Commisso incontra Nardella, domani allo stadio con i tifosi: “Spero di non deludere Firenze e Fiorentina”

Commisso incontra Nardella, domani allo stadio con i tifosi: “Spero di non deludere Firenze e Fiorentina”

Rocco Commisso, fondatore di Mediacom e presidente dei New York Cosmos è il nuovo proprietario della Fiorentina. Oggi pomeriggio ha ha incontrato il primo cittadino di Firenze, Dario Nardella, in Palazzo Vecchio.

“Eccoci a Palazzo Vecchio, la visita attesa di Rocco Commisso, gli diamo un grande benvenuto a Firenze”, ha esordito Nardella con un video sulla sua pagina Facebook, assiemme al nuovo patron della Fiorentina.

“Voglio dire grazie al sindaco – ha ribattuto Commisso – e spero di non deludere città di Firenze e la Fiorentina.”

“Benvenuto a Palazzo Vecchio Mr #Commisso, grazie per l’entusiasmo e l’amore verso Firenze e la Fiorentina. Ringrazio i Della Valle per questi 17 anni. Ora inizia una nuova avventura!”.  Questo il tweet del Sindaco Nardella.

Queste, invece, le prime parole di Rocco Commisso al suo arrivo a Peretola: “Sono un fan del calcio italiano da sempre e non ci sono parole per descrivere quanto sia incredibilmente onorato di avere l’opportunità di contribuire a scrivere il prossimo capitolo della storia di un club leggendario come la Fiorentina.”

Domani ci sarà poi l’incontro con i tifosi in quello che si preannuncia essere un bagno di folla: dalle 16,30 saranno aperti i cancelli della tribuna coperta dello stadio Franchi. Alle 17 ci sarà l’incontro con i tifosi.

“Firenze è la città più bella del mondo: sono venuto qui nel 2006 quando l’Italia ha battuto la Francia, ero a Villa San Michele, è stata la più bella serata della mia vita”. Ha aggiunto Commisso parlando con i giornalisti e con un gruppetto di tifosi che lo ha accolto subito calorosamente, fra un “Grazie Rocco!”, un “Thank you very much!”, e un “Portaci in Europa!”.

“Mamma mia, non me l’aspettavo”, ha risposto il nuovo patron della Fiorentina, che ha subito indossato una sciarpa viola, e ha ricambiato da par suo il calore dei fiorentini: “Non sono un padrone, sono un fan puro, amo il calcio italiano e in particolare la Fiorentina”, ha detto, ammettendo però il suo tifo storico per la Juventus.

“E’ vero, sono cresciuto con Sivori, Charles, Boniperti, Nicolè, Stacchini e Zoff, ma è vero anche che oggi sono fiorentino”, ha spiegato, aggiungendo che “il campionato italiano non va bene quando una squadra vince tutto”.

Per il futuro c’è il nome di Chiesa (“vogliamo fare di tutto per tenerlo”, ha detto, fra gli applausi dei tifosi), una riflessione da fare su dirigenza e staff tecnico (“ancora non si parla di queste cose, non ho incontrato nessuno”, ha spiegato), e la promessa implicita di un rapporto più caldo e informale con la città. “Io ho un motto, Rocco non fa promesse che non può mantenere”, ha spiegato Commisso, che ha risolto a modo suo il dilemma su dove vada l’accento del suo cognome: “Còmmisso o Commìsso? No, Rocco!”, ha esclamato, sottolineando che “non c’è nessuno dei miei 4.500 lavoratori che mi chiami mister Commisso.”

L'articolo Commisso incontra Nardella, domani allo stadio con i tifosi: “Spero di non deludere Firenze e Fiorentina” proviene da www.controradio.it.

Presentato ufficialmente il nuovo Consiglio comunale di Firenze

Presentato ufficialmente il nuovo Consiglio comunale di Firenze

Nella Sala Firenze Capitale si è svolta la notifica della proclamazione degli eletti nel nuovo Consiglio comunale. Di seguito la composizione del nuovo “Parlamento” di Palazzo Vecchio con i nomi dei consiglieri che siederanno nel Salone dei Duecento.

Maggioranza: il sindaco Dario Nardella

Gruppo PD (19 consiglieri): Benedetta Albanese, Nicola Armentano, Donata Bianchi, Leonardo Calistri, Enrico Conti, Massimo Fratini, Fabio Giorgetti, Maria Federica Giuliani, Alessandra Innocenti, Luca Milani, Renzo Pampaloni, Letizia Perini, Massimiliano Piccioli, Laura Sparavigna.

