e alle nostre botteghe di qualità”

Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl”

Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl”

Donella Verdi (Frs-SI): “L’assessore punta tutto sull’educazione ma invece occorre reintrodurre la ZTL notturna almeno nei fine settimana”.

“Per contrastare la sosta selvaggia e l’assalto al centro, l’Assessore Giorgetti punta tutto sull’educazione al comportamento verso chi crede che mettendo le doppie frecce possa parcheggiare in doppia fila” questa la risposta dell’assessore al Question Time sull’invasione delle auto nell’Oltrarno e nel Centro da parte di Donella Verdi di Firenze riparte a sinistra-Sinistra italiana.

“Con la fine della sperimentazione della ZTL estiva, che, a detta dell’amministrazione, aveva portato risultati positivi – continua Verdi – ha riproposto l’invasione delle auto con smog e aria irrespirabile, rendendo impossibile la vita di residenti e di chi lavora, con auto parcheggiate ovunque, dai marciapiedi, alle strisce pedonali, davanti ai garage, ai portoni di casa, occupando aree pedonali e abusivamente posti riservati ai residenti. Succede ogni giorno, come è successo il 21 ottobre, bloccando per oltre un’ora un bus in Via dei Serragli, o come venerdì scorso, con una lunga colonna di auto passo d’uomo”.

“Certo – prosegue – è importante, come lo è per tutto, fare campagne di educazione, come sostiene l’assessore, ma siamo di fronte ad una situazione, quella dell’assalto al centro, soprattutto nei fine settimana, che ha superato ogni limite e che dubitiamo fortemente possa essere risolta con una campagna di sensibilizzazione”.

“Stupiscono le affermazioni dell’Assessore, quando vediamo l’Amministrazione comunale impegnata massicciamente contro l’abusivismo commerciale, il bivacco, i daspo, le multe ai clienti delle prostitute. Non mi pare di aver visto campagne di sensibilizzazione. Pensare di bloccare l’assalto al centro con le campagne educative mi pare l’ennesima beffa verso la cittadinanza che chiede l’estensione della ZTL 24 ore su 24 tutti i giorni. Non si tratta di adottare provvedimenti repressivi ma semplicemente, come fatto nell’estate, di reintrodurre la ZTL notturna almeno nei fine settimana estendendola a tutto il sabato e la domenica per tutto l’anno e di prendere in seria considerazione quanto richiesto dalla cittadinanza, ovvero di introdurre la ZTL 24 ore su 24 tutti i giorni. Allora – conclude la consigliera Donella Verdi – avrebbe un senso una campagna di sensibilizzazione e di educazione per un cambiamento, orientando chi vuole raggiungere il centro in macchina a usare i parcheggi semivuoti e le aree di sosta esterne consentite. Solo così si potrà avere un giusto equilibrio tra il diritto alla quiete di chi ci risiede e chi vuole vivere la notte”.

L'articolo Oltrarno, Verdi: “contro parcheggio selvaggio reintrodurre ztl” proviene da www.controradio.it.

Oltrarno, una guida ed un’app per il quartiere più ‘cool’

Oltrarno, una guida ed un’app per il quartiere più ‘cool’

Oggi la presentazione in Palazzo Vecchio. Il Sindaco: “Una guida avvincente per chi non si accontenta di una Firenze usuale”

Oltre l’Arno si svela una Firenze tutta da scoprire, ricca di botteghe artigiane, di piccoli locali e trattorie, di fiorentini che vivono ancora la città lontani dai flussi classici del turismo. ‘Oltrarno su misura’ è la prima guida tutta dedicata all’Oltrarno: una guida cartacea ma anche una App per localizzare dal proprio cellulare strade, palazzi, musei, botteghe artigiane e curiosità di questo quartiere che recentemente Lonely Planet ha definito come uno dei quartieri più ‘cool’ del mondo.

La guida nasce da un lavoro lungo due anni ad opera del Comune di Firenze, la Camera di Commercio di Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e le associazioni di categoria, con il contributo della Fondazione CR Firenze.
Nella guida, 280 pagine con immagini del gruppo di lavoro guidato dal fotografo Dario Garofalo, curato dalla casa editrice Gruppo Editoriale, ci sono la storia e le curiosità di San Frediano, Porta Romana, Santo Spirito e San Niccolò, il cibo e il teatro, le chiese, i giardini e non ultime, le più di 800 “botteghe” che danno all’Oltrarno, un vero e proprio censimento che troverete all’interno della guida.

La nuova App rientra nel Progetto Oltrarno triennale messo a punto da Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e le associazioni di categoria, con il contributo della Fondazione CR Firenze. Dal 2015 il progetto ha messo in atto una serie di azioni di valorizzazione del quartiere: fra queste, la risistemazione di sette aree verdi, la ripulitura di 182 bandoni, due chioschi e 650 metri quadri di muri grazie all’accordo con la Fondazione Angeli del Bello, l’organizzazione di eventi e appuntamenti.

