A Firenze e Pisa due interventi innovativi di chirurgia mini-invasiva

A Firenze e Pisa due interventi innovativi di chirurgia mini-invasiva

All’ospedale pediatrico Meyer di Firenze è stato effettuato un intervento di chirurgia mini-invasiva su un bambino di 13 mesi per la rimozione di una rara malformazione polmonare, mentre a Pisa è stato eseguito un innovativo intervento mininvasivo per distruggere un tumore maligno alla tiroide.

Il piccolo paziente dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze era affetto da una rara malformazione congenita (si stima che riguardi meno di 1 bambino su 100.000)
diagnosticatagli in utero e confermata subito dopo la nascita: si tratta di una lesione che
prende il nome di ‘sequestro polmonare intradiaframmatico’, ovvero una parte del tessuto polmonare rimane separata dal resto dell’albero bronchiale e dal normale sistema di irrorazione sanguigno dei polmoni. Questa porzione di tessuto anomalo, di aspetto simile a una tumefazione, perde le sue funzioni, non comunica con il resto del sistema respiratorio e riceve sangue da un’arteria ‘sistemica’. anziché dal circolo sanguigno polmonare. Se non asportato, può esporre allo sviluppo di infezioni anche gravi e, raramente, degenerare in forme tumorali maligne.

Per operare il piccolo “si è proceduto a un approccio chirurgico combinato, sia addominale che toracico, impiegando una tecnica mini-invasiva. Questo approccio ha permesso di
dominare la maggior parte dei vasi arteriosi dall’addome e di completare l’asportazione della lesione dal torace garantendo la minore aggressività chirurgica possibile.

L’intervento è stato reso possibile grazie a una collaborazione multidisciplinare che ha visto il team di chirurgia neonatale del Meyer – guidato dal professor Francesco Morini – lavorare in tandem con gli anestesisti, che hanno garantito, per tutta la durata dell’operazione, la particolare ventilazione che l’intervento richiedeva. Fondamentale anche il contributo della chirurgia pediatrica, della radiologia e della diagnosi prenatale del Meyer.

Il piccolo, si spiega dall’Aou Meyer, “adesso sta benissimo, dopo soli 4 giorni di ricovero ha fatto ritorno a casa e al controllo successivo è risultato in ottime condizioni”.

L’intervento mininvasivo per distruggere un tumore maligno alla tiroide svolto a Pisa è stato effettuato grazie a un’apparecchiatura progettata da un’azienda fiorentina leader nella fabbricazione di laser medicali. Lo ha reso noto l’Azienda ospedaliero universitaria di
Pisa (Aoup) precisando che la paziente, poco più che trentenne, “aveva un microcarcinoma papillare della tiroide, cioè un tumore di circa 12 mm, solitamente con prognosi favorevole e bassi tassi di recidiva”.

L’intervento è consistito nell’ablazione del tumore, spiega l’azienda sanitaria in una nota, “grazie all’erogazione localizzata di energia laser, attraverso una fibra ottica
introdotta con un sottilissimo ago: la paziente ha ricevuto solo una blanda sedazione e non ha avuto alcun disturbo né durante né dopo il trattamento”. Questa procedura, sottolinea l’Aoup, “adottata a Pisa e al Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York, apre nuove prospettive: il trattamento è di breve durata, ben tollerato dal paziente, non invasivo e non necessita di anestesia generale”.

L’intervento è stato eseguito da un’équipe guidata da Teresa Rago, dell’unità operativa endocrinologia 1 dell’Aoup, che ha avuto la collaborazione dell’endocrinochirurgia. “Sono molto soddisfatto – ha commentato l’assessore regionale al diritto alla salute, Simone Bezzini – per l’esito dell’intervento e mi complimentato con i professionisti dell’Aoup per il lavoro svolto”.

L'articolo A Firenze e Pisa due interventi innovativi di chirurgia mini-invasiva da www.controradio.it.

Firenze: ospedale Meyer diventa Irccs per la pediatria

Firenze: ospedale Meyer diventa Irccs per la pediatria

E’ stato firmato oggi dal sottosegretario di Stato al Ministero della Salute il decreto che rende l’Azienda ospedaliero-universitaria Aou ‘Meyer‘ di Firenze, ospedale pediatrico, un Istituto di ricerca e cura a carattere scientifico (Irccs) per la pediatria.

Tale riconoscimento è l’ultimo atto di una complessa procedura nazionale avviata un anno fa dopo un’articolata istruttoria da parte del ‘Meyer’ e culminata nella istanza di riconoscimento, avanzata dalla Regione Toscana. A seguito della valutazione positiva da parte di una commissione di valutazione indipendente, inviata al ‘Meyer’ dal Ministero
della Salute lo scorso dicembre e del parere positivo della Conferenza Stato-Regioni, ecco arrivato il decreto di riconoscimento.

Il mondo della ricerca e dell’assistenza sanitaria italiana si arricchisce di una nuova eccellenza, sottolinea con orgoglio il presidente della Regione Toscana insieme all’assessore
regionale al diritto alla salute: un traguardo importante che onora l’intero sistema sanitario regionale a partire da tutti i professionisti del Meyer, cui va un sentito ringraziamento per
questo significativo e prestigioso risultato. Il riconoscimento dell’eccellenza del Meyer testimonia la vitalità di altissimo livello della ricerca scientifica italiana applicata all’attività clinica.

