U-Roy, leggenda del reggae nel ricordo di Jaka

U-Roy, leggenda del reggae nel ricordo di Jaka

Il pioniere del reggae, U-Roy è morto all’età di 78 anni dopo un intervento chirurgico nella capitale della Giamaica. Di seguito il ricordo del nostro Jaka, dj e musicista storico conduttore della trasmissione reggae Bongoman

“Caro DADDY U ROY, ti chiamo così perché sei stato il padre di tutti quelli (Rappers, Raggamuffin, Djs , Mcs) che hanno mai preso un microfono in mano per sfornare rime (soprattutto di quelli che non lo sanno).
Sei “the Originator”, il più importante, il fondamentale.
Tu non cantavi, tu surfavi i ritmi come si fa con le onde, con eleganza, maestria e sense of humour.
La tua voce ha fatto ballare i muri e crollare le mura di Babylon, ci ha portato nel cuore della montagne blu di Jamaica e ci ha fatto bagnare in quel mare cristallino.
Ci hai portato giù a downtown tra le case fatte di fogli di zinco e ci hai fatto sentire l’odore acre della Ganjah venire fuori dalle cover di molti tuoi dischi.
Sei stato il maestro e il padre, e sempre un gentiluomo.
Una volta ti ho visto incazzato, e fosti come un uragano, ma un secondo dopo eri lì che te la ridevi tranquillo, come se non fosse successo niente.
Sei stato il Primo concerto reggae che proposi e organizzammo alla Flog di Firenze con  Enrico Romero nei primi anni 90, e chi meglio di te poteva mettere le basi e le fondamenta per quello che sarebbe stato fino ad oggi uno dei più importanti appuntamenti per il reggae dal vivo in Europa ?
Dieci  anni dopo nel 2015 tornasti a suonare  e venisti ricoverato in ospedale nel pomeriggio, ma volesti lo stesso salire sul palco la sera, e tra la sorpresa di tutti ci offristi una performance indimenticabile.
La tua risata fragorosa riecheggia ancora oggi in ogni puntata di BONGOMAN, in quel famoso Jingle che mi facesti quando ti dissi che il programma (all’epoca) si chiamava Bomboklaat e tu scoppiasti a ridere come un pazzo e io con te.
Abbiamo costruito il nostro amore su solide fondamenta.
Ora ci mancherai , un sacco , lo sai.
Con tutto l’amore del Mondo, grazie di tutto e che questo viaggio ti porti in un luogo così splendente come quello dove ci hai portato tu con la tua arte e il tuo inarrestabile Skankin’.”

L'articolo U-Roy, leggenda del reggae nel ricordo di Jaka proviene da www.controradio.it.

Ernesto De Pascale Blues Revue X Edizione

Ernesto De Pascale Blues Revue  X Edizione

Torna anche quest’anno l’Ernesto de Pascale Blues Revue. Il tributo  dedicato da Il Popolo del Blues assieme a Controradio  in occasione del decimo anniversario della scomparsa del noto giornalista musicale. Appuntamento sabato 13 febbraio dalle ore 16.00 alle  19.00 sulle frequenze di Controradio.

Lo special, condotto da Giulia Nuti, Michele Manzotti e Fabrizio Berti, includerà rarità dagli archivi di Ernesto De Pascale, brani musicali che lo hanno visto protagonista, alcune delle più significative testimonianze raccolte nelle prime dieci edizioni dell’Ernesto De Pascale Blues Revue e un focus sui vincitori del Premio “Ernesto De Pascale”; premio a lui dedicato che ogni anno il Rock Contest di Controradio assegna al miglior brano con testo in italiano.

Le iniziative proseguiranno quindi la sera di sabato 13 febbraio. Alle ore 21.00, sul canale You Tube di Controradio, verrà trasmesso in esclusiva il documentario “Chet Backer e Firenze – 1956, storia di un amore infinito”, realizzato e prodotto da Ernesto De Pascale per il Popolo del Blues e attualmente non distribuito e non visibile, se non in questa particolare occasione.

Le iniziative in ricordo di De Pascale faranno sentire la propria eco fino ad inizio marzo quando, in collaborazione con l’Associazione A.Gi.Mus Firenze, sul canale YouTube di quest’ultima verrà trasmesso un concerto-tributo della Fabrizio Berti Jug Band, che alla luce delle norme in vigore si terrà in forma online senza pubblico in sala.

ilpopolodelblues@yahoo.it
www.ilpopolodelblues.com
www.controradio.it

 

 

L'articolo Ernesto De Pascale Blues Revue X Edizione proviene da www.controradio.it.

Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley

Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley

Una carriera che si dipana su quattro decadi e che viene riassunta in una doppia raccolta di 36 brani. Il disco “The Essential” di  Gary Lucas, chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley. L’intervista a cura di Davide Agazzi

The Essential Gary Lucas è il doppio album uscito a fine di gennaio su etichetta Knitting Factory. Un lavoro che racconta una carriera lunghissima, quella del chitarrista, compositore, produttore discografico statunitense. Attivo fin dagli ’80, prima come chitarrista di Captain Beefheart e poi con la sua band Gods & Monsters. Lucas ha attraversato il cambio di millennio collaborando con gli artisti più diversi, da Adrian Sherwood a Dj Spooky, passando per  l’italiano The Niro, col quale – due anni fa – ha registrato The Complete Gary Lucas & Jeff Buckley Songbook.

Al netto delle oltre 300 canzoni registrate in carriera, la sua collaborazione con un giovanissimo Jeff Buckley resta la nota più famosa della suo percorso artistico: i due hanno dato vita a Mojo Pin e Grace, entrambe finite nell’omonimo, storico album dello sfortunato cantautore.

Gary Lucas è stato definito come “il chitarrista migliore e più originale in America” (David Fricke, 16 novembre 2006, Rolling Stone); un “chitarrista fuoriclasse leggendario” (The Guardian, 24 dicembre 2005); “l’eroe della chitarra dell’homo sapiens” (The New Yorker, 8 gennaio 2007), “forse il miglior chitarrista elettrico vivente” (Daniel Levitin) ed uno dei “più innovativi e stimolanti chitarristi in attività” (fRoots, marzo 2002). (Fonte Wikipedia)

Deiv Agazzi lo ha intervistato. Ascolta l’intervista:

L'articolo Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley proviene da www.controradio.it.

Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley

Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley

Una carriera che si dipana su quattro decadi e che viene riassunta in una doppia raccolta di 36 brani. Il disco “The Essential” di  Gary Lucas, chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley. L’intervista a cura di Davide Agazzi

The Essential Gary Lucas è il doppio album uscito a fine di gennaio su etichetta Knitting Factory. Un lavoro che racconta una carriera lunghissima, quella del chitarrista, compositore, produttore discografico statunitense. Attivo fin dagli ’80, prima come chitarrista di Captain Beefheart e poi con la sua band Gods & Monsters. Lucas ha attraversato il cambio di millennio collaborando con gli artisti più diversi, da Adrian Sherwood a Dj Spooky, passando per  l’italiano The Niro, col quale – due anni fa – ha registrato The Complete Gary Lucas & Jeff Buckley Songbook.

Al netto delle oltre 300 canzoni registrate in carriera, la sua collaborazione con un giovanissimo Jeff Buckley resta la nota più famosa della suo percorso artistico: i due hanno dato vita a Mojo Pin e Grace, entrambe finite nell’omonimo, storico album dello sfortunato cantautore.

Gary Lucas è stato definito come “il chitarrista migliore e più originale in America” (David Fricke, 16 novembre 2006, Rolling Stone); un “chitarrista fuoriclasse leggendario” (The Guardian, 24 dicembre 2005); “l’eroe della chitarra dell’homo sapiens” (The New Yorker, 8 gennaio 2007), “forse il miglior chitarrista elettrico vivente” (Daniel Levitin) ed uno dei “più innovativi e stimolanti chitarristi in attività” (fRoots, marzo 2002). (Fonte Wikipedia)

Deiv Agazzi lo ha intervistato. Ascolta l’intervista:

L'articolo Gary Lucas, l’intervista al chitarrista di Captain Beefheart e Jeff Buckley proviene da www.controradio.it.

Bob And The Apple, l’intervista

Bob And The Apple, l’intervista

L’intervista ai vincitori dell’ultima edizione del Rock Contest 2020, i Bob And The Apple. A cura di Giustina Terenzi

Trentini ma divisi tra Parigi, Londra e Berlino i Bob And The Apple si muovono fra psichedelia sognante ed elettronica ambient. In decisa controtendenza rispetto alle dinamiche contemporanee della musica prodotta in Italia, sorprendono per la sofisticata padronanza dei mezzi e dei linguaggi musicali con la quale si prefiggono di rivolgersi ad un pubblico internazionale. Se fossero un gruppo inglese li troveremmo sulle prime pagine dei giornali specializzati.

ASCOLTA L’INTERVISTA (a cura di Giustina Terenzi)

 

Mini bio della band: la formazione ha all’attivo una intensa attività live ed alcuni ep prodotti con Ricky Damian (Grammy Award  per il brano “Uptown Funk” di Mark Ronson feat. Bruno Mars) ormai parte integrante del progetto. Si muovono fra psichedelia sognante ed elettronica ambient.

Guarda il video di “Strangers” – brano con cui hanno partecipato al Rock Contest (Directed and animated by s.qui.s (Sara Quijano S.) Editing and motion – Riwad Salim From the album, Wanderlust I – II )

L'articolo Bob And The Apple, l’intervista proviene da www.controradio.it.