“La regina delle nevi” la nuova produzione ORT per bambini e famiglie

“La regina delle nevi” la nuova produzione ORT per bambini e famiglie

“La regina delle nevi” la nuova produzione ORT per bambini e famiglie, in programma sabato 9 marzo al Teatro Verdi di Firenze. Impegnati più di 250 ragazzi delle scuole fiorentine.

Sabato 9 marzo ore 16.30 è la data dell’ultimo spettacolo dedicato al pubblico delle famiglie di Tutti al Teatro Verdi! In programma La regina delle nevi, una nuova produzione della sezione EduORT della Fondazione che continua il progetto coinvolgendo attivamente sempre più giovani e giovanissimi nelle produzioni dedicate alle scuole. Il compositore Giacomo Riggi e l’autrice del libretto Giulia Carotenuto, riprendono la fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen, ripensando la storia anche per il pubblico dei più piccoli. Un mondo il loro legato più alle immagini che alla parola, ai supporti tecnologici contemporanei più che al libro cartaceo: nasce così un evento teatrale fatto di immagini in movimento dal carattere onirico oltre che fiabesco, con un riferimento maggiore al mondo del cartone animato che a quello delle illustrazioni tradizionali, soprattutto attraverso lo strumento delle videoproiezioni. Così la storia della protagonista, Gerda, che salva dopo una serie di avventure l’amico Kay, il cui cuore è rapito dal gelo della Regina delle nevi, scorre tra immagini che si muovono su un palcoscenico/schermo che avvolgono i personaggi in un panorama quasi irreale.

Lo spettacolo vede la partecipazione degli allievi della Scuola di Musica di Fiesole e del Coro Insieme e Ragazzi in coro, degli studenti del Liceo musicale Dante, Liceo artistico Alberti, Liceo Classico Machiavelli di Firenze, del Laboratorio musico-teatrale dell’Istituto Salesiano dell’Immacolata, dell’Istituto alberghiero Mattei di Rosignano Solvay, della Scuola di Danza Classica Hamlyn, del Conservatorio Cherubini di Firenze.

Biglietto posto unico 5,00 euro bambini e 8,00 euro adulti. INFO

http://www.orchestradellatoscana.it/ 

L'articolo “La regina delle nevi” la nuova produzione ORT per bambini e famiglie proviene da www.controradio.it.

Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven.

Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven.

Due giovanissimi talenti in un programma interamente dedicato a Beethoven. Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT. La nuova produzione ORT debutta a Firenze giovedì 14 febbraio (Teatro Verdi) per poi replicare il 15 al Palazzo delle Esposizioni di Empoli e concludere il tour il 16 a Teatro Manzoni di Pistoia.

Un programma tutto Beethoven che si apre con L’ouverture Coriolano scritta non per essere premessa alla nota tragedia di Shakespeare ma a quella omonima e assai meno nota di Heinrich von Collin, drammaturgo a cui il compositore fu legato da stima e da una sincera amicizia.

Per la prima volta sul podio dell’Orchestra della Toscana Eduardo Strasser porterà il suo stile forte e dinamico che è stato definito come “una vera forza della natura, una direzione imbevuta di carisma, presenza scenica e una buona chimica con l’orchestra”. Brasiliano, è stato direttore principale del Theatro Municipal de São Paulo dal 2014 al 2016, in Italia ha già diretto concerti sinfonici alla Fenice di Venezia, al Teatro Verdi di Padova e al Teatro Sociale di Rovigo. Ha collaborato con solisti del calibro di Isabelle Faust, Richard Galliano, Barnabas Kelemen, Sergei Krylov e molti altri. È un autentico poliglotta dal momento che parla correntemente portoghese, rumeno, tedesco, inglese, italiano, francese, spagnolo ed ebraico.

A 23 anni Jan Lisiecki è già riconosciuto come uno dei più grandi pianisti del nostro tempo. Acclamato per la sua straordinaria maturità interpretativa, suono distintivo e sensibilità poetica, è stato descritto come “un pianista che sa fare in modo che ogni nota conti” (New York Times). Le sue interpretazioni penetranti, la sua tecnica raffinata e la sua naturale attrazione artistica gli consentono di avere uno spessore musicale che va oltre la sua giovane età. Si esibisce in tutto il mondo con le orchestre più prestigiose e sui più rinomati palcoscenici e ha lavorato a stretto contatto con importanti direttori quali Sir Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Daniel Harding e Claudio Abbado. Canadese di origini polacche, nel 2013 è diventato il più giovane vincitore dello Young Artist Award di Gramophone e ha ricevuto un Leonard Bernstein Award dal Festival Musicale dello SchleswigHolstein. Registra in esclusiva per Deutsche Grammophon.

