Comune di Firenze e Alia: progetto comunicazione integrata per cittadini, turisti e city user

Comune di Firenze e Alia: progetto comunicazione integrata per cittadini, turisti e city user

Questa mattina a Palazzo Vecchio è stato presentato il progetto di Alia e Amministrazione Comunale dedicato a Firenze che permette ai cittadini, turisti e city user un accesso semplice ed immediato alle informazioni relative alla raccolta differenziata, ai servizi di pulizia e ad altre attività di Alia. Tra le novità presentate: la mappa interattiva multilingue (RifiuMappa-Florence Waste Map), a cui si accede dal portale www.aliaspa.it, l’opuscolo sulle raccolte differenziate, gli adesivi con QRcode.

Il progetto del Comune di Firenze e Alia prevede l’utilizzo di una serie di strumenti di comunicazione differenti, dai più tradizionali ai più innovativi, molti dei quali in versione multilingua. A tutte le 230mila utenze cittadine, a partire dal 20 settembre, sarò distribuito a domicilio un sintetico opuscolo informativo sulla raccolta differenziata (Piccole azioni per grandi risultati), diversificato tra famiglie ed attività: oltre alle indicazioni sulla corretta separazione dei rifiutim, il vademecum contiene informazioni utili e specifiche per ciascuna tipologia di utenza (centri di raccolta, contatti, pulizia strade, chiavette elettroniche etc.).

Tra gli strumenti più innovativi, la mappa interattiva. Digitando il nome della strada e la distanza di interesse, si visualizzano le postazioni di raccolta presenti nel raggio prescelto, i rifiuti conferibili, le indicazioni sulla pulizia strade con divieto di sosta e gli orari di ritiro di carta e cartone per le utenze del centro storico. A breve, saranno inseriti anche i calendari di raccolta ”porta a porta” nelle vie interessate (aree collinari, Peretola ect.) e previste anche altre piccole ottimizzazioni. La mappa è multilingua (inglese, francese, tedesco) e consente di generare anche una versione stampabile con le stesse informazioni. È inoltre possibile accedere ad altri contenuti come la guida multilingue alla raccolta differenziata, i canali di contatto, i QR-code, la Newsletter ed il profilo twitter di Alia.

Il progetto prevede anche l’applicazione sulle postazioni interrate di raccolta di nuovi adesivi. Sulla parte alta è posizionato un QR-code che consente di sapere quali rifiuti inserire in ciascun contenitore in 7 lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, cinese, arabo. Sulla parte bassa invece è posizionato l’adesivo con i riferimenti di contatto di Alia per informazioni e ritiro ingombranti.

Temi e contenuti del progetto saranno diffusi anche attraverso i mezzi di informazione e i social; è inoltre prevista la personalizzazione grafica della Tramvia.

L'articolo Comune di Firenze e Alia: progetto comunicazione integrata per cittadini, turisti e city user proviene da www.controradio.it.

Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission 

Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission 

Si terrà a Firenze, a Palazzo Vecchio, il 70esimo appuntamento annuale della Etc, l’ European Travel Commission, domani, giovedì 6 settembre, nell’ambito dell’anno del turismo Europa-Cina 2018. Il vertice dal titolo ‘Connettività aerea UE-Cina: sfide e opportunità’ è organizzato dalla Etc insieme all’Ente del Turismo del Governo Italiano – Enit e Toscana Promozione Turistica, con il Patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze ed il supporto di Toscana Aeroporti.

L’incontro riunirà rappresentanti del settore pubblico e privato con particolare attenzione alla connettività aerea con la Cina: interverranno rappresentanti delle associazioni aeroportuali e delle compagnie aeree internazionali. L’anno del turismo in Cina è organizzato dalla Commissione europea in collaborazione con la European Travel Commission e finanziato dall’Unione europea. I lavori si svolgeranno in Sala D’Arme a Palazzo Vecchio e si apriranno con i saluti di benvenuto dell’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, del vice sindaco Cristina Giachi, del presidente Etc Peter de Wilde e del presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

Interverranno inoltre il direttore e il vice presidente di Etc Eduardo Santader e Antonio Preiti, in rappresentanza anche di Enit, Ugo De Carolis amministratore delegato di Aeroporti di Roma, Giulio De Metrio Coo di Sea-Aeroporti di Milano, Rogier Lieshoit Seo Amsterdam Economics, Jakub Kluzinski di Lot Airlines, Tim-Jasper Schaaf, Direttore Marketing di Iata, Tom Jenkins, Ceo European Tourism Association, Jacopo Sertoli Ceo di Welcome Chinese, Oliver Jankovec di Aci Europe, il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini ed il direttore generale Settore Turismo del Ministero Francesco Palumbo. Originariamente fondata nel 1948, la European Travel Commission promuove l’Europa a livello internazionale come destinazione turistica nei mercati terzi.

