Tramvia: Nardella, fine lavori febbraio, nessun ritardo

Tramvia: Nardella, fine lavori febbraio, nessun ritardo

“Dopo la fine dei lavori sarà necessario fare il collaudo ma a quel punto la tramvia non sarà più un sogno ma una realtà”.

Nella consegna dei lavori delle nuove linee della tramvia a Firenze, prevista per febbraio prossimo, “non ci sarà nessun ritardo”. Lo ha detto oggi il sindaco Dario Nardella, parlando con i giornalisti dopo un sopralluogo sui cantieri ed un incontro con tutte le imprese coinvolte a vario titolo nella realizzazione dell’infrastruttura.
“La situazione è positiva. Il summit di questa mattina è stato molto utile nel senso che tutte le aziende, i cui vertici erano a Palazzo Vecchio, hanno confermato che non ci sarà alcun ritardo rispetto all’obiettivo di finire i lavori entro febbraio prossimo”, ha raccontato Nardella.
“Quindi seguiamo questo obiettivo, saremo addosso alle ditte con il fiato sul collo come abbiamo fatto ogni giorno, ogni mese dall’inizio dei lavori. Ormai stiamo entrando nella fase finale, che è anche la fase più difficile – ha proseguito – Monitoriamo anche con la collaborazione positiva e fattiva della soprintendenza tutto ciò che riguarda gli scavi archeologici all’altezza della variante Valfonda. Ad oggi non sono previsti ritardi connessi al rinvenimenti a questi beni di interesse archeologico”.
“Dopo la fine dei lavori sarà necessario fare il collaudo – ha aggiunto infine Nardella – ma è chiaro che a quel punto la tramvia non sarà più un sogno ma una realtà”.

L'articolo Tramvia: Nardella, fine lavori febbraio, nessun ritardo proviene da www.controradio.it.

Anonimo comprò casa a disabile, premiato con Scudi S.Martino

Anonimo comprò casa a disabile, premiato con Scudi S.Martino

L’11 novembre a Palazzo Vecchio, Firenze, il premio su spirito di sacrificio.

C’è anche un benefattore livornese rimasto anonimo che ha acquistato la casa di un disabile, messa all’asta, per poi cedergliela in comodato d’uso gratuito, fra i premiati che riceveranno l’11 novembre a Firenze, a Palazzo Vecchio, gli Scudi di San Martino. Il riconoscimento premia coloro che, secondo il giudizio dell’Istituto degli Scudi di San Martino, si sono distinti per impegno, spirito di sacrificio e coraggio a favore di deboli, bisognosi e persone in pericolo.
“Da trentaquattro edizioni gli Scudi di San Martino rappresentano una delle onorificenze più significative della nostra regione”, ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, presentando oggi l’edizione 2017 del premio insieme al presidente dell’Istituto, Roberto Lupi. Gli Scudi, ha affermato Giani, “tengono alto il nome e la cultura della Toscana, sono il segno distintivo della solidarietà più vera”.
Riceveranno gli scudi in bronzo il caporal maggiore capo dell’Esercito Giovanni De Riso che, libero dal servizio, è intervenuto per salvare una bimba di due anni rimasta nella culla all’interno di una casa in fiamme; il maresciallo capo Orazio Capalbo dell’Arma dei Carabinieri che ha salvato quattro persone durante un’alluvione; alla Fondazione Rimantas Kaukenas, Fondazione Charity Group della Repubblica di Lituania, e a Valerio Catoia, ragazzo con la sindrome di Down, che ha salvato dall’annegamento una bimba, in uno stabilimento balneare di Sabaudia. L’Istituto ha assegnato anche uno scudo in argento alla memoria all’architetto lussemburghese Gilbert Huyberechts, che si è prodigato per la cura delle persone autistiche.
I diplomi di benemerenza sono stati assegnati al dottor Italo Paolini di Arquata del Tronto, specializzato in medicina generale, al primo maresciallo Pietro Cossalter dell’Esercito e al primo maresciallo Gennaro Esposito dell’Aeronautica Militare, che si sono prodigati nelle zone italiane colpite da terremoto; alla dottoressa Serena Padovani per il lavoro svolto a favore dei detenuti; all’Equipe Medicina d’Urgenza Ospedale di San Giovanni di Dio di Firenze, per la professionalità e la dedizione con cui svolgono il proprio lavoro, e all’ispettore superiore della Polizia Penitenziaria Francesco Lisci, che è intervenuto fuori dal servizio per salvare la vita a una ragazza appena ventenne.