Firenze, Teatro Verdi | giovedì 14 febbraio 2019 ore 21.00

Empoli, Palazzo delle Esposizioni | venerdì 15 febbraio 2019 ore 21.00

Pistoia, Teatro Manzoni | sabato 16 febbraio 2019 ore 21.00

Eduardo Strasser direttore

Jan Lisiecki pianoforte

BEETHOVEN Coriolano op.62 ouverture

BEETHOVEN Concerto n.3 per pianoforte e orchestra op.37

BEETHOVEN Sinfonia n.7 op.92

Prezzi Teatro Verdi | Stagione Concertistica: Posti numerati I settore €16 intero – €14 ridotto; II settore €13 intero – €11 ridotto (tutti più diritti di prevendita) Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 21.23.20 – orario 10/13 e 16/19) e presso tutti i punti del Circuito Regionale Box Office. On line su www.teatroverdifirenze.it

L'articolo Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven. proviene da www.controradio.it.

Tutta al femminile la nuova produzione ORT. Debutto venerdì 25 gennaio al Verdi di Firenze

Tutta al femminile la nuova produzione ORT. Debutto venerdì 25 gennaio al Verdi di Firenze

Tutta al femminile la nuova produzione ORT. Due giovani talenti dal Nord Europa, in un programma di intense emozioni. Ben quattro le date in regione: debutto al Teatro Verdi di Firenze venerdì 25 gennaio, e a seguire le repliche a Poggibonsi a Empoli (Teatro Excelsior) il 29 e a Figline Valdarno (Teatro Garibaldi) il 30. Per tutti inizio alle ore 21.00.

Questa serata al femminile accoglie nel cuore del programma i Wesendonck-Lieder che Richard Wagner scrisse a Zurigo, esule politico dopo i moti del 1848 in Germania, preso d’amore per Mathilde Wesendonck, ammiratrice devota, sua sovvenzionatrice (insieme al marito) e autrice dei versi. La relazione ispirò al compositore anche Tristano e Isotta, di cui questo ciclo di cinque canzoni costituiscono il cartone preparatorio. Li interpreta Amelia Jakobsson, violoncellista svedese dalla talentuosa voce soprano. Proviene invece dalla Finlandia Eva Ollikainen, della scuola di Jorma Panula che negli ultimi decenni ha sfornato eccellenti direttori d’orchestra in quantità.

Dei primissimi anni del Novecento è la composizione di Gustav Mahler, una pagina famosissima, tra le più celebri dell’autore, che evoca il desiderio tormentato di un distacco dal mondo e l’anelito all’illusione di un rifugio, al di là dello spazio e del tempo, in una dimensione immobile e dolcissima. L’Adagietto dalla Sinfonia n.5 per archi e arpa, si libra in una dimensione di sognante oblio: il regista Luchino Visconti lo utilizzò come colonna sonora del flm Morte a Venezia.

In chiusura la Sinfonia n.4 di uno Schubert diciannovenne (l’unica assieme alla Quinta in tonalità minore), che sente l’infuenza del modello beethoveniano.

Sia dirigendo il repertorio concertistico che alle prese con l’opera, la giovane fnlandese Eva Ollikainen si fa notare per la sua naturale autorità, per il suo contagioso entusiasmo, così come per la tecnica rafnata e articolata. Nella sua carriera ha già sviluppato un repertorio completo con un focus sulle grandi Sinfonie tedesche, mentre continua a lavorare con le più importanti orchestre scandinave.

Svedese, nata in una famiglia di musicisti, Amelia Jakobsson ha iniziato la sua carriera come violoncellista. Dopo aver vinto numerosi premi e competizioni, nazionali e internazionali, ha deciso di dedicarsi però alla sua grande passione, quella per la voce e per l’opera.
Esperta in campo concertistico, trova particolarmente interessante il repertorio vocale da camera, a partire dall’epoca romantica fno ai lavori contemporanei, scritti appositamente per lei.