L'articolo Turismo: a Firenze 70esimo summit annuale European Travel Commission  proviene da www.controradio.it.

Museo di Storia Naturale: campus estivo per bambini dai 6 agli 11 anni

Museo di Storia Naturale: campus estivo per bambini dai 6 agli 11 anni

Dal 3 al 7 settembre il campus estivo natura e creatività saranno le parole d’ordine del campus estivo “Artisti in erba”, proposto ai bambini dai 6 agli 11 anni dal Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze . I piccoli partecipanti saranno coinvolti in esplorazioni, laboratori e giochi che si svolgeranno in varie sedi del Museo (Orto Botanico, La Specola, Antropologia) e a Palazzo Vecchio.

I bambini impareranno a conoscere e utilizzare in modo artistico gli elementi naturali, osserveranno i manufatti dei popoli indigeni e i capolavori in pietre dure della collezione medicea e andranno alla ricerca delle piante medicinali nascoste tra gli affreschi di Palazzo Vecchio, scoprendone caratteristiche, utilizzi e scopi medicamentosi.

Ulteriori informazioni su programma e partecipazione al campus sono disponibili sul www.msn.unifi.it  . Per prenotare la partecipazione occorre telefonare allo 055 2756444 o scrivere aedumsn@unifi.it .

 

L'articolo Museo di Storia Naturale: campus estivo per bambini dai 6 agli 11 anni proviene da www.controradio.it.

Via de’Neri: ordinanza ad hoc dopo aggressione

Via de’Neri: ordinanza ad hoc dopo aggressione

Via de’Neri è al centro del ciclone degli ultimi giorni, troppi turisti che affollano i marcapiedi per mangiarvi e talvolta scoppiano disordini, come l’aggressione avvenuta ieri, perciò dal comune arriva un’ordinanza ad hoc.

Dal comune arriva un’ordinanza ad hoc per Via de’Neri dopo l’aggressione di un commerciante da parte di turisti spagnoli.

Nelle parole di condanna di Cecilia del Re e Federico Gianassi  “Per i fatti inaccettabili avvenuti. In città non ci sono zone franche, ci auguriamo che i colpevoli vengano puniti”, riecheggia il pugno di ferro del Comune che vuole una stretta sui bivacchi di “Borg’unto”.

Palazzo Vecchio decide di intervenire emanando un’ordinanza urgente per vietare per motivi di ordine pubblico il consumo dei cibi in Via de’Neri fuori dalle attività commerciali. Il provvedimento prevede un raddoppio del presidio dei vigili, dalle ore 12 alle 15 e dalle 16 alle 21, pena multe.

Questa ordinanza fa fronte alla necessità di dotare i vigili di strumenti più efficaci rispetto al regolamento della polizia municipale che vieta i bivacchi e di ostruire il passaggio dei pedoni ma non vieta di consumare un gelato o un panino per strada.

L’ordinanza non lascerà però i consumatori senza un luogo dove mangiare, presto infatti compariranno cartelli informativi sul divieto, sulle multe e sul luogo dove poter andare a consumare senza incorrere in sanzioni.

 

 

L'articolo Via de’Neri: ordinanza ad hoc dopo aggressione proviene da www.controradio.it.

Crollo Genova: Rossi, Toscana duramente colpita, quattro vittime vivevano qui

Crollo Genova: Rossi, Toscana duramente colpita, quattro vittime vivevano qui

“La tragedia di Genova ha colpito duramente anche la Toscana. Tra le vittime identificate ci sono almeno quattro giovani che vivevano o lavoravano nella nostra regione. Siamo profondamente addolorati ed esprimiamo tutta la nostra vicinanza ai loro cari e ai familiari di tutte le vittime.

