Non Luogo in mostra a Palazzo Medici Riccardi

Non Luogo in mostra a Palazzo Medici Riccardi. Scatti rubati negli ex manicomi nel mirino della macchina fotografica di un grande campione di tiro a segno.Non luogo di Luca Tesconi a Palazzo Medici Riccardi, sala Barducci 15 febbrario – 9 marzo 2014

Luca Tesconi JO London.jpg

Un luogo dove l’inizio e la fine convergono, in una spirale di tensione e angoscia. Un “Non luogo” come annuncia già dal titolo l’esposizione fotografica di Luca Tesconi, vincitore della prima Medaglia d’Argento alle Olimpiadi di Londra nel 2012. Sono quattordici scatti, immagini rubate dalle finestre di manicomi abbandonati, chiusi dopo l’entrata in vigore della legge Basaglia; squarci spettrali, oggi deserti, che sanno raccontare di vite, di abbandoni e di speranze. Dal reportage fotografico di Luca Tesconi emergono nitidamente segnali di claustrofobia fisica e mentale dei pazienti ricoverati nelle strutture, dove demoni e paure segnano e riempiono gli spazi. Non a caso la mostra è allestita proprio all’interno di un labirinto realizzato dagli architetti Andrea Guidi ed Emilinao Diotaiuti. Il tiratore di Pietrasanta ha indagato prima che fotografato gli ex manicomi di Toscana, Lazio, Emilia Romagna. Intrufolandosi dalle finestre rotte, arrampicandosi sui balconi, ha scattato, immortalato per sempre il dolore di questi non luoghi, appunto. E proprio come un campione di tiro a segno che spara e mira l’obiettivo, Luca Tesconi scatta fotografia precise, angoscianti, che parlano e impongono una riflessione. Dopo la prima esposizione a Pietrasanta, il reportage fotografico di Tesconi arriva dunque a Firenze nella sala Barducci, di Palazzo Medici Riccardi, fino al 9 marzo, aperto tutti i giorni con orario 9 – 18, escluso il mercoledì.

CAVALCATA DEI MAGI

CAVALCATA DEI MAGI. Ogni anno il 6 gennaio un solenne corteo in costume, ispirato al celebre affresco di Benozzo Gozzoli nella Cappella dei Magi in Palazzo Medici Riccardi, percorre le strade del centro di Firenze per celebrare la festa dell’Epifania, in ricordo della visita dei tre Re Magi a Gesù Bambino.

La “Cavalcata dei Magi” trae origine sin dal 1400 come festosa rappresentazione,durante la quale venivano fatti sfilare per le vie cittadine tre diversi cortei, che si riunivano davanti al Battistero, dove con canti e preghiere veneravano Gesù Bambino.Oggi la Cavalcata dei Magi è costituita da un corteo storico di 500 figuranti, con la partecipazione di gruppi storici provenienti da varie parti d’Italia. Il corteggio parte da piazza Pitti intorno alle 14 del 6 gennaio e, dopo aver attraversato il Ponte
Vecchio, arriva in piazza della Signoria,unendosi al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, per poi proseguire per via Calzaiuoli fino a raggiungere piazza del Duomo, dove i Magi consegnano le offerte a Gesù Bambino nel Presepe vivente allestito a fianco del sagrato di S. Maria del Fiore.

Vive Bolivia

Far conoscere al grande pubblico il pluralismo culturale e linguistico che contraddistingue la Bolivia. È questo l’intento della mostra “Vive Bolivia” che sarà inaugurata il 20 novembre 2013 alle ore 18, presso la Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, alla presenza di Andrea Barducci, Presidente della Provincia di Firenze, e di Antolin Ayaviri Gomez, Ambasciatore dello Stato Plurinazionale di Bolivia in Italia.

La mostra, visibile al pubblico fino al 24 novembre dalle ore 9 alle 18, è organizzata da “Vive Bolivia” Centro de Idiomas y Culturas Bolivianas e propone una serie di fotografie del territorio e dei popoli boliviani, oltre a materiale testuale sulla storia del Paese.

I popoli nativi, le diverse etnie e le comunità pluriculturali che vivono in Bolivia sono depositarie di valori, spiritualità, visioni del mondo, miti, storie orali e scritte. Il loro linguaggio si esprime attraverso pratiche e industrie culturali proprie, ricche di saperi, conoscenze e tecnologie dalle origini ancestrali. Il centro de Idiomas y Culturas Bolivianas è la prima agenzia boliviana specializzata nell’insegnamento delle lingue ufficiali del Paese sudamericano (Spagnolo, Aymara, Quechua e Guarani) e promuove nel mondo la ricchezza culturale e naturale di questo Paese, con i popoli nativi, le etnie e le comunità pluriculturali che lo abitano. Il pubblico può così avvicinarsi alla conoscenza e al riconoscimento di questo molteplicità culturale e linguistica.

Accademia della Crusca :Lingue e diritti

La Piazza delle Lingue, giunta quest’anno alla sua settima edizione, è l’evento organizzato dall’Accademia della Crusca dedicato alla riflessione scientifica e alla promozione di politiche di salvaguardia del multilinguismo nell’ambito dell’Unione europea.