Eva Ollikainen direttore

Amelia Jakobsson soprano
MAHLER “Adagietto” dalla Sinfonia n.5
WAGNER Fünf Gedichte für eine Frauenstimme WWV 91 Wesendonck Lieder (orchestrazione di Felix Mottl) SCHUBERT Sinfonia n.4 D.417 Tragica

Prezzi Teatro Verdi Stagione Concertistica: Posti numerati I settore €16 intero – €14 ridotto; II settore €13 intero – €11 ridotto (tutti più diritti di prevendita) Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 21.23.20 – orario 10/13 e 16/19) e presso tutti i punti del Circuito Regionale Box Ofce. On line su www.teatroverdifrenze.it

L'articolo Tutta al femminile la nuova produzione ORT. Debutto venerdì 25 gennaio al Verdi di Firenze proviene da www.controradio.it.

Musei civici gratis e teatri a 1 euro per under 25 a Firenze

Musei civici gratis e teatri a 1 euro per under 25 a Firenze

Musei civici gratuiti e teatri del Maggio e Ort a un euro e un invito alla lettura e all’informazione, ovvero un contributo da 50 euro da spendere in libri, giornali e periodici.

E’ l’iniziativa dedicata ai giovani tra 18 e 25 anni annunciata oggi dal sindaco Dario Nardella, intervenendo all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

“Abbiamo deciso – ha spiegato il sindaco Nardella – di fornire nuovi strumenti ai giovani per aiutarli nell’accesso alla conoscenza e alla formazione. Da gennaio 2019 i ragazzi da 18 a 25 anni, europei, potranno accedere ai musei civici gratis il lunedì e a due teatri a un euro: al Maggio musicale tutti i venerdì, e al Verdi durante gli spettacoli dell”Orchestra della Toscana, per un massimo di 50 posti ogni volta”.

Per quanto riguarda l’iniziativa ”invito alla lettura e all”informazione”, consisterà in 50 euro annuali da spendere in libri o giornali o periodici, e sarà destinato sempre ai giovani tra 18 e 25 anni, residenti a Firenze. Le modalità di fruizione sono in fase di definizione. “E’ un dovere delle istituzioni – ha aggiunto Nardella – promuovere il coinvolgimento attivo dei giovani nella vita culturale della città, per la loro crescita e per il loro futuro”.

L'articolo Musei civici gratis e teatri a 1 euro per under 25 a Firenze proviene da www.controradio.it.

Ville e giardini incantati con la musica dell’ORT

Ville e giardini incantati con la musica dell’ORT

L’ORT riconferma il proprio cartellone estivo creando un percorso alla scoperta di alcune delle più belle Ville medicee per il secondo anno consecutivo. Il progetto vede protagoniste le Ville medicee della Petraia, di Cerreto Guidi, di Poggio a Caiano e il giardino di Villa di Castello, primo appuntamento dal 31 maggio al 4 giugno.

Ville e Giardini incantati parte con l’Ensemble di Fiati dell’ORT

musiche di Stravinskij, Mozart

STRAVINSKIJ Ottetto per strumenti a fiato
MOZART Serenata n.10 K.361 “Gran Partita”

giovedì 31 maggio 2018 ore 21.30
Villa medicea di Cerreto Guidi
Via dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi (FI)

venerdì 1 giugno 2018 ore 21.30
Villa medicea di Poggio a Caiano
Piazza de Medici 14, Poggio a Caiano (PO)

lunedì 4 giugno 2018 ore 21.30
Villa medicea La Petraia
Via della Petraia 40, Località Castello, Firenze

Prima di ogni concerto (eccetto per il concerto del 16 giugno al giardino di Villa di Castello) sarà possibile partecipare a visite guidate gratuite (per la durata di 30 minuti circa), curate dal personale del Polo Museale della Toscana, con l’obiettivo di valorizzare questi luoghi iscritti nella lista dei siti Unesco come Patrimonio dell’Umanità dal 2013. Le visite prevedono singoli gruppi di massimo 30 persone.

visite guidate gratuite dalle ore 19.30
per la visita alla Villa di Poggio a Caiano è consigliata la prenotazione all’indirizzo mail villapoggioacaiano.info@beniculturali.it

L'articolo Ville e giardini incantati con la musica dell’ORT proviene da www.controradio.it.