Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio…

Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio…

“Più che fare un nuovo stadio a Firenze ci sarebbe da fare un nuovo carcere. Ma i fratelli Della Valle non credo che avranno molto interesse in questo”. Lo ha detto, ironizzando, il comico Paolo Hendel al termine di una visita al carcere fiorentino di Sollicciano, insieme a una
delegazione di Radicali.

“Si sbaglia moltissimo a pensare che il carcere non riguardi tutti noi – ha aggiunto Hendel -. Ci si può capitare tutti nella vita e bisognerebbe fare di tutto perché in questi luoghi ci siano condizioni umane dignitose”. “Quando uno viene condannato al carcere la sentenza non prevede la tortura e la sofferenza”. ha concluso Hendel.

Intanto sono arrivati nel carcere di Sollicciano i 60 ventilatori forniti dalla Regione Toscana per
fare fronte al caldo torrido nel penitenziario ma non è possibile installarli senza il via libera dell’Asl e inoltre ne servirebbero almeno duecento per poterne installare almeno uno
per cella. E’ quanto lamentato oggi al termine di una visita dei Radicali all’istituto fiorentino, insieme al cappellano del carcere Don Vincenzo Russo, al comico Paolo Hendel, al
presidente della Camera penale di Firenze Eriberto Rosso, e al consigliere di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi. A guidare la delegazione radicale il segretario del partito Rita
Bernardini e Massimo Lensi dell’associazione Luca Coscioni.

“Sappiamo che i ventilatori della Regione sono arrivati – ha sottolineato Lensi – e sono già dentro il carcere ma non sono attivi. Adesso siamo in attesa che la Asl dia l’autorizzazione
per poterli usare e stili una graduatoria dei detenuti con problemi che ne hanno maggior bisogno di ventilazione. Abbiamo potuto constatare anche oggi che il caldo dentro il carcere è
veramente torrido. Qui manca tutto, e mi chiedo come sia possibile in questo modo recuperare la dignità delle persone, e dare un senso a strutture come questa”. Hendel ha auspicato che “questi benedetti ventilatori non glieli diano a dicembre perché sennò invece di risolvere il problema del caldo faranno venire il raffreddore ai detenuti. Ci sono delle condizioni di caldo spaventose dentro questo carcere che è tutto in cemento e completamente esposto al sole”.

L'articolo Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio… proviene da www.controradio.it.

Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio…

Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio…

“Più che fare un nuovo stadio a Firenze ci sarebbe da fare un nuovo carcere. Ma i fratelli Della Valle non credo che avranno molto interesse in questo”. Lo ha detto, ironizzando, il comico Paolo Hendel al termine di una visita al carcere fiorentino di Sollicciano, insieme a una
delegazione di Radicali.

“Si sbaglia moltissimo a pensare che il carcere non riguardi tutti noi – ha aggiunto Hendel -. Ci si può capitare tutti nella vita e bisognerebbe fare di tutto perché in questi luoghi ci siano condizioni umane dignitose”. “Quando uno viene condannato al carcere la sentenza non prevede la tortura e la sofferenza”. ha concluso Hendel.

Intanto sono arrivati nel carcere di Sollicciano i 60 ventilatori forniti dalla Regione Toscana per
fare fronte al caldo torrido nel penitenziario ma non è possibile installarli senza il via libera dell’Asl e inoltre ne servirebbero almeno duecento per poterne installare almeno uno
per cella. E’ quanto lamentato oggi al termine di una visita dei Radicali all’istituto fiorentino, insieme al cappellano del carcere Don Vincenzo Russo, al comico Paolo Hendel, al
presidente della Camera penale di Firenze Eriberto Rosso, e al consigliere di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi. A guidare la delegazione radicale il segretario del partito Rita
Bernardini e Massimo Lensi dell’associazione Luca Coscioni.