L’edizione 2013, sul tema Lingue e Diritti, si svolgerà a Firenze in tre giornate di incontri aperti al pubblico. Giovedì 14 novembre a Palazzo Medici Riccardi avrà luogo la tavola rotonda dal titolo Le parole della discriminazione e il concerto Musiche in contatto con Stefano Albarello e Fabio Tricomi. Nella mattinata di venerdì 15 a Palazzo Incontri si terrà il convegno La lingua come fattore di integrazione politica e sociale. Nel pomeriggio l’evento si sposterà alla Villa Reale di Castello, sede dell’Accademia della Crusca, con la tavola rotonda Minoranze storiche e nuove minoranze e l’esecuzione della Sonata n.3 in re minore, per violino e pianoforte, op. 108 di Johannes Brahms con Giorgia Righetti e Maria Luisa Gori. Sabato 16, sempre alla Villa Reale di Castello, si svolgerà il convegno Diritto e letteratura.

Poveri ma buoni a Palazzo Medici-Riccardi

Il marrone del Mugello IGP e l’olio extravergine di oliva della Toscana DOP e IGP. Sono questi i protagonisti di “Poveri ma buoni”, l’iniziativa con il marchio Vetrina Toscana che si tiene venerdì 15 e sabato 16 novembre nella suggestiva Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici-Riccardi, in via Cavour 5 a Firenze.

immagine
L’evento, organizzato dai CAT provinciali di Confesercenti e Confcommercio in partnership con Unioncamere Toscana, il sostegno della Regione Toscana e il coordinamento della Camera di Commercio di Firenze, renderà omaggio anche alla birra artigianale di marrone.

OLIO CHE PASSIONE!
Venerdì 15 novembre l’olio extravergine di oliva sale in cattedra con un’ampia rappresentanza di produttori toscani affiancati da una selezione di eccellenze della Strada del Vino Chianti Montespertoli, fra cui il Pane di Montespertoli. La giornata si apre con la presentazione (ore 11, Saletta delle Conferenze Fabiani) della ricerca “Le proprietà culinarie e le funzionalità sensoriali degli oli extra vergini toscani”.
Nella Galleria delle Carrozze gli chef raccontano fino a sera le proprie creazioni realizzate sposando l’extra vergine locale con altri prodotti promossi da Vetrina Toscana (ore 13.30: Lorenzo Corsini della Trattoria del Pesce di Bargino; ore 19.30: Luca Cai del ristorante Tripperia il Magazzino di Firenze). Non mancheranno i laboratori dedicati ai bambini (ore 16) e le degustazioni con “Si fa presto a dire olio!” (ore 18).

UN MUGELLO DI SAPORI
La giornata del sabato 16 è dedicata al marrone del Mugello IGP e suoi derivati, con focus particolare sulla birra artigianale, organizzata in collaborazione con la Strada del Marrone del Mugello di Marradi e l’Associazione Pasticceri di Borgo San Lorenzo.

Marroni del Mugello

Storie e caratteristiche del prodotto saranno anche in questo caso raccontati a mezzogiorno con un food-show. Lo chef Lino Amantini, del ristorante Da Lino di Firenze, realizza un piatto con birra e marrone; Filippo Saporito, de La Leggenda dei Frati di Castellina in Chianti, racconta nascita e realizzazione del gelato con birra al Marrone del Mugello IGP. Lo chef Marco Stabile, del Ristorante Ora d’Aria, realizza alle ore 17,30 una ricetta a base di quarto anteriore bovino, marrone del Mugello IGP e birra di marrone.
Il pomeriggio (ore 16) è arricchito dai laboratori didattici per i più piccoli dedicati al Marrone del Mugello. E ancora: Marrone a tutta birra! (ore 19), che è poi una degustazione guidata di birre del Mugello, ottenute con il marrone locale.

Vetrina Toscana è un progetto di promozione di Regione e Unioncamere Toscana, che conta oggi tra gli aderenti 752 ristoratori e quasi 268 botteghe alimentari. Sono tre gli assessorati regionali coinvolti: turismo e cultura, agricoltura e attività produttive. Alcuni ristoranti di Vetrina Toscana organizzano fino a metà dicembre serate e menu speciali, dedicati all’olio, ma anche alle altre produzioni locali: Pane di Montespertoli, Marzolino di Lucardo, Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale e ancora birra e altri prodotti derivati dalla lavorazione del Marrone del Mugello IGP.

Questi i ristoranti coinvolti:
La Gramola di Tavarnelle Val di Pesa (055.8050321),
la Trattoria del Pesce di Bargino (055.8249045),
Toscani da Sempre di Pontassieve (055.8392952),
Ristorante Giovanni da Verrazzano di Greve in Chianti (055.853189),
La Martinicca di Firenze (055.218928)
La Bocca di Leone a Firenze (055.2286572),
Giannino in San Lorenzo, Firenze (055.2399799),
Osteria Tripperia Il Magazzino di Firenze (055.215969),
I Riffaioli di Firenze (055.5088070)