Il prossimo passo sarà la realizzazione dell’Oltrarno Point con il recupero della chiesa sconsacrata di San Carlo dei Barnabiti in via Sant’Agostino. L’edificio, che fu costruito da Gherardo Silvani nel 1636 per l’ordine dei Barnabiti, ospiterà il cuore della promozione integrata dell’Oltrarno.

“E’ un piccolo tesoro la guida che avete tra le mani – sottolinea il Sindaco Dario Nardella – perché racconta in maniera esemplare una Firenze diversa. Questa guida parla dell’Oltrarno e delle sue mille sfaccettature. Gli storici rioni, le chiese, i giardini, le attività artigianali. Una guida avvincente per chi non si accontenta di una Firenze usuale”.
“Finalmente – dichiara Simone Calcinai, Presidente di Oltrarno Promuove 2.0 – il quartiere più bello del mondo ha una guida che lo racconta”.

“Sappiamo di avere in pieno centro un quartiere fantastico dove le lavorazioni artistiche e artigianali si alternano a rinomati antiquari e a locali di tendenza – aggiunge Leonardo Bassilichi, Presidente della Camera di Commercio di Firenze – con questa App abbiamo l’ambizione di spostare i flussi turistici e creare un sentiero virtuale che da luoghi come gli Uffizi e da Ponte Vecchio, ammirati da milioni di persone nel mondo, arrivi direttamente nelle strade e nelle piazze dell’Oltrarno”. Per Umberto Tombari, Presidente della Fondazione CR Firenze, si tratta di “una guida che contribuisce a far conoscere questa parte antica e operosa della città nelle cui botteghe ancora si tramandano antichi saperi”.

Per Alessandro Vittorio Sorani, Presidente di Confartigianato Imprese Firenze Avanti “questa è la strada giusta per valorizzare un’area che parla della vera Firenze”.
“Dare più visibilità alle imprese d’Oltrarno deviando parte dei flussi turistici dalle solite mete – sottolinea Stefano Guerri, Vicedirettore Confcommercio Firenze – è un modo per decongestionare il centro e distribuire meglio le risorse che vengono dal turismo”.
“Vogliamo far conoscere ai tanti visitatori stranieri e italiani – sottolinea Giacomo Cioni, Presidente CNA Firenze – l’Oltrarno come uno dei luoghi dove il nostro artigianato artistico raggiunge livelli di eccellenza e dove i nostri artigiani sono capaci di trasformare in manufatti la storia e la cultura che pervade il nostro territorio”.

“In qualità di Presidente Confesercenti – aggiunge Claudio Bianchi – posso assicurare che continueremo a lavorare alacremente all’interno di Oltrarno 2.0 per rendere questo strumento un punto di riferimento sempre più importante per tutti coloro che hanno a cuore la crescita del quartiere”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il Sindaco di Firenze dario Nardella:

L'articolo Oltrarno, una guida ed un’app per il quartiere più ‘cool’ proviene da www.controradio.it.

Oltrarno su misura

Oltrarno su misura, una nuova guida e una app per scoprire il quartiere più ‘cool’

@Oltrarno su misura ph Dario Garofalo

Oltre l’Arno si svela una Firenze tutta da scoprire, ricca di botteghe artigiane, di piccoli locali e trattorie, di fiorentini che vivono ancora la città lontani dai flussi classici del turismo. ‘Oltrarno su misura’ è la prima guida tutta dedicata all’Oltrarno: una guida cartacea ma anche una App per localizzare dal proprio cellulare strade, palazzi, musei, botteghe artigiane e curiosità di questo quartiere che recentemente Lonely Planet ha definito come uno dei quartieri più ‘cool’ del mondo.
La guida nasce da un lavoro lungo due anni ad opera del Comune di Firenze, la Camera di Commercio di Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e le associazioni di categoria, con il contributo della Fondazione CR Firenze.
Nella guida, 280 pagine con immagini del gruppo di lavoro guidato dal fotografo Dario Garofalo, curato dalla casa editrice Gruppo Editoriale, ci sono la storia e le curiosità di San Frediano, Porta Romana, Santo Spirito e San Niccolò, il cibo e il teatro, le chiese, i giardini e non ultime, le più di 800 “botteghe” che danno all’Oltrarno, un vero e proprio censimento che troverete all’interno della guida.