“Sappiamo che i ventilatori della Regione sono arrivati – ha sottolineato Lensi – e sono già dentro il carcere ma non sono attivi. Adesso siamo in attesa che la Asl dia l’autorizzazione
per poterli usare e stili una graduatoria dei detenuti con problemi che ne hanno maggior bisogno di ventilazione. Abbiamo potuto constatare anche oggi che il caldo dentro il carcere è
veramente torrido. Qui manca tutto, e mi chiedo come sia possibile in questo modo recuperare la dignità delle persone, e dare un senso a strutture come questa”. Hendel ha auspicato che “questi benedetti ventilatori non glieli diano a dicembre perché sennò invece di risolvere il problema del caldo faranno venire il raffreddore ai detenuti. Ci sono delle condizioni di caldo spaventose dentro questo carcere che è tutto in cemento e completamente esposto al sole”.

L'articolo Hendel a Firenze servirebbe un nuovo carcere , altro che stadio… proviene da www.controradio.it.

Campionato della bugia: vince “Nobel per la cultura a Gigi D’Alessio”

Campionato della bugia: vince “Nobel per la cultura a Gigi D’Alessio”

Si è concluso ieri il Campionato della bugia 2017 svoltosi a Le Piastre, frazione del comune di Pistoia. Tra i vincitori due richiedenti asilo, provenienti dal Mali.

Secondo posto al Campionato della bugia per Diallo Balé e N’Faly Dembelé, ospiti di una vicina struttura, vincendo il Bugiardino d’argento. Hanno raccontato di essere laureati in economia e commercio e di essere arrivati in Italia per un master, ma con loro grande sorpresa, una volta giunti nel centro di accoglienza, si sono accorti che veniva loro offerta una frequenza all’asilo e che era stata raccontata loro una bugia.

Il titolo di più bugiardo d’Italia è andato invece a Luca Palamidessi, di Montecatini Terme, con la bugia del Nobel della cultura attribuito a Gigi D’Alessio. Il premio intitolato al
giornalista Giancarlo Zampini e messo in palio da La Nazione, che va alla raccontatrice più caratteristica, é andato alla romana Francesca Targa; mentre quello intitolato alla
giornalista Lucia Prioreschi e messo in palio dal Il Tirreno per premiare il bambino più bugiardo ha visto la vittoria ex aequo di Bianca Tesi, Aurora Rosini e Bianca Scatizzi.

Il titolo di miglior bugiardo radiofonico, concorso gestito da Radio Toscana, è andato infine a Simone Barni, pistoiese e operaio della Hitachi.

L’Accademia della Bugia de Le Piastre, che organizza il Campionato, ha poi consegnato la laurea honoris causa a Paolo Hendel.

L'articolo Campionato della bugia: vince “Nobel per la cultura a Gigi D’Alessio” proviene da www.controradio.it.

AL SCANDICCI ESTATE OPEN CITY IL TEATRO DELLA TOSCANA

Estate

Teatro della Toscana : Estate a Scandicci con Hendel, Zaches, Teatri d’Imbarco, Larocca, Sibaldi. Ogni appuntamento sarà adattato, e in qualche caso appositamente concepito, per il contesto del Pomario, lo spazio teatrale estivo all’interno del Castello dell’Acciaiolo.

Dopo la prima edizione tenutasi nel 2016, il Teatro della Toscana torna a veicolare il marchio “Shakespeare Shaker” all’interno di Scandicci Estate Open City 2017. Il poeta quest’anno è un’ispirazione per far sfilare artisti “irregolari”.

Ci saranno Italo Calvino e Gianni Rodari letti da Paolo Hendel il 4 e il 12 luglio in ” Colui che leggerissimo era”,  “Il Volo di Michelangelo” messo in scena dai Teatri d’Imbarco il 7 luglio,  Un lungo volo nella vita d’un mito. Quasi una fiaba popolare, a volte poetica, a volte ironica. Per ripercorrere tutto d’un fiato il mistero concretissimo del genio indiscusso dell’arte universale. Un invito alla conoscenza; Dino Campana suonato e cantato da Massimiliano Larocca il 10 luglio.