La Regione Toscana chiede che venga fatta al più presto luce sulle cause che hanno portato al crollo e che i responsabili siano assicurati alla giustizia. Ciò che è avvenuto non è degno di un paese civile. La Regione ringrazia ancora una volta Vigili del Fuoco, Protezione Civile e forze dell’ordine impegnate nelle operazioni di soccorso e salvataggio”. Lo dichiara il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, in
un comunicato.

Bandiere a mezz’asta su Palazzo Vecchio, a Firenze, in segno di lutto, per la morte del medico fiorentino Alberto Fanfani e delle altre vittime che hanno perso la vita nel crollo del ponte Morandi a Genova. “È un Ferragosto di dolore che non avremmo voluto vivere – ha detto il sindaco Dario Nardella -. La nostra comunità è fortemente colpita per
quanto accaduto a Genova”.
“Firenze si stringe al dolore della famiglia e degli amici di Alberto Fanfani e ai cari di tutte le altre vittime – ha continuato il sindaco -. Vorrei ringraziare i Vigili del fuoco,
la Protezione civile e le forze dell’ordine che da ieri ininterrottamente lavorano per recuperare le persone schiacciate dalle macerie. Genova e l’Italia sono ferite, ma non vinte.
Dalla tragedia sapremo risollevarci con orgoglio”.

L’Azienda ospedaliera universitaria di Pisa e l’Università di Pisa “si stringono con commozione alla famiglia del medico specializzando in Medicina interna, Alberto
Fanfani, morto nel crollo del viadotto di Genova. A loro si associa nel cordoglio il professor Stefano Taddei, direttore della Scuola di specializzazione in Medicina interna, che il
giovane medico frequentava con profitto al V anno, prestando servizio nelle varie Unità operative di Medicina dell’ospedale”.
Così una nota, in cui si aggiunge che “Marta Danisi, in viaggio con lui, è giovane infermiera che ha prestato servizio nell’Aoup dal 2014 al 2017, prima in Radiodiagnostica e
successivamente in Medicina generale IV, prima di trasferirsi  in un altro ospedale. Anche in questo caso l’Aoup, con il Dipartimento delle professioni infermieristiche, esprime sincera
vicinanza e partecipazione alla sofferenza della famiglia in queste ore di concitazione e di grande dolore”. Alberto Fanfani, 32 anni di Firenze, e Marta Danisi, 29 anni
di Sant’Agata Militello (Catania), erano fidanzati e stavano tornando insieme dalle vacanze quando la loro auto è precipitata nel vuoto per il crollo del ponte.

“Sono vicina alla famiglia fiorentina colpita dal dramma di Genova ed a loro disposizione
per ogni supporto. Faremo partire rapidamente un monitoraggio dello stato delle strade del territorio provinciale con tutti gli enti interessati, per la loro messa in sicurezza e per
l’adozione dei provvedimenti necessari a garantire una circolazione sicura”. Lo afferma stamani, in una nota, Laura Lega, prefetto di Firenze.

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha chiesto il rinvio della partita con la
Fiorentina in programma domenica allo stadio Luigi Ferraris. La decisione dopo la tragedia del crollo del viadotto autostradale Morandi che ha causato 39 morti. Si apprende da fonti vicine alla società. Ora è attesa la risposta da parte della Lega.

E’ stata infine dedicata a Stella Boccia e Carlos Jesus Trujillo, i fidanzati di Arezzo
morti nel crollo del ponte Morandi a Genova, la messa solenne delle ore 18 oggi al Santuario delle Vertighe di Monte San Savino (Arezzo) dove la funzione celebra l’omonima Madonna delle Vertighe, patrona dell’Autostrada del Sole. La celebrazione è dedicata a Stella i cui genitori hanno un ristorante proprio a Monte San Savino, e a Carlos che era
insieme a lei nell’auto precipitata nel crollo. Il santuario, dove si recano abitualmente fedeli e turisti, si è stretto intorno alla famiglia, adesso a Genova.
Intanto i Comuni di Monte San Savino, Capolona (dove risiedeva Carlos) e Civitella Valdichiana (dove abitava Stella) si sono strette intorno alle famiglie dando la disponibilità a
sostenerle per ogni necessità.

L'articolo Crollo Genova: Rossi, Toscana duramente colpita, quattro vittime vivevano qui proviene da www.controradio.it.