A seguito della nomina ad assessore di Cecilia Del Re, Sara Funaro, Andrea Vannucci, Federico Gianassi, Cosimo Guccione entrano a far parte del gruppo PD: Patrizia Bonanni, Francesca Calì, Barbara Felleca, Mirco Rufilli, Stefano Di Puccio.

Gruppo Lista Nardella (3 consiglieri): Mimma Dardano. A seguito della nomina ad assessori di Alessandro Martini e Alessia Bettini entrano a far parte del gruppo Lista Nardella: Marco del Panta Ridolfi e Maria Grazia Monti.

Minoranza: i candidati a sindaco Ubaldo Bocci, Antonella Moro Bundu, Roberto De Blasi

Gruppo Lega (6 consiglieri): Andrea Asciuti, Federico Bussolin, Emanuele Cocollini, Michela Monaco, Antonio Montelatici, Luca Tani.

Gruppo Forza Italia (2 consiglieri): Jacopo Cellai, Mario Razzanelli.

Gruppo Fratelli d’Italia (1 consigliere): Alessandro Emanuele Draghi.

Gruppo Firenze Città Aperta (1 consigliere): Dmitrij Gabriellovic Palagi.

Gruppo Movimento 5 Stelle (1 consigliere): Lorenzo Masi.

L'articolo Presentato ufficialmente il nuovo Consiglio comunale di Firenze proviene da www.controradio.it.

Nardella: con giunta “lavorare in squadra, evitare conflitti”

Nardella: con giunta “lavorare in squadra, evitare conflitti”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella in occasione di un incontro stampa all’Ex3 in viale Giannotti dove si trova il Memoriale di Auschwitz, ha parlato con la nuova giunta di Palazzo Vecchio. Si è discusso di ‘lavoro di gruppo, responsabilità precise e lotta alle disuguaglianze sociali’.

“Io ho fatto una prima raccomandazione ai miei colleghi – spiega il sindaco di Firenze – di lavorare in squadra, evitare conflitti, litigi, come siamo stati capaci di fare negli anni precedenti”. “Il gioco di squadra alla fine poi premia anche le individualità. I fiorentini hanno apprezzato questa predisposizione a lavorare in squadra, ognuno avrà delle deleghe molto chiare e responsabilità molto precise ma tutti sono chiamati a condividerle con il sindaco e col gruppo. Questo – prosegue il primo cittadino – vale anche nel rapporto con i cinque presidenti di quartieri che sono stati appena eletti direttamente, è la grande novità di questo nuovo mandato”.

Nardella e la Giunta riuniti al memoriale di Auschwitz

Sulla possibilità di un cambio ‘caratteriale’ di Nardella in questo secondo mandato (rispetto al primo), “io sono sempre me stesso, anzi forse mi ha salvato proprio questo perché a volte la politica e il potere ti cambiano. Io credo di essere sempre il Dario Nardella che le persone conoscono fin dai primi passi mossi in politica. Se abbiamo fatto cose coraggiose in questi anni, nei prossimi ne faremo sempre di più. Il nostro obiettivo – continua Nardella -non è la sopravvivenza, è un rilancio in grande stile perché Firenze sia la capitale italiana della cultura, dell’ambiente, la città con standard della qualità della vita sempre più alti e sia anche un modello di lotta alle diseguaglianze sociali”.

Firenze “può e deve essere un modello italiano su tutti questi campi”, ha concluso il sindaco.

L'articolo Nardella: con giunta “lavorare in squadra, evitare conflitti” proviene da www.controradio.it.

Novoli, ex area Fiat: arrivano pista ciclabile, parcheggi di superficie, campo giochi e area cani

Novoli, ex area Fiat: arrivano pista ciclabile, parcheggi di superficie, campo giochi e area cani

Una piazza verde di quartiere, una pista ciclabile per collegare via di Novoli e viale Guidoni e nuovi parcheggi pubblici di superficie nell’area ovest. Oltre al completamento del parco con nuovo campo giochi e area cani.

Questo è il disegno di completamento dell’ex area Fiat di Novoli che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’Urbanistica, Giovanni Bettarini,con l’adozione della variante al piano. La variante al piano di recupero di completamento riguarda l’ultimazione degli interventi previsti dal piano di recupero in area ovest e l’aggiornamento del disegno urbano di previsione.