Secondo il direttore generale dell’ospedale, Alberto Zanobini, è un risultato di portata storica nella lunga storia del Meyer, un riconoscimento che apre delle prospettive inedite
nel campo della ricerca pediatrica e che rappresenta un’opportunità unica per tutti i ricercatori dell’azienda ospedaliero-universitaria.

L'articolo Firenze: ospedale Meyer diventa Irccs per la pediatria da www.controradio.it.

Controradio News ore 7.25 – 19 luglio 2022

Controradio News ore 7.25 – 19 luglio 2022

Controradio News: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina. Per iniziare la giornata ‘preparati’

Controradio news – E’ morto al Meyer di Firenze, dove era stato trasferito domenica notte, il bambino di 6 anni soccorso nel pomeriggio di ieri dopo essere stato trovato privo di sensi a bordo piscina in un parco divertimenti di San Giuliano Terme (Pisa) dove si era recato con i genitori. Il piccolo, di origine indiana e residente a Pisa, era ricoverato in coma.
Controradio news – Un motociclista di 24 anni è morto ieri pomeriggio nello scontro tra la sua moto e un autoarticolato sulla provinciale 89 a Reggello (Firenze). Secondo una prima ricostruzione, il giovane percorrendo la strada verso Figline si è scontrato con un tir sbucato da una traversa. Il motociclista è finito sotto il mezzo pesante. I carabinieri hanno sequestrato la motocicletta e l’autoarticolato.
Controradio news – Una lite e poi un gioco erotico, forse non consensuale. È la pista che stanno seguendo gli investigatori della squadra mobile di Firenze per ricostruire cosa è avvenuto sabato 16 luglio in una camera di albergo in via vicolo dell’Oro, nel cuore di Firenze, dove è stato trovato morto un quarantenne inglese, ex giocatore di rugby ed è stata soccorsa la compagna 45enne, gravemente ferita. La pm Ester Nocera ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, a carico di ignoti, disponendo l’autopsia e gli esami tossicologici che saranno eseguiti oggi all’istituto di medicina legale di Firenze.
Controradio news – Pomeriggio di incendi in Versilia dove si sono sviluppati cinque roghi: il primo è arrivato fino sul canale Burlamacca a Viareggio (Lucca) e al confine con Massarosa. Altri due roghi nella pineta di Levante di Viareggio e un altro a Camaiore. Intervento da Castiglion Fibocchi (Arezzo), per un incendio  con l’interessamento di una porzione di fabbricato destinato a civile abitazione.
Controradio news – Manifestazione pro Draghi anche a Firenze, organizzata da vari partiti nella centrale piazza Strozzi, per sostenere il presidente del Consiglio e chiedere che continui a guidare il governo. I manifestanti hanno mostrato cartelli con scritto ‘Avanti con Draghi’, ‘Draghi statista, Conte stagista’, e ‘Più Draghi meno Conte’.
Controradio news – Codice rosso per temperature elevate a Firenze per le giornate di oggi e domani: la temperatura massima percepita sarà di 39 gradi che si stima salga fino a 40 nella giornata di mercoledì.

L'articolo Controradio News ore 7.25 – 19 luglio 2022 da www.controradio.it.

È morto il bambino di 6 anni che aveva avuto un malore in piscina in un parco divertimenti di San Giuliano

È morto il bambino di 6 anni che aveva avuto un malore in piscina in un parco divertimenti di San Giuliano

Firenze, è morto all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, dove era stato trasferito la notte scorsa, il bambino di 6 anni soccorso ieri pomeriggio dopo essere stato trovato privo di sensi a bordo piscina in un parco divertimenti di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, dove si era recato con i genitori.

Il piccolo, residente a Pisa, è morto dopo che era stato ricoverato in coma. Nel corso della giornata di lunedì la dichiarazione di decesso a conclusione della procedura per l’accertamento di morte cerebrale avviata al Meyer, secondo quanto appreso da fonti sanitarie.

L’allarme ieri era scattato intorno alle 17: il bambino era andato in arresto cardiocircolatorio. All’arrivo dei sanitari le sue condizioni erano apparse subito gravi tanto che si è dovuto ricorrere anche all’uso del defibrillatore in dotazione alla struttura.

Il piccolo era stato poi trasportato in condizioni critiche al pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello di Pisa. Dato l’aggravarsi delle sue condizioni nel corso della notte i sanitari avevano poi disposto il trasferimento in elisoccorso al Meyer.

L'articolo È morto il bambino di 6 anni che aveva avuto un malore in piscina in un parco divertimenti di San Giuliano da www.controradio.it.

Bimbo di 6 anni in coma dopo malore in piscina

Bimbo di 6 anni in coma dopo malore in piscina

San Giuliano Terme, in provincia di Pisa, un bimbo di 6 anni è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze dopo essere andato in arresto cardiocircolatorio nel pomeriggio di ieri.

Il bimbo, residente a Pisa, si trovava con i genitori in un parco divertimenti di San Giuliano Terme. Intorno alle 17:00 è stato trovato a bordo piscina privo di sensi. Immediato l’allarme al 118.

All’arrivo dei sanitari le condizioni del bimbo sono apparse subito gravi tanto che si è dovuto ricorrere anche all’uso del defibrillatore in dotazione alla struttura. Il piccolo è stato poi trasportato in condizioni critiche al pronto soccorso dell’ospedale pisano di Cisanello, dove è stato intubato. Dato l’aggravarsi delle sue condizioni nel corso della notte i sanitari hanno disposto il trasferimento in elisoccorso al Meyer. Il piccolo è in coma.

L'articolo Bimbo di 6 anni in coma dopo malore in piscina da www.controradio.it.