@Oltrarno su misura ph Dario Garofalo

La nuova App rientra nel Progetto Oltrarno triennale messo a punto da Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e le associazioni di categoria, con il contributo della Fondazione CR Firenze. Dal 2015 il progetto ha messo in atto una serie di azioni di valorizzazione del quartiere: fra queste, la risistemazione di sette aree verdi, la ripulitura di 182 bandoni, due chioschi e 650 metri quadri di muri grazie all’accordo con la Fondazione Angeli del Bello, l’organizzazione di eventi e appuntamenti. Il prossimo passo sarà la realizzazione dell’Oltrarno Point con il recupero della chiesa sconsacrata di San Carlo dei Barnabiti in via Sant’Agostino. L’edificio, che fu costruito da Gherardo Silvani nel 1636 per l’ordine dei Barnabiti, ospiterà il cuore della promozione integrata dell’Oltrarno.
“E’ un piccolo tesoro la guida che avete tra le mani – sottolinea il Sindaco Dario Nardella – perché racconta in maniera esemplare una Firenze diversa. Questa guida parla dell’Oltrarno e delle sue mille sfaccettature. Gli storici rioni, le chiese, i giardini, le attività artigianali. Una guida avvincente per chi non si accontenta di una Firenze usuale”.
“Finalmente – dichiara Simone Calcinai, Presidente di Oltrarno Promuove 2.0 – il quartiere più bello del mondo ha una guida che lo racconta”.
“Sappiamo di avere in pieno centro un quartiere fantastico dove le lavorazioni artistiche e artigianali si alternano a rinomati antiquari e a locali di tendenza – aggiunge Leonardo Bassilichi, Presidente della Camera di Commercio di Firenze – con questa App abbiamo l’ambizione di spostare i flussi turistici e creare un sentiero virtuale che da luoghi come gli Uffizi e da Ponte Vecchio, ammirati da milioni di persone nel mondo, arrivi direttamente nelle strade e nelle piazze dell’Oltrarno”. Per Umberto Tombari, Presidente della Fondazione CR Firenze, si tratta di “una guida che contribuisce a far conoscere questa parte antica e operosa della città nelle cui botteghe ancora si tramandano antichi saperi”.
Per Alessandro Vittorio Sorani, Presidente di Confartigianato Imprese Firenze Avanti “questa è la strada giusta per valorizzare un’area che parla della vera Firenze”.
“Dare più visibilità alle imprese d’Oltrarno deviando parte dei flussi turistici dalle solite mete – sottolinea Stefano Guerri, Vicedirettore Confcommercio Firenze – è un modo per decongestionare il centro e distribuire meglio le risorse che vengono dal turismo”.
“Vogliamo far conoscere ai tanti visitatori stranieri e italiani – sottolinea Giacomo Cioni, Presidente CNA Firenze – l’Oltrarno come uno dei luoghi dove il nostro artigianato artistico raggiunge livelli di eccellenza e dove i nostri artigiani sono capaci di trasformare in manufatti la storia e la cultura che pervade il nostro territorio”.
“In qualità di Presidente Confesercenti – aggiunge Claudio Bianchi – posso assicurare che continueremo a lavorare alacremente all’interno di Oltrarno 2.0 per rendere questo strumento un punto di riferimento sempre più importante per tutti coloro che hanno a cuore la crescita del quartiere”

La Democrazia del Corpo di Sieni per tre mesi di festival

La Democrazia del Corpo di Sieni per tre mesi di festival

Spettacoli, pratiche, residenze, laboratori e incontri che si succederanno dal 10 ottobre fino al 30 dicembre: è il programma del Festival La democrazia del corpo, diretto da Virgilio Sieni, presentato  nella sede della Regione Toscana.

Cuore pulsante dell’attività è Cango, spazio in via Santa Maria nell’Oltrarno fiorentino, che accoglie nelle sue tre sale spettacoli, percorsi di trasmissione, formazione e creazione, oltre a momenti di approfondimento e incontri con studiosi, artisti, curatori ed esperti.

Nell’arco dei tre mesi di Festival, spiega una nota, i coreografi ospiti, nazionali e internazionali, oltre a presentare propri spettacoli e produzioni, sono impegnati in creazioni site specific.

La Compagnia Virgilio Sieni è protagonista di Cantico dei Cantici (8-12 novembre) e Preludi (21 novembre), entrambi gli spettacoli sulla musica dal vivo del contrabbassista Daniele Roccato. Di Virgilio Sieni sono le creazioni site specific Cominciamenti, su musica dal vivo di Daniele Roccato (22 novembre), e Sull”improvvisazione, con musica dal vivo di Michele Rabbia (13, 14 dicembre), esiti di percorsi di trasmissione rivolti a danzatori professionisti. A chiudere la rassegna sarà sarà l”appuntamento con ”Atlante_L’umano del gesto” con un incontro sulla scena tra Mimmo Cuticchio e Virgilio Sieni.

L'articolo La Democrazia del Corpo di Sieni per tre mesi di festival proviene da www.controradio.it.