Il piano prevede di realizzare nell’area ovest parcheggi pubblici di superficie, in modo da garantire la fruibilità e l’omogeneità dei posti auto sul territorio. Gli interventi mantengono inalterata la ripartizione delle superfici fra le destinazioni d’uso previste e non modificano il carico urbanistico. È prevista, infatti, la realizzazione di quattro complessi immobiliari distinti. La variante, inoltre, si pone l’obiettivo di migliorare le infrastrutture viarie che delimitano l’area, promuovendone il completamento e l’adeguamento funzionale.

In particolare, la variante prevede: il completamento dei marciapiedi lungo via di Novoli, con la realizzazione di un ampio percorso che risponde anche alla funzione di pista ciclabile, per ricollegare fra loro i tratti di pista ciclabile già realizzati; il completamento del marciapiede di viale Guidoni e la realizzazione dell’accesso al nuovo parcheggio pubblico di superficie. La nuova viabilità prevede un percorso ciclo-pedonale che ricollega i due assi principali del quartiere: via di Novoli e viale Guidoni. Il percorso previsto si sviluppa a partire dal tratto già esistente su via di Novoli, costeggia il parco San Donato, per poi proseguire sul perimetro del Palazzo di Giustizia e raggiungere la sede della Cassa di Risparmio. Le aree di parcheggio pubblico di superficie, di piccole e medie dimensioni, sono distribuite uniformemente all’interno dell’area Ovest e lungo viale Guidoni in prossimità del Palazzo di Giustizia.

Gli stalli di sosta dei parcheggi di superficie sono intervallati da alberature che ne garantiscono l’ombreggiamento: sono previste specie autoctone, il Pyrus calleriana (pero da fiore) e il Celtis australis (bagolaro). La piazza pedonale pubblica si configura come uno spazio unitario, compreso all’interno dell’area pedonale, attrezzato secondo criteri di valorizzazione degli spazi di relazione. Come avviene per la piazza Ugo di Toscana, già realizzata in area Est, la piazza pedonale rappresenta il fulcro vitale attorno al quale si sviluppa l’insediamento dell’area Ovest. La piazza pubblica si estende da via Val di Pesa alla strada lato parco ed è delimitata, su gli altri due lati, da due percorsi pedonali e carrabili per i mezzi di soccorso e per i residenti. La piazza rappresenta un’area verde per il quartiere, con una fascia continua perimetrale pavimentata. Il completamento del parco segue il progetto complessivo previsto dal piano di recupero di completamento, aggiornato con l’inserimento di un edificio per servizi e di un campo da gioco. L’area destinata alla corsa libera dei cani, ricavata all’interno del parco, viene ampliata e perimetrata con una nuova recinzione. L’area è completata con arredi, quali panchine, fontanella con abbeveratoio e cestini portarifiuti. Il completamento del parco è a totale carico degli operatori.

L'articolo Novoli, ex area Fiat: arrivano pista ciclabile, parcheggi di superficie, campo giochi e area cani proviene da www.controradio.it.

‘Domeniche metropolitane’ già 6000 visite ai musei

‘Domeniche metropolitane’ già 6000 visite ai musei

Firenze, sono quasi 6mila i cittadini che dall’inizio dell’anno hanno partecipato alle ‘Domeniche metropolitane’, che ogni prima domenica del mese offre a residenti del territorio metropolitano di visitare gratuitamente i musei civici, Palazzo Vecchio in cima alla lista.

In totale oltre 1250 visitatori hanno svolto attività guidate nei musei. Positivi, spiega una nota, anche i dati che riguardano le agevolazioni per i giovani, cittadini dell’Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni.  Nei primi quattro mesi dell’anno sono oltre 3700 gli ingressi gratuiti del lunedì (2857 solo a Palazzo Vecchio). Invece, i concerti a un euro proposti dal Teatro del Maggio musicale fiorentino e dall’Orchestra regionale della Toscana sfiorano le 400 adesioni. In appena un mese dall’avvio della novità del bonus da 50 euro per libri, giornali e riviste di informazione, sono stati 235 i giovani che hanno ritirato i buoni da spendere nelle librerie convenzionate.

Il sindaco Dario Nardella, in un commento, si esprime soddisfatto: “Non è vero che gli under 25 sono interessati solo ai social: fornendo i giusti strumenti è possibile rendere la cultura attraente e ‘cool’ – aggiungendo che – questi numeri confermano che la nostra visione per una cultura sempre più diffusa tra le giovani generazioni piace e la nostra strategia per invogliare i ragazzi a coltivarla sta avendo successo”.

L'articolo ‘Domeniche metropolitane’ già 6000 visite ai musei proviene da www.controradio.it.