Ci sarà spazio anche per qualcosa di veramente particolare come le restituzioni spettacolari del Teatro studio “Mila Pieralli” del laboratorio di Igor Sibaldi sul Faust di Goethe il 13, 14 e 15 luglio con “Il desiderio e la metamorfosi nel Faust di Goethe”.                                                                                                                                                                                        Il ritorno di Zaches Teatro, che il 6 luglio propone “Sandokan parade”, spettacolo teatrale itinerante e multidisciplinare del progetto MigrAzioni#Scandicci, dal Parco del Castello dell’Acciaiolo al Piazzale della Resistenza, e dalla ripresa del Romeo e Giulietta con gli allievi della Scuola per Attori “Orazio Costa” del Teatro della Toscana, all’Acciaiolo dal 18 al 23 luglio.

“Sandokan parade” a ingresso libero, Il desiderio e la metamorfosi nel Faust di Goethe”  spettacolo a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per maggiori informazioni: http://www.scandiccicultura.it/component/content/article/1107-open-city-2017-scandicci-estate.html

The post AL SCANDICCI ESTATE OPEN CITY IL TEATRO DELLA TOSCANA appeared first on Controradio.

CMT@LIVE 2013 – contro le neuropatie ereditarie

Locandina CMT LIVE 2013 webSabato 26 ottobre alle 21,00,al Teatro Dante di Campi Bisenzio, quinta edizione dello spettacolo di beneficienza promosso dall’ AIGEM -‘associazione italiana genetica medica.

L’evento è stato presentato  in Palazzo Vecchio dal consigliere comunale  Eros Cruccolini e da Fausto Birigazzi dell’associazione AIGEM Onlus che ha sede legale a Genova presso il dipartimento di Neuroscienze, Oftalmologia e Genetica (DiNOG). “Con l’edizione 2013 di CMT@Live- ha spiegato Birigazzi- , ci proponiamo di finanziare due progetti di ricerca sulle neuropatie ereditarie tipo Charcot- Marie – Tooth. Questa malattia, che, al momento, non ha ancora indicazioni terapeutiche, è ancora classificata come rara, nonostante che, solo in Italia, vi siano più di 50 mila persone malate e vi siano milioni di persone affette in tutto il mondo. La CMT è infatti la più diffusa neuropatia ereditaria. I fondi raccolti da CMT@Live – 2013 saranno, come sempre, direttamente devoluti ai medici e ricercatori dell’AIGEM, che afferiscono al Servizio di Genetica Medica dell’Ospedale S. Martino di Genova, centro di riferimento a livello nazionale, sia per la diagnosi molecolare che per la consulenza genetica su tutte le principali neuropatie ereditarie : ad oggi sono stati raccolti 101 mila euro – di qui il titolo della serata, che sarà ispirata al celebre film della Disney “La Carica dei 101”.

“Il mio appello – ha aggiunto Cruccolini- è quello di riempire il teatro. Firenze si è sempre contraddistinta per il suo impegno nelle battaglie nell’ambito della ricerca e della diagnostica. Bisognerebbe spendere meno soldi per gli F35 e più sulla ricerca. Solo così si potrà migliorare la qualità e l’aspettativa di vita di questi malati”.

La raccolta fondi non è l’unico scopo che l’associazione si è prefissa. “Vorremmo – ha spiegato Birigazzi- anche diffondere la consapevolezza dell’esistenza delle neuropatie ereditarie tipo CMT. Infatti, queste patologie sono completamente sconosciute ai non addetti a i lavori”. A questo proposito, durante lo spettacolo sarà proiettato un video clip, nel quale appare come testimonial l’attrice Angela Finocchiaro.. Del cast della serata fanno parte anche Paolo Hendel con il maestro Ranieri Sessa, Andrea Kaemmerle e i Gatti Mezzi, Silenzio è Sexy con Francesco Guasti (da The Voice), Martinicca Boison, Fantomatik Orchestra, Il Mago RUIZ, I Disguido, For Joy Gospel Choir. Alla serata interverranno anche la prof. Paola Mandich e la dott.sa Emiliana Bellone del Dipartimento di Genetica Medica dell’Ospedale San Martino di Genova. I biglietti costano 15 euro (posto unico) e possono essere acquistati anche in prevendita presso la biglietteria del Teatro Dente- piazza Dante, 23 – Campi Bisenzio (FI) Telefono 055.8940864 e il giorno dello spettacolo a partire dalle 20.