L'articolo Anonimo comprò casa a disabile, premiato con Scudi S.Martino proviene da www.controradio.it.

Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus

Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus

“Verranno incrementate le corse nei giorni festivi, ed i servizi di collegamento e integrazione con le linee tranviarie”.

Aumento della tassa di soggiorno, a Firenze, per finanziare il potenziamento dei bus “senza alzare le tasse ai fiorentini”. Lo ha annunciato, questo pomeriggio in Consiglio comunale, il sindaco Dario Nardella. In pratica, ha spiegato il sindaco “ci impegniamo a portare entro la fine dell’anno all’approvazione del Consiglio comunale, un bilancio che preveda per il trasporto pubblico locale un impegno di spesa aggiuntivo per la copertura di 1,5 milioni di km aggiuntivi di percorrenza dei bus – ha detto il sindaco – verranno incrementate le corse nei giorni festivi, ed i servizi di collegamento e integrazione con le linee tranviarie”.
Per raggiungere questo obiettivo, ha aggiunto, “aumenteremo l’imposta di soggiorno; a questo fine contribuirà anche l’accordo, ormai imminente, con Air BnB per la riscossione diretta della medesima tassa, ed il ricavato della lotta all’evasione fiscale”.
A fronte del maggiore impegno economico profuso da Palazzo Vecchio il sindaco ha spiegato di pretendere da Ataf, la società dei bus di Firenze, “che garantisca in modo solenne di non ridurre o tagliare in alcun modo la forza lavoro, anzi, al contrario la sostenga anche attraverso il turn over dei dipendenti che vanno in pensione”.
Nella giornata di domani, ha poi aggiunto Nardella, ci sarà un incontro tra il Comune e le
categorie economiche coinvolte nella quale verrà stabilito di quanto sarà accresciuto il contributo della tassa di soggiorno.
“Ed ho già avviato contatti con i sindaci dell’area metropolitana – ha detto ancora il sindaco – che voglio incontrare al più presto: mi aspetto un analogo impegno da parte loro per garantire questo sistema, visto che molte di queste linee dei bus serviranno anche per i comuni limitrofi. Sono certo che vi sarà attenzione e disponibilità”.
Nardella ha anche parlato degli obiettivi di riduzione della Co2 a Firenze, sostenendo che entro il 2020, “potremo farcela a tagliarla del 20%: con tre linee tramviarie in funzione che comporteranno 20mila macchine in meno in strada ogni giorno, e in aggiunta la conversione dell’intera flotta degli autobus in elettrica”.

L'articolo Comuni: Nardella, alzo tassa soggiorno per potenziare bus proviene da www.controradio.it.

Carceri: Radicali, allarme Sollicciano, +30% capienza

Carceri: Radicali, allarme Sollicciano, +30% capienza

Tra i tanti problemi segnalati, anche una carenza di organico del 30% e l’assenza di un direttore definitivo.

Allarme sovrappopolazione per il carcere di Sollicciano: a lanciarlo, con un documento sottoscritto anche da Don Vincenzo Russo, cappellano del carcere di Sollicciano, Tommaso Grassi, consigliere comunale, gruppo “Firenze Riparte a Sinistra”, e dall’attore Paolo Hendel, sono i radicali fiorentini dell’associazione Andrea Tamburi.
“Al 30 settembre 2017 risultano reclusi a Sollicciano molti più detenuti di quanto struttura e organizzazione, già problematiche, possano gestire: 30% in più sulla capienza attuale. Il 66% di questi carcerati, si legge nel testo presentato oggi in Palazzo Vecchio, è di origine straniera. Tra i tanti problemi segnalati, anche una carenza di organico del 30%, l’assenza di un direttore definitivo, dopo la rimozione dei vertici in seguito all’evasione di due detenuti nei mesi scorsi, ma, alleviata solo dalla nomina di un direttore pro-tempore che attualmente garantisce una presenza di un paio di giorni a settimana, senza la necessaria continuità di cui un istituto di tali dimensioni ha bisogno”.
Sul fronte delle magagne strutturali, invece, i radicali denunciano falle persistenti nella sicurezza: “il muro di cinta del complesso è tutt’ora inagibile e pericolante in gran parte del suo perimetro e il sistema di videosorveglianza ha subito un incremento minimo, restando tuttora inadeguato a garantire l’appropriata vigilanza dell’istituto”.

L'articolo Carceri: Radicali, allarme Sollicciano, +30% capienza proviene da www.controradio.it.

Firenze cum laude

Firenze cum laude, la città e l’Università danno il benvenuto alle matricole
Stamani cerimonia in Palazzo Vecchio con la vicesindada Giachi e il rettore Dei
«Questi sono gli anni nei quali dovrete acquisire gli strumenti del sapere e maturare la capacità di fare vostra la concezione del potere come capacità di fare le cose, di realizzare il bene comune, oltre che il vostro. Sono sicura che Firenze saprà ispirarvi».

Ecco il benvenuto che questa mattina, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, la vicesindaca e assessora l’università Cristina Giachi ha dato alle matricole dell’ateneo.
«Usate questi anni – ha aggiunto – per godervi il vostro essere cittadini di questa magnifica città in una dimensione di grande impegno ma anche di libertà di organizzazione. Potrete fare molte più cose rispetto a molti di quelli che lavorano o che hanno già finito gli studi. Andate a vedere tutto, visitate i monumenti, frequentate gli eventi, godetevi la città. Siamo una città metropolitana e su questa scala dobbiamo pensare lo sviluppo: i trasporti, la mobilità sostenibile, la città e le sue funzioni oltre il centro».
Dopo i saluti della vicesindaca Giachi e del rettore Luigi Dei le nuove studentesse e studenti hanno assistito alla lezione di Pietro Amedeo Modesti, docente di Medicina interna, su ‘Studenti oggi, cittadini di un mondo unito domani’. Ha chiuso la mattinata un intrattenimento musicale a cura dell’Orchestra dell’Ateneo.
Dalle ore 12 alle 14 la manifestazione continua nell’atrio e nel cortile del rettorato (piazza San Marco, 4): le matricole potranno informarsi presso gli stand dedicati ai servizi offerti dall’ateneo (orientamento, centro linguistico di ateneo, servizi informatici, centro di studio e ricerca per le problematiche della disabilità, sistema bibliotecario, Erasmus, attività artistiche di ateneo) e da altri enti come il Comune di Firenze, DSU-Azienda per il diritto allo studio e CUS-Centro universitario sportivo.
Alle ore 16, nell’aula magna del rettorato la giornata prosegue con il Welcome Meeting, rivolto a tutti gli studenti stranieri dell’ateneo: Giorgia Giovannetti, prorettore alle relazioni internazionali, svolgerà una breve presentazione sul tema ‘L’Ateneo nel mondo’; Isabella Gagliardi, docente di Storia medievale, interverrà su “Florence between the Middle Ages and the Renaissance”.
A seguire gli studenti presenti potranno conoscere e incontrare i tutor multiculturali che l’Università di Firenze ha selezionato per sostenere il percorso formativo degli iscritti provenienti dall’estero. E alcuni studenti stranieri Unifi racconteranno la loro esperienza; in conclusione, un momento musicale, sempre a cura delle attività artistiche di ateneo.